Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TEST Buone nuove, gente! [Iside]
03-08-2015, 03:00 PM
Messaggio: #1
Buone nuove, gente! [Iside]
Buone nuove, gente!

Potrei essermi trovato un'assistente!


Staph, prima mattina. Anzi, prima dell'alba. Gli uccellini starebbero appena iniziando a cantare se non fosse per il piccolo particolare che al Quartier Generale dell'Organizzazione non ce ne sono. Cosa assai deludente per Iside, che ora dorme beata: tutto ciò che ha potuto - di nascosto, ovviamente - sezionare in quegli anni di addestramenti è stata qualche lucertola. Poco male, almeno ha potuto concentrarsi sul resto. Diventare una guerriera non è un processo semplice e....
BUONGIORNO MIA CARA! Kukekekekekekeke.
Qualunque sogno, incubo, filo di pensieri che stesse scorrendo per la mente della giovane viene interrotto da un grido nelle sue orecchie che, oltre a svegliarla di soprassalto, la lascia stordita per un momento. Quando riesce a mettere a fuoco il pazzoide che l'ha svegliata, scopre che si tratta di una figura a dir poco inquietante: un uomo alto e magro, sulla trentina nonostante i capelli grigi tentino di dire diversamente, con indosso un camice logoro e un paio di occhiali spessissimi che nascondono gli occhi. Ma la cosa peggiore sono le numerose cicatrici che gli attraversano la pelle, molte delle quali sul volto, chiaramente rammendate con un ago da cucito. Se non bastasse tutto questo, il tizio si accovaccia e controlla sotto il letto, poi si guarda intorno come se volesse assicurarsi che nessuno lo senta e infine si avvicina con fare cospiratorio, cercando di bisbigliarle nell'orecchio.
Huehehehehehe... non dovrei essere qui... ma non potevo lasciarti andare prima di... kuekekekeke... metterti alla prova... huhuhehehehe.
Il suo comportamento è indubbiamente insolito, ma cosa vorrà da lei?
Vedi, ho notato la tua... huehehehe... propensione per la... scienza. Kukekekekeke... mi piace il tuo... hehehe... stile. Perciò ora... kukekekeke... tu verrai con me.
Detto questo, senza ulteriori spiegazioni, la afferra per un braccio e strattona, intenzionato a portarla chissà dove. La forza di una guerriera le permetterebbe di resistere, ma sta a lei decidere se opporsi allo strano individuo oppure andare con lui a scoprire cos'ha in mente.

Citazione:Così inizia il tuo test. Un po' brusco, ma del resto non ci si può aspettare gentilezza a Staph... come si comporterà Iside? Descrivi le sue sensazioni e reazioni all'insolito risveglio e ovviamente la decisione che prenderà. Se hai qualsiasi domanda puoi scrivere un MP a Ufizu. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-08-2015, 01:33 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-08-2015 07:13 PM da Mordred.)
Messaggio: #2
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Staph
Dormitori


Apre gli occhi. Su di un lettino di pietra è adagiato un corpo longilineo e snello, avvolto in vesti bianche che aderiscono perfette al seno prosperoso, alla stretta vita ed alle gambe sottili. La chioma d’argento è tanto lunga da sfuggire ai bordi del  lettino e cadere in una bianca cascata sino al pavimento. Eppure il corpo non si muove. Iside, avvicinandosi, avverte un forte formicolio foriero di una grande eccitazione. L’epicentro è sono le dita dell’arto di sinistra nella quale, senza esserne e a conoscenza, stringe qualcosa.
Apre il palmo, sollevando la mano.
Un coltellino, piccolo ed affilato.
D’un tratto comprende ogni cosa.
Compie un altro passo verso quella che per lei è un’eroina, nell’aver messo a lei e quindi ai suoi compagni, a disposizione il suo cadavere. Ora scoprirà tutto, tutto ciò vi è da sapere sull’anatomia sua e delle sue compagne, magari anche delle donne. Da lì, risalire ad un’idea precisa di quella umana sarà un passo molto breve. Poggia una mano sul petto, tra i senti, per tenere ferma e tesa al pelle, poi avvicina la lama minuta per incidere. E finalmente…
 
BUONGIORNO MIA CARA!
 
Iside: “UAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!”
 
Scatta urlando e solleva dalla brande il busto.
Respira, cerca di regolare l’aria in entrata ed in uscita nel corpo.
Non è spaventata.
È estremamente scossa.
Ogni sua giornata ha un ordine stabilito.
Mancare ad esso o sovvertirlo è sinonimo di disastro, cataclisma.
Deve fare ordine.
Ordine!
La prima cosa Iside può vedere è il soffitto alto ed oscurato dalla mancanza di illuminazione, subito dopo, giunge fredda ed impietosa la consapevolezza la sua più grande opportunità non sia stato null’altro che un sogno. L’ennesimo. Più che dispiacersi per queste fantasie inutili, oramai la povera Iside è avvezza a svegliarsi senza più la sua più grande scoperta tra le mani, seppure mai in tali maniere. Questo porta la novizia a considerare il terzo momento della presa di coscienza al risveglio:  rendersi conto d’essere osservata. Sebbene questo sia un eufemismo. Sente quasi delle mani incorporee scorrerle per il corpo a tastarla che un semplice sguardo scorrere la sua figura.
A vedere la fonte di questa scomoda sensazione, trova non le dispiaccia più di tanto questo stia accadendo. Quell’omunculo alto almeno tre testa più di lei sembra un esemplare degno di un enorme interesse da parte di Iside. Lasciando perdere i vestimenti cenciosi ed irrilevanti ad un occhio critico ed attento, quel volto, solcato da cicatrici, inframmezzato da grumi di sangue rappreso a causa della medicazione delle prime. La piccola Claymore osserva persa i fili neri pendere dalle piaghe del volto e non può che constatare quale lavoro avrebbe fatto lei, onesta araldo del progresso, anziché il vile macellaio autore di quella pantomima.
 
