Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
QUEST Alba di Sangue [Nemas]
30-03-2019, 03:37 PM
Messaggio: #101
RE: Alba di Sangue [Nemas]
Il lucchetto non si dimostrò all'altezza della claymore di Rebecca, che in breve lo tagliò in due insieme alla sbarra di legno posta dietro la porta per ulteriore sicurezza. Evitare completamente il rumore risultante non fu possibile, ma la guerriera era abbastanza sicura di averlo tenuto sotto controllo e fatto in modo di non allertare chiunque fosse all'interno. Una volta aperta la porta, si ritrovò in uno stanzino minuscolo, arredato soltanto da uno scaffale semivuoto e un'altra porta. A guardar meglio, c'era anche uno sgabello: lo spazio poteva essere uno sgabuzzino o una sorta di studio improvvisato, non era sicuro. In ogni caso, la porta non era chiusa a chiave e oltre si poteva ammirare lo squallore della casa di Sam: una stanza relativamente grande divisa in due da un "muro" di legno marcio, che quindi si poteva distinguere in salotto e cucina con uno sforzo di volontà. Effettivamente c'era una tagliola appena dietro la porta principale, pronta ad accogliere eventuali intrusi, ma nessun segno dell'inquilino, almeno dalla posizione di Rebecca. Non che ci fosse molto da esplorare in quel buco di abitazione, ma d'altra parte il suo punto di vista non era il più privilegiato.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-04-2019, 01:30 PM
Messaggio: #102
RE: Alba di Sangue [Nemas]
-Parlato-


Rebecca dimenticava a volte come la sua spada fosse costantemente affilata. Poteva anche piantarla nella pietra, farla strisciare sul terreno, ma la lama non si scalfiva mai. Bastò un piccolo affondo della spada per tagliare il lucchetto e l'asse di legno che bloccava la porta. Non potè evitare di non fare rumore, ma almeno lo aveva ridotto al minimo. E forse di non allertare chiunque ci fosse all'interno.

-Ok entriamo- disse rivolta a Gab e Jo.  -E cercate di entrare facendo il minore rumore possibile. Silenzio assoluto-

Aperta la porta Rebecca si ritrovò in un piccolo stanzino, arredato soltanto di uno scaffale semivuoto uno sgabello e un'altra porta. Forse si trattava di uno sgabuzzino oh di uno studio improvvisato, ma non era sicuro. La porta invece non era chiusa a chiave ed essa portava ad una stanza più grande divisa in due da un muro di legno marcio e vecchio: un salotto e una cucina.
Eppure non sembrava esserci traccia dell'eventuale inquilino. Oh forse si era nascosto? La guerriera sapeva solo che Sam era molto furbo.

-Qualche idea?- disse piano rivolta a Jo e Gab. -Sapete se Sam ha dei nascondigli qui?-




Yoki: 0%


Fisico: ottimo


Psiche: Riflessiva sull'ambiente circostante


Punti limite: 0/31


Abilità: Percezione Yoki passiva

[Immagine: 33ubrbq.jpg]

Tenendola nella sua mano, lei lo guarda con occhi rossi pieni di comprensione.
I loro occhi si trasmettono qualcosa di silenzioso, che solo loro sanno.

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
10-04-2019, 06:08 PM
Messaggio: #103
RE: Alba di Sangue [Nemas]
Gab si infilò nello stanzino insieme a Rebecca. Jo, che avrebbe dovuto piegarsi per starci, preferì fare il palo all'esterno. La guerriera poteva avere l'impressione che ci fosse abituato: lui era quello che interveniva durante le risse, ma non aveva la minima esperienza con lavori di precisione. Forse era meglio lasciarlo dov'era. In ogni caso, l'altro balordo sembrava essere abbastanza silenzioso, e dopo un'occhiata in giro fece spallucce.
Sam ha nascondigli dappertutto. Prova sotto al letto, e... vediamo... io cerco nell'altra stanza.
Una prospettiva poco allettante, andare a rovistare sotto a un letto formato da poco più che un materasso di paglia. Oltre a quello, nel "salotto" si trovavano soltanto un tavolo di piccole dimensioni, due sedie e una cassettiera che probabilmente conteneva i beni che Sam non si portava dietro costantemente. Nessuna botola o porta segreta in vista, ma c'erano effettivamente alcuni punti in cui avrebbe potuto esserci un nascondiglio. Rebecca e Gab avrebbero dovuto ispezionarli da vicino per scoprirne di più.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
17-04-2019, 12:43 PM
Messaggio: #104
RE: Alba di Sangue [Nemas]
-Parlato-

Con una casa così spoglia era ovvio che i possibili nascondigli dovevano essere molto limitati.
Rebecca non andava a genio l'idea di perdere d'occhio Gab. Jo era rimasto fuori dato la sua enorme mole, ma era sicura che ingenuo com'era non sarebbe si sarebbe mosso da lì. Gab però era abbastanza scaltro. Era meglio vedere quanto l'avidità poteva influenzarlo

-Molto bene-

E detto ciò Rebecca estrasse un bera mostrandolo a Gab per fargli ricodare il loro accordo.

