Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Questa discussione è chiusa  
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Andrea vs. Serena
04-10-2012, 08:02 PM
Messaggio: #1
Andrea vs. Serena
[SIZE="4"]
SE INCONTRI UN DIO, UCCIDILO
[/SIZE]


<div style="background: #f4f4f4; border: 1px solid #cccccc; line-height:18px; margin-top: 10px; margin-bottom: 5px; padding: 10px; font-style: color: #5f5f5f;">» Fascia: Diurna, tarda mattinata
» Tempo e Condizioni: Pieno sole
» Combattenti: Andrea - Serena
» Elementi particolari arena: Nessuno</div>


Con ancora Serena davanti a lei che scendeva i gradini dell'arena, Andrea poté vedere un uomo che stava lisciando la sabbia: vestiva una strana camicia a righe quadrettate rosse e verdi, e pantaloni al ginocchio di simile foggia, calze di lana e scarpe in cuoio; se non lo avesse riconosciuto subito, quando alzò la testa Andrea non potè non vedere quegli inconfondibili occhialini a pince-nez: era Hayez.
Sorridente, l'uomo in nero alzò un braccio salutando sorridente.

«Ehilà, bella giornata, nevvero?»



Turnazione:

Andrea
Serena
Hayez
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-10-2012, 08:35 PM
Messaggio: #2
Andrea vs. Serena
Andrea-Post uno

Narrato/pensato
Parlato

Aspettare. E' una cosa che ho sempre odiato con tutta me stessa. Ma questa volta... oh, ne è valsa la pena. Eccome. Dopo un bel pezzo, chi mi risponde? No, non quella sottospecie di mobiletto di Rudelia. Molto, MOLTO meglio. Serena. La numero uno in persona ha "deciso" di sfidarmi. Non sto più nella pelle, sono talmente eccitata all'idea che non riesco a risponderle. Non che serva: si è già diretta verso l'area dello scontro, e io la seguo senza fare storie. Perché dovrei? Era una vita che aspettavo una sfida seria, ed ecco che mi si presenta l'occasione!
Piccolo inconveniente: il supervisore non è quel pazzoide di Araldus, bensì l'ancor più odioso Hayez. Be', fa lo stesso: ho una cosa ben più interessante a cui pensare, al momento!
Ignoro il saluto "amichevole" dell'uomo in nero, che tanto in nero non è al momento, dato che indossa un completo a quadri estremamente ridicolo. La mia attenzione è completamente rivolta a Serena, la studio, la osservo, mi rendo conto che deve essermi superiore. Il suo fisico non lo dimostra, ma il suo numero tradisce una grande forza. Affrontarla direttamente, be', capisco pure io che non è una grande idea. E allora, ho una fulminazione. Un'idea che potrebbe risolvere il mio problema, se funziona....
E così, tu saresti la tanto famosa Serena, la numero uno, eh? Tsk. Mi pari piuttosto magrolina.
Niente balle, lo pare davvero. Almeno rispetto a me.
Oh, non posso mettere in dubbio la tua tecnica o la tua abilità. Ma... come te la cavi a forza fisica?
La sto punzecchiando, volutamente, cercando di attirare la sua attenzione su quello che sto per proporre.
Secondo me, non sei al mio livello. Oh, no. Potrai fare anche tanto la figa vantandoti del tuo bel numeretto alto, ma poi non saresti nemmeno in grado di portarti dietro un albero o due. Eh? Di' la verità, ci hai mai provato?
Bene, e ora diamo un'ultima spinta.
Ho deciso! E' inutile stare a parlarne quando la cosa si può risolvere con una sfida. Ed è proprio quello che voglio fare! Sai, nell'ultima missione ho partecipato a un torneo di braccio di ferro. Ma nessuno ha avuto le palle di affrontarmi. Che ne dici se mi rifaccio con te? Eh? Non ti tirerai mica indietro di fronte a una novellina come me, vero?
Non aspetto la sua risposta, ma mi rivolgo, di malavoglia, ad Hayez.
Tu... uh... Hayez. Procuraci un tavolo. E che sia bello robusto, non vorrei che si spezzasse a metà sul più bello.
Con un ghigno, torno a fissare Serena, convinta che adesso non potrà rifiutare... un po' meno convinta che l'uomo in nero mi obbedirà, ma non importa.

