Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Juliet [Ophelia] Berserker
25-11-2018, 03:18 PM
Messaggio: #21
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Era proprio una bella giornata, finché Duran non è arrivato a rovinargliela. Stava saltellando in giro come al suo solito, era riuscita a imbattersi in una delle grosse lucertole che si aggirano per il deserto dell'Est e si era messa ad inseguirla - con tutta calma - per il Quartier Generale... chiunque altra si sarebbe persa, ma lei tanto non sapeva mai bene dov'era, quindi la definizione più corretta sarebbe stata "errante". Se ci avesse pensato, probabilmente le sarebbe suonato bene, ma era troppo impegnata a controllare il passo. E poi, all'improvviso, ecco spuntare quest'accolito troppo cresciuto che decide di interrompere la sua battuta di caccia! Che onta! Che affronto! Eppure le tocca obbedire. Poveretta! E' talmente scioccata che fino all'arrivo in arena non fa altro che fissare il vuoto, o meglio, la schiena di Duran. Ma quando sono lì, ehi, che bella sorpresa! Un'altra guerriera con cui giocare. Lui le ha spiegato molto bene cosa fare con lei, e va bene, sarà una noia mortale... ma meglio di niente! Non certo meglio della lucertola, ma... meglio di niente! Già.
Ehi! Tu chi sei? Cosa stai facendo? Mh? Mh? No, non dirmelo! Lo so, lo so. Stavi decidendo la tua coreografia per il ballo di domani! Haha! Ti ho scoperta! Ora devo punirti per averlo fatto tutto da sola in segreto!
Le ha chiesto o non le ha chiesto di attaccarla? Sì, l'ha fatto. E allora bisogna attaccarla, no? E' un attimo: la piccoletta le arriva alle spalle e le dà un bel calcio dietro a un ginocchio. Non esagerare, ha detto Duran, e lei fa il possibile... ma se deve attaccarla deve attaccarla! Insomma, no? Si fa quel che si deve, ecco.
Ti basta così? Eh? Devo insegnarti ancora che devi venire da me per consigli sul ballo?
Piroetta, capriola, salto mortale ed è di nuovo al punto di partenza, ma ora finalmente può guardare l'altra guerriera dall'alto in basso. Che gioia, che felicità! Peccato che ora le tocchi aspettare di vedere se le ha rotto qualcosa.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-11-2018, 06:28 PM
Messaggio: #22
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

"Ehi! Tu chi sei? Cosa stai facendo? Mh? Mh? No, non dirmelo! Lo so, lo so. Stavi decidendo la tua coreografia per il ballo di domani! Haha! Ti ho scoperta! Ora devo punirti per averlo fatto tutto da sola in segreto!"
Juliet guardò un po' perplessa la guerriera sconosciuta, che pareva essersi improvvisamente rianimata. Le avevano mandato una compagna matta?
"Capisco..."
Una guerriera gracilina e all'apparenza un po' fuori di testa mandata da sola contro una numero 22 in procinto di provare un'abilità così instabile e potenzialmente pericolosa per entrambe... Doveva essere un numero singolo.
Aveva sentito delle storie sul numero 4 in particolare, e su quanto fosse sfortunato. Si diceva che tutte le guerriere con quel numero fossero state matte. Aveva indovinato? Quella lì era più forte anche di Andrea e Camillah?
"Va bene."
Forse un avversario del genere era proprio quel che le ci voleva. Abbastanza forte da metterla in difficoltà e abbastanza forte da respingerla se le cose fossero andate male.
Data la situazione, Juliet decise di darsi un piccolo aiuto e portare lo Yoki al 30%: era un livello sicuro, abbastanza da darle quel poco di euforia, e se avesse subìto rilasci spontanei di energia sarebbe stata in grado di correre ai ripari velocemente. Inoltre voleva provare a sbloccare l'abilità con molto meno del 70% in corpo.

Aveva chiesto alla piccoletta di attaccarla per prima, e lei l'aveva fatto. Juliet aveva una mezza sicurezza che la ragazzina fosse una di quelle di tipo Agilità, più veloci che forti, ma non doveva abbassare la guardia in ogni caso.
Vide l'avversaria arrivarle alle spalle. Questo attacco non l'avrebbe evitato. Le sarebbe servito a testare la forza e la velocità del nemico... e la reazione che avrebbe suscitato in lei.


