Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TEST A qualcuno piace scuro [Light Sword]
28-08-2015, 11:36 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-08-2015 11:38 PM da Ufizu.)
Messaggio: #1
A qualcuno piace scuro [Light Sword]
A qualcuno piace scuro
Punti di vista....

Staph, alba. Le novizie dormono ancora, ma alcune di loro non per molto: vengono svegliate di soprassalto dal rauco e stonato cantare tipico di uno degli accoliti più maneschi del Quartier Generale, il tarchiato Peter. Questi si avvia, senza smettere di intonare la sua melodia, verso una porta e bussa talmente forte che sembra volerla abbattere. La sfortunata occupante della stanza in questione è Synapse, che se non è stata svegliata dall'inno lo sarà sicuramente stata dai tonfi alla porta.
Su, poltrona, muoviti! Al vecchio non piace aspettare.
Ringhia l'accolito per maggior sicurezza, ed è già un miracolo che non sia entrato a buttarla giù dal letto di persona. Appena vestitasi e uscita, Synapse scopre il probabile motivo: accanto a lui c'è un'altra novizia, che sembra incredibilmente... godersi la canzone. E non è l'unica cosa strana: i suoi capelli, lunghi al centro della testa ma rasati ai lati, a eccezione di una ciocca a sinistra, sono castani. Ebbene sì, non biondi o bianchi, ma marrone, per quanto chiaro. Quando apre gli occhi e si accorge della compagna la saluta amichevolmente.
Ehi, ciao! Io sono Mara, tu come ti chiami? Cosa pensi voglia il nostro amico, qui? E' presto per un allenamento... che vogliano farci un regalo? 
Ridacchia alla sua stessa battuta, mentre Peter si avvia per i corridoi facendo cenno a entrambe di seguirlo. Mara obbedisce, curiosa, e tutti e tre attraversano un labirinto di svolte e porte laterali che conducono infine a un muro con una sola, nera porta. L'accolito la apre e fa un mezzo inchino a Mara, che gli sorride di rimando e si infila all'interno, poi spintona Synapse dietro di lei e chiude la porta con veemenza.
Che tipo adorabile.
Commenta la brunetta guardandosi alle spalle. Il posto in cui sono finite è un altro corridoio, lungo e stretto, con le pareti nere ricoperte di quadri dai soggetti macabri e ogni tanto una torcia a illuminare la via. Percorsolo fino alla fine, si trovano dinnanzi a un'altra porta, perfettamente identica alla prima.
Ma che...? Non avremo girato in tondo?
Fa Mara, confusa, ma dall'interno una voce la rassicura.
Entrate.
Non è quella di Peter, è molto più gentile e soffice, così fanno ciò che dice. Oltre la porta c'è una sala quadrangolare con altri quadri alle pareti, appesi sopra a degli scaffali stracolmi di libri. La parete di fondo è completamente occupata da un ritratto a grandezza naturale di un uomo su una poltrona, tutto nero: la poltrona, gli abiti raffinati, i capelli, la barba, la benda che porta sugli occhi. Ai piedi del dipinto, lo stesso uomo si presenta alle novizie letteralmente ingrigito dagli anni, con una figura più giovane al suo fianco. E' quest'ultima a prendere la parola per prima, abbassandosi all'orecchio dell'anziano.
Maestro Ufizu, sono arrivate. Tuttavia devo farvi notare che una di loro è....


Taci! Ben io so chi ho richiamato
per questo compito quantomai ingrato.
Sai che gran tema dovranno ispirare
ma son sicuro di poter contare
sulla codardia di quei mostri vili
che impedirà tutte le azioni ostili.
Andate, mie valorose fanciulle
dimostrate al venditore di tulle
che a fidarsi dell'Organizzazione
ben si fa, e si sfugge ogni tenzone.


Ufizu parla con voce profonda e moderata, recitando una poesia come se l'avesse preparata in anticipo. L'altro si allontana da lui un po' di malavoglia e traduce per le novizie.
Abbiamo ricevuto una richiesta di aiuto da parte di un ricco mercante della zona. Deve compiere un lungo viaggio d'affari e teme un attacco da parte di banditi... o peggio. Vuole che mandiamo qualcuna di voi per intimorire possibili assalitori....
L'occhiata che lancia a Mara è lunga ed esplicita, ma riesce a non interrompersi.
Recatevi alla cittadina di Tulum, a un giorno da qui. Chiedete di Mastro Toni. Poi non dovrete far altro che assicurarvi che non succeda nulla.
Con questo congeda entrambe, e ritornate al punto di partenza Peter consegna loro due claymore affilate ma senza simbolo. 
Molte grazie, Peter. Sai, mi ricordi il bardo del mio villaggio. Forse potresti provare a farne una carriera.
L'accolito si schermisce, vagamente imbarazzato, poi le manda via in malo modo, probabilmente irritato dal non sapere come comportarsi. Mara aspetta di essere fuori portata d'orecchio per farsi una grassa risata.
E allora, pare che siamo fuori. Non sono mai andata così lontano dalla base... che si tratti finalmente del test finale? Non vedevo l'ora! Quello strano vecchietto non l'ha detto chiaro, ma sono sicura che sia così... un po' noioso, proteggere un mercante... ma vabbe', a me basta essere promossa.
La brunetta sembra decisamente avere la lingua sciolta... quale sarà la reazione di Synapse?

Citazione:Descrivi il tuo incontro con gli Uomini in Nero e con la tua compagna, le reazioni di Synapse e il viaggio fino a che non siete in vista di Tulum. Da lì prenderà la parola il Narratore. Se hai domande puoi chiedere via MP a Ufizu. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-08-2015, 03:13 PM
Messaggio: #2
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

