Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TEST Il Gioco dei Troni [werty85]
29-10-2013, 10:18 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 18-02-2014 03:34 PM da Kelsier.)
Messaggio: #1
Il Gioco dei Troni [werty85]
Il Gioco dei Troni
Al gioco dei Troni
si vince, o si muore.

Terre dell'Est. Sul Quartier Generale dell'Organizzazione sta sorgendo un sole pallido e smorto, in un cielo coperto. L'afa non manca, ma soffia un vento che manda brividi lungo la schiena nonostante la temperatura ovviamente elevata del luogo. Alla porta di una celletta da novizie, un bussare leggero. Poi più deciso, infine insistente. Gemini apre per trovarsi di fronte una guardia, o un accolito, non sa dire: è ricoperto di nero dalla testa ai piedi, abiti aderenti che lasciano scoperti solo gli occhi, anch'essi neri. A gesti le intima di seguirlo. La accompagna all'esterno, nella grande valle desertica che sono le Terre dell'Est, senza rispondere ad alcuna domanda che la novizia potrebbe porgli. Quantomeno, quando la abbandona nel bel mezzo di quella distesa di sabbia e massi, ormai a diverse centinaia di metri da Staph, col sole più alto che si sta nascondendo dietro una nube, la novizia può ritrovare una faccia conosciuta, amica: suo "padre", o almeno quello che è per lei la cosa più vicina a un padre, Duran. L'alto uomo in nero le si avvicina con un sorriso, tormentandosi la barba appuntita che gli sporge dal mento.
Gemini, mia cara. Mi auguro che la sveglia non sia stata troppo improvvisa.
Il tono è conciliante, caldo quanto la giornata ma senza quell'umidità fastidiosa. La raggiunge e le gira intorno, studiandola, mentre le da il tempo di rispondere.
Sei cresciuta molto. Ricordo quand'eri appena alta così e i tuoi capelli erano di un altro colore. Ah, la nostalgia....
Le fa passare una mano tra i capelli, un tocco leggero, carezzevole, poi pare perdersi nel ricordo. Gli ci vuole un momento per riprendersi.
Ma non ti ho convocata per rievocare i tempi andati. Parliamo del presente: ormai sei una novizia da diverso tempo, e hai fatto ottimi progressi. Penso sia giunto il momento di vedere se sei in grado di mettere in pratica ciò che ti abbiamo insegnato.
Fa una pausa, lasciandole assorbire l'informazione, una ruga profonda sulla sua fronte lo fa apparire preoccupato.
Ho fatto in modo di allestire un test adatto alle tue capacità. Vedrai, non sarà difficile. Consideralo come un... gioco.
Il sorriso ritorna sul suo volto, conciliante.
Il gioco del trono. Vedi, c'è una città laggiù.
Le passa un braccio sulle spalle, mentre con l'altra mano indica un punto. Effettivamente, si intravedono degli edifici in quella direzione.
E' in rovina da molti, molti anni, ormai, ma è perfetta per giocare, no? I tuoi compagni di gioco saranno delle guardie. Ecco, tieni.
Si scosta e le porge un lungo, affusolato bastone di legno scuro, di forma perfettamente cilindrica. Un nastro rosso è avvolto attorno al centro.
Avrete tutti dei bastoni come questo. So che preferiresti la spada, ma rischi di fare troppo male ai tuoi compagni di gioco. E noi non vogliamo che qualcuno si faccia male, vero?
La sua espressione è seria, ma viene presto illuminata da un nuovo sorriso.
Bene. Tu non devi fare altro che sconfiggere alla lotta ogni guardia. Se ci riuscirai, ti darà un indizio su come raggiungere la successiva. L'ultima guardia sarà davanti al Trono, e il tuo obiettivo è sederti su di esso. Se lo farai, riceverai un numero e una spada, e sarai una vera guerriera. Fantastico, nevvero?
Non pareva poi così difficile... giusto?
Domande?
Duran non perdeva il suo sorriso, squadrando la novizia in attesa di sapere se avesse qualcosa da chiedere.

