Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Questa discussione è chiusa  
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
QUEST Love is a Losing Game [Nardo]
05-08-2017, 09:56 PM
Messaggio: #1
Love is a Losing Game [Nardo]
Love is a Losing Game



One I wished I never played





Era passata più di una settimana dall'ultima volta che Seayne aveva avuto notizie da Hughes, le ultime parole aprivano una possibilità seppur esigua di poterla mandare in missione nelle Terre dell'Est sebbene lei non fosse residente in quel territorio.
Quella era stata una promessa molto fumosa ma quando si è innamorati, si sa, ci si aggrappa ad ogni speranza; si prendono le briciole che ci vengono date e le mettiamo da parte, le veneriamo come se fosse oro.

Eppure, per quanto bello potesse essere fantasticare, l'attesa era a dir poco snervante; sicuramente la guerriera albina avrebbe preferito ricevere una risposta, seppur negativa, affinché lei potesse mettersi il cuore i pace o escogitare qualche altro modo per ricongiungersi con Stephan.
Invece doveva aspettare, aspettare, aspettare.

La meditazione era un buon metodo per far trascorrere il tempo e per poter regolare i propri respiri in modo tale da gestire al meglio la propria emotività, di tanto in tanto capitava che qualche passerotto ne approfittasse della Guerriera per posarsi su di lei.
Addirittura, una volta si era avvicinato persino un cerbiatto ad annusarla...
...Probabilmente l'odore sgradevole (di certo, non colpa della scarsa igiene di Seayne quanto più una questione legata all'essere una mezzodemone) lo fece fuggire.

Ma forse erano stati tutti segni propiziatori perché dopo ben sette giorni, Hughes si ripresenta a lei.
Notizia buona o notizia cattiva?


AH-EHM

Con un colpo di tosse si introdusse alla Guerriera, nel caso non lo avesse visto arrivare a causa della meditazione o qualunque altra cosa.

Seayne, ti ricordi le ultime cose che ci siamo detti? Riguardo Scramen?
Ebbene, ho... Ho...

Sembrò titubante.



Ho una notizia buona e una cattiva, da quale vogliamo partire?!






Turnazione:


Nardo
Master


Note:


Descrivi come meglio credi i giorni di attesa, ho dato per scontato che la tua guerriera meditasse di tanto in tanto; quando collocare l'episodio dei passerotti e del cerbiatto è a tua discrezione.
Se hai problemi, al solito MP
Trova tutti i messaggi di questo utente
06-08-2017, 04:27 PM
Messaggio: #2
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Quel periodo, trascorso nell’attesa di notizie da parte di Hughes mise a dura prova sia la pazienza di Seayne, che la sua perseveranza negli esercizi spirituali: finché la guerriera albina riusciva a ritirarsi nella enstasi della meditazione, il tempo scorreva e il mondo andava avanti senza quasi che lei se ne accorgesse mentre, per la fauna selvatica, Seayne diventava un elemento del paesaggio, al punto che alcuni passerotti, di tanto in tanto, si posavano su di lei e addirittura un timido cerbiatto giunse ad annusarla per poi fuggire, forse spaventato dall’aura demoniaca emanata dalla mezzademone albina.
Presenze effimere e delicate, delle quali Seayne era a malapena cosciente, ma che contribuivano ad aumentare la sensazione di gioia e serenità che la guerriera albina provava nel suo stato meditativo.

Le cose erano diverse quando Seayne, per necessità, era costretta a emergere da quello stato, se non altro per esplorare i dintorni del suo covo, atto dettato dalla prudenza, visto quanto le era appena accaduto. Era in quei momenti che il ricordo di Stephan si faceva più doloroso e la voglia di ignorare il patto con Hughes si faceva più forte, mentre Seayne fissava inutilmente la via che conduceva al suo rifugio, sperando di veder comparire la figura dell’uomo in nero…

Tuttavia, passarono solo sette giorni quando Hughes tornò da lei. Seayne era immersa nella sua meditazione, seduta nella posizione del loto, con le dita incrociate in grembo e gli occhi chiusi, davanti all’ingresso della sua piccola spelonca, perciò il superiore fu costretto a tossire e a schiarirsi la voce per scuotere la guerriera albina dal suo stato. Seayne socchiuse gli occhi e, vedendo di chi si trattava, chinò il capo e lo salutò, trattenendo le sue emozioni in attesa delle notizie portate dall’uomo in nero:

Bentornato, signore!

Hughes le rispose iniziando a parlare in modo deciso, ma poi il suo parlare si fece titubante:

Seayne, ti ricordi le ultime cose che ci siamo detti? Riguardo Scramen? Ebbene, ho... Ho...
Ho una notizia buona e una cattiva, da quale vogliamo partire?

Le labbra di Seayne si piegarono in un accenno di sorriso, quasi volesse tacitare con quel gesto un accenno di preoccupazione che le parole del superiore le avevano messo nel cuore:

-Yin e Yang, Oscuro e Chiaro, Negativo e Positivo… gli antichi saggi avevano proprio ragione, eccone un’altra prova!-

Aggrappandosi alla sua filosofia di vita, la quale diceva che l’oscurità porta con sé un seme di luce, così come la luce ha in sé un seme di oscurità, la guerriera albina alzò la testa e, anche se rimase nella sua posizione, aprì completamente gli occhi e fissò Hughes:

Ditemi prima la notizia cattiva, signore, per cortesia! Chissà, forse la buona notizia poi potrà mitigarne l’amarezza.

E poi attese le notizie portate dal superiore…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Un po' in ansia per la “cattiva notizia” portata dal superiore, si affida alla sua filosofia di vita e spera che la successiva notizia buona possa compensare la prima.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
07-08-2017, 07:31 PM
Messaggio: #3
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Hughes non poté fare a meno di notare la gioia immensa di Seayne, certo: sapeva come celarla ma anche lui aveva provato quei sentimenti, per cui sapeva riconoscerli sebbene fossero nascosti e velati da specchi argentei.
Certi sentimenti, semplicemente, erano talmente intensi da poter plasmare il volto di una persona e in alcuni casi, persino di un luogo; lui lo sapeva bene ma conosceva più il rovescio della medaglia che i particolari gioiosi perciò per un attimo fissò la Guerriera rabbuiato, chiedendosi se stesse facendo davvero del bene a Seayne.
Poi sorrise, scacciando via turpi pensieri.

La cattiva notizia... È che dovrai lavorare con un altro Vescovo: Tobias. Dovremo lavorare con la Chiesa di Rabona.


La buona notizia, tuttavia, è che il lavoro si svolgerà interamente all'interno della città degli artisti e se non erro, era la tua destinazione.