Citazione:Yoki utilizzato: 0%>30%
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Concentrata
Punti limite: 16,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-11-2018, 07:33 PM
Messaggio: #23
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Duran spera vivamente che l'avversaria di Juliet sappia trattenersi, perché quando la vede sparire dalla sua vista potrebbe succedere di tutto. Fortunatamente, Aracne non è dotata di una forza spaventosa, quindi l'altra guerriera dovrebbe essere relativamente al sicuro. Questo però non vuol dire che ne uscirà illesa, soprattutto se chiede lei stessa di essere colpita. In effetti, anche se Juliet avesse provato ad evitare il primo attacco, non ci sarebbe riuscita: in un attimo si rende conto che l'avversaria è talmente veloce da sfuggire al suo sguardo, e prima che possa metterla a fuoco di nuovo sente un dolore improvviso dietro il ginocchio destro ed è costretta a piegarsi a terra, anche se non ha nulla di rotto o danneggiato seriamente. Duran non le ha certo messo contro una novellina: d'altra parte, non ci tiene a vederla fare a pezzi una povera indifesa, il suo obiettivo è capire fino a che punto può arrivare Juliet con quello che ha appena imparato su se stessa e il suo Yoki.
Capisco che tu intenda mettere alla prova la tua avversaria, ma ti assicuro che Aracne non avrà problemi a tenerti testa durante la prova. Ti consiglio di evitare di provocarla e impegnarti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-11-2018, 06:09 PM
Messaggio: #24
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Juliet si piegò, mezza dolorante per il colpo dietro al ginocchio. Era il tipo di stimolo che aveva aspettato: il dolore, sottile ma penetrante come tante piccole punte di spillo, mandò un segnale ai suoi nervi; questo le arrivò al cervello come un offuscamento rossastro, un improvviso moto di rabbia che portò la guerriera ad irrigidirsi e ringhiare.
Un'altra cosa positiva era il fatto che la piccoletta non le avesse rotto niente... Ci aveva messo la forza giusta da darle gli stimoli che cercava, e al tempo stesso tenerla ancora in piedi e in grado di combattere. Ottimo lavoro, ragazzina.
"Capisco che tu intenda mettere alla prova la tua avversaria, ma ti assicuro che Aracne non avrà problemi a tenerti testa durante la prova. Ti consiglio di evitare di provocarla e impegnarti."
"So quello che faccio" replicò Juliet, voltandosi per ritrovarsi faccia a faccia con la sua avversaria.
Adesso aveva davvero capito. Non era solo il contatto fisico: ogni volta che veniva colpita, Juliet provava rabbia. Quella frustrazione era la chiave! In pratica, doveva essere sopraffatta così da incazzarsi come una iena e arrivare ad usare l'abilità per davvero.
Juliet avrebbe sfoderato la spada da allenamenti e sarebbe poi scattata in avanti, facendo del suo meglio per colpire l'avversaria con diversi fendenti diretti alle spalle, al torso e ai fianchi. Sarebbe andata avanti come una macchina, cercando di seguire Aracne negli eventuali spostamenti e colpirla almeno una volta.
Sapeva che la piccoletta fosse molto più veloce di lei, ma non poteva certo stare lì con le mani in mano. Inoltre, il provarci per poi fallire le avrebbe dato maggiormente la sensazione di estrema difficoltà che cercava. Comunque fosse andata, sarebbe stato un successo.


Citazione:Yoki utilizzato: 30%
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Attiva, concentrata
Punti limite: 18/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna

Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-11-2018, 05:50 PM
Messaggio: #25
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Duran resta a guardare, per quanto normalmente avrebbe avuto da ridire sul tono di Juliet: evidentemente dev'essere un effetto collaterale della sua abilità... o almeno così lo vuole giustificare. In ogni caso, la guerriera si lancia addosso alla sua avversaria come una furia, menando fendenti che sarebbero in grado di farle non poco male nonostante siano vibrati con una spada smussata. Sarebbero, perché Aracne non ha alcun problema a evitarli. Dal suo punto di vista, l'accolito intuisce che la rapidità e potenza dei colpi è superiore a quella che ci si aspetterebbe, ma in fondo non ha scelto la poco affidabile piccoletta per niente: aveva bisogno di qualcuno che gli permettesse di testare una capacità di controllo dello Yoki potenzialmente letale per il nemico senza... be', senza farsi ammazzare. Il punto è che Juliet non sembra nemmeno sfiancarsi: certo, la sua avversaria non reagisce - come da ordini - ma normalmente qualcuno dovrebbe stancarsi di menare colpi al vento in quel modo... eppure niente, lei continua imperterrita, feroce, quasi posseduta da una furia combattiva che non le permette di fermarsi nonostante si renda conto di non poter colpire. O forse il suo inconscio le suggerisce che per la legge dei grandi numeri prima o poi andrà a segno. In ogni caso, l'accolito si rende conto dopo qualche tempo che Juliet sta... crescendo. Anche se aveva rilasciato soltanto una piccola parte del suo Yoki, insufficiente a ingrossare i propri muscoli, ora essi stanno lievitando quasi di propria volontà. Ovviamente, la cosa non gli piace: significa che lo Yoki sta aumentando spontaneamente, a meno che la ragazza non ci abbia messo lo zampino.
Juliet! Attenta al tuo Yoki, ti sta sfuggendo!