-Aiutatemi a prendere Sam e questi saranno vostri-

E detto ciò se lo rimise in tasca. Dopo avere visto la sua reazione Rebecca avrebbe iniziato a ispezionare il materasso, alzandolo per vedere sotto se c'era una possibile botola.

Yoki: 0%


Fisico: ottimo


Psiche: testa le reazioni di Gab per assicurarsi che non possa imbrogliarla


Punti limite: 0/31



Abilità: percezione yoki passiva

[Immagine: 33ubrbq.jpg]

Tenendola nella sua mano, lei lo guarda con occhi rossi pieni di comprensione.
I loro occhi si trasmettono qualcosa di silenzioso, che solo loro sanno.

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-04-2019, 09:23 PM
Messaggio: #105
RE: Alba di Sangue [Nemas]
La reazione di Gab diede sicurezza a Rebecca: l'uomo certamente non era il più affidabile del mondo, ma era palese che fosse molto ben disposto a lavorare per denaro, cosa che la guerriera poteva concedergli in quantità. Conscia che il Nero non l'avrebbe tradita - almeno per il momento - la ragazza si mise a frugare sotto il letto di Sam e in giro per quella stanza, ma sfortunatamente non trovò nulla che potesse aiutarla, se non un Bera nascosto accuratamente sotto un'asse del pavimento. Gab tornò poco dopo a riferirle che non c'era niente nemmeno nell'altra stanza.
Evidentemente ha deciso che nascondersi nel posto più ovvio non era una buona idea.
Brontolò il bandito.
Non c'è molto altro da guardare, qua dentro... e più stiamo qui a ciondolare, più tempo avrà lui per svignarsela. Dove andiamo?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-04-2019, 12:42 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 26-04-2019 12:50 AM da Nemas.)
Messaggio: #106
RE: Alba di Sangue [Nemas]
Rebecca si sentì più sicura alla reazione di Gab. Il denaro era la cosa che faceva in modo di rispettare il patto che avevano stipulato. Almeno per il momento la guerriera poteva essere sicura che lui non l'avrebbe tradita. Frugando sotto il letto di Sam, Rebecca non trovò nulla tranne che un Bera che alla fine si mise in tasca. Gab tornò poco dopo che non aveva trovato niente.
Gab era sicuro che la casa fosse deserta e forse non sbagliava. Domandando infine la prossima destinazione.
Rebecca si avvicinò allo scaffale esaminandolo attentamente in cerca di qualche indizio di un possibile nascondiglio. Forse vedere alcuni segni oh graffi poteva voler dire che era stato spostato?
In caso comunque non avesse trovato niente di insolito, avrebbe infine domandato a Gab:

-Abbiamo rimasti due posti: il Gatto Schiacciato: un vecchio e  lurido tugurio dove Sam va a bersi qualcosa. Oh il posto dove sta la sua banda... se considera che forse sono io il pericolo più grande per i suoi affari del paese...direi di andare nel posto dove si organizza col suo gruppo-


Yoki: 0%


Fisico: ottimo


Psiche: riflessiva. Rebecca cerca di capire dove possa essersi nascosto Sam


Abilità: percezione yoki passiva

[Immagine: 33ubrbq.jpg]

Tenendola nella sua mano, lei lo guarda con occhi rossi pieni di comprensione.
I loro occhi si trasmettono qualcosa di silenzioso, che solo loro sanno.