Prese un po' di pausa, poi essendo stanco o semplicemente gravandogli sulle spalle il mal di vivere dovuto a certi tristi ricordi, si sedette su un masso e diede istruzioni più approfondite alla Guerriera.

 
Tobias è una delle principali autorità ecclesiastiche nelle Terre dell'Est, teoricamente parlando è già favorevole ad un avvicinamento tra Chiesa ed Organizzazione per cui non dovrebbe costituire un problema e nemmeno gli abitanti.
Come sai, però, non tutti i pareri sono unanimi MA Tobias terrà un importante discorso durante un matrimonio dove elogerà le nostre... Qualità.
La presenza di una Guerriera che attende al matrimonio e che faccia da guardia del corpo sarebbe... Un incentivo, diciamo, un segno d'amicizia.
Potrebbe recarvisi qualunque novizia, in realtà, ma ho convinto i miei colleghi a mandare te: visto il tuo passato burrascoso sarebbe segno estremo di fiducia, inoltre una Guerriera di alto rango non verrebbe vista come "una scelta di seconda mano", per mostrare che infondo a noi ci importa.

Tacque, aspettando che Seayne elaborasse il tutto.


Domande?
Trova tutti i messaggi di questo utente
08-08-2017, 09:49 PM
Messaggio: #4
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

E Seayne si prese il suo tempo, prima di rispondere a Hughes, pensando bene a tutto quello che il superiore le aveva detto.
Sulle prime, non le andava particolarmente a genio l’idea di avere nuovamente a che fare con un Vescovo di Rabona ma poi, mano a mano che l’Uomo in Nero le descriveva l’intera faccenda, la sua percezione della situazione in divenire migliorò. E poi, il tutto doveva svolgersi a Scramen, la Città degli Artisti, la destinazione finale della sua ricerca… Un ecclesiastico di Rabona tollerante da accompagnare nella città dove, sperava, si trovasse anche il suo amato Stephan…

-Non avrei osato sperare di meglio!-

Per cui, dopo averci pensato un po' su, Seayne rivolse uno sguardo pieno di gratitudine verso il suo superiore, per poi rispondere:

Sapete, signore, che nella mia prima missione dopo la fuga da Rabona, io e le mie compagne di allora, incontrammo un sacerdote di Rabona? Certo, era un semplice prete ma ci accolse con benevolenza e addirittura ci mise a disposizione la sua piccola chiesa per permetterci di raggiugere un accordo con la popolazione locale…

Un’ombra di dolore passò sul volto di Seayne, al ricordo di Saphelia e Alicia le quali, oramai avevano raggiunto un mondo migliore di questo… ma fu solo un attimo, prima che la guerriera albina continuasse:

Con questo voglio dire che, per quanto non ami particolarmente il Clero di Rabona, ammetto che tra loro ci siano anche degli uomini giusti, che applicano i precetti del loro dio, indipendentemente da chi hanno di fronte, perciò…

Seayne chinò il capo:

Se le informazioni che vi hanno fornito corrispondono al vero, tutto considerato, forse non sarà una cosa spiacevole essere al servizio del Vescovo Tobias…

Seayne si interruppe, ma solo perché pensava ad alcuni dettagli più pratici della missione, per poi riprendere il discorso:

Se permettete, vorrei chiedere: quali sono i limiti del mio incarico? Dovrò considerarmi al servizio del Vescovo e prendere ordini da lui, oppure lo devo considerare, per ovvi motivi, una persona importante per l’Organizzazione e quindi un uomo da proteggere, ma sarò io a decidere come, nei limiti imposti dai miei ordini?
Inoltre, se vorreste soddisfare una mia curiosità, come mai si è giunti a questa auspicabile situazione? Si teme per la vita di quell’uomo?


Concluse Seayne, sciogliendosi dalla posizione del loto e rialzandosi, stendendo le braccia in alto e stirandosi poi in tutta la sua lunghezza, inarcandosi leggermente all’indietro per sciogliere i muscoli, mentre attendeva le eventuali risposte dell’Uomo in Nero.


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Viste le premesse, spera che i rapporti con il Vescovo Tobias possano evolvere per il meglio e, vedendo le cose da questo punto di vista, contenta di potersi recare a Scramen per cercare Stephan.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
08-08-2017, 10:57 PM
Messaggio: #5
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
In realtà, vogliamo solo dare presenza.

Rispose secco lui.


Sai, le parole prive di fatti concreti hanno poco impatto sulla popolazione... A buona ragione, direi. 
Se il Vescovo descrive un'organizzazione di Guerriere votate al benessere comune ma noi ce ne fregassimo delle loro festività, per quanto insulse, sarebbe come se la nostra presenza fosse un fantasma, uno sbuffo di fumo.
Ma, se invece noi ci presentassimo lì mostrando che ci interessa che il matrimonio vada a buon fine e che non ci siano "Presenze indesiderate" anche se non sono state segnalate, avremmo più un aspetto di... Guardiani?
Insomma, potremmo quasi avvicinarci alla milizia cittadina!


Si massaggiò un po' le gambe doloranti, poi riprese a parlare.

Insomma, sei li per conto nostro ma al tempo stesso sei al servizio di Tobias e dei suoi uomini; probabilmente avranno bisogno di una mano con i preparativi per la Cerimonia, credo che il Vescovo sia già lì. 
Se tutto va come dovrebbe, arriverai a Scramen il giorno prima del Matrimonio.
Per il resto, non so proprio cosa ne sarà di te: magari guarderai il tutto tra le ultime file e sarà un'esperienza estremamente noiosa, magari invece sarà tutto il contrario.


Comunque, finita la cerimonia, avrai tutto il tempo che vorrai per risolvere le tue questioni in sospeso...
Trova tutti i messaggi di questo utente
09-08-2017, 12:14 PM
Messaggio: #6
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Hughes fornì a Seayne più informazioni di quanto la guerriera albina avesse sperato, compresa una scaletta delle priorità da rispettare.

-Sembrerebbe che i capi o, almeno lui, ci tengano a questo accordo con Rabona. Bene! Non sarò io quella che remerà contro!-

Seayne iniziò a indossare i pezzi della sua armatura e, nel mentre, rispose all’Uomo in Nero:

Molto bene, signore. Vi ringrazio. Un’ ultima cosa: potete dirmi qualcosa di più del Vescovo Tobias? Che so… il suo aspetto, qualche notizia su di lui…cose così insomma.

Non appena avesse finito di indossare l’armatura, recuperata la sua claymore e atteso l’eventuale ultima risposta di Hughes Seayne, salutato rispettosamente il superiore, si sarebbe messa in marcia, puntando dritta verso Scramen.