Citazione:Descrivi il tuo incontro con la guardia prima e Duran poi, le sensazioni provate e le emozioni della tua novizia. Hai libertà di parlare negli spazi che ho designato. Puoi fare qualsiasi domanda tu desideri a Duran, ascolterà qualsiasi richiesta. Se non hai domande, semplicemente non farne: dopo che avrai postato toccherà a me e agirò a seconda. Ricorda che GdR-OFF puoi mandarmi un MP se hai dubbi. Grazie e buona missione.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-10-2013, 04:07 AM
Messaggio: #2
Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato (1° persona quindi anche pensato)
Parlato
parlato da altri

Ero seduta sul pavimento nella mia celletta, giocando coi miei capelli mentre guardavo le pareti scavate nella roccia, alquanto spartane. Dopotutto questa è casa mia, può essere brutta, arida e afosa ma a me piaceva. Mi distesi a terra. Ero più apatica del solito, con gli occhi socchiusi, come se fossi stanca anche se non lo ero per niente. Faceva caldo e sentivo uno spiffero di vento entrare dalla porta. Poi d’un tratto bussano. Mi alzo di scatto e mi do una ripulita alla tuta. Ribussano ancora in maniera più insistente. Mi affretto ad aprire la porta ritrovandomi un uomo vestito in nero. Mi fa cenno di seguirlo. Lo faccio automaticamente, senza girarmi per vedere l’interno della mia celletta e chiudo la porta. Questo mentre i capelli si agitano dal vento e inizio a sentire l’afa di casa mia. Credo di capire il perché di questa chiamata. Per questo non faccio domande. Difficilmente le pongo, mi si da un obbiettivo, delle regole e cerco solo di svolgere il mio compito. Automaticamente. Camminiamo per un po’, poi, sempre silenziosamente, mi lascia da sola assieme alla sabbia e al vento. Mi piace sentire i miei capelli che si agitano così. Ma ecco mio padre. Mi sorride. E io ricambio leggermente, cercando di nasconderlo, essendo più preoccupata a fermare i capelli con le mani per poterlo vedere meglio. Si avvicina e inizia a parlarmi.

Gemini, mia cara. Mi auguro che la sveglia non sia stata troppo improvvisa.

A dire il vero non dormivo, pensai…ma non aprii bocca. Mio padre era diverso da tutti gli altri uomini in nero. Mi vuole bene e questo lo sento ogni volta che ci parliamo.

Sei cresciuta molto. Ricordo quand'eri appena alta così e i tuoi capelli erano di un altro colore. Ah, la nostalgia....

E mi tocca i capelli. O meglio me li accarezza un po’. Lì per lì non ci faccio caso. Abbasso lo sguardo, mentre un piccolo sorriso involontario compare. Cerco di soffocarlo ma inutilmente. Diamine, solo con mio padre mi perdo in queste cose. Quantomeno non sento più l’apatia. Anzi mi viene un brivido lungo la schiena. Colpa del vento?

Ma non ti ho convocata per rievocare i tempi andati. Parliamo del presente: ormai sei una novizia da diverso tempo, e hai fatto ottimi progressi. Penso sia giunto il momento di vedere se sei in grado di mettere in pratica ciò che ti abbiamo insegnato.

Ecco. Immaginavo che prima o poi sarebbe arrivato. L’importante è che ad averlo detto sia stato mio padre. Volevo sentire queste parole da lui soltanto. Ormai questo sorriso non riesco più a trattenerlo e inizio pure a mostrargli i denti. Noto la sua preoccupazione. E quella ruga che lo fa sembrare vecchio.

Andrà tutto bene. Glielo dissi con voce decisa, mentre chiudevo gli occhi. Dopodiché il sorriso si tramutò una piccola risata rassicurante.

Ho fatto in modo di allestire un test adatto alle tue capacità. Vedrai, non sarà difficile. Consideralo come un... gioco.

Un gioco? Riaprii gli occhi. Che parola strana...

Il gioco del trono. Vedi, c'è una città laggiù.

Mi indica degli edifici in lontananza. Bene, ho visto dove sono. Però poi quel suo braccio che mi protegge la spalla, quasi fa partire il mio con l’intento di cingergli la sua schiena.