Citazione:Per semplicità ho velocizzato il rilascio spontaneo dello Yoki in questo caso. Non mi sembrava opportuno farti andare avanti per quattro turni solo per arrivare a questa situazione. Se hai dubbi in merito, basterà inviarmi un MP. Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-11-2018, 06:47 PM
Messaggio: #26
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Juliet colpiva e colpiva, senza fermarsi. La sua mente sembrava esclusivamente impostata su quello. La piccoletta stava riuscendo ad evitare ogni attacco, come previsto; ma la cosa non faceva altro che alimentare la furia della numero 22, la quale in risposta cercava di spingersi sempre più in là, di comandare il suo corpo a dare di più, molto di più rispetto alle sue potenzialità.
La sua parte razionale sapeva che l'avversaria fosse molto al di fuori delle sue capacità, ma Juliet sembrava non dargli retta. Al momento riusciva a sentirla a malapena, come una vocina microscopica e irrilevante.
Era come un cane da caccia che inseguiva la sua preda. Non c'era traccia di ironia nel suo volto, neanche un mezzo sorriso, un luccichio negli occhi, qualcosa che la ricordasse. C'era solo puro istinto distruttivo. Zanne scoperte, sguardo assente che rifletteva una momentanea assenza di coscienza, occhi la cui unica luce proveniva dalla rabbia cieca e la concentrazione sulla piccoletta di fronte a lei. Un unico pensiero per la testa: farle male.
Juliet non registrò il fatto che la sua forza e la sua velocità fossero già aumentate rispetto alla sua norma, né che tutto quel colpire non la stesse stancando... né tantomeno che il suo corpo si stesse ingrossando senza che lei avesse deciso di liberare più Yoki.
"Juliet! Attenta al tuo Yoki, ti sta sfuggendo!"
La voce dell'accolito la scosse improvvisamente dal torpore, spaventandola: i suoi occhi guizzarono sulle proprie braccia ingrossate e la guerriera si fermò di colpo.
Cercò di riprendere fiato, ma le risultava difficile. Anche se cercava di stare ferma c'era qualcosa di invisibile che la tirava, la spingeva, le urlava di continuare, che non era ancora finita e che doveva andare avanti ad ogni costo.
Capendo che avrebbe dovuto fare qualcosa per fermarsi, e farlo subito, la guerriera ricordò un altro particolare del precedente "allenamento interiore".
"Fai qualcosa di non previsto, fai qualcosa di non previsto..."
Qualcosa di non previsto.
Quello, e non avere paura di farsi male.
Così Juliet rivolse una mano contro di sé e la avvolse intorno al proprio collo in una solida morsa; cominciò a stringere e a premere contro la trachea, e lasciò la presa solo quando riuscì a sentire il proprio battito tambureggiarle contro le tempie e la vista annebbiarsi.
Avrebbe poi cercato di manipolare lo Yoki e vedere se fosse riuscita a riportarlo indietro al 30% originario.
La strana tattica avrebbe funzionato?