In fondo, sapeva esattamente dove si trovava la Città degli Artisti e aveva dei buoni motivi per darsi una mossa…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Spera di avere qualche informazione in più sul Vescovo Tobias ma è impaziente di mettersi in marcia verso Scramen.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
13-08-2017, 04:25 PM
Messaggio: #7
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Non ti aspettare di vedere una persona giovane, come chiunque del suo rango è ormai un uomo anziano; sono sicuro che non sia difficile da individuare, avrà sicuramente il suo "dignitoso" alloggio in città.

Le sorrise appena, prima di augurarle buon viaggio; prima di lasciarla andare, però, volle farle un'ultima raccomandazione.
Non era la classica frase tipica di un superiore ma sembrarono parole dette col cuore... Provenienti forse da un suo passato recente.


Non lasciarti trascinare troppo da ciò che succederà, tieniti uno spazio... Sicuro.






Detto ciò, il viaggio di Seayne poteva aver finalmente luogo.





Puoi descrivere liberamente il viaggio fino all'arrivo in città.
Trova tutti i messaggi di questo utente
14-08-2017, 04:11 PM
Messaggio: #8
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

L’ultima frase di mastro Hughes suono criptica alle orecchie di Seayne

-Che avrà voluto dire? Forse di non farmi coinvolgere troppo dagli eventi? C’è forse qualcosa che non ha voluto dirmi? Boh, in ogni caso non posso farci nulla, andiamo a Scramen e accada quel che deve accadere!-

Così, rivolto un educato saluto al superiore, Seayne si mise in strada: la via che portava a Scramen era marchiata a fuoco nella sua mente.
Mentre scendeva dalle montagne delle Terre Centrali, per evitare di rimuginare troppo sulla situazione, la guerriera albina concentrò la sua attenzione sul maestoso paesaggio che la circondava: le imponenti conifere montane, poco alla volta, lasciarono il posto a boschi di querce, lecci e faggi, mentre la Numero 12 scendeva verso valle. Al suo sguardo attento non sfuggirono gli uccellini che cinguettavano tra le fronde, gli scoiattoli che balzavano di ramo in ramo, timide volpi che fuggivano dalla sua presenza e una femmina di cinghiale con i suoi piccoli, pronta a sfidarla per proteggerli: Seayne decise di evitare il confronto, cambiando strada.

Mentre il tempo passava e i chilometri scorrevano sotto i suoi piedi, anche i boschi iniziarono poco per volta a diradarsi, cedendo il posto a prati incolti prima e a campi coltivati poi, mentre Seayne si manteneva sul ciglio della strada, evitando di intralciare il passo degli uomini intenti ai loro affari ma rispondendo gentilmente a quei rari saluti che, forse per pietà o compassione, le venivano rivolti.

L’ultima notte prima di arrivare, Seayne si concesse un po' di riposo, in modo tale da presentarsi al massimo della forma al cospetto del Vescovo Tobias e all’alba, fresca e riposata, avvistò in mezzo alla piana il robusto anfiteatro che costituiva le mura di cinta di Scramen, la Città degli Artisti.
Guardandola, Seayne non poté fare a meno di rivivere tutto quanto le era accaduto da quando, senza armatura e con un’anonima claymore in spalla, si era presentata alle porte cittadine… senza trovarle! Seayne rise di sé stessa

-Quanto ingenua e stupida sono stata quella volta!-

E, per evitare di tormentarsi con i ricordi tristi, mentre si avvicinava alla città, Seayne ricorse all’ausilio dei suoi esercizi respiratori e concentrò i suoi pensieri su altre persone.

-Chissà se quella guardia presta ancora servizio alle mura e… quanto sarà cresciuto Lak! Chissà se li incontrerò e se si ricordano ancora di me!-

Questi erano i pensieri della guerriera albina, mentre si dirigeva verso il punto delle mura di Scramen dove sapeva che si trovavano le porte della città…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Tormentata dai ricordi, cerca di distrarsi e calmarsi mentre si dirige verso Scramen.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
18-08-2017, 02:18 PM
Messaggio: #9
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Le mura delle città erano ancora più maestose di quanto Seayne ricordasse o, forse, era solo l'effetto causato dalla malinconia: lì era dove tutto era cominciato, la sua lunga carriera da Guerriera aveva avuto inizio proprio da quel luogo.
La fecero entrare all'interno della città, probabilmente qualcuno aveva già annunciato il suo arrivo alle guardie, e lo spettacolo che la attendeva era ancor più maestoso del precedente: la via principale era decorata con festoni colorati, coriandoli, bandiere variopinte ed una moltitudine di persone attraversava le vie, chi con un dolce in mano per i propri figli e chi discuteva animatamente con il proprio compagno riguardo questioni economiche.
Di tanto in tanto la gente si spostava, lasciando passare alcuni artisti di strada: giocolieri, sbandieratori, musicisti; era una continua parata felice e quasi nessuno prestò attenzione a Seayne, che poté sentirsi totalmente a suo agio.

In fondo alla via, la cattedrale, forse era lì che si trovava il Vescovo... Sempre che la Guerriera avesse intenzione di presentarsi subito da lui e non di cercare immediatamente Stephan.
Trova tutti i messaggi di questo utente
18-08-2017, 03:55 PM
Messaggio: #10
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Giunta davanti alle massicce porte di Scramen, Seayne si soffermò a rimirare la maestosa cerchia di mura…

-Non me le ricordavo così imponenti.-

Dopo aver atteso vanamente che la guardia che l’aveva “accolta” tempo addietro facesse capolino dalle mura, Seayne fece un respirò profondo

-E allora… andiamo!-

E poi varcò, per la prima volta, le porte di Scramen: nessuno la fermò

-Forse hanno avvisato le guardie alla porta del mio arrivo…-

Dentro, la città sembrava addobbata per una grande festa paesana: drappi colorati, coriandoli e bandiere variopinte adornavano la via principale e, forse, anche quelle laterali

-Chissà, forse anche Salt Lake, nel suo piccolo, doveva presentarsi così prima dell’arrivo del Vescovo Elros-

Mentre camminava, la guerriera albina venne avvolta da un turbinio di giocolieri, sbandieratori, musicisti e altri artisti di strada ma soprattutto tanta, tanta gente comune e apparentemente felice, al punto di non accorgersi, almeno in apparenza, del fatto che Seayne era una guerriera mezzademone e, forse per la prima volta da quando era diventata quella che era, la ragazza si sentì a suo agio.

Per un po' di tempo, Seayne si lasciò contagiare dall’euforia generale che la circondava, finché il suo sguardo individuò, in fondo alla via, la cattedrale

-E’probabile che il Vescovo Tobias, si trovi lì-

Pensò Seayne, iniziando a estraniarsi dall’euforia che la circondava. Ma un dilemma la attanagliava: presentarsi subito dal Vescovo o mettersi a cercare Stephan?

