Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Questa discussione è chiusa  
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
15-09-2013, 09:45 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:05 PM da Kelsier.)
Messaggio: #1
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Rosso relativo

Citazione:Fascia: Diurna, tarda mattinata.
Tempo atmosferico: Il sole splende, non c'è una nuvola e gli ucc... be', no, gli uccellini non cantano, ma ci mancherebbero solo loro.
Condizioni dell'arena: Per qualche motivo l'arena sembra disseminata di sassi di varie dimensioni, dal ciottolo al masso, ciascuno segnato da una X rossa. Forse Peter è impazzito.
Combattenti: Gaia; Syhlvia

Non c'è molto da aggiungere: Peter attende che le due sfidanti diano inizio al combattimento, pregustando le botte che si daranno. L'arena è disseminata di rocce, ma l'accolito sembra non farci caso: fissa le due in attesa che comincino, senza proferir parola.

Turnazione
Xyz10
Vick_Hetki_Pureva
Trova tutti i messaggi di questo utente
15-09-2013, 07:07 PM
Messaggio: #2
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Citazione:Narrato
¬ Pensato
~ Parlato

~ Syhlvia - Turno 1

Non dovette aspettare molto prima che qualcuno cogliesse le sue intenzioni. Peccato, non era riuscita nemmeno a riscaldarsi un po’. Pazienza.
Squadrò la nuova arrivata da capo a piedi, ma non riuscì a trarne grandi informazioni riguardo le abilità combattive; la sua attenzione fu attirata invece dalla fascia che la Guerriera portava, anzi più che dalla fascia stessa dalle piume rosse che vi erano attaccate. Le donavano quel nonsoché di.. esotico, forse? Comunque fosse, era strana.
Fu ancora più incuriosita dalla biondina quando questa parlò. Gaia, il Fulmine Rosso, Numero 15. Inarcò le sopracciglia, era stata fortunata.

~ Numero 15, eh? Io sono la 18, Syhlvia.

¬ Il Fulmine Rosso.. sarebbe una specie di soprannome?

Una voce interruppe le presentazioni, e subito gli occhi d’argento della ragazzina corsero verso gli spalti, per scorgere una figura vestita di Nero. Le disse di non averla mai vista da quelle parti, eppure sembrava conoscerla. Strano, lei invece non sapeva chi fosse. Che la stessero tenendo d’occhio?
Distolse lo sguardo dall’uomo, per andare a scrutare, stavolta, l’arena. Era un bel posto. Certo, avrebbe preferito non avere tutti quei sassi in mezzo al passo, così da poter usare tutta la sua agilità, ma tant’è. Chissà perché poi tutti i massi erano marcati da quella ‘X’ rossa. Mistero.
Andò a raccogliere la claymore che le regole imponevano di usare: separarsi dalla sua spada, quella con la ‘S’, non era stato facile, ma doveva ammettere che questa d’allenamento non era poi così malaccio. La mulinò un paio di volte, prima di mettersi in guardia in uno dei lati dell’arena.

~ Ehi, Numero 15. Non è un duello serio.

Non sapeva perché quelle parole le uscirono dalla bocca. Non le aveva pensate.

¬ È un allenamento, non può succedere nulla di grave.. giusto?

Cercò di concentrarsi. Aveva contro la Numero 15, non la prima che passava. Cioè, tecnicamente era la prima che è passata di lì, però era comunque forte.

¬ Basta, concentrati.

L’oscuro uomo lassù non sembrava voler dare il via al combattimento, quindi ci pensò lei stessa.
Attese giusto un paio di secondi per darle la possibilità di mettersi in guardia, poi si mosse. Aveva intenzione di correre verso l’avversaria, zigzagare un paio di volte tra i massi più vicini e poi, una volta a portata, fintare un attacco di taglio alla spalla sinistra, fermandosi poco prima di colpirla; a quel punto, con una rapida rotazione del braccio, attaccarle l’avambraccio destro.
Sì, era la stessa mossa di quella volta.

Citazione:Yoki Utilizzato: 0%.
Stato Fisico: Illesa.
Stato Psicologico: È concentrata, ma nel profondo è turbata dai ricordi del duello con Ambrosia.
15-09-2013, 08:28 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:06 PM da Kelsier.)
Messaggio: #3
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia: Turno 1
Parlato Pensato

Syhlvia, la numero 18. Era quella la nuova avversaria di Gaia. Un sorriso carico di soddisfazione le incrinò le labbra, mentre lo sguardo le si illuminò.

Finalmente un'avversaria degna di questo nome!

La numero 18 era più bassa di Gaia e notevolmente più magra. Dopo aver mulinato un paio di volte la spada d'allenamento, si rivolse alla guerriera piumata, con una frase che le fece alzare un sopracciglio; Gaia rispose immediatamente, con un tono di voce a metà strada tra il divertito e il deluso.

Spero tu stia scherzando. Dopo aver schiacciato solo insetti, mi trovo davanti ad una vera avversaria. Sento che non deluderai le aspettative!

Comunque sia, Gaia non partì subito all'attacco, ma guardò in direzione di Peter, con sguardo glaciale, quasi grondante disgusto. Aveva infatti notato la conformazione del terreno e i tanti piccoli e grossi ostacoli; aveva pure dato una bella occhiata intorno, per farsi almeno un abbozzo di idea degli ostacoli più grandi. Ostacoli, che avrebbero potuto anche farle comodo.

Dannato Comodino. Riempire l'Arena di massi e sassi per impedirmi di utilizzare la Tempesta del Fulmine Rosso... Maledetto nano schifoso.

Rivolse nuovamente lo sguardo verso l'avversaria, assumendo uno sguardo concentrato, nonostante il sorriso ritornato nuovamente sulle labbra, quindi le parlò nuovamente.

Comunque tranquilla, il nano in nero che ci guarda, Comodino, ha fatto in modo di darti un bel vantaggio.