Citazione:Yoki utilizzato: 30%>50%
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Concentrata, furiosa
Punti limite: 20,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-11-2018, 10:07 PM
Messaggio: #27
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Quando Juliet rivolge la propria mano libera contro se stessa, perfino Aracne ne rimane sorpresa. Duran è in piedi sugli spalti, visibilmente preoccupato, ma la lascia fare: gli è sembrato che la decisione sia stata... in qualche modo razionale, se non ragionata. E in effetti, forse per la mancanza di energie forse per l'improvvisa frenata nell'assalto irrefrenabile in cui si stava perdendo, la guerriera riesce, dopo essersi quasi strangolata da sola, a riprendere un controllo sufficiente a ridurre la quantità di Yoki che ha in corpo. Tuttavia, anziché farlo piano piano come previsto, si sente come... svuotata, e d'un tratto tutta la forza demoniaca la abbandona, quasi schifata dalla scelta compiuta. Un altro problema con cui Juliet dovrà fare i conti, pare....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
01-12-2018, 06:18 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 01-12-2018 06:23 PM da Ophelia.)
Messaggio: #28
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Con un ginocchio a terra, tra diversi colpi di tosse e tentativi di riprendere fiato, Juliet cominciò a fare i conti con l'accaduto. Sebbene fosse riuscita a fermare la bestia che la stava manipolando, spaventata dall'imprevisto rilascio spontaneo di Yoki, e avesse cercato di tornare al suo 30% voluto, era confusa da come l'energia demoniaca l'avesse abbandonata di colpo.
Era tornata umana da un momento all'altro, senza il processo graduale di sempre. Non le era mai successo.
Juliet rantolò e si schiarì la voce, rialzandosi lentamente per evitare che le temporanee vertigini, causate dall'aver privato il suo cervello di ossigeno per una ventina di secondi, la facessero ricadere a terra.
"Come... è andata?" - chiese incerta all'accolito, la voce poco più bassa del solito. Voleva sentire un parere esterno. A lei era sembrato di esserci riuscita: ricordò di aver notato i suoi sensi e le capacità fisiche aumentare, si era sentita instancabile e completamente concentrata sull'avversaria, come se dovesse sconfiggerla ad ogni costo e nient'altro al mondo fosse più importante. Peccato che non ci fosse riuscita... non ancora.
"Posso rifarlo", avrebbe detto poi con maggiore sicurezza. Non si sarebbe di certo arresa così, non proprio adesso che era praticamente arrivata a toccare con mano il suo obiettivo. Era il momento giusto per insistere.


Citazione:Yoki utilizzato: 50%>0%
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Confusa dall'accaduto, pronta a riprovare
Punti limite: 20,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-12-2018, 01:14 AM
Messaggio: #29
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Duran si prende qualche momento per valutare la risposta da dare, mentre Aracne gira intorno a Juliet, osservandola con la morbosa curiosità di una bambina di due anni. Alla fine, l'accolito tira un lungo sospiro e fa spallucce.
Credo che se il tuo obiettivo era di regredire a uno stato pressoché animalesco, sia riuscito in pieno. Tuttavia mi permetto di sconsigliare l'utilizzo prolungato di una cosa del genere: è evidente che il tuo stato mentale autoindotto sia... come posso dire? Semplicemente incapace di tenere sotto controllo il rilascio dello Yoki. Penso di non doverti dire quanto ciò sia pericoloso, perciò... puoi fare un altro tentativo, ma sarà a tuo rischio e pericolo. Se Aracne anche solo pensa che tu stia per superare il limite, non esiterà a risolvere il problema alla radice. Tutto chiaro?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-12-2018, 06:07 PM
Messaggio: #30
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

"Credo che se il tuo obiettivo era di regredire a uno stato pressoché animalesco, sia riuscito in pieno. Tuttavia mi permetto di sconsigliare l'utilizzo prolungato di una cosa del genere: è evidente che il tuo stato mentale autoindotto sia... come posso dire? Semplicemente incapace di tenere sotto controllo il rilascio dello Yoki. Penso di non doverti dire quanto ciò sia pericoloso, perciò... puoi fare un altro tentativo, ma sarà a tuo rischio e pericolo. Se Aracne anche solo pensa che tu stia per superare il limite, non esiterà a risolvere il problema alla radice. Tutto chiaro?"
Juliet annuì con decisione. Provava sentimenti contrastanti al momento: era felice di esserci riuscita, preoccupata del rilascio di energia sfuggito al suo controllo, nervosa del doverci riprovare sperando che fosse la volta buona. Ma in generale poteva dirsi su di giri. Lo Yoki era un ottimo antidepressivo.
"Non supererò il limite", affermò con determinazione.
Era la prima volta in assoluto che aveva liberato Berserker, ci stava che avesse fatto un piccolo errore. Era una nuova abilità, distruttiva e pericolosa, e in fin dei conti è la pratica a rendere perfetti. Le mancava tanto così dal metterla a punto per bene, non sarebbe uscita da quel posto senza averlo fatto. Berserker le serviva. Doveva farla sua.