Comunque, finita la cerimonia, avrai tutto il tempo che vorrai per risolvere le tue questioni in sospeso...

Le parole di Hughes le tornarono in mente, aiutandola a decidere

-Meglio vedere prima come stanno le cose con Sua Eccellenza, poi vedrò il da farsi-

Presa la sua decisione, Seayne iniziò a camminare in direzione della cattedrale, cercando comunque di apprezzare fino all’ultimo momento il clima di gioia ed euforia che la circondava…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Resa euforica dal clima che la circonda, si fa forza e si dirige verso la cattedrale, anteponendo i suoi doveri ai suoi desideri.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
22-08-2017, 12:47 PM
Messaggio: #11
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Seayne decise di presentarsi prima dal cardinale ma due guardie armate di piccone decisero di fermarla, bloccandole l'accesso all'edificio con fare titubante; era ovvio che sapessero del suo arrivo ma al tempo stesso non potevano lasciarla entrare, specialmente in un luogo di culto. 
Si consultarono brevemente e, uno dei due, andò a chiamare una terza persona che decise di accogliere Seayne in un palazzo comunale lì vicino; in pratica, la accolsero in una saletta d'attesa riccamente adornata con drappi color porpora e poltrone ben rifoderate e comode. 


Avvertiremo sua eccellenza del suo arrivo, aspetti qui per favore!

Così dicendo, lo stesso ragazzo sparì e corse letteralmente via a riferire il messaggio per il Vescovo Tobias: la Guerriera che stavano aspettando era arrivata in città!
Le attese però erano sempre noiose, specie quando la gente ci impiegava più di quaranta minuti per decidere.
E se l'avessero chiusa lì dentro e basta?
Insomma, ci stavano mettendo davvero troppo tempo.

Lentamente Seayne udì dei passi leggeri e quasi zoppicanti aldilà della porta e poi un bussare quieto e pacato, forse era il vescovo visto lo zoppicare dell'uomo e per la sua incertezza.
Pian piano la porta si aprì, un uomo si affacciò timidamente.
Era giovane.
Era bello.
Era Stephan.
Trova tutti i messaggi di questo utente
24-08-2017, 09:36 PM
Messaggio: #12
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Giunta all’ingresso della cattedrale, Seayne si vide sbarrare il passo da due guardie le quali, pur se titubanti, non sembravano sorprese dal suo arrivo

-Ecco che ci risiamo… Ma che senso ha? Se dovrò presenziare a un matrimonio assieme al Vescovo, dovrò pur entrare in chiesa, no?-

Comunque, non volendo creare problemi, la Numero 12 decise di non forzare il passo, mantenne la calma e si presentò comunque alle due guardie:

Buongiorno a voi! Il mio nome è Seayne e sono attesa dal Vescovo Tobias. Potreste avvisarlo del mio arrivo, per favore?

Le due guardie confabularono tra di loro, poi uno dei due andò a chiamare una terza persona, un anonimo ragazzo il quale accompagnò Seayne in un vicino palazzo, conducendola in quella che sembrava essere una piccola sala d'attesa riccamente adornata con drappi color porpora e poltrone ben rifoderate e, in apparenza, comode.

Avvertiremo sua eccellenza del suo arrivo, aspetti qui per favore!

Le disse il ragazzo

Va bene. Grazie.

Rispose educatamente la guerriera albina e, subito dopo, il ragazzo corse via.
L’attesa si prolungava per parecchio e Seayne, finito di esaminare ogni dettaglio degli arredi e degli ornamenti della stanzetta, iniziava ad avvertire un po’ di noia. Ebbe per un momento la tentazione di uscire da lì ma si trattenne

-Non voglio apparire maleducata. Se Tobias si rivelasse essere una persona a modo non vorrei fare una brutta impressione ai suoi occhi, visto quello che c’è in gioco.-

In mancanza di altro da fare, per ingannare l’attesa, Seayne sfilò la claymore dal suo supporto e, non volendo rischiare di danneggiare le poltrone accomodandosi su di esse col gonnellino metallico dell’armatura indosso, si sedette a terra assumendo la sua consueta posizione del loto, poggiando la sua arma a terra davanti a sé, rilassandosi e respirando, ma senza entrare in uno stato di meditazione troppo profonda, in modo tale da lasciar scorrere il tempo attorno a lei ma di essere consapevole quando qualcuno sarebbe tornato a chiamarla.

Dopo un po’ di tempo, Seayne non avrebbe saputo dire quanto, la guerriera albina udì dei passi leggeri e quasi zoppicanti nel corridoio e poi qualcuno bussò gentilmente alla porta. Credendo, forse a causa del passo zoppicante e dell’esitazione nel bussare, che potesse trattarsi del Vescovo, Seayne si rialzò velocemente e, istintivamente, rimise la claymore nel fodero.
Lentamente, la porta si aprì e un uomo si affacciò timidamente ma colui che fece la sua comparsa non era il vescovo…

-OMBRE!!!-

Ma un uomo giovane e bello, con i capelli neri, la pelle color ambra e gli occhi verdi.(*)
Non appena lo vide, il cuore di Seayne iniziò a martellarle furiosamente nel petto e i suoi occhi d’argento si riempirono di lacrime, mentre il suo rigido autocontrollo si spezzava sotto l’impeto dell’emozione che l’aveva travolta.
Finalmente, dopo tanto tempo, tanto dolore e tanta disperazione, Seayne aveva ritrovato:

STEPHAN!

Quel nome le uscì dalle labbra come in un grido strozzato mentre, incredula, la guerriera albina camminava esitante verso l’uomo che amava, come se stesse vivendo un sogno e temesse di vederlo svanire se si fosse mossa troppo bruscamente. Le lacrime sgorgavano dai suoi occhi e cadevano a terra dopo averle rigato il volto, mentre Seayne stendeva le braccia in avanti, verso di lui.
In quel momento, tutto quello che la Numero 12 voleva era stringere a sé Stephan e baciare le sue labbra…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Battito cardiaco accelerato per via dell’emozione.
Stato Psicologico: Sorpresa e sconvolta dall’imprevista comparsa di Stephan. In questo momento desidera solo abbracciarlo e baciarlo.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).
(*): Qui ho utilizzato la descrizione di Stephan che Seayne ha bene in mente, per questo mi sono permesso di aggiungere dei dettagli.

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
27-08-2017, 08:24 PM
Messaggio: #13
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Stephan lasciò cadere in terra il bastone su cui si stava poggiando, non appena vide Seayne si lasciò completamente andare e le gettò le braccia al collo; sapeva che, se c'era lei, non avrebbe avuto bisogno di nessun altro tipo di sostegno.


SEAYNE!