Di certo essere una novizia dell'Organizzazione aveva i suoi pro e contro, dormire male  ed essere svegliata peggio era sicuramente uno dei contro ma Synapse alla fin fine trovava quel modo brusco dell'accolito di certo il più efficace al fine di "svegliare" qualcuno, se così possiamo dire "Almeno la porta è intatta..." Pensò alzandosi e iniziando velocemente a mettersi i suoi vestiti addosso "Speriamo non sia per un altro allenamento tra novizie" Synapse non amava quel genere di pratica, era logicamente un bene allenarsi ma la compagnia la irritava, preferiva agire da sola.
"L'inno aiuta a svegliarsi.." Disse in tono estremamente basso per evitare di farsi sentire e chiuse la porta dietro di se avviandosi dietro l'accolito e fin da subito notò al suo fianco una figura femminile con i capelli, stranamente, castani che si rivolge con un tono fin troppo amichevole verso la ragazza "Ehi, ciao! Io sono Mara, tu come ti chiami? Cosa pensi voglia il nostro amico, qui? E' presto per un allenamento... che vogliano farci un regalo?" Synapse la guardò un pò stranita e perplessa "Una guerriera castana? Strano" Concluse fra se e se, di certo non era una ragazza ingenua e non giudicava dall'aspetto però di certo avrebbe "testato" prima o dopo le sue capacità "Synapse, questa gente non fa regali." Tagliò bruscamente osservando come si auto compiaceva del .suo stesso umorismo fuori luogo.
Arrivati ad una porta l'accolito fece passare le due solo per trovarsi davanti un altra porta, Synapse si limitò a ignorare i commenti stupidi della sua collega e eseguì senza problemi l'ordine della voce che arrivò da oltre la seconda porta portandole dentro una sala quadrangolare addobbata con quadri scaffali pieni di libri e un altro quadro, grosso, ai cui piedi stava seduto un vecchio su una poltrona nera "Sicuramente uno dei pezzi grossi dell'organizzazione.." Pensò prima che la figura al suo fianco prendesse la parola per essere bruscamente interrotta da una sorta di poesia in rima che l'anziano iniziò a dire con voce profonda "Eh...?" Era perplessa, cioè aveva afferrato il senso generale ma beh dubbiosa, dubbi che la seconda figura eliminò rapidamente "Abbiamo ricevuto una richiesta di aiuto da parte di un ricco mercante della zona. Deve compiere un lungo viaggio d'affari e teme un attacco da parte di banditi... o peggio. Vuole che mandiamo qualcuna di voi per intimorire possibili assalitori.... Recatevi alla cittadina di Tulum, a un giorno da qui. Chiedete di Mastro Toni. Poi non dovrete far altro che assicurarvi che non succeda nulla."
"Ricevuto." Chiuse secca Synapse dirigendosi verso Peter che consegnò loro due claymore, la ragazza sistemò la sua sulla schiena e ascoltò leggermente seccata quelle continue freddure che Mara diceva a nastro sperando che da li a Tulum parlasse il meno possibile ma ... "E allora, pare che siamo fuori. Non sono mai andata così lontano dalla base... che si tratti finalmente del test finale? Non vedevo l'ora! Quello strano vecchietto non l'ha detto chiaro, ma sono sicura che sia così... un po' noioso, proteggere un mercante... ma vabbe', a me basta essere promossa." Prese subito lei irritando nuovamente Synapse che non amava la compagnia, prima di risponderle avrebbe aspettato di uscire dalla sede dell'organizzazione, di certo doveva testare una cosa.
"Sai Mara, mettiamolo in chiaro subito, io non amo socializzare tanto meno durante una missione, le nostre abilità devono essere assolutamente dedicate soltanto a preservare la nostra incolumità e quella del mercante quando lo incontreremo, il tuo continuo parlare mi distrae." Disse rivolgendosi seccamente verso la brunetta "Ora in marcia." Chiuse avviandosi senza esitazione con passo svelto giù per la strada in direzione di Tulum, non sapeva se avesse o meno offeso la sua compagna ma di certo voleva far capire che era lì per un compito non per fare una chiacchierata.
La strada era discretamente comoda da percorrere, qualche boschetto da attraversare e salitine discese in sequenza, nulla di stancante per una guerriera anzi Synapse durante la marcia ebbe il tempo di afferrare un frutto da un albero, darci un morso per poi gettare via il resto, non aveva appetito ma non sapendo quanto tempo avesse dovuto stare senza cibo si portò avanti sforzandosi di buttare giù qualcosa "Beh.." Pensò... Camminarono a passo spedito dirette verso la loro meta "Adesso devo verificare una cosa.." Disse quando in lontananza vide quella che doveva essere Tulum, si mise esattamente davanti a Mara "Sai non ho potuto evitare di notare come la figura di fianco a quel vecchio ti osservò e i tuoi capelli la dicono lunga, se devo affrontare una missione in cui è in ballo la mia vita devo sapere chi ho con me quindi..." Estrasse la spada e rapidamente provò a vibrare un colpo verso la spalla sinistra della compagna così che se il colpo fosse andato a segno avrebbe comunque impattato contro la protezione metallica senza infliggere danni, era un colpo veloce ma non molto forte che non voleva infliggere danni ma solo testare come avrebbe reagito Mara ad un attacco inaspettato.

Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Stranita dal colore dei capelli della compagna, annoiata dal suo troppo parlare, decisa a testarla.
Abilità usate : percezione yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-08-2015, 02:42 PM
Messaggio: #3
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Mara sembrò leggermente delusa dalla sfuriata di Synapse, ma forse più confusa. Dopo un momento di silenzio, parlò di nuovo, ma con una maggior serietà.
Va bene, va bene, scusa. Però abbiamo una giornata di viaggio davanti a noi, e in questo posto osservare il panorama non è proprio eccitante... quindi a meno che tu non voglia contare le dune parlare non mi sembra una così cattiva idea. Non dobbiamo proteggere nessuno, per ora, però magari potremmo capire un po' di più l'una dell'altra. Eh? Che ne dici?
L'altra novizia si avviò a passo spedito, decisa ad arrivare a Tulum quanto prima, e lei si accodò cercando di restare in silenzio per quanto possibile. Ogni tanto le sfuggiva un commento sarcastico, ma dato che probabilmente cadevano tutti nel vuoto diminuirono col passare del tempo. Infine arrivarono in vista della meta, e prima che Mara potesse aprire bocca per ammirare le basse mura o le case di legno visibili appena oltre Synapse si fermò improvvisamente, costringendola a fare altrettanto. Fu contenta di vedere che finalmente le rivolgeva la parola, ma quando tentò di spiegare Synapse la attaccò senza preavviso. Istintivamente, Mara alzò la spada, riuscendo per un soffio a frenare quella dell'altra novizia, tuttavia non fu sufficiente a fermarla: cadde sulla sua spalla e si fermò poco dopo, lasciando comunque un taglio ben evidente nella tuta candida e nella pelle sottostante.
AHIA! Ehi, ma ti ha dato di volta il cervello? Queste non sono spade da allenamento! 
Mara si allontanò, mettendosi a distanza di sicurezza, senza staccare gli occhi dalla compagna, temendo un secondo attacco. Poi prese un profondo respiro e si tranquillizzò.
Come ho detto stamattina, conoscerci meglio potrebbe essere utile ai fini della missione. Ma non è necessario combatterci per capire le nostre capacità. Rischiamo di farci male.
Come appunto era successo, rimarcò passandosi la spada nella sinistra per avere la destra libera e appoggiarla sulla spalla ferita.
E' vero, io ho i capelli scuri e questo non è un buon segno. Lo so. Me l'hanno ripetuto centinaia di volte, e sono stata in allenamento molto più di chiunque altra. Non sono forte o veloce come voi. Ma ora questo Ufizu ha deciso di darmi comunque una possibilità. E io intendo sfruttarla, perché è l'unica che avrò. Anche se l'unica cosa che so fare è parlare, non significa che non ce la metterò tutta. Tu, invece, in cosa sei brava? Il tuo colpo era forte, ma soprattutto veloce. Parlami un po' di te, potrei saperti suggerire il modo migliore di combattere, se ce ne sarà occasione. Ho affrontato un sacco di novizie, ormai, conosco tantissime tecniche diverse... anche se non sono brava ad applicarle io stessa.
Sembrava che nonostante l'attacco a tradimento e la ferita fosse decisa a comunicare con la compagna e a collaborare. Ma poteva dirsi lo stesso di Synapse? Come avrebbe reagito?