E' in rovina da molti, molti anni, ormai, ma è perfetta per giocare, no? I tuoi compagni di gioco saranno delle guardie. Ecco, tieni.

Ma dura pochi istanti e subito lui si sposta, donandomi un bastone. Con un nastro rosso al centro. Un nastro rosso. Rosso come il bracciale di mia mamma. Ecco che divento seria e il sorriso scompare.

Avrete tutti dei bastoni come questo. So che preferiresti la spada, ma rischi di fare troppo male ai tuoi compagni di gioco. E noi non vogliamo che qualcuno si faccia male, vero?

Altro suo sorriso. Penso che non si tratti di un sorriso rassicurante o amorevole. Credo si tratti di un sorriso di fiducia in me. In ogni caso sono pronta.

Bene. Tu non devi fare altro che sconfiggere alla lotta ogni guardia. Se ci riuscirai, ti darà un indizio su come raggiungere la successiva. L'ultima guardia sarà davanti al Trono, e il tuo obiettivo è sederti su di esso. Se lo farai, riceverai un numero e una spada, e sarai una vera guerriera. Fantastico, nevvero?

Bene, i miei obbiettivi sono le guardie. Non devo fargli troppo male. Devo sedermi su questo trono. Così diventerò una guerriera. Il primo passo per ritrovare mia mamma. Ho pure il nastro rosso sul bastone. Con l’altra mano libera, toccai prima il bracciale e poi il nastro bianco che legava la mia piccola ciocca di capelli biondi. Arrivo mamma.

Domande?

Quante sono queste guardie?

Yoki Utilizzato: 0%
Stato Fisico: Ottimo.
Stato Psicologico: Decisa.
Abilità Utilizzate: Percezione yoki (passiva).
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-10-2013, 11:09 PM
Messaggio: #3
Il Gioco dei Troni [werty85]
Duran continuava a sorridere, ponderando la domanda.
Sono quattro. La prima la troverai all'entrata del villaggio, di fronte alla taverna. Lui ti dirà come raggiungere le altre.
Detto questo sospinse la novizia verso le rovine, sempre con la sua espressione conciliante.
Buona fortuna. Rendimi fiero di te.

Tips:
Citazione:Un gioco? Riaprii gli occhi. Che parola strana...
In effetti, non dovrebbe essere strana affatto, nonostante l'infanzia peculiare la tua pg è stata una bambina, si suppone che sappia cos'è un gioco... tanto più che a inizio post dice di star "giocando" coi suoi capelli. E' un errore di rilevanza minore, ma va segnalato. Ne approfitto per chiederti di scegliere un tempo verbale, perché il continuo passare da passato a presente rende difficile la lettura. Ricorda che per qualsiasi dubbio puoi rivolgerti a Ufizu via MP. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
31-10-2013, 12:24 AM
Messaggio: #4
Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

La lenta e lieve spinta che mio padre mi dà non fa altro che aumentare la sicurezza sulle mie capacità. Mi dirigo verso le rovine. Rilascio liberi i miei capelli e subito il vento li agita, assieme alla sabbia. Le guardie sono quattro. Una alla taverna, un'altra vicina al trono. L’ubicazione delle altre due verrà fuori a tempo debito. Quegli edifici sono delle rovine quindi ottimi luoghi per delle imboscate. So dove si trova la prima guardia e quindi ho un piccolo vantaggio, ma poi sarò io a cacciare o a diventare una preda? Una parte di me vuole che mi volti indietro verso mio padre, anche solo per un attimo. Ma l’altra dice che è meglio andare avanti. E così faccio. Le rovine di quel villaggio sono sempre più vicine.

Ecco l’entrata del villaggio. Potrei cercare di aggirare la guardia posta all’ingresso di queste rovine ma per ora mi fermo un po’ prima. Focalizzo la percezione dello yoki, e cerco di estenderla in tutta l’area del villaggio davanti a me. Forse è inutile farlo ma meglio star sicuri. Gli avversari sono delle guardie ma preferisco evitare spiacevoli sorprese. Anche se queste non possono arrivare da mio padre. E poi sono armata di bastone. Se ci sono yoma credo che una spada me l’avrebbero data. In ogni caso con questo nastro rosso sono sicura di farcela. A proposito, chi ha legato questo nastro al bastone? Sei stata tu, mamma?