I due amanti si persero in un lunghissimo e travolgente abbraccio, lui la strinse forte a sé avendo paura di lasciarla andare per poi non ritrovarla mai più; aveva sofferto enormemente per ritrovarla ed ora non voleva abbandonarla.


Sei tu? Sei proprio tu?! Ti ho cercata, Dio sa quanto io ti abbia cercata...

Disse, in lacrime mentre lasciava andare parte del suo peso su di lei; lentamente si separò dal suo abbraccio e le afferrò il volto tra le mani per guardarla intensamente negli occhi.


Due splendide lune brillano nei tuoi occhi...

Disse, come abbagliato dalla bellezza (sicuramente 'storpiata' dal forte sentimento che li legava) della Guerriera.

Quel momento toccante era appena divenuto realtà, si erano finalmente ricongiunti e tutto era fantastico: un vero e proprio sogno ma, per quanto fosse una sorpresa gradita, Seayne stava aspettando il Vescovo.
Trova tutti i messaggi di questo utente
28-08-2017, 09:15 PM
Messaggio: #14
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Stephan la strinse forte e Seayne si lasciò andare nel suo abbraccio. La guerriera albina voleva assaporare ogni momento, ogni istante di quell’incontro, non sapendo quanto sarebbe durato:

Sei tu? Sei proprio tu?! Ti ho cercata, Dio sa quanto io ti abbia cercata...

Le disse Stephan, mentre anche il suo volto si rigava di lacrime. Quelle parole furono come una stilettata al cuore della Numero 12

-Oh, Stephan! Mio caro, dolce, sciocco Stephan… Perché… Perché hai legato la tua anima alla mia? Cosa dovrei fare ora? Cosa faremo noi ora?-

Ma dalle labbra della guerriera albina uscì solo questa frase:

Sì Stephan… sono… sono io…

Tutti gli studi, tutta la filosofia di vita che aveva appreso negli ultimi mesi non le erano di conforto: Seayne era preda di un sentimento che conosceva a malapena e che non sapeva come dominare.
Stephan le prese il volto tra le mani per guardarla intensamente negli occhi

Due splendide lune brillano nei tuoi occhi...

Fu il complimento che le rivolse. Lei gli sorrise e, tenendolo nuovamente stretto a sé, Seayne poggiò la testa su una spalla di lui, avvertendo il calore del suo corpo che le veniva trasmesso da quell’abbraccio…

Ho… ho incontrato per caso Ashton nelle Terre Centrali…

La sua voce ridotta quasi un sussurro:

Quando ha capito chi ero, mi ha detto che eri ancora vivo e che non avevi mai smesso di cercarmi… Quando mi ha rivelato che… eri tornato qui ho… cominciato a sperare di poterti incontrare… di nuovo, di riuscire a… trovarti.

Seayne drizzò il capo per guardare negli occhi Stephan, sospirò e parlò con voce più ferma:

Allora, ho chiesto a uno dei miei capi il permesso per poter venire qui per cercarti. A essere sincera non credevo potesse acconsentire, invece è arrivata una richiesta del Vescovo Tobias per avere una guerriera che presenziasse a una funzione assieme a lui… da quel che ho capito la mia Organizzazione e il Clero di Rabona stanno trattando per giungere a un accordo ma… insomma… hanno mandato me e ora sono qui…

Poi, Seayne abbassò gli occhi sul petto dell’uomo amato:

Era mia intenzione svolgere l’incarico che mi era stato affidato, poi sarei venuta a cercarti ma… sembra che i nostri dei abbiano deciso diversamente. Sono… sono così felice di averti ritrovato, Stephan.

Poi, con la coda dell’occhio, Seayne notò il bastone a terra: avvertendo il modo in cui Stephan l’abbracciava, sostenendosi su di lei e ricordandosi i passi incerti che aveva udito prima del suo arrivo, la guerriera albina temeva che:

-Oh, Grande Stella del Nord! Stephan è stato azzoppato? Che sia accaduto quando Araldus l’ha buttato giù dal carro?-

Seayne si sentiva in colpa per quanto accaduto a Stephan, pensando sempre che fosse stata colpa sua perché lei, una mezzademone aveva osato innamorarsi di un essere umano. Temendo accadesse una cosa del genere, dopo il suo test, aveva cercato di dirgli di dimenticarla, scappando da lui nella speranza che, visto il sentimento generale degli umani nei confronti delle mezzedemoni, lui si scordasse di lei e vivesse la sua vita… così non era stato.
Gentilmente, Seayne cercò di accompagnare Stephan fino a una delle poltrone, provando a farcelo sedere sopra, se l’amato glielo avesse permesso, provando quindi a recuperare il suo bastone per ridarglielo e poi, cercando di spezzare quel clima, in cui il dolore stava prendendo, almeno dentro di lei, il posto dell’estasi, cercò di cambiare discorso, chiedendo al suo amato:

Stephan? Quando sono arrivata, mi hanno detto di attendere qui il Vescovo Tobias. Era da un po’ che lo aspettavo e invece sei arrivato tu! Ne sono felice ma, come ti dicevo, mi devo presentare al suo cospetto. Potresti… potresti condurmi da lui, per favore?

Ma quel tentativo si rivelò inutile: la barriera dietro la quale Seayne aveva sempre relegato i suoi sensi di colpa si spezzò e, nuovamente in lacrime, la guerriera albina chinò il capo davanti al suo amato:

Ma prima… io volevo dirti… Stephan… tutto quello che ti è successo è stato per colpa mia. Non sono mai riuscita a darmi pace per questo…

Poi, fissando su di lui i suoi occhi d’argento gonfi di pianto e rimorso, con le braccia abbandonate lungo i fianchi e la voce rotta dai singhiozzi, lo implorò:

Ti prego… PERDONAMI!

Da come Stephan l’aveva accolta, era possibile che lui l’avesse perdonata ma Seayne aveva bisogno di sentirlo dalla voce del suo amato…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Battito cardiaco accelerato per via dell’emozione.
Stato Psicologico: Passa dalla gioia per l’aver ritrovato Stephan al dolore quando si rende conto che l’uomo è azzoppato. I suoi sensi di colpa tornano così alla luce e sente di aver bisogno del perdono del suo amato.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
05-09-2017, 08:30 PM
Messaggio: #15
RE: Love is a Losing Game [Nardo]


Stephan stringe a sé la Guerriera, come se fosse stata l'unica cosa al mondo di cui gli importasse e l'unica cosa senza la quale sarebbe morto; voleva che quell'abbraccio durasse per l'eternità.
Quando sentì il nome di Ashton gli si illuminarono gli occhi, con un tenero sorriso.

Ash! Hai mantenuto la promessa, allora! Senza di lui, avremmo potuto non vederci mai più...