Suggerimento: Hai commesso alcuni errori di interpretazione nel tuo post, primo fra tutti l'ignorare il fatto che le novizie non portano armatura: dispongono soltanto della tuta bianca con la placca sulla schiena, ma non hanno spalline, guanti, stivali ecc. Quindi non hai uno spazio dove riporre la claymore, la devi tenere in mano o poggiata da qualche parte, e non c'era nulla a bloccare la tua spada nell'attacco a Mara. Secondo, sei nelle Terre dell'Est. E' una zona desertica senza traccia di vegetazione, fatta eccezione per alcune oasi: boschetti non se ne vedono, se non forse ai confini con le Terre Centrali. Infine, anche se meno importante, oltre la prima porta nera non c'è semplicemente la seconda: ho descritto un lungo corridoio, che tu hai tranquillamente omesso. Per quanto sia l'errore meno grave, te lo segnalo perché devi stare attento a quello che scrive il Master per evitare errori più pesanti. Se hai domande, puoi chiedere via MP al tuo Master (in questo caso Ufizu). Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
01-09-2015, 02:56 AM
Messaggio: #4
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

Il colpo di Synapse andò parzialmente a segno ferendo alla spalla la sua compagna novizia e suscitando in lei una reazione di stupore che la portò a fare un passo indietro prima di rivolgersi alla ragazza inizialmente lamentandosi della mossa, a suo giudizi, da senza cervello passando infine a una sorta di incoraggiamento alla reciproca collaborazione.
Da prima Synapse rimase un pò sconcertata dal fatto che il suo colpo era andato a segno, la spada la avevano entrambe in mano e il colpo era frontale quindi ben visibile, okey che non ci si può aspettare attacchi da una compagna ma una minaccia è una minaccia indipendentemente dalla fonte "Tu stesso lo ammetti di avere inferiori capacità combattive ma nonostante questo, nonostante la morte sia dietro l'angolo per me e ancor di più per te soprattutto adesso che siamo sole, mi chiedo come possa tu ostentare tanta combattività" Synapse capiva le esigenze del momento, sapeva e valutava ogni possibilità dall'inganno di Mara sulle sue reali abilità alla remota possibilità che possa essere così esperta da poterla guidare in un certo modo "Questa è una missione e non è stata assegnata a me ma neppure a te bensì a noi quindi mi sembra logico collaborare" Abbassò la claymore che ancora teneva a mezz'aria e si voltò facendo un passo verso Tulum "Parlerò con te ma..." Si girò nuovamente in direzione di Mara alzando la spada e puntandola dritta verso la sua faccia "Ma non significa che scherzerò e farò la buona amica, terrò le mie distanze riducendole al minimo per il completamento della missione" Chiuse secca abbassando, questa volta davvero, la sua arma seppur mantenendo un occhio vigile sulla ragazza "Sia mai che voglia una rivincita..."
Aveva deciso di "collaborare" e magari sfruttare queste presunte conoscenze della ragazza "In cosa sono brava?" Attaccò Synapse facendole cenno di incamminarsi verso la cittadina "Il mio corpo si è sviluppato notevolmente più di tutto appunto sulla velocità nello sferrare i colpi, non ho una grandissima forza ne controllo ma di certo ho una discreta velocità d'esecuzione e precisione, seppur devo migliorare ancora tanto per quello che voglio raggiungere".
Disse ciò che Mara voleva sentire ma mai con un tono dolce o amichevole, sempre molto distaccata, odiava ancora la compagnia, dentro nulla era cambiato.

Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Perplessa per le abilità di Mara, interessata alle sue parole.
Abilità usate : percezione yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-09-2015, 01:48 PM
Messaggio: #5
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
"Combattività"?
Mara ripeté perplessa quella parola, incerta su cosa intendesse dire la compagna. Per il resto però rimase in silenzio ad ascoltare, e alla fine annuì.
Posso capire il tuo punto di vista, anche se mi piacerebbe che ti aprissi un po' di più. Ma se proprio non ci riesci, mi accontenterò.
Replicò con un'alzata di spalle un po' ironica, seguendola. Non commentò riguardo alle sue abilità, probabilmente stava riflettendo. Le due arrivarono alle porte della cittadina, dove una guardia si rivolse loro con un accenno di terrore.
Be... benvenute. Posso aiutarvi?
Sembrava cortese, più che veramente disposto a dare una mano, ma poteva fare al caso loro... Synapse avrebbe preso la parola, o preferiva lasciarla a Mara?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-09-2015, 10:12 AM
Messaggio: #6
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

"Socializzare o meno la cosa rilevante adesso è completare la missione, se sarà necessario parlare con te lo farò ma non è mia intenzione diventare l'amicona di turno" chiuse seccamente ribadendo il concetto così che fosse chiaro. 
Si avvicinarono dunque alle mura della città dirette verso la loro metà (seppur non sapesse quale fosse ma confidava che due guerriere attirassero sufficiente attenzione per far uscire allo scoperto il cliente o chi per esso) "da questo momento meglio se mi concentro di più sul percepire lo yoki" non si sarebbe lasciata prendere di sorpresa da niente e nessuno, ora restava solo come passare la guardia senza troppi problemi "Mara senti rispondi tu alla guardia, sei decisamente più brava a socializzare e hai una parlantina più sciolta, io mi sentierei a disagio finendo per rispondere in maniera secca e scortese cosa che vorrei evitare" Era a disagio a dover interagire troppo con estranei quindi con la sua classe e una motivazione più che valida attuò la più antica delle tradizione... Scarica barile.

Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Tranquilla ma allerta
Abilità usate : percezione yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-09-2015, 12:26 PM
Messaggio: #7
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
La guardia guardò Synapse un po' perplessa, sentendola chiaramente passare la patata bollente alla compagna, a cui si rivolse subito dopo. Mara, colta alla sprovvista, ci mise qualche secondo prima di mettere insieme una frase coerente.
Eh? ... Ah! Io... ecco... AHEM. Buongiorno. Siamo state contattate da Mastro Toni, se poteste dirci dove trovarlo vi saremmo infinitamente grate.
Il tono rigido e il registro formale non le si adattavano, ciò nonostante suonava convincente. L'uomo annuì e dopo un momento fornì indicazioni.
La casa del Mastro è la più grande della città, con le pareti bianche tutte decorate... non potete mancarla. Entrate e andate sempre dritte fino alla torre campanaria, da lì girate a destra e la troverete subito.
Ringraziandolo le due si avviarono all'interno. L'abitato non era particolarmente grande né ricco, anche se le case erano ben tenute e indubbiamente sopra il livello dei villaggi che punteggiavano la zona. Come previsto, trovare la casa - o meglio, villa - di Mastro Toni fu piuttosto semplice, nonostante le due avessero notato lungo il tragitto che stranamente c'era ben poca gente in giro e quei pochi le guardavano con disprezzo. Una cosa a cui le guerriere graduate erano abituate. Ora che erano lì, comunque, si poneva un altro problema: nessuno era venuto ad accoglierle, perciò che fare? La prima impressione contava, quindi come si sarebbero comportate vedendo la porta chiusa e immobile?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-09-2015, 01:43 AM
Messaggio: #8
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

Mara svolse egregiamente l'ingrato compito che Synapse, furbamente, le aveva scaricato: la guardia resto convinta dalla richiesta della novizia e indicò alle due come raggiungere la casa del mercante "Facile come cosa" Restò piacevolmente sorpresa che bastasse così poco per apparire delle persone brave e tranquille "Dovrò ricordarmelo per il futuro" Sapeva che prima o poi avrebbe dovuto lei stessa parlare quindi doveva "Imparare" a farlo in maniera disinvolta sopprimendo il suo caratteraccio.
La strada attraverso la cittadina fu rapida, Synapse osservava come quel posto non spiccasse ne per povertà ne per ricchezza sfrenata, tranne ovviamente per la casa del signor Toni che apparve come una reggia nel mezzo di un fienile "Notevole" Osservò notando con un colpo d'occhio come fosse l'abitazione più lussuosa accorgendosi nel mentre che quelle due non erano guardate di buon occhio dai pochi passanti presenti "Normalità.." Si disse prima di presentarsi alla porta pronte ad essere ricevuta.

Cosa che non avvenne.. ."Chestrano..." Balbettò Synapse "Spero sapessero che saremmo arrivate oggi.." Osservò la porta immobile e il silenzio "Precauzione" Si concentrò sulla casa aumentando al massimo la sua percezione dello Yoki "Evitiamo sorprese" Avrebbe controllato la casa per poi, nel caso tutto fosse tranquillo, avrebbe bussato con forza alla porta e chiamato ad alta voce il signor Toni.

Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Tranquilla ma allertata per l'attesa
Abilità usate : percezione yoki (Attiva ) concentrata sulla casa
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-09-2015, 05:44 PM
Messaggio: #9
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Mara fece spallucce al commento lievemente irritato di Synapse, la quale per evitare sorprese controllò con la Percezione prima di bussare alla porta. Non ricevette alcuna informazione, l'unica traccia di Yoki proveniva dalla sua compagna, per cui batté più volte e chiamò il nome del committente. Dall'interno di udirono vari rumori, come se ci fosse trambusto, poi qualcuno venne ad aprire. Non aveva affatto l'aria di un signorotto avvezzo al commercio: calvo, con imponenti favoriti e una cicatrice sulla fronte, la pelle abbronzata e una cotta di maglia indosso, l'uomo le squadrò con aria di volerle valutare.
Claymore?
Abbaiò dopo alcuni secondi di quest'osservazione, poi senza aspettare risposta ringhiò alla volta di qualcuno nel salone visibile oltre la porta, probabilmente l'atrio:
Sono arrivate le Streghe! Devo farle entrare?
Silenzio. Per lunghi, interminabili istanti non rispose nessuno. Infine fu il tizio che aveva aperto a decidere da solo.
Diamine, sono l'unico a fare qualcosa, qui. Vabbe', aspettiamo. Io sono Bill "Basette", voi come vi chiamate?
Pareva che le presentazioni sarebbero avvenute sull'uscio. Un po' insolito, certamente... se ne sarebbero curate?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-09-2015, 01:59 PM
Messaggio: #10
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

