Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
QUI Per Il Ventisettesimo Capitolo Della Nuova Stagione!
11-08-2019, 10:57 AM
Messaggio: #1
QUI Per Il Ventisettesimo Capitolo Della Nuova Stagione!
Premessa: Questo Capitolo è il riassuntone di ben quattro capitoli. Ho messo le parti più importanti perchè era tutto un combattimento unico. Successivamente, con l'apertura di una Wiki dedicata a questa Storia, vedrò di mettere tutto quanto! Mi raccomando, commentate! Anche se è una serie vecchiotta, ormai, è una delle migliori!


CLAYMORE EPISODIO 27 - UN MONDO LIBERO


Miria, Helen, Deneve e Claire sono in direzione dello yoki di una delle figure:


HELEN:
Ehi, Miria...come dobbiamo
comportarci con questa tizia?
MIRIA:
Sinceramente non so quale sia
la sua abilità, ne se ne abbia una...
Non so nulla di lei, eccetto
il fatto che sia morta e lo stesso
vale per l'altra...
DENEVE:
Se sono morte avranno un
punto debole...
CLAIRE:
...e noi lo troveremo.
HELEN:
Di questo ne sono certa!
MIRIA:
(si ferma)
E' qui.


Anche le altre si fermano, Helen e Claire sguainano le spade. Davanti a loro vi è una figura vestita di nero.
REI:
Immagino sappiate già perchè
sono qui...
MIRIA:
Sì, però voglio chiederti una cosa,
se non ti dispiace. Tu sei contro di noi?
REI:
Se intendi dire da che parte sta
la mia volontà, la risposta è: dalla
vostra. Ora tocca a me fare una
domanda...voi siete le guerriere
che si stanno opponendo
all'Organizzazione?
HELEN:
Esattamente e non preoccupatevi,
uccideremo quei bastardi anche per voi!
(ridacchia battendo il pugno contro
il palmo della mano)
REI:
(fa un mezzo sorriso)
Capisco...
Allora conto su di voi, avete promesso.
Ora veniamo a me, non so
come l'Organizzazione ci stia
controllando, ma la nostra forza è
dimezzata rispetto a quando eravamo
in vita, se ascoltate attentamente
ciò che vi dico, insieme potrete
vincere.
DENEVE:
(sguaina le spade)
Siamo tutte orecchi.
REI:
Bene. Il mio potere riguarda
le ombre.
MIRIA:
(pensa)
Le ombre?
REI:
Io posso controllare la mia ombra
come voglio e se le vostre si
sovrappongono alla mia ottengo più forza.
Se colpisco una delle vostre
ombre è come se colpissi voi
stesse, perciò fate attenzione.
HELEN:
Fare attenzione alle nostre ombre
e alla tua, capito! C'è altro?
REI:
Per ora no.
(guarda in direzione dell'altro yoki)
Mi auguro che chi stia combattendo
contro l'altra sia molto forte...
MIRIA:
Oh, non preoccuparti.
Sono certa che saprà cavarsela.
REI:
Meglio così. Avanti!


Helen e Claire sono le prime ad avanzare contro Rei, seguite da Deneve, mentre Miria si limita ad osservare. Rei traforma la propria ombra in uno scudo. Nel frattempo, Galatea è arrivata a destinazione.