Citazione: Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Perfetto, le ferite riportate nella missione precedente sono guarite.
Stato psicologico: Esaltata dall'idea di sfidare Serena ma consapevole di non avere speranze in uno scontro diretto; fiduciosa che la sua geniale idea abbia successo.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-10-2012, 09:31 PM
Messaggio: #3
Andrea vs. Serena
[Serena, Turno 1]

Il rumore del metallo contro la pietra venne presto meno. Troppo presto.
Aveva davvero una voce degna delle sue dimensioni, quella ragazza.
Ma Serena non se ne curò davvero: non era nata numero 1, non era la prima volta che veniva sbeffeggiata e non sarebbe stata l'ultima.
Il terreno dell'arena era morbido e sabbioso, ottimo in caso di cadute: non accadeva spesso che venisse curato adeguatamente.
Si chiese se la numero 27 comprendeva ciò a cui voleva rinunciare buttandola sulla forza bruta.
Serena si voltò a quel punto, intrecciando le braccia come amava fare, ed osservò di nuovo la ragazza: sì era muscolosa.
Non che ciò facesse la differenza.
Senza replicare a nessuna delle provocazioni, Serena voltò invece la testa verso Hayez: spettava all'uomo in nero decidere, non a lei.
04-10-2012, 09:50 PM
Messaggio: #4
Andrea vs. Serena
Mentre attendeva che le ragazze scendessero, Hayez si raddrizzò sulla schiena ed andò a porre via la pala di legno; era ancora lì, intento a prendere le claymore da torneo da dare a Serena e Andrea, quando udì quest'ultima iniziare chiaramente a punzecchiare la numero 1.
Hayez sorrise, e rimase fermo ad ascoltare.
Fu tutto presto chiaro: ritenendo di avere maggiore forza fisica, Andrea voleva gareggiare a braccio di ferro. L'uomo in nero si sforzò a rimanere serio - beh, sorrideva, ma sperava di non sembrare derisorio.

«Idea interessante!» esclamò girandosi verso di loro «Nulla di contrario, Serena?»

La numero 1 neanche commentò: tipico.

«Allora nessun problema.» decise «Aspettate un attimo...»

Sapeva già come fare: cercò delle vecchie catene lasciate lì da Domino, e prese cinque claymore da torneo; dopodiché, sotto gli occhi delle due ragazze pianto parallele le spade due a due, e la quinta in mezzo per fare il tavolo. Assicurò tutto con la catena: avrebbe resistito a meraviglia.

«Ecco fatto!» esclamò soddisfatto «Temo che non ci siano sedie, ma... va bene anche in ginocchio, no?»

Sorrise: sì, si sarebbe proprio divertito.



Turnazione invariata
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-10-2012, 10:29 PM
Messaggio: #5
Andrea vs. Serena
Andrea-Post due

Narrato/pensato
Parlato

Osservo la reazione di Serena: tremendamente pacata, speravo di aver fatto di meglio nel provocarla. Ma in un certo senso, è anche rassegnata a lasciare che Hayez decida per lei, e con mio sollievo l'uomo in nero mi asseconda, anche se non so quanto per divertimento personale più che per gentilezza. Ma gliela farò vedere. Lo ammiro comporre un tavolo con cinque spade e una catena, una vera opera d'arte... che temo si sfalderà come neve al sole sotto la nostra sfida titanica. Oh, be', fa lo stesso. Basta che non scelga proprio il momento in cui sto per insegnare alla numero uno a non darsi troppe arie per rompersi. Annuendo alle parole di Hayez, mi inginocchio accanto al tavolo improvvisato, ponendo il mio unico gomito sulla spada al centro.
Prima di cominciare, mettiamo in chiaro una cosa.
Questa volta, cautela. Ho imparato a mie spese a sottovalutare gli avversari mingherlini.
In questa sfida è vietato usare lo Yoki. Sospetto che tu sia più brava di me in questo, quindi vediamo di non fare scherzi.
Sistemata. L'uomo in nero non dovrebbe avere nulla in contrario. A questo punto non mi rimane che aspettare che Serena si prepari a sua volta e poi darle una batosta che si ricorderà per tutta la vita.