"Tutto nella norma a quanto pare.." Così bussò sonoramente alla porta chiamando il nome della persona che cercavano, alla fine qualcuno si degnò di andare ad aprire e di certo chi si trovò davanti Synapse non pareva un mercante anzi più un soldato viste cicatrici e abbigliamento, costui si rivolse a loro con il classico appellativo che veniva dato alle guerriere dell'organizzazione "Claymore" "Sorvoliamo..." Si disse mentre il tipo davanti a lei, tale Bill "Basette", un nome un programma, si rivolgeva probabilmente ad altre persone all'interno della casa in tono poco felice chiedendo se poteva far accomodare "queste streghe" "Sorvoliamo......" Si ripetè, odiava a sufficienza l'ignoranza e ancor di più se di questo genere. Chiese alle due ragazze i loro nomi, Synapse tagliando corto aprì bocca per prima "Siamo due guerriere dell'Organizzazione io sono Synapse e lei è Mara" fece indicando la sua compagna sperando che questa non se ne esca col suo troppo entusiasmo "Siamo qua per incontrare Mastro Toni magari senza stare sull'uscio come fossimo cani" Disse con tono secco e sbrigativo, aveva la missione in testa e fine, ulteriori perdite di tempo la facevano innervosire soprattutto dato che neppure sapeva cosa avrebbe dovuto fare "Gradirei parlare con lui immediatamente se possibile" Concluse fissando negli occhi il tipo davanti a lei.
Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Leggermente innervosita dai comportamenti
Abilità usate : percezione yoki (Passiva )
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-09-2015, 12:22 AM
Messaggio: #11
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Synapse giocò d'anticipo e prevenne qualsiasi esternazione troppo amichevole da parte della compagna, tagliando corto e chiedendo di incontrare subito il contatto previsto. Bill la squadrò ancora una volta, lanciando giusto un'occhiata a Mara come a chiederle se avesse qualcosa da aggiungere.
Senti, carina.
Cominciò, aggressivo, puntandole un dito guantato contro, ma non ebbe il tempo di formulare qualsiasi minaccia volesse perché fu interrotto da qualcuno all'interno.
Bill, che stai aspettando? Fai accomodare le signorine!
Per un momento l'uomo non si mosse, ma infine cedette il passo con un sospiro frustrato. L'atrio spazioso in cui si trovarono era certamente degno di una persona piuttosto ricca, dati i busti di marmo poggiati su mobiletti e le scale decorate che portavano al secondo piano. Su queste si trovavano due uomini, uno appoggiato al corrimano mentre l'altro se ne stava nel bel mezzo della rampa. Quello più cauto era ormai oltre la quarantina, con un evidente riporto nei capelli castani e una faccia paffuta e perfettamente rasata. Gli abiti raffinati e in colori vivaci - fucsia, blu notte e oro - lasciavano pochi dubbi sulla sua identità: doveva essere Mastro Toni. L'altro somigliava di più a Bill: cotta di maglia e spada alla cintura, barba di due o tre giorni mal curata, naso storto e un ghigno poco rassicurante. La voce che si era sentita prima era la sua, e fu il primo a presentarsi.
Salve, io sono Rick l'Onesto, il capitano delle guardie di Mastro Toni. Se avete rimostranze da fare, io sono la persona che cercate, sempre e comunque. Ovviamente lo stesso vale se i miei avranno qualcosa di cui lamentarsi. Se ci sono banditi, sono nostri. Yoma, vostri. Domande?
Il Mastro non spiccicò parola, preferendo osservare come si sarebbe evoluta la situazione. Mara fece per replicare, ma si trattenne e preferì lasciare che fosse Synapse a fare da portavoce: era chiaro che cercava di non esagerare, ma probabilmente stavolta avrebbe aggiunto qualcosa alle eventuali domande della compagna.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-09-2015, 07:38 PM
Messaggio: #12
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

 Era quasi pronta a colpire quell'uomo in maniera molto violenta perchè loro due erano arrivate la soltanto perchè chiamate, mai e poi mai avrebbero fatto una scampagnata fino a quel posto dimenticato da Dio "Forse questa allocca si magari ma vabbè..." Pensò riferendosi a Mara "Grazie di avermi fatto passare" Sospirò Synapse con aria di sopportazione guardando negli occhi Bill mentre entrava in casa dopo che una voce ordinò all'omone di lasciarle accomodarsi e una volta nell'atrio la guerriera notò due figure maschili che stavano nella stanza, una decisamente poco rassicurante visto il ghigno che aveva dipinto in viso mentre l'altro appariva probabilmente doveva essere Mastro Toni ma fu il primo a prendere la parola presentandosi e mettendo in chiaro due cose che Synapse trovò intelligenti: per primo aveva da riferire ad una singola persona, potendo quindi agire senza dover chiedere permessi o sottostare al giudizio di altri se non di Rick mentre la seconda era una sacrosanta liberazione, i banditi, quindi esseri umani che per le guerriere erano intoccabili, nel caso avessero creato problemi durante la missione sarebbero stati una notevole seccatura invece così sarebbero stati gestiti da questi tipi che apparivano mercenari o simili "Poche domande" Disse con tono chiaro Synapse "Destinazione, itinerario e motivo della richiesta di un nostro intervento. Ci sono gia stati attacchi di yoma che vi hanno spinto a chiamarci?" Parlò con lo sguardo rivolto verso il signor Toni "Mastro Toni mi è stato detto che voi ci avete richiesto, perchè?" Chiuse la ragazza e guardando per un attimo Mara sperando che le domande fatto agli uomini facessero un pò luce su questa faccenda.
Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Innervosita ma si controlla
Abilità usate : percezione yoki (Passiva )
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-09-2015, 12:02 PM
Messaggio: #13
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Per quanto Synapse avesse parlato rivolta a Mastro Toni, fu Rick a risponderle.
E' semplice: la nostra destinazione è la città commerciale di Hatan, a quattro giorni da qui. Non è un viaggio particolarmente lungo, ma il percorso passa attraverso una zona infestata da banditi. E sì, ultimamente ci sono stati avvistamenti che potrebbero essere di Yoma, quindi Mastro Toni ha preferito andare sul sicuro.
Quando poi però la novizia reiterò la domanda direttamente all'uomo d'affari, la sua reazione fu decisamente meno cortese.
Come osi parlarmi? L'unico a cui ti è concesso di rivolgerti è Rick, chiaro? E poi hai già avuto la tua risposta. Rick, chiama i tuoi uomini. Partiamo appena pronti.
Il capitano fece un lieve inchino e si allontanò, lasciando le due insieme a quei due uomini apparentemente molto meno comprensivi. Mara non seppe resistere alla tentazione di avvicinarsi per sussurrarle all'orecchio.
Che bel caratterino questo ciccione, eh? 
Se non altro non lo stuzzicò parlandogli ancora: poteva sembrare frivola, ma il mercante aveva messo bene in chiaro quel punto e lei non avrebbe disobbedito a quello che era di fatto un ordine. 

