Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Questa discussione è chiusa  
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TRAMA The Forgotten [BlackGhost]
15-09-2014, 08:08 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 15-09-2014 08:19 PM da Duncan.)
Messaggio: #1
The Forgotten [BlackGhost]
The Forgotten
Il passato che ritorna...


Staph, primo mattino. E' una bellissima giornata questa appena iniziata sulle terre dell'est. Il cielo è terso, il sole splende, ma nonostante tutto la temperatura si mantiene insolitamente mite grazie ad una gradevole brezza proveniente da nord. Persino l'accolito venuto a chiamare Angela per dirle di recarsi ai cancelli della fortezza le parla con una voce a tratti quasi gentile. Quasi. Insomma, questa sembra proprio essere il prototipo della giornata perfetta (per una guerriera). Potrà mai esserci qualcosa in grado di rovinare questo quadretto idilliaco? Ovviamente. C'è. Angela se rende conto subito quando, raggiunta la sua destinazione, il suo sguardo si posa sull'inquietante figura del Maestro Duncan, la cui presenza da sola basta a guastare l'ambiente che lo circonda. - Angela. Ho un incarico per te. - Dice l'uomo in nero appena la vede, parlando col suo solito tono di voce freddo e saltando a piè pari qualsiasi convenevole - Devi recarti nella parte sud-occidentale di Toulouse, dove sorge un villaggio chiamato Omen. I suoi abitanti ci hanno inviato una precisa richiesta di aiuto per lo sterminio di quattro Yoma. Niente di complicato. - Spiega l'uomo in nero, che poi aggiunge. - Ora, sono sicuro che una guerriera del tuo calibro potrebbe completare una missione del genere senza difficoltà anche da sola, ma... - Mentre Duncan pronuncia queste parole, Angela sente un rumore di passi alle sue spalle che la spinge a voltarsi. Così facendo, la numero 14 nota l'arrivo di altre due guerriere, scortate da un accolito. - ... ma voglio che ti porti dietro anche queste due. La numero 43, Cecilia... - l'uomo in nero indica la prima delle due guerriere, una guerriera di altezza nella media, con lunghi capelli biondo chiaro tenuti raccolti in una treccia stretta sulla fronte che le percorre tutta la testa e cade dietro la nuca in una coda. - ... e la numero 44, Lykos. - l'uomo in nero stavolta indica la seconda guerriera, una ragazza piuttosto magra e dalle forme molto poco accentuate, che porta i suoi capelli biondo paglia tagliati corti. - Entrambe hanno avuto prestazioni piuttosto... deludenti, di recente... - Duncan sottolinea "deludenti" di proposito, e Angela coglie un'espressione di vergogna sul viso di Lykos alle parole dell'uomo in nero, mentre Cecilia invece sbuffa stizzita. - ... perciò è stato deciso che hanno entrambe urgente bisogno di acquisire maggiore esperienza di combattimento. E dato che al momento non ho tra le mani un'altra missione da assegnare loro, ho deciso di aggregarle alla tua. - Spiega l'uomo in nero, che quindi conclude dicendo: - Con ciò, siete tre guerriere contro quattro Yoma. Il vostro successo è praticamente scontato, per cui mi aspetto che completiate questo incarico velocemente e in modo impeccabile, e che facciate quanto prima ritorno al quartier generale per ricevere il vostro prossimo assegnamento. E' tutto, potete andare. - E dopo aver pronunciato queste ultime parole, Duncan si allontana senza aggiungere altro, lasciando Angela e le sue due compagne da sole. 


Quali sono le impressioni di Angela sulla missione e sulle due guerriere delle quali, grado alla mano, è ovviamente Caposquadra, dopo le parole dell'uomo in nero?
Trova tutti i messaggi di questo utente
16-09-2014, 02:12 PM
Messaggio: #2
RE: The Forgotten [BlackGhost]

In una splendida giornata nelle assolate Terre dell'Est, Angela viene convocata da Maestro Duncan per un nuovo incarico nelle Terre del Centro. Una missione come tutte le altre, apparentemente. Un gruppo di yoma aveva scelto come territorio di caccia il villaggio di Omen e agli abitanti questo non piacque.

"Gruppo di yoma, ah? All'inizio è sempre così, ma poi mi ritrovo a vedermela con ben altro. Chissà in quale mostruosità andrò incontro questa volta?"

Mentre fantasticava sulla forma che avrebbe avuto il suo prossimo nemico, Angela apparve attenta alle parole di Duncan finché un rumore di passi interruppe il treno dei suoi pensieri. Due guerriere dai volti a lei sconosciuti si fecero avanti, Cecilia e Lykos, Numeri 43 e 44.

"Non avrammo molta esperienza alle spalle..."