GALATEA:
Oh, che sorpresa...
RAFAELA:
(guarda davanti a se)
...
ROBIN:
(guarda Rafaela davanti a se e
sposta lo sguardo su Galatea)
...
GALATEA:
(si mette accanto a Rafaela)
E' un vero onore incontrarti, ma...
abbiamo fretta...
ROBIN:
Fretta?
GALATEA:
Già, l'Organizzazione vi ha riportate
in vita perchè pensa di proteggersi, ma
sai com'è...io credo che abbiano le
ore contate e lo sappiano.
ROBIN:
Voi vorreste distruggere l'Organizzazione?
GALATEA:
No, noi abbiamo solo disertato, ma...
le altre ragazze sono molto determinate.
ROBIN:
Mhp...distruggere l'Organizzazione...
Non è così semplice, vi troverete
addosso tutti quanti e finirete con il
soccombere, non importa quanto
sarete determinate...se non siete
sufficentemente forti sarà inutile.
GALATEA:
La tua preoccupazione è ben
accetta, ma loro sono forti, perciò
pensa a combattere.
ROBIN:
Con piacere.
RAFAELA:
Lei non è come le altre...
GALATEA:
So bene chi è e che è molto
più forte delle altre...
RAFAELA:
No, intendo che non è disposta
a cedere...
GALATEA:
Strano per una guerriera che si
racconta abbia combattuto e sia
morta in piedi davanti all'Organizzazione
in segno di sfida...
ROBIN:
Questo non ha nulla a che vedere con loro.
Ho desiderato la libertà per anni e
quando l'avevo finalmente trovata sono
stata uccisa dalle guerriere che
volevo salvare...
Questo mondo, le guerriere, non
saranno mai liberi.
GALATEA:
Non so cosa tu abbia vissuto, ma...
questo non ti da il diritto di
decidere della vita degli altri.
ROBIN:
Allora fermami...
GALATEA:
Con molto piacere...
RAFAELA:
Fa attenzione.
GALATEA:
Anche tu.


Le due si scagliano contro Robin. Rafaela sferra un pugno allo stomaco, mentre Galatea sferra un calcio alle spalle. Robin, però, riesce a restare in piedi dopo il colpo di Rafaela e colpisce la gamba di Galatea generando un'esplosione e rompendo parte del terreno circostante sotto e dietro Galatea stessa. Galatea è in ginocchio, mentre Rafaela è vicino a lei.


RAFAELA:
Stai bene?
GALATEA:
Sì, sono riuscita a bloccare
il suo colpo poco prima che
colpisse la mia gamba.
(guarda il terreno distrutto)
RAFAELA:
Riesce a generare vibrazioni
e terremoti nell'aria.
ROBIN:
Perspicace. Non so quanto
possiate resistere contro di me
considerando che posso
rigenerarmi in fretta, ma
sembrate forti...
GALATEA:
(si alza, pulendosi il pantalone
in corrispondenza del colpo ricevuto)
Sei molto diversa da come
raccontano, non dirmi che è
perchè sei stata sconfitta...
ROBIN:
Siete voi a non capire, tutto quello
che state facendo si rivelerà
inutile e si ritorcerà contro di voi.
GALATEA:
Toglimi una curiosità, numero 1, come
ha fatto una guerriera come te
a farsi battere dall'Organizzazione?
Potevano esserci anche 100 guerriere,
ma tu e Rei eravate ben superiori...
ROBIN:
...


Nel frattempo, anche Luciela era occupata contro Rosemary che è a terra.


ROSEMARY:
Non sei affatto cambiata...
Credi ancora di poter
sconfiggere tutto e tutti...
LUCIELA:
Sei stata una degna avversaria,
un peccato che tu sia morta.
ROSEMARY:
Intendi dire che mi volevi
con te se fossi sopravvissuta?
LUCIELA:
Una ex numero 1 fa
sempre comodo.
ROSEMARY:
Ehehehe...quella che è arrivata
dopo di me e mi ha sconfitta...
lo meritava molto di più...
LUCIELA:
Già, anche lei è stata sconfitta, ma
al contrario di te lei non
è del tutto morta...
ROSEMARY:
Strano considerando il
carattere che aveva, o forse no...
...però...
(si risveglia)
LUCIELA:
Questa forma...interessante...
(fa un mezzo sorriso)


Intanto; Claire, Helen e Deneve stanno combattendo contro Rei e schivando i suoi tentacoli d'ombra che è rimasta e rimane immobile.