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2019, 05:24 PM
Messaggio: #107
RE: Alba di Sangue [Nemas]
D'accordo, mi pare che ha senso.
Fece Gab dopo che l'investigazione di Rebecca non ebbe dato frutti. Per quanto Sam fosse paranoico e scaltro, la sua casa non offriva grandi possibilità di nascondigli, e la guerriera dovette infine ammettere di aver fatto un buco nell'acqua. D'altra parte, aveva pur sempre escluso uno dei luoghi da controllare: in fondo il bandito avrebbe potuto giocare di psicologia e tentare di ingannarla imboscandosi nel posto più ovvio.
Recuperato Jo all'esterno, i tre si incamminarono dunque verso quello che pareva più un fienile che altro: un ampio edificio cadente piazzato in uno dei pochi spiazzi presenti tra i massi. Non fu difficile capire che ci fosse attività nei dintorni: diverse persone si affaccendavano attorno alla costruzione, e almeno un paio sembravano di guardia all'ingresso.
Che si fa? Chiese il Nero Entriamo dritti o proviamo a infilarci senza farci vedere?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-05-2019, 12:31 PM
Messaggio: #108
RE: Alba di Sangue [Nemas]
-Parlato-


Parlato altri


Per quanto Rebecca avesse cercato con costanza, la casa di Sam non aveva nient'altro da nascondere.
Malauguratamente, Rebecca aveva fallito come primo luogo delle indagini.
Ora però erano rimasti altri due possibili posti: la locanda dove andava a bere, il rifugio della sua banda.
E quest'ultimo sarebbe stata la loro prossima meta. Era il momento di finirla. Aveva proseguito una missione che non avrebbe richiesto il suo intervento. E questo sarebbe stato uno spreco di tempo che i suoi superiori difficilmente avrebbero tollerato. La sola scusa che pota dire è che aveva speso quel tempo nel cercare di migliorare la sua percezione nelle forde diaboliche. Cosa che tutta via era vera. Dopo la missione nella jungla, Rebecca aveva il presentimento che potevano esserci benissimo degli esseri  -come quella risvegliata che aveva percepito- che potevano benissimo nascondere il loro yoki, e che forse la sua percezione sarebbe stata inutile. Questa era la paura iniziale quando cominciò questa missione: avere a che fare con un risvegliato che era esperto nel nascondersi. Forse con le giuste parole, Rebecca avrebbe potuto evitare i rimproveri più severi dei suoi superiori?
Senza perdere altro tempo, Rebecca recuperò Jo ed insieme a Gab si diressero a quello che a una prima occhiata doveva essere un fienile. Cerano alcune persone affacendate in torno al baraccone, e si poteva vedere che alcuni stavano facendo la guardia.


Che si fa? Entriamo dritti o proviamo a infilarci senza farci vedere?

Rebecca aveva già fatto una mossa azzardata nel cercare Sam urlando il suo nome, all'inizio.
Ora era meglio..provare con una tattica più...circospetta.

-Meglio la seconda che hai detto, dobbiamo entrare di soppiatto senza dare nell'occhio. Hai qualche idea? Una strada alternativa?-




Yoki: 0%


Punti limite: 0/31



Fisico: ottimo


Psiche: riflessiva



Abilità Percezione yoki passiva

[Immagine: 33ubrbq.jpg]

Tenendola nella sua mano, lei lo guarda con occhi rossi pieni di comprensione.
I loro occhi si trasmettono qualcosa di silenzioso, che solo loro sanno.

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-05-2019, 10:14 PM
Messaggio: #109
RE: Alba di Sangue [Nemas]
Gab fece una smorfia come se rimpiangesse di aver dato la scelta a Rebecca: chiaramente lui non era una persona che preferiva andarci per il sottile, ma in fondo si rendeva conto che la guerriera non aveva tutti i torti. Così la guidò in un giro largo attorno all'edificio, finché non si trovarono in un vicolo laterale a malapena praticabile che però consentiva un ingresso furtivo da un lato.
Nemmeno Sam conosce questa strada. L'ho scoperta qualche giorno fa, e sono sicuro che non se l'aspetta. La tenevo apposta come asso nella manica... credo che è il momento giusto per usarlo.
Il Nero pareva compiaciuto di se stesso, nonostante l'iniziale malavoglia. C'era da dire che comunque per entrare da lì avrebbero dovuto fare breccia nel muro - opera non complessa ma sicuramente neanche silenziosa. La sorpresa quindi non sarebbe durata a lungo: Rebecca doveva sfruttarla al meglio, e purtroppo non aveva una chiara idea di chi ci fosse all'interno. Gab le spiegò che non c'era molto arredamento e l'uscita secondaria era sul retro, quindi se Sam era lì dentro le probabilità a favore del fatto che si tenesse vicino alla porta d'emergenza erano piuttosto elevate. Naturalmente le parole usate dal bandito non furono così colte, ma il messaggio era lo stesso. Insomma, la guerriera avrebbe avuto a che fare con un numero imprecisato di sgherri e un capobanda tendente alla fuga - ammesso sempre che fosse lì - ma almeno non correva il rischio di inciampare su un mobile!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-05-2019, 02:42 PM
Messaggio: #110
RE: Alba di Sangue [Nemas]
-Parlato-

Parlato altri



Dall'espressione di Gab, Rebecca parve di capire che si era pentito di domandargli come era meglio procedere. Be, poco importava. Avrebbe scelto comunque di agire in silenzio, se ciò avrebbe portato alla conclusione di tutti quei problemi.