Syhlvia comunque non perse tempo e attaccò, anche se non a sorpresa, attendendo almeno che Gaia le rivolgesse la propria attenzione. Movimenti rapidi quelli di Syhlvia, cosa che accentuò il sorriso di soddisfazione della guerriera piumata.

Benissimo. Con lei è meglio andare forte dall'inizio. Niente test, è la numero 18 e tanto basta come prova.

Gaia liberò parte del suo Yoki, seguendo con i suoi occhi ora dorati i movimenti dell'avversaria. Non attese comunque l'avversaria, che a quanto pare non aveva certo optato per un assalto dritto per dritto. La guerriera piumata eseguirebbe un veloce salto verso il masso più vicino, possibilmente abbastanza grande da essere usato come "trampolino", quindi lo utilizzerebbe appunto in quel modo, per darsi una possente spinta verso Syhlvia, eseguendo un fendente orizzontale da destra verso sinistra, all'altezza di quello che sarebbe dovuto essere il busto dell'avversaria.

Citazione:Yoki Utilizzato: 20%
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati.
Stato Psicologico: Contenta di aver trovato finalmente un'avversaria che dovrebbe essere forte, determinata a combattere al meglio e senza perdere tempo. Disgustata da Peter, che ha "addobbato" l'Arena probabilmente per farle un "favore".
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)

[Immagine: Lightening11.gif]
Trova tutti i messaggi di questo utente
15-09-2013, 10:01 PM
Messaggio: #4
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Syhlvia, memore dello scontro "serio" - vale a dire all'ultimo sangue - con Ambrosia, sembra poco propensa a un combattimento sulla stessa lunghezza d'onda, ma Gaia a sentirla parlare, non avendo ovviamente idea di cosa intenda, rimane un po' perplessa: uno scontro fra guerriere di rango abbastanza simile come loro due dovrebbe essere "serio" eccome... ma non c'è molto tempo per riflettere: nonostante le sue dichiarazioni involontariamente confuse, Syhlvia non si tira indietro e parte alla carica. Gaia da parte sua non sta certo ferma a prenderle, anzi, comincia subito a far sul serio liberando perfino una discreta quantità di Yoki e lanciandosi all'attacco usando uno dei massi per darsi la spinta. La finta di Syhlvia si rivela dunque inutile, mentre il secondo attacco riesce, con la rotazione del polso, se non a completarsi almeno a mettere la lama senza filo tra il suo corpo e l'arma di Gaia. Una parata non intenzionale, insomma, ma fortunata, dato che un colpo diretto non sarebbe stato divertente: la propulsione di Gaia, unita alla sua superiorità fisica a sua volta incrementata dallo Yoki, blocca rapidamente la carica dell'avversaria, invertendo la direzione del movimento... e schiantandola a terra. La guerriera piumata del resto la segue, dato che non ha alcun appoggio. Si trovano così entrambe sulla sabbia, Syhlvia di schiena e Gaia semistesa sopra di lei, le spade a separarle di pochissimo. Sicuramente un inizio ben più esaltante dei duelli precedentemente affrontati da Gaia....

Turnazione invariata
Trova tutti i messaggi di questo utente
16-09-2013, 10:05 PM
Messaggio: #5
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Citazione:Narrato
¬ Pensato
~ Parlato

~ Syhlvia - Turno 2

No, non aveva capito. Dalla risposta che le diede, l’altra ragazza non aveva affatto colto l’avvertimento che le aveva involontariamente lanciato.
Riascoltò nella propria testa le parole che il Fulmine Rosso – si era già dimenticata come si chiamava, accidenti – le aveva appena rivolto: in pratica, si sarebbe impegnata, anzi era pronta a scommettere che avrebbe dato tutta sé stessa, quella!
Inoltre sembrava che quei massi fossero lì per dare a Syhlvia un vantaggio, e a sentir parlare lei, anche sostanziale. Non capiva a cosa si riferisse, ma era chiaro che l’avversaria non sapeva quanto lei fosse agile, e che quindi avrebbe preferito non avere tutti quegli ostacoli in mezzo al passo. Ed era altrettanto ovvio che lei non aveva bisogno di nessun aiuto. Nemmeno contro una di rango più basso.

Bastò poco per rendersi conto che comunque la Numero 15 non era una Guerriera qualunque, tutt’altro: non stette ferma ad attendere la sua lama, bensì si lanciò subito al contrattacco, zompando su uno dei sassi più grandi. Dovette ruotare il polso per parare il colpo che arrivò dall’alto – che, per la cronaca, fermò efficacemente; solo quella pazzoide della sua avversaria ora le stava franando addosso, e non poté far nulla per evitare di finire, entrambe, nella sabbia.
Incrociò gli occhi della quindicesima cacciatrice, scoprendo che stava già usando dello Yoki.

Non esitò un solo secondo, anzi cercò di approfittare del momento per sferrarle un poderoso sinistro sul mento, dal basso; liberò anche dello Yoki, perché non è che poteva semplicemente giocare ad armi pari sulla forza, e poi anche perché lo stesso Fulmine Rosso lo stava usando.
A prescindere poi dalla riuscita del cazzotto, voleva cercare di farla ruzzolare di lato, magari spingendola anche col busto o con le gambe, o qualcosa del genere. L’importante era riuscire a ribaltare quella situazione, che non le piaceva proprio per niente.

Citazione:Yoki Utilizzato: 20%.
Stato Fisico: Illesa, a parte qualche botta qua e là.
Stato Psicologico: È concentrata. Tutte le sue incertezze sono apparentemente svanite.
16-09-2013, 11:10 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:10 PM da Kelsier.)
Messaggio: #6
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia: Turno 2
Parlato Pensato

L'attacco di Gaia non andò perfettamente a segno, anche se nullificò completamente l'offensiva di Syhlvia e riuscì a buttarla a terra, cadendoci pesantemente sopra; troppo slancio? Non importava.