Disse, con tono infinitamente triste per poi cambiare repentinamente la nota vocale della sua voce per esprimere tutta la felicità che poteva provare un amante.


...E invece, insieme, ce l'abbiamo fatta. Ci siamo ritrovati.
Ci ritroveremo sempre.
Io non smetterò mai di cercarti, grazie per non aver perso la speranza con me.

Poi le baciò teneramente la fronte mentre la Guerriera proseguiva con le sue parole dolci, maledizione! Che fosse dannato, persino la voce di lei era melodiosa e profumata dolcemente! L'avrebbe ascoltata parlare per ore, giorni, settimane, mesi, anni!

Fu proprio a causa di questo pensiero che quando sentì il tono quasi rotto dal pianto di Seayne, che si accusava per ciò che gli era successo, gli si spezzò il cuore in mille pezzi.
Un dolce usignolo come lei doveva cantare, non piangere.

Stephan scoppiò a piangere quando lei gli chiese di perdonarlo, lui non doveva perdonare proprio niente!
Era stata così male per tutto quel tempo a causa sua?
Con fatica a causa della gamba ma con estrema intensità si inginocchiò davanti a lei, stringendole la mano e baciandola.

No, no, no.
Non devo perdonarti niente. 
Hai ragione, è colpa tua tutto quello che mi è successo ma ciò che mi è successo è magnifico: mi sono innamorato perdutamente di te, di una creatura così bella e dolce e meravigliosa, incantevole, onesta e benevola quale sei tu e non mi importa niente di ciò che sei, di come ti chiamano, di quello che diranno di noi.
Claymore? È solo un nome, quella che chiamiamo rosa anche con un altro nome avrebbe il medesimo profumo.

Forse anche a causa delle sue magnifiche doti attoriali, la scena suscitò un pathos travolgente carico di passione e amore; una more un po' sfortunato, forse, ma intenso e genuino.
Le lacrime gli rigavano il bel volto, gli velavano gli occhi verdi.

...Tu mi chiedi il perdono pensando di avermi fatto un torto, tutt'altro! Hai benedetto la mia vita con la tua presenza!
L'unico modo che avresti per farmi del male sarebbe quello di ripudiarmi, di rifiutare il mio amore negandomi il tuo, di separarti da me; io morirei, sì, morirei di crepacuore o sopravviverei ma sarei condannato ad una vita senza paradiso.



Sono io, maledetto, a doverti chiederti perdono per non aver avuto la forza di trovarti prima e di stringerti tra le mie braccia e di non aver asciugato le lacrime amare dal tuo volto. 
Perdonami.
Perdonami.

Erano stati entrambi trascinati da quel momento, persi quasi senza lucidità, l'Organizzazione, il Vescovo, tutto il mondo parve un ricordo lontano.
Infine, fissandola intensamente negli occhi, disse:


Giurami che mi amerai per sempre, giurami che il mio amore sarà sempre corrisposto e non importa cosa accadrà a me: sarò felice, insieme a te.

Era quella che sembrava una proposta di matrimonio.
Trova tutti i messaggi di questo utente
07-09-2017, 09:37 PM
Messaggio: #16
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Le parole di Stephan, le sue dolci parole, unite al perdono per i peccati da lei commessi nei suoi confronti, stordirono e confusero Seayne, rendendola felice come mai lo era stata in vita sua tranne, forse, quando lui l’aveva baciata per la prima volta.
Ma fu quando Stephan pronunciò quelle parole cariche di sentimento e di passione:

Giurami che mi amerai per sempre, giurami che il mio amore sarà sempre corrisposto e non importa cosa accadrà a me: sarò felice, insieme a te.

che la dura e cruda realtà di quello che lei era la colpì con tutta la sua violenza.

-Oh no… NO! Cosa posso fare adesso… Cosa posso dire adesso per non ferirlo più di quanto abbia mai fatto finora? Oh, Grande Stella del Nord… Aiutami!-

Stretta in una morsa tra gioia e dolore, ormai Seayne non aveva più lacrime da versare. Respirando lentamente ma regolarmente, riacquistò una parvenza di autocontrollo e, dopo avergli accarezzato i capelli corvini, arretrò di un passo da lui, dicendogli con voce colma di tristezza:

Condannata a una vita senza paradiso… Credimi, so bene cosa vuol dire… forse non potrò ambire al paradiso neanche dopo la mia morte…

Così dicendo, la guerriera albina mise mano ai ganci che tenevano unita la parte superiore della sua armatura, sganciandoli e lasciando cadere la corazza a terra con un tonfo metallico:

Stephan! Io ti giuro che ti amerò per sempre! Ti giuro che il tuo amore sarà sempre corrisposto! Io… ti amo dalla prima volta che ti ho visto, fin da quando mi hai baciata per la prima volta. Con quel bacio, hai fatto provare la felicità a una creatura maledetta da dio quale io sono. Ma io…

Seayne arretrò fino a trovarsi con la schiena contro la porta, quasi volesse cercare di impedire che qualcuno interrompesse quel momento facendo irruzione nella stanza, mentre con la mano destra si sfilava il bavero della sua collottola nera

-Non ho diritto di nasconderglielo, deve sapere… Tutto!-

Io… ti ringrazio per le tue belle e dolci parole per me Stephan ma io… sono un mostro! Sono… una schiava il cui stesso essere è stato stravolto per poter combattere contro i demoni… Ecco quello che sono!

Pur senza lacrime, la voce di Seayne venne nuovamente rotta dai singhiozzi, mentre la Numero 12 sollevava la parte superiore della sua tuta, esponendo la sua grande cicatrice alla vista dell’uomo amato:

Questa stimmata non guarirà mai, Stephan. Il suo dolore mi accompagnerà finché vivrò. E tu non hai mai visto, grazie agli dei, il mio volto da demone! Per quanto lo desideri, io non potrò mai avere dei figli e vivere una vita normale… non con il male che mi è stato messo nel corpo attraverso questa… Come ti dissi quando ci siamo separati, prima o poi incontrerò un demone più forte di me e questo segnerà la mia fine, oppure essa giungerà il giorno in cui il demone che vive dentro di me dovesse prendere il sopravvento e… se dovesse succedere, non voglio che tu sia lì quando accadrà.

Seayne rimise a posto la sua uniforme e iniziò a raccogliere i pezzi della sua armatura per rimetterseli addosso:

I miei padroni non concedono molte… libertà a noi mezze demoni. Se dovessi scappare da loro assieme a te, ci inseguirebbero e ci troverebbero; l’Organizzazione ha occhi e orecchie ovunque, Stephan: sarebbe la nostra fine e l’ultima cosa che voglio è che ti venga fatto nuovamente del male a causa mia.