Iside:  “Buongiorno…”
 
Mormora con quanta più compostezza possibile, ancora stordita dal sonno, stropicciando gli occhi per liberarsi di quel fastidioso intorpidimento. L’uomo in nero, non il primo Iside avesse mai visto, ma di certo il più particolare. Controlla ovunque, letteralmente ovunque, qualsiasi cosa dove possa esservi un orecchio. Iside, mansueta, lo segue con lo sguardo. Controlla persino con lui sotto il letto, curiosa di cosa stia cercando. Vorrebbe chiedergli se abbia per sfortunato caso perso qualche effetto personale.
Si rende tuttavia conto non sia quella la natura delle preoccupazioni dell’esagitato figuro, benché qualcosa di ben più paranoico ed oscuro.
Al termine della frenetica perlustrazione, finalmente parla con un tono di voce accettabile.
Sembra interessato ed in quel suo orrendo tic, riesce a provocare altrettanta curiosità nella novizia, trasmessa da un’alzata del sopracciglio destro. È raro quel che sta accadendo? Non potrebbe dirlo. Di certo la lusinga e non poco che qualcuno noti la sua attitudine e le sue abilità ancor prima lei sia mandata a dar battaglia o morire in qualche angolo sperduto del mondo.
Fosse per Iside non avrebbe mai una volta sfoderato la propria arma, che già sente di odiare, in quanto antitesi di tutto ciò lei possa e si sforzi di rappresentare.
D’improvviso l’uomo dal volto sfigurato, la travolge col suo entusiasmo, afferrandola dal braccio e tirandola via verso chissà quali sanguinolente avventure tra i meandri di qualsiasi corpo.
Se dapprima Iside si lascia trasportare con gli occhi strabuzzati e colpiti dall’iperattività del nero figuro, una volta scesa dal letto, dopo qualche passo, punta i piedi al freddo suolo e, seppur non sciogliendosi dalla presa dello sconosciuto, tentando di impedire all'uomo di proseguire oltre, schiarendosi la gola per attirare la sua attenzione.
La sua vita ha un ordine stabilito.
Mancare ad esso o sovvertirlo è sinonimo di disastro, cataclisma.
Deve fare ordine.
Ordine!
 
La giovane alza un dito del braccio libero e chiude gli occhi, prima di elargire la sua sapienza.
 
Iside: “Primo. Spero non mi abbiate svegliato prima del tempo. Io dormo sempre nove giri di clessidra è per tenere il mio corpo e la mia mente integri e reattivi durante la giornata e per servirvi. Appurato questo, che spero vi ricordiate, cosa significa “non dovrei essere qui”? Io non voglio sovvertire alcuna normativa o legge di buon vicinato che l’Organizzazione abbia saggiamente posto in questa fortezza per mantenere l'Ordine, quindi vi prego di tranquillizzarmi sulla perfetta legalità delle vostre azioni e dell’assoluta conoscenza dell’Organizzazione del vostro 'essere qui'. Poi posso seguirvi, perché ho sincero interesse nello studio.”



Citazione:Yoki utilizzato 0%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Ottimale, Curiosa
Passive Percezione dello Yoki
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-08-2015, 10:08 PM
Messaggio: #3
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Dopo un momento di confusione, Iside punta i piedi e inizia a fare domande. Dapprima il losco figuro semplicemente tenta di proseguire indifferente, poi si accorge - con un ritardo inumano - del fatto che non può andare da nessuna parte finché il suo braccio è bloccato dalla stretta della novizia. A meno di lasciarlo lì, beninteso. Così si volta e ascolta, chinando la testa da un lato... e poi dall'altro, e via così, a scatti, ogni mezzo secondo, fino a che la bocca di Iside non si chiude e lui la osserva, di sbieco, con un'angolazione di quasi quarantacinque gradi... quarantadue, per la precisione.
Kukekekeeke... vedo che ti sei ripresa... sì, sì, bene, è giusto fare domande... huehehehehe... non preoccuparti del sonno, ne hai avuto a sufficienza. Mi sono curato di misurare il tempo da... kukekeke... da quando sei andata a dormire. Poi... huehehehehe... non dovrei essere qui perché avevo mandato Miklos... kekeke... il mio assistente... a svegliarti. Sì, proprio... huehehe... così. Kuekekekeke... ma quell'inutile omuncolo è stato... huehehe... trattenuto. Dice lui. Kukekekee... quindi sono venuto di persona.
Che la spiegazione soddisfi o meno la novizia, sembra importargli abbastanza poco.
Oh, già, che... huehehehehe... sbadato. Io sono Sicket. Il... kuekekekeke... dottore della zona. Kuekekekekekekee.
Fatta anche la propria presentazione, si limita a voltarsi nuovamente e riprendere a camminare, ignorando beatamente la novizia e qualsiasi sua azione. Compreso lasciare la presa abbastanza da permettergli di muoversi. Solo in caso ci sia altro da dire, forse, le presterà nuovamente attenzione....

Suggerimento: Allora, ho alcune piccole note da fare. Innanzi tutto, sarebbe bene inserire una legenda almeno nel primo post per far capire la formattazione che usi. Per carità, non dico che non sia chiara, ma aiuta comunque. Secondo, non esagerare coi dettagli: in questo caso può andare che inserisci qualcosa sull'aspetto di Sicket, ma in genere è consigliabile non aggiungere troppo perché il Master potrebbe voler caratterizzare il personaggio o la zona diversamente (magari con influenze sulla quest). Terzo, la Percezione dello Yoki è sia attiva che passiva, quindi va segnato tra parentesi se è l'una o l'altra. La differenza è che (passiva) significa che la usi inconsciamente, (attiva) che ti concentri (su una zona o su un bersaglio) e la usi consciamente. Può essere molto utile, quindi ricordatelo. Infine, giusto per puntualità, segnalo che ci sono alcuni erroretti grammaticali facilmente correggibili con una rilettura. L'italiano non è la prima cosa che valutiamo, ma se è corretto ci piace di più. Tieni presente che non puoi modificare i post dopo le mie risposte, quindi metti in pratica dal prossimo. 
Bene, scusa l'annotazione chilometrica ma ci tengo a essere il più esaustivo possibile, soprattutto con i nuovi giocatori. Se hai dubbi o domande non esitare a chiedere a Ufizu via MP. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-08-2015, 02:24 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09-08-2015 02:26 PM da Mordred.)
Messaggio: #4
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

Come in un meraviglioso mosaico i pezzi ritornano al posto che spetta loro e la piccola Iside si fa mansueta ed obbediente, lasciando che l'uomo, Sicket pare sia il nome che porta, la conduca lì dove è suo desiderio la novizia venga condotta. 