Citazione: Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Perfetto, muscoli frementi e pronti a lavorare.
Stato psicologico: Soddisfatta di essere riuscita a far valere la sua idea, pronta alla sfida, eccitata come non mai.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-10-2012, 11:08 PM
Messaggio: #6
Andrea vs. Serena
[Serena, Turno 2]

Noia.
Quella ragazza era davvero incontentabile.
Hayez l'aveva già soddisfatta, creando pure un tavolo di claymore che a Serena ricordava piacevolmente ciò che era, e ciò per cui esisteva, ma quella bambina chiedeva di più.
Lei non si ricordava nemmeno, quand'era stata bambina.
Sospirò, e sciolse le braccia: non importava.
Si inginocchiò, e poggiò il gomito destro sul bordo della claymore in verticale, il braccio sinistro in grembo, la mano stretta su quella di Andrea.
Rimase lì, ferma, in attesa d'un segnale di Hayez.
04-10-2012, 11:14 PM
Messaggio: #7
Andrea vs. Serena
Hayez allargò il sorriso nel sentire le nuove richieste di Andrea: bel tipo.
Magari l'avrebbe inviata ad una Caccia ai Risvegliati sotto il comando di Serena, un giorno.
Ma quel giorno non era oggi.

«Dato che Serena non sembra avere obiezioni...» ammiccò alla numero 1 già inginocchiata «... Va bene. Ma basta così, però! Pronte?»

L'uomo in nero s'avvicinò alle due, e pose una mano guantata sopra i loro pugni reciprocamente serrati.

«Via!»

E li lasciò liberi.




Turnazione invariata
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-10-2012, 11:25 PM
Messaggio: #8
Andrea vs. Serena
Andrea-Post tre

Narrato/pensato

Serena si è arresa. Ha deciso che ballerà con me, e non potevo chiedere di meglio. Ora non mi resta che aspettare il via di Hayez, che non tarda ad arrivare. Non perdo tempo e appena la sua mano si sposta dalla mia inizio a spingere, sento i muscoli che si tendono nello sforzo e la mano di Serena che preme contro la mia. Non le la darò mai vinta, posso farcela, anzi, ce la farò sicuramente! Ho deciso di provare una tattica apertamente offensiva, sto usando tutta la mia forza nel tentativo di abbattere la sua resistenza al primo colpo. Mi appoggio pesantemente al tavolo spingendo verso la mia sinistra con la mano, ringhiando, mentre tutta la mia concentrazione si focalizza su una sola cosa: sconfiggere Serena. Mi isolo da tutto il resto, nulla ha più importanza se non quella sfida, una sfida che vincerò. Ne sono certa. Ci sto mettendo tutta me stessa. Non fallirò.

Citazione: Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Perfetto, muscoli del braccio destro e non solo in massima tensione, si sta sforzando per battere Serena al primo attacco.
Stato psicologico: Esaltata, concentratissima sull'obiettivo di sconfiggere Serena, isolata dal resto del mondo.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva, ma comunque non ci bada, è troppo impegnata nella sua sfida).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
05-10-2012, 09:10 PM
Messaggio: #9
Andrea vs. Serena
[Serena, turno 3]