Poi, come colta da un’improvvisa illuminazione, gli occhi di Seayne si spalancarono, mentre la guerriera albina, con la voce che ora conteneva un briciolo di speranza, concludeva:

Però... Scramen è sulla via che porta al nostro Quartier Generale a Staph! Ogni tanto devo recarmi là per ricevere ordini o per fare rapporto. E quando viaggio sono libera di scegliere dove fermarmi a riposare, finché ubbidisco agli ordini… Quindi perché non farlo qui, dove l’uomo che amo coltiva la sua arte lontano dal male del mio mondo? Senza contare che potrei dirti dove sono stata assegnata di pattuglia così anche tu sapresti almeno dove sono io…
Ecco Stephan, questo è ciò che questa mezza demone può offrirti senza trascinarti nuovamente in quell’inferno che è la mia esistenza: un amore clandestino, vissuto su attimi rubati a questa vita senza paradiso…


Seayne aveva voluto che Stephan sapesse tutto su di lei: su chi realmente era o, meglio, su COSA realmente era. Ma a che prezzo avrebbe pagato la sua sincerità? Le sue ultime parole erano un disperato tentativo di fare appello all’amore di lui: una flebile speranza di non perdere quello che di lui ancora le restava.
I suoi studi, la sua nuova filosofia di vita le avevano insegnato che, come tutte le cose, anche la felicità è effimera e transitoria ma, contro ogni logica e ogni filosofia, Seyne in cuor suo sperava che quella felicità durasse ancora per un po’ di tempo…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Battito cardiaco accelerato per via dell’emozione. Lacrime finite.
Stato Psicologico: Passa nuovamente dalla gioia per l’atto d’amore di Stephan al dolore e al timore per lui quando capisce le implicazioni delle sue parole. Decide quindi di svelargli tutta la verità su di sé, costi quel che costi e spera che Stephan accetti la sua ultima proposta.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
19-09-2017, 07:29 PM
Messaggio: #17
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Stephan alla vista del corpo nudo di una donna e per di più vituperato in quella maniera, sbiancò; come se avesse perso completamente il sangue, il volto divenne pallido come farina e leggermente opaco come un vetro usurato.
Pian piano, tremante, si accascia su una delle poltrone e si lascia quasi totalmente andare; per diversi minuti rimane in silenzio a meditare su quanto fosse appena accaduto.

Per lui la situazione non era semplicemente sconvolgente perché Seayne aveva una cicatrice lungo il corpo ma anche perché, quella stessa ragazza, si era spogliata totalmente davanti a lui.
Per quanto la sua divisa lasciasse poco spazio all'immaginazione, c'era sempre qualche straccio a coprire le vergogne della donna e bene o male quel gesto restava immorale anche per Stephan che non si era mai totalmente distaccato dai valori della chiesa di Rabona.

Inoltre, c'era anche tutto lo sconvolgimento emotivo in atto: le parole di Seayne parevano tanto un rifiuto quanto una tentazione e in entrambi i casi, la situazione dilaniava il cuore nel petto dell'uomo.
Le emozioni lo confondevano, i sentimenti positivi gli suggerivano che la sua amata gli stesse promettendo amore eterno ma i sentimenti negativi lo spingevano a credere che fosse solo un sofisticato modo per rifiutarlo.
Per fargli capire che la sua vita di Guerriera era più importante di lui.

E alla fine... Quella cicatrice, quell'orribile cicatrice!

Lentamente, però, tornò il senno della ragione e le sue guance si rianimarono di vita; certo, era tutto orribile ma proprio per questo non valeva la pena di combattere per forse l'unica cosa bella della sua vita?
Non gli importava di avere figli, non gli importava di avere una casa, dei vicini, nemmeno gli importava di avere una vera e propria cerimonia come quella che sarebbe stata celebrata da lì a poco.
A lui importava solo di Seayne, tutta Seayne! Anche della cicatrice! E in viaggio, insieme ad Ashton, a combattere aveva già visto diversi orrori.

Con sguardo determinato si alzò ancora, coprendola non perché si vergognasse di lei ma per proteggerla.

No, non lo accetto.
Non accetto che tu dica di te queste orribili parole; io lo so, ti giuro,  lo so che questa armatura che indossi la porterai con te fino al giorno della morte e no: non voglio fuggire con te, non voglio scappare senza mai voltarmi, non voglio farti tradire l'Organizzazione.
Voglio assumermi tutte le responsabilità della situazione, con te. Insieme.


E...
E poi, lo so, hai ragione: un giorno un demone più forte prevarrà su di te ma non è forse vero che la fine giunge per tutti noi, indistintamente? Ma io vorrei essere lì con te, non importa cosa, non voglio abbandonarti. 
E se dovesse giungere la fine per me, ecco, io vorrei che il tuo volto splendido fosse l'ultima cosa che i miei occhi ammirano; credo che sia lo stesso per te, no?

Abbassò lo sguardo, leggermente imbarazzato.

Forse... Non sembro più molto in salute ma potrei seguirti, potrei farlo.
Non...
Ti prego, non guardarmi come se fossi una tazzina in cristallo; per te io posso essere forte.
Io sono forte.


E d'altra parte, prima del Matrimonio abbiamo un sacco di lavoro da fare, sai!?

Cercò di sdrammatizzare il tutto, con un sorriso sincero.
Trova tutti i messaggi di questo utente
20-09-2017, 06:55 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-09-2017 09:30 PM da Nardo.)
Messaggio: #18
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Ecco… Seayne aveva detto a Stephan tutto su di sé, non gli aveva nascosto nulla, era stata sincera con lui e questo, in un certo senso, la fece sentire… meglio.
Nonostante questo, ricordando Stephan com’era, la guerriera albina si era aspettata che il suo amato, al pari di altri uomini, rimanesse quantomeno spaventato alla vista della sua grande stigmata e, per alcuni istanti, era sembrato proprio che fosse così, quando Stephan era sbiancato in viso e si era accasciato sulla poltrona ma poi…
Poi il colore ritornò sul suo volto e nei suoi occhi apparve la determinazione di un vero uomo.
Seayne fremette per la sorpresa quando le mani di lui sfiorarono la sua pelle d’alabastro mentre le rimetteva la sua uniforme a posto: le venne la pelle d’oca, un brivido le corse lungo la spina dorsale e dalle sue labbra socchiuse le sfuggì un gemito di.. piacere?