Non è affatto infastidita o inquietata dalle stravaganze - per usare un eufemismo - di quello che si presenta come il dottore della zona. Eppure non è per nulla il coraggio a sostenere la vista della sinistra figura che la torreggia.
Iside è a dir poco eccitata.


Dapprima è stata conquistata dalle movenze del capo di Sicket. Ha sempre creduto, la piccola Claymore, il pensiero sia un fluire immenso, un perpetuo moto. Una mente dedita ad esso difficilmente può venir violata da un corpo freddo e statico. Quell'inclinare continuo del capo non può che sottintendere una mente costantemente impegnata ed attiva.
Secondo, pochi oltre lei sembrano essere consci - e nell'imbarazzante caso delle guerriere, consce! - dell'importanza nel sonno nella vita dell'individuo senziente. Quest'uomo dal volto deturpato non solo ne è consapevole per sé, ma anche per gli altri, tanto da attendere ella si fosse risvegliata, prima di recuperarla! Dopotutto questo Sicket è un dottore. Chi meglio di lui potrebbe esser a conoscenza della meridiana che alberga in ogni corpo? Iside non potrebbe essere più fortunata e lusingata delle attenzioni rivolte verso lei. Non ha neanche un numero, poi!


Con un gran sorriso ed un tono ben più gioviale ed allegro dell'inquisitorio discorso poc'anzi, la guerriera s'intrattiene durante il tragitto dalla propria branda alla meta parlando.

Iside: "Mi scuso per l'insinuazione e per l'insulto! Un uomo di scienza non potrebbe di certo sovvertire l'ordine a cui il suo spirito è votato... sempre che non voglia crearne uno nuovo e migliore! Lasciatemi dire però: che assistente svogliato! Se trova scuse per non operare al semplice recupero di una novizia, non oso pensare a quante ne possa accaparrare quando voi lo vogliate coinvolgere nei sentieri irti e difficoltosi della ricerca! Certa gente davvero si nutre dell'ombra che la ospita!"


Citazione:Yoki utilizzato 0%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Ottimale, Curiosa
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-08-2015, 02:26 PM
Messaggio: #5
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Giusto, giusto... kuekekeke... anche se, vedi, il mio... huehehehe... lavoro punta a sovvertire TUTTO. Kuekekekekeke... proprio così... voglio scoprire qualcosa che scardini ogni... hehehehe... concezione precedente. 
Sicket annuisce convinto, più a se stesso che alla novizia, a cui nemmeno rivolge la testa. Sta parlando mentre la conduce attraverso un labirinto di corridoi e stanze laterali, tanto complesso che viene da chiedersi come faccia a ricordarsi il percorso da seguire.
Hai proprio ragione, mia... kuekekeke... cara. Forse dovrei trovarmi un altro... huehehe... assistente....
La frase sembra sospesa, ma il dottore non la conclude: si ferma di fronte a una porta ben specifica, un'immensa soglia di metallo arrugginito, e lascia andare la novizia senza nemmeno preoccuparsi di controllare che stia lì. Con entrambe le mani libere, spinge forte le ante. Dapprima non accade assolutamente nulla. Poi, assieme agli sbuffi e a quelle che sembrano imprecazioni colorite provenienti dall'uomo, si ode il cigolare dei cardini e la porta inizia lentissimamente a muoversi. Poco a poco, a Iside appare lo spettacolo del laboratorio: un'ampia stanza quasi interamente occupata da attrezzi di vario genere, molti dei quali solo un pazzo potrebbe definire "chirurgici", con al centro un lettino di metallo sgangherato. Il disordine regna incontrastato, ci sono perfino un paio di "strumenti" a terra. Sicket pare però esaltato dall'essere riuscito ad aprire la porta, e raddrizzandosi si volta verso la novizia.
Huehehehehe... benvenuta nel mio piccolo angolo di cielo... kekekeke... ora, se fossi così gentile da entrare e lasciare che chiuda la porta, non vorrei che entrasse di tutto... kekekeke... sai, dobbiamo mantenere un certo... huehehe... standard.
Quali sarebbero state le reazioni di Iside a quella vista? 
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-08-2015, 07:29 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 19-08-2015 12:43 PM da Mordred.)
Messaggio: #6
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

Come sarebbe potuta essere più fortunata? Come avrebbe potuto avere un risveglio ed un inizio più fortunata? Essere notata subito non è semplice, per alcuna delle novizie. Tuttavia non è fortuna questa. No, no, sarebbe una modestia falsa ed ipocrita. Quel che avviene è pura e semplice riconoscere una mente superiore, che ha affinato se stessa sin dalla più tenera età... e che ora può contemplare con gaudio un proprio simile.


Al velato riferimento ad un altro assistente, Iside accarezza l'idea di poter essere lei la fortunata, la prescelta. Guardiana del sapere ed al contempo partecipante attiva alla ricerca della Verità. Abbraccerebbe quei due insignificanti subumani che sono i suoi genitori per averla venduta all'Organizzazione, potesse. Tuttavia non vuole sbilanciarsi, non è affatto detto sia lei la fortunata e non anela certo a mostrarsi emozionale o troppo fanciullesca.