Citazione:Ci vorrà un po' di tempo prima che Rick faccia ritorno. Puoi sfruttare il prossimo post per espandere un po' sulle tue prime impressioni ed eventualmente tentare un dialogo con uno degli altri personaggi (o più di uno). Se hai dubbi o domande, chiedi pure a Ufizu via MP.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
15-09-2015, 03:19 AM
Messaggio: #14
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

Sentirsi trattare in quel modo di certo non fu piacevole, seppur Mara pareva avere la scorza dura per questo genere di inconvenienti, parlava semplicemente troppo rischiando di creare solo più danni che altro, forse aveva fatto l'abitudine che un pò tutti la trattassero a pesci in faccia, dopotutto anche a Synapse non andava propriamente a genio anche se non si poteva dire che fosse una cattiva ragazza.
Qualcosa di buono lo aveva fatto: causando le ire di mastro Toni aveva velocizzato la situazione e i conseguenti preparativi per la partenza di cui Rick si fece subito carico seguendo gli ordini "Hatan eh..." Sospirò per un attimo riflettendo sulle parole dette da Rick prima di allontanarsi riguardo alla loro destinazione e durata del viaggio, fu breve ma spiegò bene rischi e pericoli "Coi banditi noi non possiamo farci nulla e loro lo sanno, con gli Yoma invece loro sanno di non aver speranze, questo ci mette in una posizione di dipendenza gli uni dagli altri anche se l'ago della bilancia pende leggermente verso di noi perchè se volessimo potremmo spazzar via umani e Yoma assieme.." Un pensiero pericoloso ma la valutazione non era completamente errata nella sua mente, i mercenari di Rick avevano bisogno di loro due per gestire gli Yoma, Mastro Toni pareva seccato infastidito decidendo di tagliare corto e partire, aveva fretta quindi non avrebbero mai aspettato altri giorni per l'arrivo di due Claymore nuove se lei e Mara fossero risultate inadeguate, insomma voleva partire fine, la situazione e i fatti sulla bilancia davano a pensare che le due guerriere fossero indispensabili e ciò dava loro un pò più di corda da tirare...
Synapse si avvicinò a Bill mettendosi davanti a lui e iniziò a porgli delle domande, il tono era più tranquillo di prima ma non certo amichevole "Dato che Rick è andato via chiederò a te queste informazioni per me importantissime: quanti uomini siete? Quanta esperienza in combattimento avete? Avete esperienza in scontri con Yoma?" Domande secche. Doveva sapere.
"Una guerriera se deve agire da sola deve tener conto della sua forza in relazione a quella dell'avversario quindi conosce un elemento su due e basta solo capire la forza del nemico per avere un quadro completo, in un gruppo ahimè è diverso, come prima con Mara devo capire quanto posso fare affidamento su questi uomini, se dovessi allontanarmi un attimo per combattere uno Yoma sarebbero in grado di vincere contro i banditi da soli?" Senza risposte alle domande tutto sarebbe stato più rischioso e lei tutto che quello voleva.
Si fermò un attimo ad aspettare la risposta e se questa non fosse stata soddisfacente avrebbe posto gli stessi quesiti anche a Mastro Toni aggiungendo però che quei dettagli erano di vitale importanza per la riuscita della spedizione.
Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : pensierosa e in attesa di risposte
Abilità usate : percezione yoki (Passiva )
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
17-09-2015, 05:50 PM
Messaggio: #15
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Senza la presenza di Rick Synapse stabilì che avrebbe dovuto rivolgersi al suo sottoposto per ricevere informazioni utili. Il soldato la guardò con disprezzo e fece una smorfia.
Quanti siamo lo vedrai, e ci sappiamo difendere. Io uno Yoma non l'ho mai ammazzato, ma dicono che Sam l'Accetta l'abbia fatto. Comunque per quelli ci siete voi, e se volete guadagnarvi la pagnotta sarà meglio che facciate il vostro lavoro.
Tutto sommato poteva considerarsi una risposta soddisfacente: aveva risolto tutti i quesiti meno uno, che però poteva attendere. Bill si premurò tuttavia di sottolineare un punto.
Se non sbaglio però Rick ha detto che dovete fare capo solo a lui. Se mi rivolgi di nuovo la parola glielo farò sapere.
Minacciò incrociando le braccia. Mastro Toni si limitò a un cenno d'approvazione, e Mara ebbe il buonsenso di non peggiorare la situazione già tesa con battutine idiote. Poco dopo Rick fu di ritorno con altri quattro uomini, portando così a sei il numero delle guardie.
Siamo pronti. Signorine... ehm, i vostri nomi?
Synapse e Mara.
Intervenne spiccio Bill Basette, avvicinandosi al suo capo. O forse allontanandosi dalle novizie?
Synapse, Mara, questi sono i miei uomini. Sam l'Accetta, il mio secondo presentò un uomo alto e in carne, con folti baffi scuri e un'accetta al fianco Joe Stiletto, esperto nel tenere d'occhio la situazione magro, quasi emaciato, non era chiaro se il soprannome derivasse dall'aspetto o dalle armi che nascondeva sotto il mantello Roger il Rosso, eccellente guardia del corpo muscoloso e in corazza pesante, era l'unico con uno scudo e infine Mick il Monco, che anche senza una mano sa il fatto suo. Quest'ultimo era un tipo abbastanza normale, con un paio di baffi e un pizzetto quasi da adolescente e la manica sinistra annodata sul polso. Portava come Rick e Bill la spada al fianco. Bene, ora che i convenevoli sono sistemati direi di partire. Se avete qualcosa di importante che volete dire questo è il momento, altrimenti in marcia.
Sembrava proprio che volesse perdere meno tempo possibile, quindi probabilmente quella sarebbe stata l'ultima occasione di fare qualche domanda almeno per qualche ora. In caso non ce ne fossero state, sarebbero immediatamente partiti alla volta di Hatan.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
19-09-2015, 12:20 PM
Messaggio: #16
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