Scusami, mamma, ma ora mi devo concentrare sulla percezione dello yoki.

Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Ottimo.
Stato psicologico: Decisa e pronta per lo scontro con la prima guardia.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva -> attiva) cerca di focalizzarla nell’area davanti a sé, con un raggio di 180°.
Cita questo messaggio nella tua risposta
31-10-2013, 04:32 PM
Messaggio: #5
Il Gioco dei Troni [werty85]
Gemini tenta di Percepire qualcosa, ma nonostante la sua abilità non sia certo tra le peggiori delle novizie, non sente nulla. A occhio e croce, il suo raggio d'azione non si estende certo su tutte le rovine, ma ne copre solo una piccola parte. In ogni caso, pare che all'interno di tale zona ci sia un solo Yoki: il suo. A questo punto non le rimane che avvicinarsi, cercando la taverna... oppure cercare di aggirare la guardia passando da un'altra parte.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
31-10-2013, 06:38 PM
Messaggio: #6
Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

Se l’entrata del villaggio è quella, la taverna non può essere troppo distante. Potrei tentare di aggirare la prima guardia. Ma preferisco un approccio diretto, per cui mi incammino verso l’entrata cercando di capire dove sia questa taverna e, soprattutto, la guardia che mi sta aspettando. Mi pare che il vento stia un po’ calando anche se il caldo afoso rimane. Mentre cammino non penso a niente, sono solo concentrata a superare questo primo ostacolo.

Eccola là, dovrebbe essere quella la taverna. Almeno mi pare che lo sia vista la fisionomia dell’edificio e dalla vecchia insegna arrugginita che pendeva sopra l’uscio. Bene, dov’è questa guardia? Intanto con la mano libera mi tocco la mia ciocca di capelli tenuta assieme dal nastro bianco.

Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Ottimo.
Stato psicologico: Pronta allo scontro. Concentrata.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-11-2013, 10:55 AM
Messaggio: #7
Il Gioco dei Troni [werty85]
Gemini sceglie lo scontro diretto: si avvicina quindi all'entrata della città e trova rapidamente la taverna, unico edificio il cui secondo piano - ancora parzialmente in piedi - svetta sulle case circostanti, facendo pendere un'insegna illeggibile sopra una porta... che non c'è, anche se ne rimangono i cardini arrugginiti. Proprio in quell'incavo, le ombre danzano in maniera strana: a un'occhiata più attenta, la novizia si accorge che c'è un uomo tutto vestito di nero, con un bastone nero, in attesa proprio lì. Vedendola, fa due passi avanti e si volta nella sua direzione, mettendosi in guardia.

Tips: Attenzione all'autoconclusività: mai dare per scontato il risultato di un'azione, e mai descriverlo come certo. In questo caso, hai trovato la taverna da solo. Ma se io avessi voluto fartela cercare ancora? Semplice: avrei ignorato il tuo post e continuato come se niente fosse. Non l'ho fatto perché questa volta era plausibile, ma rimane un errore di autoconclusione e devi farci attenzione perché è uno dei più gravi. Tanto per completezza, segnalo anche che hai fatto invece bene a scrivere che "ti pare" che il vento cali (mentre invece non cala, ma è una tua impressione) mentre invece per l'insegna "arrugginita" non è proprio esatto, dato che è in legno. Ma questi non sono errori, sono consigli personali.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-11-2013, 06:40 PM
Messaggio: #8
Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

Ecco la guardia. Bene. Tocco rapidamente una ciocca di capelli con la mano sinistra e, contemporaneamente, lo fisso con degli occhi sgranati. Il vento e l’afa non esistono più nella mia mente. Ma noto che per i miei capelli non è così, quasi come se fossero un' aura bionda e protettiva intorno a me, li sento agitati dal vento. Il che mi piace. Un istante, una frazione infinitesimale di tempo per trovare un suo punto debole. Ma senza far troppo male. Proprio dopo quell’istante, libero un po’ di yoki, quanto basta per cambiare il colore ai miei occhi. E scatto in avanti, portandomi alla sua destra, cercando di colpire in sequenza il suo braccio destro e la gamba destra. Scontro frontale dunque. Non un piano raffinato e ponderato ma volevo vedere quali erano le mie vere capacità, contando che in futuro potrei trovarmi in situazioni ben peggiori.