Stringendo la spada tra le mani si sarebbe voltata verso Aracne e avrebbe ricominciato ad attaccarla, discendendo nuovamente nello stato mentale meno cosciente e più violento che era terreno fertile per Berserker, passo dopo passo. Stavolta sarebbe stato più difficile stare al passo con la piccoletta, dato che non avrebbe liberato Yoki per il momento. Voleva capire se fosse possibile arrivarci anche allo 0%; solo nel caso in cui non avesse funzionato sarebbe stata pronta a rilasciare più energia.
Era sicura che un'abilità del genere comportasse in qualche modo un rilascio spontaneo di flusso demoniaco, perciò si aspettava che arrivasse da un momento all'altro; e partendo da un livello così basso si assicurava di riuscire a controllarsi. Era il momento di prendere le redini della bestia.


Citazione:Yoki utilizzato: 0%
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Determinata
Punti limite: 20,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-12-2018, 09:45 PM
Messaggio: #31
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Il secondo tentativo di Juliet parte in modo diverso dal primo, e inizialmente è decisamente deludente: Aracne si lascia addirittura sfuggire uno sbadiglio da quanto è facile evitare i suoi attacchi... e d'altra parte alla guerriera non sembra affatto di star ottenendo risultati comparabili a quelli di prima. Ci vuole qualche tempo prima che lo Yoki reagisca al suo stato mentale e ricominci a darsi da fare: gli occhi di Juliet si tingono d'oro e finalmente si inizia a percepire una differenza, tanto che la sua avversaria quasi deve impegnarsi per schivare il primo attacco. Ragionando a mente fredda, la ragazza potrebbe facilmente tirare le somme: dev'essersi spossata durante il primo tentativo, tanto da non poter più contare sulla sua nuova mossa per qualche tempo; inoltre sembra che un rilascio di Yoki sia necessario al corretto funzionamento della tecnica. Questo è ciò che può concludere Duran, che decide di osservare i risultati del secondo tentativo con maggiore attenzione.

Citazione:Di nuovo, per evitare allungamenti inutili nell'addestramento, ho preferito concludere il periodo di recupero in un unico post. Ora Juliet è al 10% di Yoki rilasciato e Berserk sta funzionando correttamente: sta a te decidere se preferisci gestirla turno per turno o se vuoi piuttosto fare un post più esteso e lasciare a me la conclusione. Mandami un MP con la tua decisione (anche dopo aver postato, basta che siamo entrambi sicuri di quale opzione hai scelto). Grazie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-12-2018, 08:58 PM
Messaggio: #32
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Stavolta fu più difficoltoso arrivarci, ma Juliet iniziava decisamente a prenderci la mano. Era come se riuscisse a visualizzarla, come se Berserker avesse una forma fisica e tangibile via via più chiara ai suoi occhi. Riusciva a vedere una grande ombra dentro di sé, la vedeva alzarsi in piedi e uscire allo scoperto da un angolo buio, e la sua figura si faceva sempre più chiara, i contorni delineati si staccavano da quel buio pesto e assumevano una loro forma; del fumo innaturale di colore rossastro la avvolgeva, incostante nell'emissione e non abbastanza denso da coprirla.
La figura era enorme e minacciosa... e aveva il potenziale per mettere in difficoltà persino un numero singolo. Ma non poteva essere lasciata lì allo stato brado, certo che no. Aveva bisogno di essere controllata. Aveva bisogno di catene.
E Juliet gliele avrebbe messe.

Gli occhi della guerriera si colorarono d'oro, suggerendo che ci fosse stato un rilascio spontaneo del 10%, ma stavolta era diverso. Juliet si sentiva più a suo agio, più cosciente, più vicina alla sensazione di "perdita di controllo controllata" che cercava dall'abilità. Si sentiva più leggera, ma anche più forte.
Era il suo istinto a dirglielo: stavolta stava andando tutto bene. Era questo il modo giusto. Non avrebbe superato il limite. Aveva il controllo.
Mossa da una nuova euforia e determinazione Juliet avrebbe continuato a cercare di colpire Aracne, approfittando dei nuovi limiti in cui riusciva a spingere il proprio corpo. Sensi più ricettivi, una prestanza fisica al di fuori delle sue normali capacità, un senso di affaticamento nettamente minore, un focus assoluto e totale sull'avversario. La voglia di fare il culo ad Aracne si era riaccesa nel suo animo, come una candela nel buio totale: Juliet capì che quel desiderio insaziabile di sopraffazione e sottomissione della "preda" fosse parte integrante di Berserker; ma non si fece problemi ad accettarlo, ora che sapeva di potersi fermare in extremis prima di scivolare nel territorio "omicidio".
Se non altro, sapeva già di poter saltare gli allenamenti individuali del giorno seguente... Cosa sarebbero state 500 flessioni paragonate a questo?