Gab guida la guerriera in un vicolo dall'altra parte dell'edificio.



Nemmeno Sam conosce questa strada. L'ho scoperta qualche giorno fa, e sono sicuro che non se l'aspetta. La tenevo apposta come asso nella manica... credo che è il momento giusto per usarlo.



Rebecca osservò la parete che aveva di fronte. Doveva per forza di cose aprirsi una breccia per entrare. E ciò non sarebbe stato affatto silenzioso. Il fatto era che non sapeva chi ci fosse all'interno e nemmeno sapeva come era strutturato il posto.

Gab le spiegò che non c'era molto arredamento e l'uscita secondaria era sul retro. Se Sam si trovava lì, le probabilità a favore del fatto che si tenesse vicino alla porta d'emergenza erano piuttosto elevate. Gab non era molto bravo a esprimersi a parole, ma il messaggio era stato chiaro. Rebecca comprese che avrebbe dovuto avere a che fare con un numero imprecisato di suoi sgherri e Sam che avrebbe tentato la fuga. In che situazione si era cacciata! Tutto perché aveva voluto proseguire quelle indagini. Banditi oh meno non poteva attaccarli, la sua legge glielo impediva. Senza volerlo si era complicata la vita. E se poi Sam era davvero lì dentro, era certo che si sarebbe tenuto vicino all'uscita di sicurezza e che i mobili da evitare non sarebbero stati un ostacolo.

Rebecca doveva fare mente locale:

Per prima cosa, per aprirsi un varco cosa sarebbe stato meglio fare? Usare la spada? Era il metodo più veloce. Ma il rischio era che qualcuno forse si trovava dall'altra parte, e la punta della sua spada senza il giusto senso della misura, avrebbe potuto trafiggerlo. Il rischio era alto. Osservando però le condizioni del muro, Rebecca pensò che forse poteva farsi una breccia usando il suo corpo pervaso dalla sua forza diabolica. Questo forse era il metodo più sicuro, per fare il minor danno anche per chi stava dall'altra parte? Forse?
Ammesso che funzionasse, però Sam sarebbe potuto scappare, senza troppi problemi.
Forse inviare qualcuno ad aspettarlo dall'uscita di emergenza sarebbe stato l'ideale. Jo era stupido e capiva ben poco, però Gab,al momento era affidabile, i bery promessi da Rebecca, gli facevano gola, quindi forse poteva fidarsi a mandare lui al momento.

-Ammesso che Sam si trovi qui, non deve assolutamente scappare. Gab devi andare all'uscita di sicurezza e stare lì in attesa, nel caso dovessi trovartelo di fronte. C'è la faresti da solo? Oppure hai bisogno di Jo? data la sua grossa mole, credo che mi sarebbe servito qui per tenere occupati gli sgherri di Sam dopo essere entrati nell'edificio?-


Yoki: 0%
Punti Limite: 0/31
Fisico: ottimo
Psiche: trovandosi nel vicolo segreto di Gab, Rebecca inizia fare mente locale sul da farsi.
Abilità: percezione yoki passiva

[Immagine: 33ubrbq.jpg]

Tenendola nella sua mano, lei lo guarda con occhi rossi pieni di comprensione.
I loro occhi si trasmettono qualcosa di silenzioso, che solo loro sanno.

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-05-2019, 12:33 PM
Messaggio: #111
RE: Alba di Sangue [Nemas]
Capito che Rebecca stava pensando a un buon piano, Gab tentò di mettersi effettivamente a ragionare per aiutarla. Dopo qualche attimo di silenzio, le rispose.
A Sam posso pensarci da solo, non è un granché a combattere. Ma pensavo che te la potevi cavare senza aiuto, no? Non sei, tipo, forte come dieci - che dico - cento uomini?
Una sorta di bagliore sinistro si fece largo per un momento negli occhi del Nero: chiaramente aveva intuito che c'era qualcosa che avrebbe potuto sfruttare. Bravo a nasconderlo non era di sicuro, ma la guerriera poteva fare ben poco per dissuaderlo dalla sua idea, almeno per quanto aveva capito di lui nelle ultime poche ore. In ogni caso, fu solo un momento passeggero, perché il bandito si rendeva conto che era ora di concentrarsi.
Va bene, allora. Io faccio il giro, ti do il segnale quando sono lì.
Senza ulteriori spiegazioni, Gab cominciò a tornare indietro lungo il vicolo, cautamente per evitare di farsi scoprire, lasciando Rebecca sola con Jo, che s'era fatto silenzioso perché probabilmente non gli era chiaro cosa stava succedendo.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
16-05-2019, 12:52 AM
Messaggio: #112
RE: Alba di Sangue [Nemas]
-Parlato-