Yoki utilizzato: 10%
Stato fisico: Ottimo. Iridi dorate e restringimento della pupilla.
Stato psicologico: Combattiva. Concentrata nel colpire l’avversario nel punti prestabiliti così da superarlo agevolmente.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-11-2013, 12:25 PM
Messaggio: #9
Il Gioco dei Troni [werty85]
Forte di una piccola quantità di Yoki, Gemini si lancia alla carica, cercando di colpire il lato destro della guardia. L'attacco al braccio viene parato dal bastone dell'accolito, alzato appena in tempo, ma lei non demorde e colpisce la gamba. L'uomo, con un livido che cresce poco sotto al ginocchio, non da segni di volersi arrendere: cerca anzi di approfittare del fatto che il bastone della novizia è in basso per menare un colpo alla spalla sinistra di lei, aiutandosi con la mano sinistra.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-11-2013, 07:35 PM
Messaggio: #10
Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

Merda. Avrei preferito colpire il braccio invece che la gamba. Poco male, quel livido dovrebbe farlo zoppicare un poco. In ogni caso quest’attacco non è proprio da buttare anche se era scontato. Ma il mio avversario non da segni di resa. Anzi, contrattacca. Altro istante per decidere (istintivamente) cosa fare: questa volta non si tratta di scegliere fra destra o sinistra. Salto in avanti, quasi disperatamente. Potrei portarmi alle sue spalle e colpire l’altra gamba, la sinistra, con tutta la mia forza, se la troppa foga non mi fa allontanare troppo da lui. O comunque potrei colpirlo, non importa dove. Mal che vada dovrei riuscire a schivare il suo attacco e, nel caso non possa attaccare di nuovo, avrei il tempo necessario per liberare un altro po’ di yoki, così da avere un ulteriore vantaggio su di lui.

Eppure, in mezzo a questo scontro mi accorgo di due cose. La prima: durante il mio attacco, gli lancio uno sguardo imbronciato dritto nei suoi occhi. Forse avrei dovuto guardarlo con più cattiveria, sperando che i miei occhi dorati potessero provocargli un po’ di paura, ma credo che tutte le guardie, o quasi, siano immuni a queste tattiche. La seconda è che i miei lunghi capelli biondi mi “seguono” come se fossero una fiamma benevola, dei compagni di giochi. Che stupida, come posso pensare ai miei capelli durante questo scontro? Non distraiamoci, se esito potrebbe farmi male.


Yoki utilizzato: 10%
Stato fisico: Ottimo. Iridi dorate e restringimento della pupilla.
Stato psicologico: Decisa nell’evitare il contrattacco saltando in avanti per poi colpire di nuovo. Si sente “protetta” dai suoi capelli.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Cita questo messaggio nella tua risposta
31-01-2014, 02:36 PM
Messaggio: #11
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Voltatasi, Gemini torna all'attacco scagliandosi addosso al proprio avversario, tentando di sfidarlo con gli occhi nella speranza di impressionarlo. Non riesce a capire se la tattica riesce, ma il successivo colpo alla gamba sinistra arriva a bersaglio, per quanto di striscio. La guardia non demorde e torna a girarsi per affrontarla, stavolta sollevando il bastone e mettendosi in guardia: a lei la prossima mossa.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-02-2014, 04:25 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 05-02-2014 04:28 AM da werty85.)
Messaggio: #12
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

Chiudo un attimo gli occhi. Potrei raccogliere un pò di sabbia con la mia mano e gettargliela negli occhi...è giocare sporco ma probabilmente sarà efficace.
Contando la mia piccola quantità di yoki liberata, dovrei correre velocemente, allondanandomi da lui, così da non far vedere che raccolgo la sabbia. Poi tornare sferrando un altro attacco frontale e cercando di colpire i suoi occhi con la sabbia nell'altra mano.
Proprio la taverna dovrebbe essere ottima per questo scopo. Inoltre il suo stare difensivo fa si che sia io a prendere l'iniziativa per forza.
Bene. Farò così...