La guerriera piumata era sì veloce e non molto forte fisicamente, ma stranamente dava il suo meglio nelle battaglie ravvicinate, nonostante tutto ciò non fosse molto fine. Ma a Gaia, della finezza importava poco e niente. Non aveva tempo per pensare, a dirla tutta nemmeno ci provò a pensare. In una situazione del genere, pensare voleva dire perdere, morire. L'istinto era l'unica cosa che contava, mentalmente; la cattiveria e la reattività avrebbero fatto il resto. I suoi occhi dorati ardevano di esaltazione, l'adrenalina scorreva prepotentemente per tutto il suo corpo, quanto tempo che non si sentiva così!

Gaia non perderebbe tempo. Appena finita sopra Syhlvia, dopo aver mollato la spada a terra, si solleverebbe sulle ginocchia, cercando di mantenersi sull'avversaria e tenterebbe di colpirla al volto ripetutamente, utilizzando entrambi i pugni.

Non pensava nemmeno ad un'eventuale reazione della numero 18, non c'era tempo per pensare a cosa avrebbe potuto fare lei... Ma era meglio che cercasse di difendersi in qualche modo, perché Gaia non avrebbe certo lesinato sui colpi.

La sua posizione sopraelevata avrebbe dovuto concederle un certo vantaggio, ma meglio essere brutali. Non voleva certo finire il combattimento a quel punto, ma era meglio far capire a Syhlvia che a combattere in quel modo, era Gaia che comandava.

Citazione:Yoki Utilizzato: 20%
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati.
Stato Psicologico: Esaltata, completamente in preda ad un istinto battagliero di cui in realtà sentiva la mancanza.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)

[Immagine: Lightening11.gif]
Trova tutti i messaggi di questo utente
17-09-2013, 10:35 PM
Messaggio: #7
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia abbandona la spada e si solleva, mandando a vuoto il montante di Syhlvia. La claymore tintinna leggermente su un sasso allontanandosi mentre la guerriera piumata rovescia sulla sua avversaria una gradinata di pugni, senza nemmeno un bersaglio vero e proprio ma semplicemente verso la faccia. Fortunatamente per Syhlvia, la sua spada e la mano sinistra sono in parte sulla strada dei pugni di Gaia, il che ne ferma alcuni. Alcuni. Ma molti altri la raggiungono, e benché il dolore sia affievolito grazie all'uso di Yoki non è indifferente. Gaia picchia, anche se non poi così forte, e Syhlvia non può che subire. Per esattezza, la seconda prova a rovesciare la situazione, ma invano: la posizione di Gaia è stabile e non basta un movimento dei fianchi o delle gambe a sbalzarla. Così Syhlvia subisce... finché non le verrà un'idea migliore, o finché Gaia non si sarà stancata. Perché Peter, anche se le due non lo vedono, sembra non avere la minima intenzione di intervenire, anzi, si gode lo spettacolo con un ampio sorriso in volto.

Turnazione invariata

Tips [Xyz10]: Le modifiche da Yoki vanno SEMPRE segnalate nello stato fisico. E' un Tip perché sei stato in pausa per diverso tempo, ma ricordati che sono obbligatorie.
Trova tutti i messaggi di questo utente
18-09-2013, 06:43 PM
Messaggio: #8
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Citazione:Narrato
¬ Pensato
~ Parlato

Sentì un clang metallico di fianco a sé, e capì che l’avversaria aveva lasciato andare la propria spada, cosa che non presagiva nulla di buono. Perché mai una guerriera dovrebbe far cadere intenzionalmente la propria spada? Ma per usare i pugni, ovviamente.
Oltre che più esperta, la Numero 15 era pure fortunata: evitò solo dio sa come il montante di Syhlvia, facendole anche scoprire la sua difesa; in pratica, in quella situazione persino una recluta sarebbe riuscita a prenderla a cazzotti, e quella di certo non si fece mancare l’occasione. Riuscì a bloccarne qualcuno, ma la maggior parte dovette, diciamo, incassarli.

~ Tch..!

Si lasciò sfuggire una smorfia. Probabilmente tra poco la sua bocca avrebbe iniziato a sanguinare, o forse lo stava già facendo.

Non era più un leale duello fra guerriere, era una stramaledetta rissa da strada. E in una rissa da strada non ci sono regole, non ci sono colpi proibiti: tutto è permesso, se ti può garantire un vantaggio. E oltretutto, quella la stava pure facendo incazzare.
Perciò, non si sarebbe fatta il minimo scrupolo a cercare di accecare la guerriera piumata con l’indice e il medio della mano sinistra, mentre la destra lasciava la presa sull’elsa.
Cogliendo poi l’attimo, voleva semplicemente lanciare via di lato l’avversaria; avrebbe usato entrambe le mani, proprio come si fa con un sacco di patate. Le sarebbe servito tantissimo Yoki, e lo sapeva, perciò l’avrebbe aumentato a dismisura.
Se poi fosse riuscita a liberarsi dalla sua morsa, allora avrebbe rapidamente riafferrato la propria claymore con la mano destra, e quella dell’avversaria, lasciata a terra incustodita, con la sinistra – cosa che le avrebbe potenzialmente garantito la vittoria - e poi si sarebbe rialzata.

Citazione:Yoki Utilizzato: 20% -> 50% {Occhi dorati -> Occhi dorati, vene facciali ingrossate, muscoli ingrossati}
Stato Fisico: Contusioni al volto. Probabilmente le sanguina la bocca.
Stato Psicologico: Abbastanza incazzata.
18-09-2013, 09:13 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:11 PM da Kelsier.)
Messaggio: #9
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia: Turno 3
Parlato Pensato

La "strategia" di Gaia, se così si può chiamare, riuscì, facendo in modo che l'avversaria venisse colpita al volto con alcuni pugni. Be', l'obiettivo era stato raggiunto, Syhlvia aveva probabilmente capito che con il Fulmine Rosso non si scherzava; poteva bastare.