Iside: "Un assistente dev'essere sempre lo specchio del suo maestro... o diventarlo. Altrimenti è come non averlo."

Tenta di dare una fine, sebbene raffazzonata, al discorso dell'uomo dal volto sfigurato chiamato Sicket, al quale ha considerato, Iside, superfluo il presentarsi. Sicuramente è già a conoscenza del suo nome, così come delle sue inclinazioni. Soprattutto delle seconde, come in pochi attimi viene lietamente a sapere la giovane Claymore.
La porta dinnanzi ai due è ferma e pesante, completamente ossidata, sembrerebbe. Iside, osservando i titanici sforzi del "medico" volti ad aprirla, fa per offrire il suo aiuto, essendo lei benedetta da muscoli ben più forti di quelli che attraversano le nervose braccia di Sicket. 
Al suo primo passo, tuttavia, un cigolio forte ed acuto la interrompe. Il suo cicerone ce l'ha fatta, con un colpo di reni e d'orgoglio, tra insulti ed imprecazioni, a spalancare quella porta.


Invitata, Iside annuisce e si fa strada all'interno della stanza. 
Bastano pochi passi, perché la piccola guerriera si ritrovi all'interno di quella che pare avere la struttura più d'una cella da macellaio che del laboratorio di un uomo di medicina.
Ma... per Iside la differenza non sussiste.
Vede, in quegli oggetti, le sue unghie, da bambina, mentre apre la pancia ad un cardellino ancora cosciente. Un coltello da cucina con cui ha scavato nel cranio del gatto del vicino.
Il lettino da operazione, il comò della sua cameretta, mai incrostato di sangue, grazie alla sua costante attenzione per la pulizia ed il timore di poter essere scoperta.
Iside avanza di qualche passo, mormorando un assenso quasi inaudibile alla sua guida, mentre si addentra in quel luogo meraviglioso.
Con gli occhi argentei luccicanti e le mani congiunte al petto, mormora, estasiata. 


Iside: "È una meraviglia..."

Citazione:Yoki utilizzato 0%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Ottimale, Entusiasta
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
23-08-2015, 09:44 PM
Messaggio: #7
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Citazione:Perdona il ritardo, decisamente ipocrita da parte mia dopo averti pressato per rispondere, ma sono stato parecchio occupato e purtroppo mi è sfuggita questa quest... vediamo di far progredire la scienza, amico mio.

Vero?
Stranamente nessuna risata isterica precede né segue l'unica parola, sostituita da un ansimare pesante e il suono della porta che si chiude. Dopo essersi ripreso un po' dallo sforzo, comunque, il dottore ritorna quello di sempre.
Dunque! Kekekekeke... sono lieto che il mio... huehehe... laboratorio sia di tuo gradimento. Ora... kekekeke... ti mostrerò il soggetto FR4, su cui lavoreremo oggi... huehehehehe... vedrai, ti piacerà.
Con questo, Sicket si fa largo attraverso gli scaffali e intorno al lettino, fino al muro di fondo, dove c'è una porta più piccola sempre in metallo arrugginito. Apertala con l'ausilio di una chiave estratta dalle sue maniche, introduce se stesso e la novizia in un buio corridoio che da su numerose minuscole celle di isolamento, ognuna contrassegnata da un foglio di pergamena strappato con lettere e numeri scarabocchiati sopra in quella che probabilmente è la grafia dello stesso Sicket. L'ordine non è alfabetico, ammesso che ci sia, e dopo una mezza dozzina di quelle gabbie sigillate da porte metalliche arrivano finalmente a quella del "soggetto FR4". Sicket fa spazio a Iside con una specie di riverenza, invitandola ad aprire lo sportello per guardare all'interno: raggomitolato nella cella si trova uno Yoma. Proprio così: il mostro violaceo, evidentemente ferito e incatenato mani e piedi al pavimento, alza la testa al rumore della finestrella che si apre, osservando con odio la novizia.
Che ne dici, ti piace? Kuekekekeke... è uno degli ultimi arrivati... un po' vivace, ma sono tutti così all'inizio... prima che gli tagli un arto o due... huehehehehehe... pensavo di testare la reazione ad alcuni stimoli... kekekeke... non è roba nuova, ma ogni tanto trovo qualche... huehehe... anomalia. Sì... cosa ne pensi? Kekekeke.


Citazione:Se vedi che sono in ritardo, puoi mandarmi un MP per avvisare. Purtroppo capita, soprattutto quando sono impegnato, che mi sfugga una quest: ricordarmelo non fa male ^^. Ricorda di inviare tutti i tuoi MP a Ufizu, comunque, e se hai domande puoi farle con lo stesso sistema. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-08-2015, 07:10 PM
Messaggio: #8
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

Per un attimo la pelle di Iside viene percorsa da un tale brivido da diventare ruvida per l'eccitazione. Fosse una gatta, il suo pelo sarebbe irto nella sua interezza... che è uno dei motivi per cui aveva aperto Geisha, la micina della figlia del locandiere del villaggio per... ma non è il caso di divagare, non ora.


Non vuole, tuttavia, far troppi castelli in aria, nonostante la parola "soggetto" la sollevi le speranze della novizia a malapena oltre la sua grande capacità nel mantenere la calma. Perciò rimane quieta, annuendo con un sorriso sin troppo largo alle parole, senza dar voce all'impazienza.

Iside: "Non sto nella pelle di ricominciare sul sentiero della Verità, dottore!"

Odierebbe, di norma, apparire come una giovincella allegra e svampita. Ma non può contrastare quell'entusiasmo che sente attraversarle l'intero corpo, che fa tremare il suo passo quando si ritrova in quel corridoio scuro e costellato di porte di metallo. Altri non sarebbero altrettanto eccitati di trovarvisi quanto lei. 