Di scatto cerco un punto dietro la taverna dove i suoi occhi non possono vedere, raccolgo della sabbia e altrettanto velocemente vado contro di lui tenendo il bastone sulla mano destra e la sabbia su quella sinistra. L'attacco col bastone è un semplice colpo da sinistra verso destra, in orizzontale. Paradossalmente spero che pari l'attacco, così sarà leggermente sbilanciato a sinistra, lasciando il suo fianco destro sguarnito. In questo modo gli lancio la sabbia neglio occhi sperando di colpirlo. E se tutto va bene, sarà facilissimo metterlo fuori gioco.


Yoki utilizzato: 10%
Stato fisico: Ottimo. Iridi dorate e restringimento della pupilla.
Stato psicologico: Contenta di avere avuto l'idea della sabbia e di giocare sporco. Decisa e risoluta nell'attuare il suo piano il meglio possibile.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).


PS: scusate il ritardo. Magari sarò arrugginito su questo gdr, soprattutto sull'autoconclusività. Corriggeretemi nel caso ^^
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-02-2014, 10:17 AM
Messaggio: #13
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Gemini ha un'illuminazione e si ritira dietro la taverna, cercando della sabbia con cui accecare l'avversario. Raccoltane una manciata, torna alla carica, e come previsto il suo attacco piuttosto semplice viene parato. Tuttavia il diversivo è efficace e la sabbia centra in pieno negli occhi il nemico, che arretra confuso, senza però lasciar andare la propria arma. E' l'occasione che la novizia stava cercando: come la sfrutterà?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-02-2014, 12:17 AM
Messaggio: #14
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri


Bene, ha funzionato!
Ora che non può difendersi o attaccare, posso decidere che fare: lo colpisco alle mani così da tramortirle e fargli cadere il suo bastone, oppure alle gambe cosi da impedirgli i movimenti...o anche entrambe ma vista la rapida successione probabilmente saranno colpi meno potenti.
E sia...decido di colpirlo alle mani sperando che lasci cadere il bastone. Se riesco, lo colpisco successivamente alle gambe e poi alla bocca dello stomaco...dovrebbe essere sufficiente per metterlo fuori gioco.


Yoki utilizzato: 10%
Stato fisico: Ottimo. Iridi dorate e restringimento della pupilla.
Stato psicologico: Risoluta e fredda nell'attuare il suo attacco, sfruttando la temporanea cecità della guardia.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
15-02-2014, 04:58 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-02-2014 04:59 PM da Narratore.)
Messaggio: #15
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Sfruttando il momentaneo vantaggio, Gemini colpisce la guardia alla mano del bastone, facendole perdere la presa. Prima ancora che l'arma tocchi terra, infierisce con un colpo al retro del ginocchio, sbilanciando l'uomo. Tuttavia, il terzo attacco alla bocca dello stomaco ha un risultato imprevisto: il suo avversario si lascia cadere su un ginocchio - quello ferito, il sinistro - e così il bastone della novizia arriva all'altezza delle spalle. Con un rapido movimento della mano sinistra, la guardia lo blocca prima che possa arrivare a colpirla, mentre con l'altra mano cerca a tentoni il bastone. Pare che stia riacquistando la vista, quindi Gemini deve sbrigarsi a metterlo fuori combattimento....