Sì, può bastare! Dovrebbe aver capito chi comanda.

Dopo un paio di colpi andati a segno, dando un rapido sguardo verso dove avrebbe dovuto trovarsi la spada, la guerriera piumata rotolerebbe velocemente verso quella direzione, tentando di afferrare la propria spada. In caso di azione riuscita, Gaia si sarebbe rialzata, per poi allontanarsi di un paio di metri dall'avversaria, rimettendosi in guardia, ove l'avrebbe guardata con sguardo critico, per studiarne la reazione.

Spero non si arrenda o non si sia spaventata... Non lo credo, altrimenti vorrebbe dire che è arrivata ad essere la numero 18 per pura fortuna.

Le avrebbe rivolto quindi parole decise, che avrebbero potuto spronarla in caso di indecisione, con occhi dorati ardenti e determinati.

Avanti Syhlvia. Non è certo questo tutto ciò che hai. Dimostrami che non sei arrivata ad essere la numero 18 solo per caso!

Citazione:Yoki Utilizzato: 20%
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati.
Stato Psicologico: Soddisfatta e speranzosa riguardo la reazione emotiva dell'avversaria.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)

[Immagine: Lightening11.gif]
Trova tutti i messaggi di questo utente
19-09-2013, 09:11 PM
Messaggio: #10
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Syhlvia non è per niente intenzionata a demordere, ma a Gaia è stato sufficiente averle impartito una lezione. Comincia a rotolare via prima ancora che la sua avversaria la rovesci, evitando così anche le dita di Syhlvia che colpiscono solo aria. Lo stesso uso di Yoki della numero 18 è inutile, dato che la guerriera piumata s'è levata di torno senza bisogno di farsi pregare: certo, l'ha fatto perché voleva recuperare la spada - ed ora è in piedi con la claymore in mano - ma in ogni caso ha risparmiato la fatica a Syhlvia. Poi la aspetta, sfidandola. L'incontro può ricominciare. Peter, dalle gradinate, osserva immobile ridacchiando.

Turnazione invariata

Tips [Xyz10]: Hai scordato il numero del turno, ricorda che è indispensabile inserirlo a ogni turno. Inoltre un paio di note: quando scrivi "solo dio sa come" a che dio ti riferisci? Dato che l'unico riconosciuto in Claymore è il dio di Rabona, chiamato sempre così, per esteso, oltre alle dee gemelle Teresa e Claire (che però hanno un nome, un titolo e vengono sempre chiamate con almeno uno di essi). Può sembrare una cosa stupida, io però ci tengo che le ruolate siano il più confacenti all'ambientazione possibile. Inoltre specifico (perché non l'avevo fatto) che la spada di Gaia era comunque fuori portata, anche se la tua azione fosse andata a buon fine. Giusto per la cronaca.
Trova tutti i messaggi di questo utente
20-09-2013, 11:26 PM
Messaggio: #11
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Citazione:Narrato
¬ Pensato
~ Parlato

~ Syhlvia – Turno 4

La sua avversaria era parecchio agile. Dannata. Era riuscita a rotolare via ancora prima che potesse anche solo tentare di accecarla, come cavolo c’era riuscita? Oltretutto, aveva avuto anche il tempo di recuperare la propria spada e rimettersi in posizione di guardia, e ora era laggiù che la fissava.
Due paia di occhi dorati s’incrociarono, in quell’attimo, e ciò che la faceva adirare era che quelli dell’altra Guerriera trasudavano aria di superiorità.
Poi parlò, ed era limpido come il cielo di quel giorno, che fosse convinta di guardarla dall’alto in basso. Non è questo tutto ciò che hai, non sei Numero 18 solo per caso; non la poteva sopportare.

La guardò con disprezzo, stringendo la Claymore fino a sbiancare le nocche. Non aveva idea del perché non le ringhiò contro.
Scaricare la colpa sul troppo Yoki in circolo era facile, ma la verità era che aveva il peggior carattere che si fosse mai visto. Ma non ci poteva fare nulla, quando il sangue le dava alla testa era finita.
Regolò l’afflusso di Yoki, era fondamentale: odiava sentire i propri muscoli ingrossati, le sembrava di essere uno Yoma.
Le sue gambe sembravano volersi muovere da sole, i piedi sembravano volersi staccare da terra senza un suo ordine. Voleva soltanto colpirla, e pareggiare i conti, ma lo voleva ardentemente. C’era un Uomo in Nero che la guardava. Ne andava del suo orgoglio, della sua reputazione, e del suo Numero.
Doveva essere più rapida possibile o la guerriera piumata l’avrebbe presa in contrattacco come prima. Anzi no, non era sicura di riuscirci: era veloce, quella. Doveva fare una mossa talmente epica da farla rimanere di stucco.
Vide il sole. Ebbe, come sempre, un’idea folle. Il fatto che usare il sole non fosse proprio una mossa "pulita" precipitava nell'insignificanza a confronto con quanto sarebbe stato fantastico metterla in pratica.
Una volta che aveva avuto un'idea, chi la fermava più.
Ma era troppo vicina per poter eseguire quello che aveva in mente, quindi dapprima voleva allontanarsi dalla nemica, magari evitando di inciampare su una delle rocce - non sarebbe stato divertente.
Una volta abbastanza lontana, in pratica, intendeva correre verso uno dei grossi massi che la separavano dall’avversaria e poi prendere, diciamo, “spunto” dal suo primo attacco: usare il grosso sasso come trampolino, e spiccare un potente balzo con annessa capriola, che grazie allo slancio acquisito con la rincorsa, avrebbe potuto – in teoria – permetterle di superarla in volo, cogliendola di poco alle spalle. Sapeva che se avesse guardato in alto sarebbe rimasta abbagliata dalla luce solare, e francamente confidava nel fatto che la spettacolare capriola attirasse la sua attenzione.
A quel punto avrebbe avuto quella frazione di secondo di vantaggio, nella quale si sarebbe girata di scatto, braccio destro esteso e lama girata di piatto, e si sarebbe mossa, se necessario, per attaccarla all’incirca all’altezza della testa.