-Così… è questa la… forza dell’amore…?-

Si chiese la Numero 12, pensando al modo in cui Stephan aveva reagito alla vista del suo corpo, alle parole cariche di speranze e aspettative che le aveva rivolto subito dopo e, soprattutto, alle sensazioni sconosciute che si scatenavano in lei al solo contatto col corpo dell’amato, le quali facevano vacillare le sue convinzioni…

-Lo so… lo so che questo avrà fine… Nulla dura per sempre! Ma finché potrò… assaporerò questi momenti di felicità, fino in fondo, fino… alla fine!-

Seayne fissò i suoi occhi d’argento in quelli verdi dell’amato:

Sì Stephan… Sei forte, sei diventato forte… per me! Se davvero vuoi rimanere al mio fianco nonostante tutto quello che ti ho detto, nonostante quello che sono io… io ne sarò felice!

E finalmente Seayne sorrise… un sorriso sincero, carico di felicità e di gioia che da molti, troppi anni non compariva sul suo volto, tutto rivolto e dedicato a Stephan, l’uomo che amava. In quel momento, la guerriera albina non pensava al futuro e alle conseguenze che il gesto di Stephan poteva comportare…

-Quello che conta è qui e ora…-

Seayne rimase in silenzio per qualche attimo, persa in pensieri che, forse, non era bene che una guerriera dell’Organizzazione facesse quando Stephan, forse per sdrammatizzare la situazione disse:

E d'altra parte, prima del Matrimonio abbiamo un sacco di lavoro da fare, sai!?

Seayne si riscosse, colta alla sprovvista da quelle parole. Si era quasi dimenticata del perché si trovava lì:

Eh?

Disse sorpresa. Poi, sempre sorridendo, iniziò a raccogliere i pezzi della sua armatura e la sua claymore, rimettendoseli addosso:

D’accordo Stephan. Da dove cominciamo?

Replicò, Seayne, con voce carica di gaiezza


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Felice e decisa a godersi quella felicità, consapevole del fatto che non durerà per sempre.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
26-09-2017, 08:53 PM
Messaggio: #19
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
Alla fine, i due amanti da tempo separati, si sono finalmente uniti; non in modo carnale ma spiritualmente ora sono più che mai legati indissolubilmente l'uno all'altra.
Dalla gioia per le parole di Seayne, il ragazzo si avvicina ancora a lei e la bacia intensamente e appassionatamente andando a sfiorarle con le dita nude la pelle scoperta della schiena mentre la va a rivestire.
Quella era davvero la pelle di una Guerriera?
Non attraversata da cicatrici ma... Morbida e soffice al tatto? 
Lentamente la mano di Stephan scivolò sul fianco, poi sull'addome e lentamente fece per scorrere verso il petto di lei ma si ferma, quasi tremante, con un sorriso imbarazzato.


Ah... Sì, ecco. Il Vescovo mi ha chiesto di, uhm, accogliere la Guerriera lui è molto... Molto indaffarato! Non c'è nessun ordine per te, formalmente parlando ma mi farebbe enormemente piacere se tu mi aiutassi ad ultimare alcuni preparativi in vista delle nozze!
Oh, mi esibirò dopo la cerimonia!

E... Poi ti accompagnerò in una locanda dove potrai dormire e, insomma, verrò a svegliarti il mattino successivo per attendere alle celebrazioni.

Le sorrise appena.
Trova tutti i messaggi di questo utente
27-09-2017, 09:15 PM
Messaggio: #20
RE: Love is a Losing Game [Nardo]
[Immagine: yp10m.jpg]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Le mani di Stephan, che accarezzavano il suo corpo erano così calde… così piacevoli…

Oh…

Un gemito sfuggì dalle labbra della guerriera, mentre leggeri brividi di un sottile piacere le attraversavano il corpo, il suo viso niveo si tingeva di un delicato rossore e il suo cuore batteva all’impazzata: una parte di lei, quella selvaggia e brutale che Seayne si sforzava di dominare, avrebbe voluto che Stephan non si fermasse…

-Cos’è… cos’è questa… sensazione così… così piacevole?-

Ma Stephan, lentamente, si fermò, sorridendole imbarazzato dopo un ultimo bacio.
Nei primi istanti la guerriera albina ci rimase un po’… male ma poi, sia pure con una certa lentezza, la Numero 12 recuperò il controllo delle sue emozioni… quasi.

-Io… lo capisco, non sarebbe… opportuno che qualcuno ci scoprisse… peccato però!-

Concluse tra sé e sé, con una punta di malizia mentre Stephan forse per stemperare l’imbarazzo, le disse:

Ah... Sì, ecco. Il Vescovo mi ha chiesto di, uhm, accogliere la Guerriera lui è molto... Molto indaffarato! Non c'è nessun ordine per te, formalmente parlando ma mi farebbe enormemente piacere se tu mi aiutassi ad ultimare alcuni preparativi in vista delle nozze! Oh, mi esibirò dopo la cerimonia!

Al che Seayne replicò:

Lo farò volentieri, mi stavo annoiando qui da sola e… aiutarti con i preparativi sarà un buon modo per distrarsi e far passare il tempo…

-E ricordare quando ero una semplice bambina umana e tutto il mio villaggio era in festa per un matrimonio…-

E poi sono curiosa! Quando mi venne affidato l’incarico di farti da scorta, il mio superiore mi decantò la tua abilità: voglio proprio vederti all’opera.

Replicò Seayne con un tono gaio nella voce. Poi, sempre sorridendole, Stephan disse:

E... Poi ti accompagnerò in una locanda dove potrai dormire e, insomma, verrò a svegliarti il mattino successivo per attendere alle celebrazioni.

Seayne annuì:

Va bene. Ti ringrazio di aver pensato al mio alloggio. Una taverna è sicuramente meglio della spelonca sulle montagne che sovrastano il villaggio di Salt Lake dove sto adesso ma… sei sicuro di voler venire da me solo domattina?

-Ombre! ma cosa sto dicendo?-

Infatti, quell’ultima frase aveva colto di sorpresa anche lei stessa. Cosa voleva dire? Era semplicemente il desidero di avere Stephan con sé il più a lungo possibile, temendo che il futuro fosse meno roseo di quello che era nei desideri suoi e del suo amato? Oppure era la voglia di provare nuovamente quelle sensazioni, sempre meno sconosciute e sempre più piacevoli che le carezze di Stephan le procuravano?
Seayne stessa non avrebbe saputo dirlo perciò, mentre le sue gote avvampavano nuovamente, si affrettò ad abbassare lo sguardo e a concludere con voce mite, quasi un sussurro:

Scusami Stephan… non volevo metterti in imbarazzo…

Finendo di indossare l’armatura e iniziando a respirare in maniera cadenzata: doveva assolutamente rimettere le sue emozioni sotto controllo…


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimale. Battito cardiaco accelerato a causa dell’emozione.
Stato Psicologico: Stordita dalle sensazioni che le carezze di Stephan le procurano. Frustrata per alcuni istanti quando l’amato si ferma. Stuzzica Stephan con una punta di malizia, pentendosene subito dopo.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)