E proprio mentre si chiedeva di che pasta erano fatte queste due nuove compagne di missione, Duncan non le nascose il suo disappunto per le loro recenti prestazioni. Ad Angela non sfuggì l'imbarazzo di Lykos e l'irritazione di Cecilia, trovando quasi divertente quanto quelle due sembravano essere diverse l'una dall'altra.

Non appena Duncan concede loro il permesso di andare, Angela eseguì un mezzo inchino di concedo e lo guardò allontanarsi finché non sparì dalla sua vista.

"Di nuovo caposquadra dunque. Vediamo di non far Risvegliare nessuno questa volta, d'accordo Angela?"

Promettendo a sé stessa di non ripetere gli eventi di Bridge Town, si voltò nuovamente verso Lykos e Cecilia per potersi presentare.

"Non so se vi hanno già informate, ad ogni modo, io sono la Numero 14, Angela. Sarò la vostra caposquadra per questa missione e mi aspetto la totale collaborazione da parte vostra, intesi?"

Attese una risposta da entrambe e una volta ottenuta, avrebbe varcato i cancelli di Staph dando così inizio al viaggio verso Omen.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: pronta ad incominciare una nuova missione | determinata a concludere la missione senza note negative;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
19-09-2014, 09:49 PM
Messaggio: #3
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Sia Cecilia che Lykos annuiscono alle parole di Angela per dimostrarle che hanno capito, e quindi la Caposquadra può ordinare al gruppo di mettersi in marcia. Le guerriere si lasciano così alle spalle Staph, puntando verso ovest. Verso le terre centrali di Toulouse.

*** 21 giorni dopo. ***

E' mattino inoltrato di un'altra splendida giornata quando, al termine di un viaggio tanto lungo quanto tranquillo (o noioso, a seconda dei punti di vista), la squadra capitanata da Angela raggiunge infine il villaggio di contadini di Omen.

[Immagine: 2rx8jo9.jpg]

Appena arrivate, le guerriere notano subito che ai bordi della piccola piazza a lato della chiesa del paese si è radunato un folto gruppo di abitanti, e che altri ancora ne stanno arrivando dalle stradine limitrofe. Un'altra cosa che le guerriere notano è che gli Omenesi non sembrano essersi riuniti lì per accoglierle. Anzi, a dire il vero non stanno nemmeno guardando nella loro direzione: l'attenzione degli abitanti sembra infatti essere focalizzata su qualcosa che sta succedendo nella piazza. Di che cosa potrà mai trattarsi? Proprio in quella, un giovane, uno di quelli che si sta muovendo verso la piazza da una stradina adiacente, incrocia Angela e le sue due compagne mentre si stanno avvicinando. - Oh?...Oh! Uhm....Salute a voi. - Esclama il giovane, che sembra sorpreso di vedere le guerriere, dopo essersi fermato di colpo. Forse Angela potrà ottenere da lui qualche informazione?
 
Trova tutti i messaggi di questo utente
21-09-2014, 09:08 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 21-09-2014 09:09 PM da BlackGhost.)
Messaggio: #4
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Il viaggio si rilevò piacevolmente tranquillo ed il gruppo raggiunse il villaggio di Omen dopo ventun silenziosi giorni.

Mentre camminavano lungo la polverosa strada di campagna che portava nel cuore del villaggio, Angela notò un folto gruppo di persone, che si ingrossava sempre più, radunate nei pressi della chiesa locale, intente ad osservare... qualcosa.

"A quanto pare siamo arrivate giusto in tempo per la festa."

Angela aveva il forte presentimento che quel qualcosa era legato al motivo per cui lei e le sue compagne fossero state mandate lì, e difficilmente il suo istinto l'aveva tradita. Cercò di aguzzare la vista per anticipare quale fosse la causa di tutto quel trambusto, ma il muro di persone tra lei ed essa le impediva di scorgere anche il più minimo indizio. La curiosità la stava divorando e senza accorgersi aumentò il passo. Fu allora che incrociarono un giovane che si fermò a porgere un saluto, con un velo di sorpresa sia nella voce che in volto.

"C'è qualcosa che non quadra. Già che ci sono farò meglio a chiedere informazioni."

"Salve. Sai il perchè di tutta quella gente radunata laggiù? Può avere a che fare con noi?"

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: curiosa;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
22-09-2014, 09:00 PM
Messaggio: #5
RE: The Forgotten [BlackGhost]
- Eh? Oh si, certamente. Vedete, si è sparsa la voce che le Claymore mandate dall'Organizzazione hanno sconfitto gli Yoma che da qualche tempo si annidavano nel nostro villaggio, e così tutti stanno andando verso la piazza per vedere la scena con i loro occhi. Anche io stavo giusto recandomi lì, in effetti. Vi chiedo scusa per la mia reazione di poco fa, ma il fatto è che mi ha sorpreso molto vedervi arrivare. Non pensavo che avessero mandato così tante guerriere ad aiutarci. - Risponde il giovane, un po' imbarazzato, alla domanda di Angela.