Non sarebbe successo niente, la spada era quella d'allenamento, non era mortale e per di più l'attaccava di piatto. Ma se solo l’avesse colpita, diamine, avrebbe riguadagnato in una volta tutti i punti persi nella zuffa di poco prima.
Il problema, era colpirla.

Citazione:Yoki Utilizzato: 40% {Occhi dorati, vene facciali ingrossate}
Stato Fisico: Contusioni al volto. Probabilmente le sanguina la bocca.
Stato Psicologico: Abbastanza alterata, moralmente è obbligata a pareggiare i conti con Gaia

-----

Gdr off: Giuro che se ho interpretato male quel "tarda mattinata" e il sole non è alto in cielo come spero, giuro che mi ritiro dal GdR per la figuraccia ahahah
21-09-2013, 12:42 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:14 PM da Kelsier.)
Messaggio: #12
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia: Turno 4
Parlato Pensato

La mossa di Gaia non incontrò imprevisti e riuscì a rialzarsi, spada alla mano e a rivolgere le proprie parole a Syhlvia. Di rimando, l'avversaria si alzò, fissando Gaia con quello che pareva essere odio puro, se non disprezzo; aveva decisamente fatto colpo.

Pare che non abbia nessuna voglia di arrendersi.

Infatti era quella la cosa importante, Syhlvia sembrava ancora intenzionata a lottare, cosa che sollevò e rilassò la guerriera piumata. Un sorriso soddisfatto abbellì il suo già splendido volto per un istante, sostituito immediatamente da una fredda determinazione. Non era il momento di sottovalutare l'avversaria; da quello che aveva potuto vedere, Syhlvia era parecchio veloce, forse non quanto lei ma poco ci mancava. Per vincere, per batterla, doveva essere più reattiva, più decisa di lei.

Ha aumentato molto il suo Yoki...

Gaia, avendo notato il cambiamento fisico dell'avversaria, non si fece scrupolo alcuno ad aumentare ella stessa il proprio Yoki. I denti le divennero più aguzzi e vene le apparvero sul suo bel volto, rovinando la bellezza che la distingueva.

Avanti Syhlvia. Fammi divertire ancora.

Se prima era riuscita a calmarsi, Gaia non tentò di reprimere l'adrenalina che aveva ricominciato a scorrerle prepotentemente in corpo, quasi annullando ogni ragionamento. Ormai c'era spazio solo per l'istinto. E quando entrava in gioco quello, non c'era spazio per altro. La guerriera piumata aveva notato che l'avversaria era solita a fare molti movimenti e finte inutili, cosa che la penalizzavano molto; ovviamente, questo discorso si poteva applicare in quel caso, poiché Gaia era veloce almeno quanto lei, normalmente certe tattiche sarebbero state utili. Be', Gaia non aveva lo stesso problema, specie quando si lasciava andare in quel modo.

Sorrise in modo quasi animalesco, continuando a guardare la propria avversaria. Notò che questa aveva cominciato ad allontanarsi, quindi la vide scattare verso uno dei massi. Non sarebbe stata certo sulla difensiva, non quando aveva finalmente di fronte un'avversaria degna!

Gaia scatterebbe verso lo stesso masso, eseguendo un salto verso l'alto prima di arrivarci, con l'intenzione di, se l'avversaria le arrivasse a tiro, menare un fendente verticale dall'alto. Niente finte, un attacco dritto per dritto, deciso e duro. Se la mancasse, poco male, non sarebbe stata certo un bersaglio immobile, ma comunque la guerriera piumata stava facendo molte cose, sicuramente non pensare.

Citazione:Yoki Utilizzato: 40%
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati, vene sul volto e denti aguzzi.
Stato Psicologico: Soddisfatta che Syhlvia non si sia arresa o intimorita. Si lascia poi andare, facendosi prendere dall'istinto battagliero e dall'adrenalina.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)

[Immagine: Lightening11.gif]
Trova tutti i messaggi di questo utente
21-09-2013, 12:00 PM
Messaggio: #13
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Syhlvia si rimette in piedi, gli occhi dorati colmi d'odio nei confronti di Gaia. Non intende permetterle di insultarla a quel modo, evidentemente. Peter si accorge del suo sguardo e sorride.
Fatemi vedere qualcosa di meglio di una rissa da taverna!
Ma l'incitazione è classica di un pestaggio da sobborghi. Non esattamente il massimo. In ogni caso, le due non se lo fanno ripetere e partono entrambe verso lo stesso masso, uno dei più grandi di tutta l'arena. Syhlvia è un po' più vicina, ma Gaia è più veloce: sembra che debbano raggiungerlo in contemporanea. Poco prima, però, la guerriera piumata spicca un balzo, sollevando la spada da allenamento; la sua avversaria termina lo scatto, rimbalzando sul masso e andandole incontro. L'elevazione di Syhlvia è maggiore data la spinta che ha potuto darsi su un "terreno" migliore della sabbia dell'arena, ma nessuna delle due scherza. Se non ci fosse la claymore in mezzo, Syhlvia potrebbe volare oltre Gaia... perché no? La guerriera intendeva compiere una capriola a mezz'aria per attirare l'attenzione dell'avversaria. Ora lo scopo principale è sfumato, ma l'azione può ancora servire a qualcosa: Syhlvia tende le mani, trova il bordo non affilato della lama. Appoggiandovisi con la mano libera, l'altra che rientra per bilanciare, si piega in avanti e lascia che sia il suo corpo a fare il resto: la capriola riesce e lei si ritrova oltre Gaia, al sicuro dal suo presumibilmente potente fendente verticale. L'unico difetto di quest'azione da circo è che nemmeno lei può concludere con un attacco: atterrata con qualche difficoltà, scopre che Gaia è decisamente troppo lontana. La guerriera piumata è infatti finita contro il masso, girandosi appena in tempo per impattare di schiena - senza quindi sensibili conseguenze sul fisico, giusto una botta. L'incontro sembra piuttosto acceso, e lo Yoki in circolo in entrambe non può che renderlo ancora più interessante... ma continueranno?