Citazione:Yoki utilizzato: 0%>10% (spontaneo)
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Euforica, concentrata
Punti limite: 21,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-12-2018, 04:14 PM
Messaggio: #33
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Duran osserva con attenzione, dato che Juliet non sembra ancora avere un controllo completo sul suo rilascio di Yoki. Certo, i risultati sono evidenti: la guerriera riesce a ottenere più delle altre con meno energia demoniaca in corpo... ma i rischi sono altrettanto ovvi, e personalmente non gli piace troppo l'idea di vedere qualcuna spingersi verso il limite da sola, quasi morbosamente. In ogni caso, per il momento pare che Juliet abbia raggiunto un livello di controllo accettabile: l'accolito si rende conto che lo Yoki non sta aumentando, o almeno non alla velocità di prima. Certo, la guerriera non colpirà mai la sua avversaria, ma lui ha scelto Aracne apposta....

Citazione:Come previsto dall'Abilità, Juliet rilascia un altro 5% di Yoki spontaneo, arrivando a 15%.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-12-2018, 09:36 PM
Messaggio: #34
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Ogni istante che Juliet passava in quello stato senza dare di matto, le catene al collo della bestia si stringevano sempre di più. Questo aumentava l'euforia della ragazza, la quale si slanciava in un affondo più energico o un calcio sferrato con più velocità... ma continuava a sentirsi al sicuro rispetto a prima.
Stavolta percepì chiaramente quel 5% di Yoki in più rilasciato spontaneamente, e continuava a capire davvero come funzionasse. Era così che doveva essere, e tale consapevolezza riusciva a tenere Juliet ben lontana dallo stato di panico in cui era sprofondata la prima volta.
Era un carro in discesa, ma il suo piede era ben posizionato sul freno, pronto a fermarsi qualora fosse stato necessario.
Senza la paura del risveglio a frenarla, la guerriera poteva sentirsi più libera nel lasciarsi andare e farsi guidare dagli istinti. La forza dell'avversaria e la consapevolezza che qualunque cosa accadesse non le avrebbe fatto del male era un'ulteriore sicurezza.
Non c'era bisogno di allontanarsi con la testa, di visualizzare la foresta che le era tanto familiare o chissà quale altra bestia feroce: lo scontro davanti a sé era sufficientemente esaltante per darle modo di sfogarsi come voleva.
Aveva di nuovo quello sguardo crudele da predatore, ma rispetto al primo tentativo si poteva osservare una specie di barlume umano negli occhi, una piccola luce che suggeriva che ci fosse qualcuno in casa.
Si sentiva molto più cosciente. Poteva anche parlare, ecco:
"Come sto andando?", avrebbe chiesto all'accolito, con una voce più bassa del solito e pronunciando le parole quasi tra i denti. Hmm, suonava un po' diversa, ma poteva andare.
Era pur sempre uno sforzo, parlare mentre si è impegnati a tenere al guinzaglio una forma ferale nella propria testa che non fa altro che dirti di uccidere.


Citazione:Yoki utilizzato: 10%>15% (spontaneo)
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo
Stato Psicologico: Più controllata, concentrata
Punti limite: 22,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-12-2018, 12:38 AM
Messaggio: #35
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Duran valuta la propria risposta per diversi momenti, lungo i quali studia i movimenti di Juliet per tentare di capire quali siano effettivamente i vantaggi di un rilascio di Yoki meno controllato del normale. Del resto, che gli piaccia o no, se l'idea potesse rivelarsi fruttuosa dovrebbe presentarla ai suoi superiori... ma dopo qualche momento di osservazione, decide che non sarebbe saggio: non tutte le guerriere sarebbero in grado di mantenere anche solo quella parvenza di controllo, quindi implementare un rischio del genere è sconsigliabile.
Per quanto continui a pensare che l'idea in sé non sia esattamente... salutare, devo ammettere che i risultati si vedono. A quanto ho capito, hai inibito le tue limitazioni quasi completamente, lasciandoti andare... ma tenendo a mente le regole fondamentali. Un compromesso che non tutte saprebbero raggiungere, ma indubbiamente fruttuoso.
Un momento... Juliet al momento è in uno stato quasi animalesco, è un miracolo che abbia la presenza di spirito di formulare qualche parola. Probabilmente non è in grado di seguire un discorso così verboso.
Ah... bene!