Parlato altri





A Sam posso pensarci da solo, non è un granché a combattere. Ma pensavo che te la potevi cavare senza aiuto, no? Non sei, tipo, forte come dieci - che dico - cento uomini?

In quel momento però un lampo sinistro attraversò gli occhi di Gab, e questo diede un cattivo presentimento a Rebecca. Gab forse non era dei più intelligenti, ma sembrava che la sua testa funzionasse meglio di quanto sembrasse in apparenza. Forse lui..aveva capito che Rebecca non può nuocere agli umani? Serebbe stato un grosso problema se lo avesse saputo, però, la guerriera non era arrivata al punto da considerarlo una vera minaccia. Almeno per il momento.
Gab tornò a concentrarsi su quello che Rebecca gli aveva detto:

Va bene, allora. Io faccio il giro, ti do il segnale quando sono lì.

Lo avrebbe fatto davvero? Rebecca si augurò di si e che tutto sarebbe andato bene. Quale sarebbe stato il segnale di Ga poi? Che cosa sarebbe successo? Niente di complicato si augurò infine.
Ora la sola cosa rimasta da fare era Jo. Però improvvisamente la guerriera ebbe un'altra idea. E se invece di sfondare lei la parete ci avrebbe pensato Jo? Era grosso e corpulento, impossibile che una parete di legno marcio potesse resistere alla sua grossa mole.


-Jo ascoltami attentamente- disse la guerriera rivolta al grosso bandito. -Quando Gab darà il segnale, tu con tutte le tue forze, dovrai sfondare questa sottile parete di legno marcio. Appena dentro trattieni gli uomini che ci sono dentro. Tutto chiaro?-

Yoki: 0%


Fisico: ottimo.


Psiche: riflessiva. Decide di cambiare all'ultimo momento il piano, lasciando che sarebbe stato Jo a fare irruzzione dentro all'edificio.


Punti limite: 0/31


Abilità: percezione yoki passiva

[Immagine: 33ubrbq.jpg]

Tenendola nella sua mano, lei lo guarda con occhi rossi pieni di comprensione.
I loro occhi si trasmettono qualcosa di silenzioso, che solo loro sanno.

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
19-05-2019, 02:16 PM
Messaggio: #113
RE: Alba di Sangue [Nemas]
Senza aver esattamente stabilito un segnale, Gab se ne andò a prendere posizione, così Rebecca fu lasciata a meditare su cosa sarebbe successo. Forse per distrarsi, forse perché aveva trovato un piano migliore, lei si rivolse all'altro bandito tentando di tenere il linguaggio il più piano possibile per adattarsi alla sua mentalità semplice. Tutto sommato sembrò funzionare... quasi perfettamente.
Jo spacca muro, prende a botte quelli dentro.
Riassunse lui con l'aria di essere fiero di aver capito e al contempo esaltato all'idea di menare le mani. Un piccolo inconveniente era che la parte riguardo il segnale s'era persa da qualche parte, così l'omone si diresse immediatamente verso la parete, caricando un bel diretto per sfondarla. Non sapendo nemmeno dov'era Gab a questo punto, la guerriera si vide il muro di legno crollare davanti agli occhi prima di riuscire a fermare Jo, che subito dopo aver fatto breccia si lanciò all'interno urlando come un ossesso e sventolando le braccia completamente a caso. Se non altro ora c'era un modo di vedere all'interno, e Rebecca contò rapidamente almeno una dozzina di sgherri prima di individuare Sam, che come previsto era dietro al gruppo più numeroso di suoi seguaci e vicino all'uscita di sicurezza. Chiaramente colti alla sprovvista, i banditi si voltarono verso Jo, ma prima che potessero fare qualcosa almeno tre di loro erano a terra intontiti. Sam, per ora, osservava la scena con inorridita sorpresa, incapace di muoversi.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)