Turnazione invariata
Trova tutti i messaggi di questo utente
22-09-2013, 10:58 PM
Messaggio: #14
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Citazione:Narrato
¬ Pensato
~ Parlato
~ Syhlvia – Turno 5

Se lo meritava davvero, il soprannome di Fulmine. Era dannatamente rapida. Per un attimo ebbe il desiderio di sapere chi tra le due fosse quella più veloce, ma quel desiderio finì presto nel dimenticatoio, perché non era realmente sicura di spuntarla. Preferiva continuare ad essere convinta del contrario.
Era dannatamente rapida, appunto: riuscì nuovamente a prenderla in contropiede, e quasi riuscì pure ad anticiparla. Se non fosse stato per la capriola a mezz’aria che fece, probabilmente l’avrebbe pure colpita con quell’ascendente.
Atterrò, anche se con poca leggiadria, più o meno dove avrebbe voluto, con la sola differenza che l’avversaria non era a portata. Maledizione.
Fu ugualmente soddisfatta da ciò che aveva fatto, tant’è che un mezzo sorriso s’abbozzò sul suo viso: forse non aveva funzionato contro la guerriera piumata, ma era pronta a scommettere che contro una qualsiasi altra guerriera – o contro uno Yoma – l’esito sarebbe stato totalmente diverso. E poi era stata un’azione fantastica. Era sicura che anche l’uomo lassù si stesse divertendo, visto che poco prima le aveva chiesto “qualcosa di meglio di una rissa da taverna”. Beh, quello che aveva fatto era, a suo dire, su un livello stilistico completamente diverso. Era un peccato che non fosse riuscita appieno, ma la sua bella figura l’aveva fatta lo stesso, secondo lei. Anche se, c’era da notare che la fortuna stavolta non le era stata totalmente contro come prima: nell’istante in cui si girò per valutare la posizione della Numero 15, si accorse anche che questa stava per impattare contro un masso.
Questa poteva essere la sua occasione.
Considerando le caratteristiche dell’avversaria, e l’effettivo tempo che aveva di vantaggio – un nonnulla – capì che non aveva tempo d’imbastire chissà quale strategia, per quanto scenica fosse.
Doveva attaccarla direttamente. Una carica a testa bassa, con tanto di doppia sciabolata finale, una da destra, e una da sinistra.

Citazione:Yoki Utilizzato: 40% {Occhi dorati, vene facciali ingrossate}
Stato Fisico: Contusioni al volto.
Stato Psicologico: Soddisfatta dall'azione compiuta; un po' delusa dal fatto che non sia totalmente riuscita; concentrata.
23-09-2013, 01:21 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:15 PM da Kelsier.)
Messaggio: #15
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia: Turno 5
Parlato Pensato

Aspetta... Cosa?!

Gaia fu più rapida, ma successe l'incredibile. Syhlvia eseguì una capriola a mezz'aria, schivando completamente il colpo della guerriera piumata, che invece andò ad impattare contro il masso, anche se riuscì a girarsi di schiena, prima del brusco atterraggio.

Ouh, dannazione!

Non che la botta l'avesse danneggiata, ma non era stata nemmeno piacevole, cosa che la portò ad abbassare il livello del proprio Yoki. Gaia ebbe un piccolo tic nervoso ad un occhio e alla narice destra, quando vide il sorrisetto apparso sulle labbra dell'avversaria, che a quanto pare s'era galvanizzata per quella schivata. Be', lei avrebbe reagito in modo decisamente più esagerato, ma che una cosa del genere la facesse un'altra, oltretutto contro di lei... Era troppo.

Vediamo se dopo questo continuerai a mantenere quello stupido sorrisino.

Gaia agisce il più velocemente possibile. Decide di utilizzare la propria mossa, la Tempesta del Fulmine Rosso, per tentare di chiudere lo scontro e soprattutto per dare un'altra bella lezione alla sua avversaria.

La guerriera piumata scatterebbe verso Syhlvia immediatamente, aumentando contemporaneamente il proprio Yoki ed utilizzando il masso su cui era pesantemente atterrata come trampolino. Avrebbe mirato come al solito al busto, tentando di utilizzare gli altri massi come punti d'appoggio per gli scatti successivi; poteva essere difficile, poteva essere impossibile, ma le sarebbe bastato anche solo dare un paio di colpi. Perlomeno, il primo.

Se fosse finita addosso all'avversaria, non avrebbe avuto importanza. Probabilmente avrebbe subito più danni Syhlvia, che non Gaia, una testata nello stomaco a quella velocità, in contro flusso, l'avrebbe sentito anche un Divoratore parecchio robusto.

Citazione:Yoki Utilizzato: 10% > 40% > 10% e così via. Se arrivasse l'attacco finale > 60%
Stato Fisico: Niente ferite, leggera botta alla schiena. Occhi dorati, vene sul volto e denti aguzzi. In caso di attacco finale, muscolatura aumentata e vene in tutto il corpo.
Stato Psicologico: Piuttosto arrabbiata per la schivata simil epica di Syhlvia, vuole fargliela pagare, almeno con un bel colpo a segno.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva), Tempesta del Fulmine Rosso (Attiva): Utilizzo fluttuante di Yoki dal 40% al 10% e 60% sul colpo finale.