Quando Sicket apre una finestra su di uno dei sogni più ferventi di Iside, questa si inchina profondamente, con entrambe le mani al petto, per poi, ancora tremando per la felicità, si affaccia e finalmente raggiunge un punto che, prima della benedizione del sangue di Yoma, non avrebbe mai pensato di vedere.


È lì, lo studio, il progresso, la scienza, tutto ciò che potrebbe migliorare la vita di chiunque. Sta al freddo suolo, tra le catene con il sangue della sua ferita oramai rappreso. La scruta probabilmente vedendo un nemico nei suoi occhi d'argento. Iside vede una sola cosa. Una cosa che ha cercato per così tanto...
Così tanto che deve asciugarsi le lacrime, sinceramente commossa.

Iside: "Oooh, scusatemi... è che tutto ciò è così bello che... scusatemi. Mi raccapezzo subito! Immagino, debbano essere domati... poi quei tendini, quanti problemi devono dare quando sono tesi e duri se c'è da studiarne le viscere. Poi... Avete detto anomalie?"

Citazione:Yoki utilizzato 0%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Ottimale, Commossa
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-08-2015, 11:49 AM
Messaggio: #9
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Oh, non immagini quanto... huehehehe.
Commenta Sicket all'indiscrezione sui tendini, stranamente serio. Un sorriso però gli occupa il volto quando vede che Iside si interessa delle "anomalie".
Sì, vedi... kekekeke... spesso testo l'effetto di vari veleni, armi e trappole sui soggetti... huehehe... per vedere se qualcosa è meglio di una claymore. Kekekeke... o almeno allo stesso livello. Nessuna fortuna, purtroppo... huehehehe... ma ogni tanto salta fuori quello su cui un risultato c'è, oppure... kekekeke... quello con ancora più resistenza. Sto cercando di capire se queste... huehehehehehe... anomalie sono casuali o se hanno un... kekeke... motivo.
Si avvicina per osservare il "soggetto FR4" a sua volta, grattandosi il mento pensieroso.
Sì, questo qua sembra proprio il tipo... huehehehehe... robusto. Se permetti, ora lo tiro fuori.
Fa cenno alla novizia di spostarsi, estraendo un'altra chiave dalla manica. Tuttavia aspetta ancora un po' ad aprire la gabbia: Iside ha tempo per altre domande, se vuole.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-08-2015, 05:26 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 27-08-2015 05:30 PM da Mordred.)
Messaggio: #10
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

Asciugando le ultime lacrime a rigarle il viso a cuore con i polsi, Iside torna in sé, ascoltando attentamente quello che a tutti gli effetti è un referto orale da parte di Sicket. Quella fiducia, da un tale luminare, le scalda infinitamente il cuore e la spinge a non volerlo assolutamente deludere.


Posa indice e medio al mento, massaggiandolo, incrociando al contempo le braccia sotto i seni. La posizione che sin da giovane assume quando ha da ponderare su di un particolare dilemma. Fissa negli occhi il soggetto FR4, senza fare una piega... è pur sempre una cavia.

Iside: "Quindi anche tra Yoma della medesima schiatta ci sono differenze? Non solo tra i regolari, i volanti ed i Divoratori? Ne ero sicura! Sarebbe ridicolo le differenze fossero così palesi."

Subito dopo, contenta e soddisfatta della propria corretta intuizione, fa spazio al dottore, in maniera liberi il soggetto per dar via a quella meravigliosa procedura che è la ricerca.

Iside: "Avete detto, questo sia abbastanza robusto... quindi se ci vorrà uno stimolo ancor più forte. Un concentrato di Stramonio forse? Avete provato? Funzionò una minuscola parte sul cane di un mio vicino ai tempi.
Armi e trappole... e se possedessero una propria selezione naturale in modo da eliminare i meno adatti? Potrebbero rivelarsi due espedienti inutili a lungo andare!"

Citazione:Yoki utilizzato 0%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Ottimale, Concentrata
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-08-2015, 02:15 PM
Messaggio: #11
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Esatto, esatto, proprio così mia cara! Kekekekeke!
Sicket annuisce vigorosamente all'osservazione di Iside, compiaciuto. Sì, quella novizia fa proprio al caso suo. 
Come del resto tra voi ragazze, no? Huehehehe... dobbiamo ancora capire con precisione le... kekeke... relazioni tra voi e loro. E tra loro e... huehehehe... gli umani di cui si nutrono. Kekekeke... ma ora non parliamo di questo. Stramonio dici? Huehehe... interessante. Credo di averne ancora un... kekeke... po'.
Massaggiandosi il mento, lo scienziato si avvicina alla gabbia. Sta riflettendo sull'ultima questione posta dalla sua aspirante assistente.
Le mie ricerche non hanno... huehehehe... rivelato che ci sia una "selezione naturale" fra... kekeke... questi esseri. Tuttavia... huehehehe... potremmo dire che "voi" ricoprite quel ruolo: i più deboli e inadatti vengono... kekeke... eliminati dalle novizie. Huehehehehe... e viceversa. Oh, che idea interessante. Kekekeke... potremmo addirittura aver causato una successione a catena... huehehehe... dovrò fare ricerche al riguardo. Comunque, vedi... kekekeke... veleni e trappole forse non saranno efficacissimi, ma... huehehehe... a me basta rallentarli finché una di voi non... kekeke... risolve il problema. Capito? E' come dare a una ragazza lezioni di autodifesa. Huehehehehehe... non diventerà una di voi, ma se cercano di abusarla... kekeke... potrebbe resistere abbastanza a lungo perché arrivi... huehehe... la cavalleria.
Paragone abbastanza inquietante, ma del resto l'uomo non ha affatto un'aria conciliante. A guardarlo, potrebbe pure parlare per esperienza personale. Dalla parte dell'assalitore, si intende. In ogni caso, finito il monologo Sicket si avvicina alla cella e armeggia per qualche secondo con la chiave, borbottando, finché con un tremendo cigolio non riesce ad aprirla. 
AHA!
Esclama, neanche avesse compiuto un'impresa titanica... e un attimo dopo è a terra, e lo Yoma al suo posto: il movimento è stato rapido, ma da quel che Iside può capire il mostro attendeva proprio quel momento per caricare a sorpresa il dottore e sbatterlo contro il muro. Il suo piano ha funzionato perfettamente, peccato per lui che la novizia non facesse parte del suo ragionamento... e ora possa intervenire prima che il fuggiasco causi ulteriori problemi.