Pesante grossomodo il doppio di lei, aveva dettato le regole di quella pagliacciata vietando ogni cosa le sembrasse svantaggiosa.
Cioè tutto tranne la forza bruta.
Serena in realtà ne era delusa: come puoi pretendere d'aumentare le tue possibilità di vittoria se circoscrivi le tue stesse possibilità di manovra? Alla fine, rendi solo più prevedibile quello che farai.
E Andrea, in questo, non superò tali aspettative.
Grossa, forte, avulsa ad ogni forma di aggiramento, Serena avrebbe senza problemi scommesso la sua posizione nella graduatoria dell'Organizzazione che la ragazza avrebbe subito spinto con forza.
E questo accadde non appena Hayez diede il via: quel discreto rilievo umano franò addosso al proprio braccio con l'irruenza d'una slavina. Scommessa vinta.
Avendolo appunto previsto, Serena era preventivamente corsa ai ripari: rigida con braccio, si chinò con grazia ma decisa verso di esso per imprimervi a sua volta il proprio peso; ma sapeva di non poter risparmiarsi.
Alla peggio, avrebbe ridotto la forza impressa una volta passata in vantaggio.
Perciò, la numero 1 fece un'altra cosa: mise il proprio braccio sinistro all'altezza della pancia, e ve lo premette contro, in modo da favorire il piegamento del busto e di conseguenza aumentare la forza impressa.
Perchè quella ragazza aveva pensato a tutto, sì... tranne che ad una cosa.
La differenza d'esperienza.
05-10-2012, 09:25 PM
Messaggio: #10
Andrea vs. Serena
L'impatto fu subito forte e duro.
Hayez ne fu deliziato, e si allontanò d'un paio di passi sorridendo.
Sulle prime, nessuna delle due cedette d'un millimetro: le braccia destre tremarono e si fecero rosse per lo sforzo, mentre le Guerriere stavano piegate per imprimervi quanta più forza possibile, Serena addirittura premendo in braccio sinistro contro il suo pancino delicato.
Araldus ne avrebbe pianto. Posto che fosse ancora capace di piangere, a ben pensarci.
Alla fine, dopo alcuni, interminabili secondi, una delle due passò in vantaggio.
Si trattava di Serena.
Hayez dovette passarsi una mano sulle labbra per celare il sorriso sempre più largo.

Come pensavo... Serena è tutt'ora più forte di Andrea. Niente di cui stupirsi: la muscolatura delle ragazze è pregna di Yoki, perciò non sempre chi la ha più grossa è più forte.

Ma, nonostante questo, su una cosa Andrea aveva di certo ragione: era molto, molto più pesante di Serena.
E infatti, l'avanzata verso la vittoria del braccio della numero 1 era lento e faticoso, il nerboruto destro della numero 27 che spingeva e tremava combattendo millimetro per millimetro.






Turnazione invariata
Trova tutti i messaggi di questo utente
05-10-2012, 09:43 PM
Messaggio: #11
Andrea vs. Serena
Andrea-post quattro

Narrato/pensato

Uhm... non va tanto bene. Evidentemente Serena si aspettava la mia mossa, e ha reagito adeguatamente, riuscendo a resistermi per fin troppo tempo. Anzi, è riuscita addirittura a respingermi, cominciando a spingere a sua volta! Qui mi serve una tattica decente.
Prima che riesca a pensare, il mio Yoki prova a intervenire per colmare il divario. La sensazione è strana: non mi era mai successo che tentasse di fare da sé, il maledetto. Ma il controllo è mio, e glielo dimostro: ingaggio una breve ma intensa lotta interiore con esso, sottomettendolo di nuovo al mio volere. Non è stato difficile, ma mi ha stupito e distratto. Tuttavia ora sento di avere più forza nel braccio... eppure sono certa di non stare usando nemmeno un po' di Yoki. Continuo a ringhiare, anche più di prima, ma intanto cedo alla spinta di Serena... apposta. Ho ridotto la forza impressa al mio braccio per lasciarla avanzare, ma non abbastanza perché possa farlo senza stancarsi. Nel frattempo, io recupero energie. L'idea è di farle credere che sta per battermi e poi, tutto d'un colpo, approfittare della rincorsa e dell'energia accumulata per invertire le sorti dell'incontro. Ce la farò. E' l'unica idea che mi sia venuta in mente, ma mi pare buona. Smetto di pensare, e mi concentro sulla tattica, perché non devo solo essere pronta a sfruttare l'occasione, ma anche crearla. Funzionerà. Ne sono certa. Serena, stai per subire la sconfitta più dura della tua vita!