[Immagine: Lightening11.gif]
Trova tutti i messaggi di questo utente
23-09-2013, 08:26 PM
Messaggio: #16
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Peter non fa a tempo a commentare l'azione da circo delle due - e di Syhlvia in primis - che le combattenti partono di nuovo l'una contro l'altra, senza nemmeno un attimo di tregua. Ancora una volta Gaia usa il masso come appoggio, mentre Syhlvia carica alla vecchia maniera... l'accolito sugli spalti ha una sorta di dejà vu. E effettivamente l'azione è pressoché identica a quella con cui tutto è cominciato, fatto salvo l'utilizzo di molto più Yoki da parte di entrambe. E, anche se non sembra, il suo occhio è acuto abbastanza da fargli capire le intenzioni di una delle due... cosa che gli stampa in faccia un sorriso a trentadue denti. O meglio, lo farebbe se ce li avesse tutti. Lasciando stare i denti di Peter, le due si affrontano nuovamente: Gaia arriva addosso a Syhlvia con una velocità davvero impressionante, sfrecciando alla sua destra e menando un fendente. L'avversaria para per pura fortuna, dato che la spada era alta su quel lato per il suo attacco; manco a dirlo, però, la guerriera piumata rimbalza su un altro grosso masso e torna alla carica dal lato opposto, senza incontrare resistenza. Il terzo colpo, sferrato partendo dal primo masso, toglie la spada a Syhlvia, rischiando pure di slogarle il polso quando tenta istintivamente di trattenerla. Ne arrivano poi un quarto e un quinto, ma Gaia è stata fin troppo fortunata: dopo aver colpito ancora le costole e una spalla dell'avversaria, trova sulla sua strada solo sassi piccoli e... inciampa. E la caduta non può che essere rovinosa: ruzzola per non poco sui sassi, graffiandosi e procurandosi più di un livido. Viene fermata infine da uno di quelli più grossi, anche se la sua spalla sinistra non ne è molto contenta. Certo è che Syhlvia non è messa affatto bene: le costole incrinate da ben due colpi, un polso - quello della spada - dolorante e una spalla lussata, per non parlare del volto tumido e gonfio già da prima. Le gambe sono state risparmiate, ed è l'unico motivo per cui ancora si regge in piedi.
Prima che possa andare a cercare la spada da allenamento, Peter la raccoglie per lei.
Zac!
E mena un fendente diagonale, poi uno orizzontale all'altezza della propria testa.
Sei morta.
Per la precisione, a Syhlvia un fendente simile avrebbe tagliato le gambe più che la testa. Ma il concetto è quello.
Gaia forse farà fatica a muoversi, ma se fosse uno Yoma... o se non avessi piazzato questi massi... o... o, be', chi se ne importa. Avete dato spettacolo, brave, ma comincio ad annoiarmi. Meglio che andiate, prima che vi facciate troppo male. Sarebbe divertente, certo, ma poi come giustificherei il fatto che due delle nostre "migliori"....
Si interrompe e sputa per terra, evidentemente disgustato dalla parola.
Due delle guerriere con numeri decenti si sono ammazzate a vicenda sotto i miei occhi? Non ne vale la pena. Ah, se foste numeri alti... pfft. Ma se foste numeri alti, non dareste un simile spettacolo, no? Basta, mi avete fatto blaterare fin troppo. Via!
E con questo indica l'uscita dell'arena con la spada. E' chiaro che non intende restituirla a Syhlvia... e che non intende nemmeno lasciare che continuino. Il duello è finito.

Citazione:Avete diritto ciascuno a un post conclusivo. Turnazione invariata.
Trova tutti i messaggi di questo utente
24-09-2013, 09:27 PM
Messaggio: #17
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Citazione:Narrato
¬ Pensato
~ Parlato
~ Syhlvia - Conclusione
Zac! Sei morta.

Sentì il mondo crollarle addosso. Quelle parole furono la ferita più dolorosa, l’arma più distruttiva. Più dei pugni, più della lama, più della spalla lussata, più delle costole incrinate, più di tutto.
Zac! Sei morta. Ed era pura verità.
L’aveva presa nuovamente in contropiede, anticipata, attaccata, disarmata, e colpita ancora due volte. E non aveva potuto fare niente. Si sentiva a pari d’una novellina. Non l’aveva sfiorata una sola volta. Una, maledizione, una dannatissima volta!
Era inutile che l’Uomo in Nero insistesse nel trattenerle la spada. Non la voleva.
Voleva.. solo..

~ Che cosa DIAVOLO era quello?!

Le andò il sangue alla testa. Qualcosa esplose dentro di sé, e non riuscì a trattenersi.

~ Era un allenamento, un allenamento, diamine! Da quando in qua si colpisce una compagna disarmata, eh?!

La guardò dritta negli occhi. Essere disarmata era probabilmente l’umiliazione più grande che una guerriera potesse subire, e da sola bastava per decretare la vittoria di uno stupido duello. E invece no, quella aveva deciso di infierire ulteriormente! Era evidente il motivo per cui era ridotta in quello stato! Ma le ferite non erano il vero problema; quelle si potevano rigenerare. Era il concetto che era totalmente sbagliato: una vigliaccata, ecco cos'erano stati quegli ultimi colpi. Solo per garantirsi palesemente la stupida vittoria di quello stupido combattimento.

Tentò di calmarsi, e iniziò riportando lo Yoki a zero. Non voleva iniziare una rissa, sarebbe stata il peggiore dei finali.

~ E poi cosa non hai capito di “non è un duello serio”? Volevi forse.. farci ammazzare?

Sibilò le ultime parole, quasi come se non volesse davvero pronunciarle ad alta voce.
Ma ne era certa: se avessero usato le loro lame, invece di quelle d'allenamento, sarebbe finita come l'ultima volta.