Synapse ricevette una sorta di risposta alle domande che pose all'uomo, seppur non di aspettasse che un festeggiamento accompagnasse le parole di quel bruto fu più bruto di un bruto "Patetico..." Fu il solo pensiero che le balenò in mente in quegli istanti sebbene poco dopo tutto gli divenne leggermente più chiaro.
Dopo la quasi minaccia di fare "rapporto" per aver rivolto la parola a Bill anziché a Rick fu felice di vedere quest'ultimo tornare accompagnato da altri "Bruti probabilmente" Cosa che non la sollevò affatto dato che un numero così alto di persone sarebbe risultato poco gestibile in mezzo a una situazione di battaglia specialmente se, nella peggiore delle ipotesi Yoma e banditi avessero attaccato assieme, si sarebbe scatenata una baraonda terribile e nonostante Synapse fosse sicura di se e mai avrebbe potuto confondere Yoma da umani questi ultimi erano talmente illogici seconda la sua visione che avrebbe rischiato di trovarne uno casualmente sulla traiettoria della sua arma.
"Sam, Joe, Roger, Mick, Bill e Rick" Disse con voce serena e una espressione quasi tranquilla, ovviamente finte "Devo riferire solo e soltanto a te Rick, il tuo compare quanme lo ha fatto capire e accetto la cosa quindi sarai tu a rispondere ora, poi starò in silenzio per il resto del viaggio: avete così tanta paura e fretta di fare questo viaggio? C'è qualcosa che devo sapere? Avete avvisaglie che questo convoglio verrà attaccato o semplice precauzione? Perché questi uomini paiono saper il fatto loro quindi il trasporto deve avere un alto coificente di rischio perciò qualunque informazione tu abbia ti prego di dirmele immediatamente." Chiuse con il suo miglior sorriso ma non di felicità, quei sorrisi che fanno venire i brividi, che solo una strega dagli occhi d'argento che ti fissa può fare "Dopo questa risposta per me possiamo.partite subito, sono pronta e anche la mia compagna dovrebbe esserlo" Sperando che Mara lo fosse davvero.
Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : serena ma seria 
Abilità usate : percezione yoki (Passiva )
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-09-2015, 07:24 PM
Messaggio: #17
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Rick scoccò un'occhiata a Mastro Toni prima di rispondere, cosa che si permise di fare solo una volta ricevuto un cenno d'assenso dal paffuto mercante.
Come ho detto, abbiamo sentito storie di Yoma nelle vicinanze, ma non solo. Temiamo in particolar modo l'attacco di qualche banda criminale perché il carico di Mastro Toni è estremamente prezioso e farà sicuramente gola a molti. Molti banditi però non sanno che non siete autorizzate a uccidere gli umani, quindi vedendovi si terranno alla larga... o almeno questa è la teoria. Per quanto riguarda i tempi, effettivamente il mercante a cui Mastro Toni intende vendere la sua merce non potrà rimanere in città a lungo e dobbiamo arrivare entro la giornata esatta che ha specificato, per questo siamo un po' di fretta.
Dopo aver dato un'occhiata alle facce di tutti per assicurarsi che non ci fossero ulteriori domande, annuì e si avviò all'esterno, seguito dalla sua combriccola e dal Mastro. Una volta fuori, questi salì su un carro trainato da due bei cavalli dal manto baio, guidato da un uomo magro in camicia bianca e brache nere. Evidentemente il mercante avrebbe viaggiato in comodità col carico, mentre alla scorta toccava marciare sui propri piedi. 

La prima giornata di viaggio fu piuttosto tranquilla: non si erano ancora addentrati nella zona a rischio e le guardie se ne restarono sulle proprie, scambiando qualche parola al massimo tra loro. Al contrario Mara non seppe stare zitta fino a sera, e chiese le opinioni di Mara in proposito alla missione.
Be', a quanto pare te la cavi a farti rispettare dagli umani! Stai facendo un buon lavoro, davvero. Però questa cosa mi insospettisce. Questo tizio deve essere davvero ricco se ci ha prese solo perché "forse" ci sono degli Yoma e "forse" i banditi prenderanno paura a vederci, non credi? Va bene essere cauti, ma qui si esagera! E poi, poteva almeno trovare delle guardie meno pregiudicate... anche se a guardarlo forse l'ha fatto apposta a scegliersi questi qua. Almeno Rick sembra un tipo a posto.
Insomma, più che una vera domanda era un flusso di pensiero a cui Synapse avrebbe potuto fare caso o meno, anche se indubbiamente l'altra novizia parlava con lei, e pure in tono sommesso per evitare gaffe. Infine giunsero in un piccolo villaggio, poco più di una dozzina di case, che tuttavia ospitava una locanda. Forse era sorto attorno a quel luogo di passaggio, sta di fatto che l'edificio torreggiava sulle piccole abitazioni con i suoi tre piani e l'insegna che recitava "Ai Tre Cinghiali" con tanto di immagine stilizzata degli animali. 
Bene, ci fermiamo qui per la notte. Avremo quattro stanze: una per Mastro Toni, due per noi e una per voi. Se vi serve qualcosa chiedetelo subito, altrimenti dovrete arrangiarvi. Forza, sistemiamoci.
Naturalmente fu Rick a prendere la parola per organizzare il tutto, e mentre i suoi borbottavano ed entravano alla spicciolata nell'edificio Mara gli si avvicinò chiedendo se ci fosse la possibilità di fare un bagno.
Chiederò all'oste, ma mi pare di aver visto un'area apposta dietro la locanda.
Fu la risposta, e lei salutò allegramente e si infilò dietro Roger. Mancava solo Synapse, che poteva fare ciò che preferiva a quel punto.

Citazione:Come avrai notato è passato un po' di tempo; puoi gestirlo come preferisci, ovviamente restando nelle linee guida del mio post, e terminare con qualsiasi cosa tu voglia fare alla locanda. Se hai bisogno di chiarimenti, invia pure un MP a Ufizu. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-09-2015, 12:54 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-09-2015 10:44 AM da Light Sword.)
Messaggio: #18
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