Citazione: Yoki utlizzato: 0%
Stato fisico: Perfetto, muscoli momentaneamente allentati ma pronti a tornare tesissimi al momento giusto.
Stato psicologico: Sorpresa dalla reazione insolita del suo Yoki, che però ha ricacciato indietro senza troppi problemi; decisa a impegnarsi al massimo e concentrata sull'applicazione della sua tattica; isolata dal mondo.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva, non ci bada).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
05-10-2012, 10:15 PM
Messaggio: #12
Andrea vs. Serena
[Serena, turno 4]


Non era poi male, quella ragazza, andava detto: quante, tra le bambine della nuova generazione, avrebbero potuto tenerla concentrata, seppure per un giochetto di forza e muscoli?
Serena stava pensando così, mentre pian piano il suo braccio avvicinava quello d'Andrea verso il freddo piatto della claymore-tavolo; non che provasse soddisfazione: semplicemente, presto quella farsa sarebbe finita.
Il cedimento fu improvviso. Debole, ma improvviso - e palese.
Serena aggottò gli occhi: una tattica? O semplicemente la ragazza era già stanca?
Inutile chiederselo, decise subito: le occasioni andavano prese all'istante. E messe a proprio favore.
Fu così che la numero 1 non solo s'affrettò a spingere con ogni goccio della sua forza, ma con un secco giro di polso tentò di torcere la mano di Andrea. Un vecchio trucco del gioco del braccio di ferro, che in realtà aveva tenuto in riserva per un eventuale svantaggio.
La prudenza non era mai troppa.
05-10-2012, 10:43 PM
Messaggio: #13
Andrea vs. Serena
Con le sue abilità nonostante tutto umane, Hayez non poté leggere bene gli avvenimenti di quegli istanti di scontro: vide solo il braccio di Serena abbassarsi un pò più velocemente all'improvviso, e... il polso della numero 1 girare quello d'Andrea con uno scatto seccò.
Pure ad Hayez si spense il sorriso in volto: doveva aver fatto male.
E infatti, qualunque cosa avesse in mente di fare la numero 27, sfumò con quella torsione, che le fece perdere presa e forza.
Un istante dopo, il suo palmo sbattè sonoro sul metallo, le claymore usate come tavolo che tremarono per l'impatto di tanta forza.
Sì, si rese conto Hayez: doveva averglielo slogato, quel polso.

«... Hai esagerato, Serena.»

Si mise quasi immediatamente una mano alla bocca: gli era sfuggito. Non era da lui denigrare, direttamente o indirettamente, il lavoro delle sue Guerriere.
Abbozzò.

«Ehm... A parte questo, è stato un bell'incontro, per quanto atipico; peccato, Andrea: per un attimo ho pensato che ce l'avresti fatta, sai?»






AVETE DIRITTO AD UN POST CONCLUSIVO


Turnazione:

Serena
Andrea


Ho invertito i turni perché, essendo Serena una NPC gestita dal master, Hotenshi possa concludere la ruolata in quanto unico player.

Citazione:~ Warning: Non hai alcun motivo per perdere il controllo dello Yoki, soprattutto senza nemmeno rilasciarlo. Mi dispiace, Hotenshi, ma la tua autocreata regola di non usare Yoki cozza con la tua giocata di perdita dello stesso: a parte che non vedo come se ne possa perdere allo 0%, cioè controllabilità massima, se ne perdi il controllo lo Yoki dovrebbe fuoriuscire. E invece no: non fuoriesce, ma ti dà l'idea per la nuova tattica.
Anzi, il warn te lo devo dare proprio per questo: hai forzato ed ignorato caratteristiche dello Yoki che dovresti sapere in quanto player veterano, per salvare capra e cavoli inventandoti una tattica senza rilasciare Yoki. Sarà magari la stanchezza, ma non è stata una giocata seria.
Trova tutti i messaggi di questo utente
05-10-2012, 10:58 PM
Messaggio: #14
Andrea vs. Serena
Nessuna sorpresa.
Solo un tonfo metallico.
Amava quel tipo di suoni.
Rilassò i muscoli, e lasciò la mano della ragazza: il palmo le pulsava ancora.
Notevole.
Hayez si lasciò sfuggire un rimprovero, ma Serena non se ne preoccupò davvero: anche una Guerriera d'Attacco avrebbe potuto Rigenerarsi in fretta una cosa del genere; ad ogni modo, mentre si rialzava rispose come di dovere all'uomo in nero.