Citazione:Yoki Utilizzato: 0%.
Stato Fisico: Contusioni al volto; polso quasi slogato, dolorante; due costole incrinate; spalla lussata.
Stato Psicologico: Furibonda, anche se più calma verso la fine. Non se ne rende conto, ma ha soltanto bisogno di scaricare la colpa su qualcuno.


------
[Gdr Off]: Beh, Syhlvia non ha di certo un buon carattere, un finale del genere era praticamente inevitabile.
Mi sono divertito, comunque, anche se è stato tipo mega-difficile pensare a delle strategie da concretizzare @_@
25-09-2013, 01:31 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-02-2014 05:18 PM da Kelsier.)
Messaggio: #18
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Gaia: Turno Conclusivo
Parlato Pensato

Prima di cadere rovinosamente a terra, Gaia fu in grado di colpire cinque volte la sua avversaria, togliendole pure la spada dalle mani. Be', era andata molto meglio del previsto, anche se ciò le aveva provocato lividi, graffi e un certo dolore alla spalla sinistra. Si rialzò lentamente, sputacchiando per terra, ansimando leggermente e massaggiandosi la spalla dolorante, quindi si voltò verso Syhlvia, azzerando il proprio Yoki.

Assistette al teatrino di Peter senza battere ciglio, notando quanto la sua ormai sconfitta avversaria subì certe parole pronunciate dal deforme uomo in nero. E difatti, lo sfogo di lei nei suoi confronti non si fece attendere. Gaia mantenne la sua inespressività, anche se si appoggiò delicatamente alla propria spada, dopo averla piantata a terra, siccome dopo l'utilizzo, seppur incompleto della sua Abilità, l'aveva stancata.

Eh va! Tutto ciò per solo qualche colpetto? Be', lasciamola cianciare, è giusto che si sfoghi. Ma Comodino... lui sì che mi da sui nervi.

La guerriera piumata attese che Syhlvia finisse di parlare, quindi si raddrizzò e le rispose con tono neutro, anche se sorrise leggermente.

"Quello", era la mia Tempesta del Fulmine Rosso, mossa ancora incompleta e decisamente rallentata dalla preparazione del campo su cui ci siamo battute. Piccola pausa E non credo conti se eri disarmata o meno, colpa tua che non sei stata in grado di tenere stretta la tua unica arma e difesa... Ma se ti può far sentire meglio, andavo così veloce che quasi non ho fatto caso che avessi perso la tua spada, come ti ho detto questa mia mossa è ancora incompleta e non ne ho ancora il pieno controllo.

Gaia fece un'altra piccola pausa, pensando se fosse il caso di aggiungere altro, almeno per la sua avversaria. Decise di sì.

Se vuoi delle scuse, le avrai. Ma la verità è che ho perso un pò la testa, finalmente mi sono trovata ad affrontare una compagna che non solo risulta essere una delle migliori 20, ma che è addirittura veloce più o meno quanto l'illustre sottoscritta... E non ho mai avuto intenzione di ucciderti, altrimenti avrei mirato alla testa, con gli ultimi colpi.

Ed ora...

La guerriera piumata sospirò leggermente, quindi spostò il suo sguardo in basso, verso Peter. Quasi sputò per il ribrezzo, quindi gli si rivolse con voce carica di sarcasmo e disgusto.

Comodino... Visto che sei così bravo a parlare, la prossima volta sfidami tu in Arena, vediamo se sai fare di meglio. Perché se ci fosse uno Yoma davanti a te, riusciresti a cavartela solo perché al vederti, non riuscirebbe più a smettere di ridere, tappo. Scommetto che il tuo colpo migliore è attendere che la tua "vittima designata" sbatta il suo mignolo del piede contro di te... Dev'essere mortale.

Gaia dunque si voltò stizzita, abbandonando a terra la spada d'allenamento e dirigendosi verso l'uscita dell'Arena. Prima di sparire, tuttavia, si voltò nuovamente e risolve a Syhlvia delle parole determinate, allontanandosi poco dopo.

Non sentirti umiliata né debole. Sei stata la miglior avversaria che io abbia mai affrontato, credimi. Fino al nostro prossimo incontro, ricordati del Fulmine Rosso e usa tutto questo come esperienza acquisita. Ti aiuterà certamente durante la tua prossima missione.

Ouh... Sono tutta piena di dolori... Un bel bagno caldo non me lo nega nessuno.

Citazione:Yoki Utilizzato: 0%
Stato Fisico: Stanca. Vari graffi e lividi sparsi. Spalla sinistra dolorante. Malus all'Agilità pari a -9 (E).
Stato Psicologico: Soddisfatta del numero di colpi inferto all'avversaria, disgustata dalle parole di Peter.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)

[Immagine: Lightening11.gif]
Trova tutti i messaggi di questo utente
25-09-2013, 02:38 PM
Messaggio: #19
Syhlvia vs Gaia [Allenamento]
Syhlvia non è per niente contenta, e sfoga la sua frustrazione su Gaia. La guerriera piumata non si fa tuttavia intimidire e le risponde per le rime, poi passa a insultare senza pietà Peter. Per un attimo un lampo strano passa negli occhi dell'accolito, qualcosa di indecifrabile. Poi scoppia a ridere irrefrenabilmente, la spada da allenamento di Syhlvia che oscilla pericolosamente nella sua tozza mano.
Questa è la cosa più divertente che abbia mai sentito! Cosa vi creeremmo a fare se poi combattessimo noi, genio? Se vuoi tanto sfidarmi, fatti sotto anche subito! Vediamo se la mia "tecnica mortale" funziona anche su di te "Fulmine" dei miei stivali! Hahaha!
Tenta di mettersi in guardia, ma sta ridendo troppo. E Gaia in ogni caso già si dirige verso un agognato bagno caldo... per questa volta l'ha scampata.

SESSIONE DI ARENA TERMINATA
Aggiornate le schede con il capitolo relativo all'arena, la valutazione sarà pronta a breve.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)