Citazione:Dal tuo punto di vista la porta aperta è dietro lo Yoma, quindi hai campo libero. L'essere per il momento è fermo, probabilmente l'attacco gli è costato. Sicket è a terra, stordito, contro il muro opposto alla cella, a mezzo metro dallo Yoma, mentre tu ti trovi leggermente più distante, sulla sinistra del mostro. Per ulteriori chiarimenti o domande, puoi scrivere un MP a Ufizu. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
01-09-2015, 10:10 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 01-09-2015 10:11 PM da Mordred.)
Messaggio: #12
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

La sfiora, per un solo istante, l'immagine di un mondo dove non vi sia bisogno delle Claymore. Non saprebbe cosa pensarne... immagina Sicket, per quanto riguarda le ricerche da condurre, sia limitato al volere di coloro che garantiscono lui tutta quella meravigliosa strumentazione. Quindi l'Organizzazione. Quindi ci deve essere un motivo per cui si può sperimentare sino e non oltre una certa soglia. Certo, Iside spera di non aver mai bisogno di sfoderare la sua spada... combattere è così da bruti! Riuscisse a sistemare gli Yoma senza colpo ferire, non sarebbe meglio per tutti?

Iside: "Certo dottore!"


Mette da parte quei pensieri, relegandoli nel più buio meandro della sua memoria. Idee sovversive, idee sbagliate. Se l'Organizzazione ha deciso da immemore tempo una via, non ha senso cambiarla per poco più che sciocche fantasticheria. Molto meglio il presente. Molto meglio quella porta che presto si aprirà e svelerà...


Iside: "Dottore!"


... non svelerà un bel niente. 

Il dottore è a terra ed uno Yoma, liberatosi dalle catene con chissà quale espediente, forse segandole, forse spezzandole, non saprebbe dirlo e non ha il tempo di pensarlo. La sua mente, per quanto reattiva, ora dev'essere portata all'estremo in questa situazione di sopravvivenza o morte, mentre ancora lo Yoma sembra non essersi ancora rivolto a lei. Per un istante la sfiora l'idea di fuggire e tentare di chiudere la porta del corridoio alle sue spalle ed attendere sino all'arrivo della cavalleria... ma come potrebbe mai abbandonare il dottore! Non esiste! Un luminare, uno scienziato, non merita una fine così ingloriosa per la codardia di quella che dovrebbe essere la sua assistente.


"Pensa Iside, pensa!"


Forse portarlo fuori da quel corridoio potrebbe essere una buona idea. Avrebbe voluto usare la porta per sbattergliela sul capo, ma essere al lato dello Yoma non le da molto spazio per una strategia simile. Saltare sul collo dello Yoma? Non se ne parla! Verrebbe spiaccicata in pochi attimi! Dovrà, come dice Sicket, "aspettare la cavalleria" stavolta.


"È robusto. Io sono più veloce!"


Iside: "Hey! Ne vuoi un po', cagnaccio!?"


Non avendo idea di come attirare lo Yoma, Iside urla al suo indirizzo, palpandosi visibilmente i seni per attirarlo. Creature di istinto, ad un po' di grasso non avrebbero resistito, specie se del corpo di una delle loro nemesi. Avrebbe poi corso Iside, senza voltarsi indietro, sperando lo Yoma lo seguisse. È più agile lei avrebbe continuato ed avrebbe trovato qualcosa, un'arma di fortuna. No, la vera fortuna sarebbe ritornare ad imbracciare la sua Claymore al momento.
Ha la priorità, ora allontanare il demone dal dottore.
D'altro canto, di Claymore ne è pieno il mondo, di menti geniali, non altrettanto.


Citazione:Yoki utilizzato 0%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Spaventata, preoccupata
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-09-2015, 02:00 PM
Messaggio: #13
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Iside forse ha scambiato lo Yoma per un qualche genere di pedofilo, ma la sua provocazione sembra funzionare ugualmente: quello è un bruto, evidentemente, non riflette sul fatto che la carne umana è molto meglio di quella delle guerriere. Si sente sfidato e reagisce di conseguenza, dimenticando il dottore e scagliandosi contro questa nuova, stolta preda. La novizia, pronta a questo attacco, se la da a gambe verso l'uscita del corridoio, cercando con gli occhi qualcosa, qualsiasi cosa, che possa aiutarla a mettere fuori combattimento il mostro. Nulla, almeno non lì: solo celle chiuse e pareti di pietra. Alle sue spalle, il mostro ansima e grugnisce, chiaramente in difficoltà: le supposizioni di Iside erano corrette, la sua velocità è superiore. Così si ritrova nel laboratorio molto prima dello Yoma, e qui c'è veramente solo l'imbarazzo della scelta in quanto ad armi improprie e non solo: una rapida occhiata rivela seghe, bisturi, tagliole, accette, pinze, catene, fiale dal dubbio contenuto e perfino una spada. No, non una claymore, purtroppo, ma pur sempre un'arma. C'è una miriade di altri oggetti che potrebbero essere usati per ferire o rallentare il mostro, del resto sembra che molti degli esperimenti di Sicket puntassero a quello... la novizia deve solo stabilire quali usare, e come.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-09-2015, 03:42 AM
Messaggio: #14
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

Il grosso è fatto. Forse. Ora v'è il difficile da affrontare. Avverte un principio d'affanno, ma lo ricaccia, sarà il pompare del sangue in situazioni così irte "Sì". Gioca brutti scherzi alla propria costituzione, al primo impatto "Sì...". L'orgasmo non si prova solo sotto le coperte, varie attestazioni teorizzano un parallelo convincente tra l'orgasmo sessuale e la reazione del corpo in tali condizioni "Sì, esattamente!" 