Citazione:Yoki aumentato ulteriormente del 5%, raggiungendo il 20%.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-12-2018, 09:38 PM
Messaggio: #36
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Dopo aver fatto la sua domanda, Juliet cercò di tenere un orecchio teso in attesa della risposta.
L'accolito sembrò pensarci su.
"Per quanto continui a pensare che l'idea in sé non sia esattamente... salutare, devo ammettere che i risultati si vedono. A quanto ho capito, hai inibito le tue limitazioni quasi completamente, lasciandoti andare... ma tenendo a mente le regole fondamentali. Un compromesso che non tutte saprebbero raggiungere, ma indubbiamente fruttuoso."
Dato lo stato in cui Juliet si trovava, e il fatto che la sua mente fosse concentrata altrove, ella non riuscì ad afferrare il discorso per intero; tuttavia, riuscì a carpire le parole chiave. Risultati visibili... compromesso fruttuoso. In parole povere, stava andando alla perfezione.
"Ah... bene!", aggiunse l'uomo qualche attimo dopo, probabilmente comprendendo di doverla far breve per il momento: la guerriera avrebbe avuto i dettagli completi alla fine.
Le parole di lode la gonfiarono d'orgoglio, tanto che si lasciò persino sfuggire una risata traballante. Nel frattempo, un'altra piccola frazione di Yoki si liberò spontaneamente, arrivando a 20%.
Con più energia demoniaca in corpo, la guerriera percepiva anche il proprio vigore aumentare: il ritmo dei suoi attacchi si faceva più serrato, più impaziente. Aracne in quel momento era come una piuma sventolata davanti agli occhi di un gatto. Ogni altra preoccupazione al mondo spariva: tutto ciò che interessava a Juliet era riuscire a prendere l'avversaria.
Di fronte all'ennesimo affondo andato a vuoto, la guerriera avrebbe preso e lanciato la propria spada direttamente su Aracne in orizzontale, per vedere se la piccoletta fosse riuscita ad evitare anche quella.
Si sentiva in vena di mosse anticonvenzionali.


Citazione:Yoki utilizzato: 15%>20% (spontaneo)
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo, occhi dorati
Stato Psicologico: Più controllata, concentrata
Punti limite: 23,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
10-12-2018, 08:19 AM
Messaggio: #37
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Ed ecco un'altra delle preoccupazioni di Duran riguardo questa idea avverarsi: l'utilizzo indiscriminato di tecniche poco ortodosse a seguito di un abbassamento del controllo esercitato sui propri istinti. C'è da ammettere che Aracne - che non se l'aspettava - viene quasi colpita e si diverte un mondo a schivare lanciandosi a terra e scivolando letteralmente tra le gambe di Juliet, ma ora la guerriera è disarmata e un avversario normale la massacrerebbe. Posto ovviamente che non ci siano effetti collaterali ulteriori, come per esempio l'utilizzo di armi... naturali. Dove l'ha già sentita, questa...?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
10-12-2018, 08:47 PM
Messaggio: #38
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

L'aveva quasi colpita. Quasi.
Aracne evitò per poco la spada volante e le si lanciò letteralmente tra le gambe, a quanto pare divertita dalla situazione. Juliet, che normalmente sarebbe stata più sportiva, emise un ringhio di frustrazione e corse a riprendersi l'arma.
Per quanto la foschia di Berserker le impedisse di comportarsi e pensare in modo troppo "razionale" e complesso, Juliet non era diventata completamente stupida: sapeva che con quel tipo di avversaria il combattimento a mani nude sarebbe stato inutile.
Preferì cercare delle vie traverse per tentare di rallentarla.
Ripartendo all'inseguimento, la guerriera avrebbe cercato di avvicinarsi ad Aracne il più possibile; avrebbe tentato di colpirla un paio di volte, come aveva fatto precedentemente, ma all'improvviso avrebbe puntato il terreno davanti a sé e lì l'avrebbe colpito con un fendente, tentando di sollevare una piccola nube di polvere e terra per farli finire negli occhi della piccoletta.