La risposta di Rick suonò alquanto "finta" se così si può dire, il ragionamento non era logico per nulla, almeno secondo il suo punto di vista, molti elementi giocavano a sfavore di questa risposta e facevano insospettire Synapse: primo tra tutti l'occhiata che si scambiarono lui e mastro Toni, successivamente, come avrebbe fatto notare Mara che incredibilmente parlò dicendo cose sensate, c'erano troppi forse, troppe incognite nonchè idee su questo viaggio assai divertenti ora frullavano nella testa di Synapse.
Seppur rompesse la sua compagna questa volta espresse un pensiero ad alta voce che aiuto abbastanza facendo optare di conseguenza per una tattica che d'ora in poi sarebbe stata molto più cauta e preventiva "Evitare problemi è il primo modo per risolverli" Si ripeté in testa pensando che persino la scorta potrebbe in un secondo momento schierarsi contro di loro "Devo stare attenta". Camminando per la strade avrebbe avuto modo di riflettere a sufficienza ma ancora non aveva elementi per giudicare questa missione, si limitò a seguire gli ordini e fine "Controllerò tutto." E proprio così fu perchè infatti passò il primo giorno di cammino che si concluse con l'arrivo ad una locanda chiamata "I Tre Cigni" dove la combriccola avrebbe alloggiato e allora la stupidità di Mara uscì fuori... Rick aveva assegnato le camere ai suoi uomini a mastro Toni e a loro ma la ragazza dai capelli colorati se ne uscì con la voglia di farsi un bagno "Scelta ridicola" disse senza mezzi termini riferito a quella faccia tosta di Mara mentre quest'ultima subito dopo spariva dentro la locanda lasciandola da sola "Che ragazza patetica" Chiuse corto mentre concentrò tutta la sua capacità di rilevazione direttamente sulla casa ove alloggiavano volendo così da rilevare sorprese lungo al strada, le caso non ci fosse stato nessun problema avrebbe tranquillamente seguito Mara nel bagno per rinfrescarsi e aspettare di riprendere la marcia,per una guerriera claymore bagno o non bagno poco cambiava però Synapse ci teneva ad essere ordinata e quindi avrebbe proceduto col bagno in caso tutto bene.
"La noia mortale" disse mentre attivava il suo massimo di livello di percezione dello yoki dirigendolo sulla locando e i suoi ospiti un secondo prima di entrare anch'essa, nel caso non avesse percepito nulla si sarebbe concessa un bagno prima di ripartire di fretta come eravamo arrivati; adesso era una sorta di pausa ma beh Synapse avrebbe passato il tempo a fare il bagno e lucidare la sua arma senza sosta, una sorta di nervoso tick che aveva ma nulla di speciale solo routine.
La sua scelta, per quanto fosse poco incline a perdere tempo in questioni così frivole come farsi un bagno, trovò che stare unite almeno con la sua compagna in questa situazione era obbligatorio poiché, con suo dispiacere, Mara era la sola persona su cui poteva fidare al 100% perché la missione seppur da guerriera dovesse assolutamente rispettare gli ordini, aveva qualcosa di sospetto.
Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : dubbiosa sulla missione
Abilità usate : percezione yoki (Attiva ) diretta sulla locanda
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-09-2015, 06:41 PM
Messaggio: #19
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]
Per quanto sospettosa e forse anche irritata dalla missione, Synapse decise di fare il possibile per non creare problemi inutilmente e si rassegnò - forse - a sopportare gli umani e Mara. Per sicurezza controllò che non ci fosse alcuno Yoki proveniente dalla locanda, e dopo aver avuto conferma di ciò si unì alla compagna, che stava discutendo con l'oste come se niente fosse.
C'è una tinozza sul retro, per lavarsi. Se le signorine desiderano, la farò riempire di acqua calda immediatamente.
Stava dicendo l'uomo, e Mara annuì vigorosamente.
Grazie mille!
Nel frattempo poterono dare un'occhiata all'interno: il posto sembrava abbastanza accogliente, con tavolate squadrate ricoperte da drappi principalmente in colori naturali come verde o marrone e tre cinghiali impagliati in mostra contro una parete. Le stanze erano al piano superiore, a cui si accedeva tramite una semplice scalinata con tanto di corrimano. La loro, abbastanza lontana da quella di Mastro Toni ma non troppo, in modo che non fossero di disturbo ma potessero intervenire prontamente, era piccola e dotata di letto matrimoniale. Evidentemente il gruppo era poco interessato alla loro comodità. 
Io dormo sul pavimento, comunque.
Alzò le spalle Mara, dopo aver soffocato un commento malizioso. Poco dopo il bagno fu pronto, e le due poterono rilassarsi un po'.
Ah! Ci voleva proprio dopo una giornata di marcia. E' bello concedersi un po' di lusso quando possiamo, no? Allora, dimmi: tu che ne pensi di questa missione? Non hai spiccicato parola per tutto il viaggio... ma sono curiosa di sapere se hai la mia stessa opinione.
Non sembrava capace di stare zitta così a lungo, e ora le chiedeva pure un parere. Che Synapse la degnasse o meno di una risposta, non molto tempo dopo udirono chiaramente un rumore poco lontano, e una figura si mosse nella penombra. Mara si girò per guardare meglio e intimò un "fermo!", ma l'ombra non la ascoltò e sparì.
Che fosse solo un guardone... o potrebbe essere un bandito?
Si chiese la novizia, rivolgendo uno sguardo dubbioso alla compagna. Forse sarebbe stato meglio indagare al riguardo...?

Citazione:Non voglio darti un Suggerimento perché non mi sembra il caso, ma... la locanda si chiama "Ai Tre Chinghiali", non "I Tre Cigni". Non ho idea di cosa abbia creato questo errore (insignificante) ma lo segnalo comunque perché è bene che tu faccia attenzione a quello che scrivo: in questo caso è un dettaglio superfluo, ma stai attento a non perdere particolari importanti. Se ti serve un chiarimento, sono sempre a disposizione via MP (a Ufizu). Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-09-2015, 12:37 AM
Messaggio: #20
RE: A qualcuno piace scuro [Light Sword]

"Certe volte mi viene proprio da chiedermi come mai questa ragazza sia diventata una guerriera e come abbia fatto a restare così tanto, umana..." Synapse non disdegnava gli esseri umani, come poteva, lei stessa era nata completamente umana ma dentro di lei, dopo la sua triste infanzia, si era sviluppato un sentimento contrastante che da un lato la portava a vedere gli esseri umani come persone deboli e fragile (davvero lo erano rispetto alle guerriere o agli Yoma) mentre d'altro canto era diventata quello che era per appunto impedire accadessero ancora cose cosi "Beh poco mi importa se attacca bottone con tutto e tutti... Amen.. "Sospirò avviandosi verso la tinozza sul retro dopo aver assistito alla chiacchierata oste-Mara.
Ovviamente quest'ultima attaccò a parlare come suo solito ma Synapse, decisamente poco in vena di parlare in quel momento, tagliò corto il discorso "Devo ammettere che mi pare tutto un pò strano ma per adesso aspetterò lo svolgersi degli eventi attenendomi agli ordini di Rick e seguendo la missione, se qualcosa creerà problemi lo affronterò a viso aperto che sia Yoma o umano".
Pochi istanti dopo la frase sentirono un rumore e qualcosa muoversi poso lontano, d'istinto Mara parlò ma la figura scomparì nel buio "Ci mancava pure questa!" Esclamò Synapse che uscì di gran fretta dalla tinozza per il bagno e prese a vestirsi di gran fretta per andare direttamente a chiedere istruzioni a Rick "Agire di testa propria potrebbe causare problemi" Ma come ultimo gesto prima di rientrare nella locanda indirizzo la sua percezione dello Yoki verso la zona dove era stato sentito il rumore cercando di concentrarsi al massimo sul più vasto raggio d'azione sulla zona dove stavano per poi rientrare andando nella camera dove stava l'uomò bussò con una discreta forza e aspettò per esporre l'accaduto a Rick e attendere istruzioni.
Citazione:Yoki usato : 0 % 
Stato fisico : illesa 
Stato psicologico : Allerta e pensierosa
Abilità usate : percezione yoki (Attiva) zona del bagno e la più grande area antistante la sua posizione
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)