Citazione:NOTA: il limite di tempo per postare è di 72 ore (3 giorni). Per quanto in una quest in solitaria questo limite conti solo relativamente, dato che non ci sono compagni da far aspettare, ti pregherei di rispettarlo, per correttezza nei miei confronti, o quantomeno di segnalare eventuali assenze/ritardi. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
16-02-2014, 07:49 PM
Messaggio: #16
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

L'attacco non è andato proprio come avevo previsto. Dopotutto non sempre è così e bisogna sempre adattarsi agli imprevisti...ecco che mente la guardia cerca il suo bastone, d'istinto, gli tiro una ginocchiata al suo naso, con tutta la mia forza, sperando di metterlo definitivamente fuori gioco. Non devo esagerare però, non devo ucciderlo...un naso rotto e la guardia KO può bastare.
Questo combattimento è durato sin troppo...

Yoki utilizzato: 10%
Stato fisico: Ottimo. Iridi dorate e restringimento della pupilla.
Stato psicologico: Fredda e istintiva nello sferrare la ginocchiata in faccia alla guardia.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-02-2014, 10:27 AM
Messaggio: #17
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
La rapida reazione di Gemini stende la guardia magistralmente, senza farle troppo male - se si considera un naso rotto come "non troppo male" - e mettendola fuori combattimento. Il bastone della novizia finisce a volare a poca distanza, ma lei potrebbe sempre recuperare quello della guardia. Dopodiché, dovrà trovare il prossimo indizio. Dato che la guardia è KO, in qualche modo dovrà arrangiarsi a scoprirlo... forse l'uomo ha un messaggio con sé?

Citazione:Mi scuso per il ritardo, ma il forum ieri aveva problemi tecnici. Sono stato costretto ad aspettare. 
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-02-2014, 08:49 PM
Messaggio: #18
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

Perfetto. O quasi...visto che mettendo la guardia al tappeto, priva di sensi, non posso avere l'indizio che mi doveva dare direttamente. Per cui penso che cercherò nelle sue tasche, se ne ha...oppure potrebbe quest'indizio potrebbe essere presente nel suo bastone, magari legato...chissà, intanto cerco e vediamo cosa ne vien fuori. Non vorrei trovarmi a un punto morto per una mia disattenzione.
Ma prima raccolgo il mio bastone. E' sempre buona cosa farsi trovare armati in un eventuale agguato...

Yoki utilizzato: 10% ---> 0%
Stato fisico: Ottimo. Le iridi degli occhi tornano ad essere normali.
Stato psicologico: Curiosa ma anche leggermente preoccupata nel cercare l'indizio della guardia.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-02-2014, 10:06 AM
Messaggio: #19
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Gemini cerca nelle tasche della guardia svenuta, trovando effettivamente un biglietto che recita: "Trova l'incudine e il martello, poi gira verso la spiga di grano: lì sarà la guardia del sovrano."
Recuperato il bastone, ora la novizia può iniziare la sua ricerca: guardandosi intorno, vede che essenzialmente ha due opzioni. Di fronte a lei, oltre la guardia, si apre un'ampia via che porta in quella che sembra una piazza. Alcune insegne pendono mestamente da vecchi muri, altre sono cadute in terra e mezze marce. Dalla parte opposta, dietro di lei, la strada svolta a sinistra dove un palazzo un tempo imponente ma ora mezzo distrutto fa angolo. A lei la scelta.

Citazione:Oltre che scegliere la strada, puoi compiere altre azioni, basta che non siano autoconclusive e che rispettino la descrizione che ho dato.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-02-2014, 07:30 PM
Messaggio: #20
RE: Il Gioco dei Troni [werty85]
Narrato/pensato
Parlato
Parlato da altri

uhm...incudine e martello? Che sia il vecchio edificio del fabbro di questa città? E questa spiga di grano? Una vecchia fattoria o granaio? Odio gli indovinelli...forse andando verso la piazza potrei avere una visione migliore di questa città. Mal che vada torno indietro per tornare a visitare quel palazzo in rovina. Ma poi non è detto che "incudine e martello" si riferisca proprio a un fabbro...forse è un armaiolo. Chissà...magari osservando con attenzione le insegne potrei capirci qualcosa. Di sicuro posso subire un agguato, per cui avanzo con molta attenzione, ma senza usare i miei poteri...non ancora almeno.

Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Ottimo.
Stato psicologico: Dubbiosa sulla strada intrapresa.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)