Citazione:Yoki utilizzato: 20%>25% (spontaneo)
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo, occhi dorati
Stato Psicologico: Frustrata, concentrata
Punti limite: 24,5/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-12-2018, 11:10 PM
Messaggio: #39
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Fortunatamente per Juliet, Aracne ha ricevuto ordini chiarissimi di non contrattaccare: un minimo di interpretabilità e l'allenamento si sarebbe concluso ben prima che lei potesse avvicinarsi alla spada che aveva tanto incautamente lanciato sperando in bene. Ma per l'appunto Duran è stato ferreo: la piccoletta è costretta a sbuffare e borbottare mentre lascia che la sua avversaria recuperi l'arma. Bisogna dire che Juliet sta dimostrando una sorta di... se non intelletto, se non altro astuzia ferina nelle sue tattiche di combattimento: Duran si sarebbe aspettato un assalto furioso e incontrollato, invece la guerriera pare essere regredita abbastanza poco da riuscire a capire che così non concluderà nulla. Aracne riesce a salvarsi gli occhi solo grazie alla sua incredibile velocità nel voltarsi dall'altra parte: un nemico con riflessi o anche solo tempi di reazione più lenti sarebbe rimasto accecato... ma in compenso lei è distratta. Troppo brava per farsi cogliere in fallo - infatti si disimpegna immediatamente con un balzo all'indietro - ma sicuramente messa all'angolo da due successivi colpi di sorpresa: Juliet dimostra ancora una volta di essere più scaltra di quello che sembra.

Citazione:Naturalmente lo Yoki aumenta di un ulteriore 5%.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-12-2018, 11:10 PM
Messaggio: #40
RE: Juliet [Ophelia] Berserker
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Grazie ai propri riflessi avanzati, Aracne riuscì a salvarsi gli occhi dalla nube di terra innalzata dalla guerriera in Berserk.
Juliet ruggì, il suo Yoki ora al 30%, mentre il suo volto si deformava fino a prendere le sembianze demoniache che tutte le guerriere conoscevano bene. Per un attimo si chiese come sarebbe stato usare le zanne in combattimento...
"No, aspetta, non devo ucciderla. Non ci riuscirei nemmeno, però... No, certo che ci riuscirei. Posso fare tutto, in questo stato. Posso fare qualunque cosa"
Con un basso ringhio si scrollò dalla testa la confusione di pensieri che cozzavano l'uno contro l'altro e si concentrò nuovamente sulla piccoletta: contrariamente alle sue aspettative, il comportamento erratico della numero 22 sembrava aver messo in un qualche modo Aracne in difficoltà.
E se il suo istinto fosse veramente la chiave, quello che aveva cercato per tutto questo tempo? Sebbene le fosse stato insegnato ad essere razionale, specie in battaglia, Juliet aveva spesso fallito miseramente in seguito ai tentativi deliberati di fermarsi a pensare alla prossima mossa, come se la soluzione giusta le sfuggisse di mano. E se, ironicamente, la sua intelligenza risiedesse proprio nell'istinto? Se avesse dato retta alla sua impulsività, sarebbe arrivata al traguardo più facilmente? Le idee migliori le sarebbero arrivate spontaneamente invece che tramite una forzata concentrazione?
Beh, intelligenza o meno, si stava divertendo. Questo modo quasi folle di combattere era molto meglio di quello di sempre. Certo, la guerriera stava sfruttando i vantaggi di un avversario "amico" che non le avrebbe fatto troppo male - sapeva di non essere in pericolo di vita, altrimenti avrebbe evitato mosse troppo stupide come lanciare via la sua unica arma - ma era tutto per il meglio, no? Poteva fare quel che voleva, sfogarsi come voleva, sperimentare la sua nuova abilità. Un'abilità unica, tutta sua, ideata e realizzata su misura per lei, per la sua persona.
Senza perdere tempo, Juliet avrebbe approfittato del piccolo vantaggio ottenuto per rilanciarsi verso Aracne. Stavolta avrebbe cercato di colpirla dapprima con un calcio; poi puntando la spada in basso avrebbe sferrato un fendente verso l'alto, seguito da un'intensa raffica di colpi in ogni direzione che con una normale spada avrebbero potuto ridurre una persona in minuscoli pezzettini. Infine, se ancora non fosse riuscita a sfiorarla, avrebbe rinfoderato temporaneamente per usare direttamente le mani, cercando di intercettare un minimo spostamento necessario per afferrarla per i capelli.


Citazione:Yoki utilizzato: 25%>30% (spontaneo)
Stato Fisico: Ferite leggere autoinflitte su tutto il corpo, occhi dorati, viso trasformato, vene intorno agli occhi
Stato Psicologico: Divertita, concentrata
Punti limite: 26/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)