Si tranquillizza, così, Iside, trovando una spiegazione alla propria ansia, mentre corre via e raggiunge il laboratorio. Lì, per gentile concessione del dottore, la cui incolumità obiettivo della sua prima e ben poco ortodossa ed assolutamente non ufficiale "missione", troverà la chiave per la sua sopravvivenza. Una volta oltrepassato l'uscio, gli occhi della novizia volano veloci ad ogni oggetto presente... vede una spada. Un riflesso talmente condizionato dall'addest
ramento duro e spietato, da farle mordere le bianche labbra per la rabbia, la porta ad afferrare l'elsa della spada, incurante sia smussata, arrugginita e così via.
Così impulsiva da darle il voltastomaco. Cosa le hanno fatto?
No, non deve pensare a ciò. Sicuramente ci sarà un motivo.
È l'Organizzazione, è l'Ordine.
Tale è il motivo, che le basti!

Di scatto, la minuta Claymore si volge, nuovamente al nemico in arrivo, senza curarsi d'assumere la posizione di guardia alta insegnatala durante le sessioni di scherma... quando si appropinqua alla porta, riflette velocemente ed altrettanto solerte pensa ad un piano. Si lanciasse contro di lei, lo Yoma, la porta potrebbe addirittura tramortirlo il tempo sufficiente per un'offensiva con la spada. Eppure... basta il suo esile braccio nel chiudere in tempo un portone dal tale peso. Non ha altra scelta, non può farne a meno. Dovrà anche lei farsi strada oltre la propria umanità, per la prima volta. Una cosa nuova.
Una sensazione nuova.
Nasce dalla vita, poco più giù dei propri fianchi, un torpore strano, piacevole, che presto diviene un'esplosione, in grado di coinvolgere l'intero corpo, in un formicolio estatico in grado di estendersi tramite i nervi ad ogni lembo della carne di Iside.
"Interessante" pensa la Claymore, ancora a galla in quel mare meraviglioso, eppure consapevole poco ancora dovrebbe spingersi a largo, per rischiare d'affogare. I suoi occhi si colorano di tinte a lei sconosciute, complici di quel piacere selvaggio, a malapena domato dalla ragione.

Iside si affaccia al corridoio una seconda volta, non dando più le spalle al suo nemico e la sua mano viaggia verso la porta. Ringhia, più decisa, la voce trema dall'emozione bestiale dello Yoki rilasciato.

Iside: "Sei lento! Lento! Vi ammazzeremo tutti se siete così LENTI!"

Spera vivamente una seconda provocazione funzioni con lo Yoma. Così che possa spiaccicarla su quel brutto muso si fosse lanciato alla cieca contro di lei. Povero idiota, schifosi esseri. Così privi di ragione, così deboli ed irrazionali. 

Citazione:Yoki utilizzato 10%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Eccitata
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-09-2015, 05:34 PM
Messaggio: #15
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Iside, più per riflesso condizionato che altro, si getta sulla spada e la afferra, solo per scoprire che... si conclude a metà. L'arma, un tempo una bastarda simile a una delle armi portate dalle guerriere ma in ferro nero, ora è poco più che un coltello con un'elsa sproporzionata. Le dimensioni della novizia la rendono considerabile una spada corta, ma non è certo quello che si aspettava. In ogni caso, per ora non le interessa: tornata alla porta, provoca ulteriormente lo Yoma, che come da programma carica alla cieca e si ritrova un quintale di porta blindata in faccia. Comprensibilmente stordito, l'essere arretra oscillando, una mano sul naso evidentemente rotto che sparge sangue violaceo, l'altra a cercare un appoggio. Iside ha guadagnato tempo prezioso, ma cosa riuscirà a fare con una spada spezzata?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-09-2015, 05:29 PM
Messaggio: #16
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori

Si lascerebbe volentieri sfuggire un gemito di vittoria a vedere lo Yoma colpito barcollare, in procinto d'essere affondato. Purtroppo non esiste un tale lusso nella vita di una guerriera, se non prima il nemico è defunto, decapitato e mandato all'altro mondo... se ve n'è uno. Certo, ad Iside dispiacerebbe rovinare un così ottimo esemplare. Ma deve difendere il Dottore, ad ogni costo.


Ora che vedere la bestiola arrancare all'indietro, ferita e sorpresa, una possibilità, un'apertura nella sua - se così vogliam chiamarla - guardia si palesa. Gli occhi corrono alla lama che solo il sangue che condivide con quell'immonda bestia al suo cospetto le permette di sollevare. Probabilmente un residuo secolare ha tra le mani, vista la cortezza della lama, un tempo, forse, ben più limpida ed imperiosa nel suo apparire. Tuttavia le basterà.
"Niente affondi."
Il che è un peccato, la conoscenza anche approssimativa dell'anatomia di uno Yoma sarebbe potuta tornare utile in uno stile di combattimento avesse privileg... "Ma...a  cosa diavolo sto pensando?".
Presa da una subitanea consapevolezza della sua condizione, della scena di cui è partecipe e protagonista ed un'impellenza come un abominio viola barcollante e probabilmente furioso a torreggiare su di lei.


L'eccitazione, l'orgasmòs di cui ha letto e di cui mai si sarebbe creduta vittima e beneficiaria, invade ancora di più il suo corpo, oramai abituato a quell'oscuro piacere nel sentire il sangue impuro fluire e sporcare quello umano nelle vene.  Iside si muove veloce, alzando la lama spezzata sopra la testa, la quale l'istante successivo saetta verso lo Yoma. Il fendente cala verticale su d'uno dei due polsi, volto ad offendere o - con molta fortuna - a recidere la mano dell'essere nel tentativo di ritrovare un equilibrio appoggiandosi alla parete. Qualsivoglia esito avrà il colpo vibrato, la lama avrebbe viaggiato verso il basso, in un'ideale continuazione del fendente in un ridoppio deviato verso la gamba opposta al braccio cercante il muro come punto d'appoggio. Andasse a segno, l'attacco avrebbe offeso anche la gamba dello Yoma, privandolo di un possibile secondo appoggio, in caso di successo nella precedente offesa.