REI:
(rivolgendosi a Miria)
Tu sei il loro capitano, vero?
MIRIA:
Diciamo di sì...
DENEVE:
(la guarda)
...?...
REI:
Immagino che tu stia formulando
un piano, per questo motivo non
mi attacchi, però, continuando di
questo passo, le ragazze si
stancheranno presto...
HELEN:
Stanche? Io mi sento benissimo!
(utilizza la trivella contro alcuni
tentacoli d'ombra)
REI:
Devi fare attenzione, ragazza...
MIRIA:
Helen, via da lì!
HELEN:
Cosa?
(guarda in basso)


L'ombra di Helen si è sovrapposta a quella di Rei. Helen si sposta all'indietro, facendo leva sui tentacoli.
HELEN:
Maledizione!
(le sanguina un braccio, un
tentacolo ha colpito la sua
ombra in corrispondenza del
braccio)
DENEVE:
E' come ha detto prima,
colpire la nostra ombra
significa colpire anche noi...
REI:
Avete resistito bene fin'ora, ma
dovete attaccarmi per battermi...
(stavolta, i tentacoli puntano Miria)
MIRIA:
(li evita usando il miraggio, pensa)
Prima non ha provato
ad attaccarmi, mentre ora sì...
CLAIRE:
(usa la spada fulminea a distanza
colpendo il terreno)
REI:
(si sposta)
...
CLAIRE:
L'ho colpita?!
DENEVE:
No, non ha nemmeno un graffio...
(stringe entrambe le spade e
para i tentacoli che stanno
per colpire Claire)
CLAIRE:
Ti ringrazio.
DENEVE:
(tenendoli fermi contro le
proprie spade)
Figurati...
MIRIA:
(pensa)
Si è spostata solo nel
momento in cui non ha
colpito lei, ma il terreno...
questo significa che...
REI:
Siete una buona squadra,
agite bene, proteggendovi a
vicenda e tu sembri un
capitano carismatico, chissà...
forse sarà questo che vi farà
riuscire dove noi abbiamo
fallito...
MIRIA:
(impugna la spada)
Questo lo spero. Tuttavia
ho una domada...
Tu e Robin avete combattuto
fino alla fine contro
l'Organizzazione?
REI:
...


Galatea e Rafaela sono rimaste al punto di prima.


GALATEA:
Se non vuoi dircelo, allora
lo scopriremo da sole.
(si muove velocemente
contro di lei, insieme a Rafaela)
ROBIN:
(stavolta è lei a sferrare un
pugno contro Galatea,
generando delle "crepe" bianche
attorno al proprio pugno)
GALATEA:
(pensa)
Come prima, però...
RAFAELA:
(con un calcio devia il pugno
di Robin da Galatea e le fa
colpire da un'altra parte)


Anche se colpisce altrove, il pugno genera comunque una specie di esplosione e rompe il terreno in un raggio di qualche metro. Galatea si
allontana.
GALATEA:
(pensa)
Se non l'avesse deviato mi
avrebbe spazzato via...
Perchè prima sono riuscita
a bloccarle il colpo mentre ora no?
(parla)
Grazie, Rafaela.
ROBIN:
Sei riuscita a deviare il mio colpo
con un calcio, tu devi essere
un caso molto particolare.
RAFAELA:
...


Luisella, invece, osserva Rosemary risvegliata. Diversa dalla forma che conosciamo, qui le dimensioni sono sensibilmente più grandi e il corpo assume un colore nero, ma viene rivestito da una corazza. Gli occhi sono completamente azzurri, senza pupilla. Possiede un paio di ali piumate, anch'esse nere, artigli a mani e piedi. E' bipede, ma assume una forma ricurva in avanti e le gambe sono piegate, come se camminasse seduta.


ROSEMARY:
(lo vece si fa roca e cupa, da
Risvegliato)
Nessun rancore, vero?
LUCIELA:
Affatto, anzi, ti ringrazio...è
un pò di tempo che non
combatto seriamente...


CONTINUA...
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)