«Chiedo scusa: è meno robusta di quel che sembra.»

Non avrebbe indorato la pillola: la numero 27 aveva perso un gioco di cui si era scritta tutte le regole; abbattersi sarebbe stato doveroso da parte sua. Oltre che utile per il suo futuro.
Certa di non avere più nulla da fare lì, Serena la Splendente, numero 1 dell'Organizzazione, voltò le spalle alla ragazza appena sconfitta e s'incamminò per tornare ai suoi alloggi.
06-10-2012, 03:05 PM
Messaggio: #15
Andrea vs. Serena
Andrea-post conclusivo

Narrato/pensato
Parlato

IL trucchetto del polso! Dannazione, questa non me la aspettavo. O meglio, me la sarei aspettata se non mi fossi distratta. Serena è veloce e ha una potenza immane per quel corpicino. Mi ha fregato, non posso applicare la mia tattica. Tanto più che sento non solo la mia mano che si abbatte sul "tavolo", ma anche il polso che si sloga. Merda.
Nh-umpf.
Interrompo il ringhio per stingere i denti. Sopportazione sì, ma fa male. Hayez si lascia sfuggire un commento e Serena pure. Una delle cose che più mi infastidiscono è che mi si accusi di essere fragile, ed è proprio questo il significato delle sue parole.
Tsk. Non credere.
La mano ormai libera, sollevo il braccio e aspetto un attimo, prendendo le misure con attenzione. Poi, con un movimento secco, riporto il polso in posizione, sfruttando solamente i miei muscoli come mezzo per ottenere quello scopo. Non è proprio indolore, ma sicuramente meglio che girare per ore con un polso slogato. Un vecchio trucco che funziona sempre, altro che Rigenerazione. Ghigno.
Ti meriti la tua posizione, comunque. Ti ho limitata come potevo eppure mi hai battuta. Ti ringrazio: finalmente mi sono divertita in questo scontro. Spero che mi concederai la rivincita.
Lei mi gira le spalle e se ne va. Ma so che mi ha sentito, e probabilmente ci penserà, come minimo. Mi alzo a mia volta e faccio un mezzo inchino ad Hayez.
La prossima volta, farò in modo che tu pensi per un attimo che ce la farò... l'attimo che ci metterò a batterla.
Faccio la superiore, ma con me stessa ammetto che è stata una sconfitta senza possibilità di errore. Posso dare in parte la colpa a quella strana sensazione... mi ha proprio sorpreso... però devo riconoscere di aver perso. Prima di lasciare l'arena, sciolgo una delle mie trecce, la scelgo accuratamente e la tengo a mente:
Tranquilla, tornerai. Tornerai molto più grande di prima.
Le prometto. Questa sconfitta mi ha insegnato qualcosa, ma soprattutto mi ha dato un obiettivo: arrivare a sconfiggere Serena. Non che non ci pensassi già, ma sfidarla mi ha dimostrato quanto impegno servirà per arrivare a un simile obiettivo. Abbandono l'arena con un solo pensiero in testa:
"La prossima volta, vincerò io. E dopo il braccio di ferro, toccherà a uno scontro serio."

Citazione: Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Polso leggermente dolorante ma sistemato (era stato slogato ma ora è a posto)
Stato psicologico: Delusa per la sconfitta ma esaltata dallo scontro, uno scontro veramente "divertente"; si sente estremamente competitiva e il proposito di battere, un giorno, Serena si è molto fortificato.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
06-10-2012, 08:00 PM
Messaggio: #16
Andrea vs. Serena
Una che non si faceva problemi a parlare dall'alto della sua posizione, ed un'altra che insisteva col fare la dura nonostante la batosta subita.
Osservandole andarsene dall'Arena, Hayez sospirò.

Ed ora, vediamo di rimettere a posto quel tavolo improvvisato...

Si prospettava un bel lavoro: quelle due avevano di certo piantato le lame bene a fondo.
Oh, beh... sarebbe voluto dire che avrebbe delegato qualcuno a farlo.




SESSIONE D'ALLENAMENTO CONCLUSA
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)