Ritornata in posizione di difesa, con la lama alzata Iside avrebbe contemplato i frutti del suo attacco, tentando di tenere la posizione sull'uscio, senza indietreggiare, confinando lo Yoma in uno spazio angusto e stretto. Sarà la sua tomba, edificata con la metodicità e la logica di una vera scienziata.
"Mi vedesse il dottore!" si bea orgogliosa Iside. 

Citazione:Yoki utilizzato 15%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Eccitata
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-09-2015, 12:24 PM
Messaggio: #17
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Iside, dopo un istante di auto-glorificazione, decide di togliere più appoggi possibile allo Yoma, rallentando idealmente la sua ripresa. Così colpisce la mano che andava in cerca del muro, e per quanto non basti ad amputarla il danno è evidente. Prima però che possa concludere l'attacco con un secondo colpo, stavolta alla gamba, l'essere si riscuote, forse grazie al dolore improvviso, e le si getta addosso con tutta la sua mole, probabilmente intenzionato a buttarla per terra per poi finirla. Non c'è molto tempo per pensare, la novizia dovrà farsi venire in mente qualcosa rapidamente....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-09-2015, 04:38 AM
Messaggio: #18
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori


Quella sensazione piacevole, estremamente piacevole, inizia a divenire opprimente. Non per via del suo effetto nel corpo, invaso da una straripante vitalità, ma l'orrenda sensazione di perdere passo dopo passo lucidità. Quell'ancora che per l'intera la durata del suo apprendistato sino a quel momento, ha garantito un punto fermo nella sua vita, completamente stravolta. Eppure è logico. Ogni nave, qualsivoglia battello, prima o dopo, con qualcunque marea, è destinato a dover salpare. 
Iside deve diventare una Claymore.
Domare le onde è il primo passo.


Lo Yoma balza su di lei, non consentendole di fatto di portare a compimento il suo attacco. Decide d'optare per una carica, come il cervello del demone difficilmente potrebbe consigliare altro che quest'offensiva. Iside, colta di sorpresa, indietreggia di un passo. Accetta di perdere la soglia, non è un problema una ritirata, quando la vittoria può essere abbracciata solo con l'astuzia. Asseconda la carica dello Yoma e salta all'indietro accompagnandola, sfruttando la sua maggiore agilità e mobilità, per cercare di trovarsi a faccia a faccia con lo Yoma. In seguito il suo braccio, forte dello Yoki liberato, avrebbe sferrato un dritto tondo in orizzontale, volto a tagliare in due il volto, gli occhi della bestia. Il tutto sarebbe terminato con un calcio all'indirizzo del tronco di lui perché il balzo trovasse energia sino ad allontanarla ancor di più dalla carica.



Citazione:Yoki utilizzato 20%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Eccitata
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-09-2015, 06:22 PM
Messaggio: #19
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Iside balza all'indietro, allontanandosi quanto basta per non farsi abbattere dalla carica dello Yoma e rispondendo con un attacco mirato ad accecarlo. L'essere non si difende nemmeno, così la spada spezzata ha modo di colpirlo agli occhi e presumibilmente ottenere l'obiettivo sperato. Il calcio che segue un po' meno: certo, aiuta ad allontanarsi ancora un po', ma non sembra infliggere grandi danni al mostro, che ormai infuriato non accenna a fermarsi: Iside può vederlo agitare le braccia e sentirlo ruggire di dolore mentre continua il suo attacco senza curarsi di nulla, e stavolta è molto più vicino e sarà difficile mettere a punto un piano prima che la raggiunga.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-10-2015, 06:21 PM
Messaggio: #20
RE: Buone nuove, gente! [Iside]
Azioni
"Pensato"
Nome pg: "Parlato"


Staph
Dormitori


"Vieni, vieni a giocare!"
Gli occhi da gatto di Iside, ambrati dallo sprigionare dello Yoki, il cui sentore tra gli umori è sempre più piacevole, finché non intacca il cervello, l'amore più prezioso della novizia. Lo Yoma è sempre più vicino ed il suo è un attacco scomposto, disordinato, dettato dalla frustrazione, dalla rabbia, dal dolore. Una bestia, Iside, al contrario rimane fredda, metodica, dosando a poco a poco la liberazione di quella che è una maledizione ed una benedizione assieme. Tratta sé stessa come un processo alchemico... poche gocce alla volte ed osservare la reazione nelle provette, che sono le proprie braccia e gambe, sempre più prossima al limite.


Avrebbe atteso l'ennesimo attacco dello Yoma, gravato dalle ferite e dalla vista offesa dalla spada spezzata di Iside, avrebbe tentato di evitarlo indietreggiando ancora con un rapido balzo all'indietro, troppo veloce, essendo lei ben più fresca ed integra. Al primo spiraglio nelle precarie difese della bestia, avrebbe liberato altro Yoki, forzando le proprie gambe in un salto in alto, per poi ricadere sul demone rosso in un poderoso fendente volto al suo cranio, dall'alto verso il basso. Avrebbe diviso in due quella testa, quell'orrendo volto tumefatto. Di Yoma, dopotutto ne è pieno il mondo, di scienziati, no. L'ha già pensato?
In ogni caso, fosse stata fermata a mezz'aria avrebbe avuto il pieno pronto. Dopotutto, quella ferita al braccio non può esser dimenticata tanto facilmente dal corpo dello Yoma.



Citazione:Yoki utilizzato 25%
Stato fisico Ottimale
Stato psicologico Eccitata
Abilità Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)