Eh? Come? Yoma sconfitti? Altre guerriere? Ma di che parla costui? Angela e le sue due compagne non comprendono cosa stia succedendo ma vogliono vederci chiaro, ragione per cui ringraziano il giovane e raggiungono velocemente il centro della piccola piazza facendosi largo tra la folla di curiosi (che per la verità, non appena si accorgono della presenza delle guerriere si spostano per lasciarle passare) assiepati lungo i suoi bordi. Lì, le tre guerriere si trovano davanti ad una scena a dir poco imprevista. Ferme immobili e con le armi in pugno, proprio nel centro della piazza, ci sono infatti due guerriere: Una è piuttosto alta e snella, con dei capelli biondi tagliati cortissimi. E l'altra è un po' più bassa della prima, ma decisamente più formosa, e sfoggia dei lunghi capelli candidi raccolti in una coda di cavallo, quest'ultima bizzarramente collocata sul lato sinistro della testa invece che dietro come di norma. Entrambe indossano la stessa uniforme e la stessa armatura che portano anche Angela e le sue due compagne, il che le identifica come guerriere di Staph, anche se nè la numero 14 nè le altre due hanno la minima idea di chi possano essere. Ai piedi delle due guerriere misteriose, in mezzo ad un lago di sangue violaceo, ci sono inoltre i corpi fatti a pezzi di quattro Yoma, ad occhio e croce quelli che Angela e le sue compagne erano venute ad eliminare. - Ma che cazz... Che storia è questa? Gli Yoma sono già morti? Volete dirmi che abbiamo fatto tutta questa strada per niente??! - Sbotta a quel punto Cecilia, parlando con un tono di voce decisamente seccato. - In effetti è strano, non mi aspettavo questo... - Le fa eco Lykos, grattandosi la testa con aria perplessa - ... Che cosa facciamo ora, Angela? - Aggiunge la numero 44, chiamando in causa la Caposquadra. Quale sarà la reazione di Angela, a questa inaspettata piega presa dagli eventi?
Trova tutti i messaggi di questo utente
23-09-2014, 06:45 PM
Messaggio: #6
RE: The Forgotten [BlackGhost]

A dir poco perplessa, Angela studiò con attenzione le due guerriere che avevano svolto quello che doveva essere lavoro suo e delle sue compagne. Esteriormente, apparivano in tutto e per tutto come guerriere dell'Organizzazione, non c'erano motivi per affermare il contrario. Capelli biondi, occhi argentei, uniforme, armatura e spadone. Il set al completo. Ma perchè erano lì? Che l'Organizzazione abbia assegnato al gruppo di Angela una missione che avevano già assegnato alle due misteriore guerriere? Decisamente da escludere. Gli uomini in nero assegnavano missioni da un tempo incalcolabile, non potevano aver commesso un errore così grossolano.

"E se...?"

Angela arrivò ad una conclusione, ed una soltanto.

"Voi non siete guerriere dell'Organizzazione, non più. Non è così?"

Fissò con i suoi occhi gelidi le due figure che aveva davanti e aspettò una loro risposta, così da poter confermare ciò che aveva affermato.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: perplessa;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
25-09-2014, 04:50 PM
Messaggio: #7
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Angela osserva le due misteriose guerriere con uno sguardo freddo, mentre attende da loro una risposta alla sua domanda. Un'attesa, la sua, che si rivela però vana, poichè nessuna delle due le rivolge la parola. E non soltanto la parola: a dirla tutta, le due guerriere misteriose non stanno degnando Angela (e le sue due compagne) della minima attenzione. Anzi, si comportano come se non fossero neppure consapevoli della loro esistenza. Se ne stanno lì, immobili, con lo sguardo fisso su di un punto imprecisato nel vuoto, come se fossero così assorte nei loro pensieri da non badare a ciò che hanno intorno. - Ehi voi! Vi ha fatto una domanda, rispondete! - Interviene a quel punto Cecilia, la quale non sta affatto gradendo l'atteggiamento delle due guerriere misteriose. Ma niente, anche lei viene totalmente ignorata. Che situazione decisamente bizzarra che è questa. Che cosa faranno Angela, Cecilia, e Lykos, a questo punto?
Trova tutti i messaggi di questo utente
25-09-2014, 07:37 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-09-2014 07:38 PM da BlackGhost.)
Messaggio: #8
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Capitava spesso che Angela ignorasse di proposito una domanda che le veniva fatta; vuoi per mancanza di interesse, vuoi per la semplice non voglia di rispondere. Certe volte invece mancava di rispondere perchè troppa assorta nei propri pensieri che molte volte la travolgevano come una valanga, e da lì sotto non riusciva a sentire molto bene. Quindi ne comprendeva i motivi, ma c'era da considerare un piccolo particolare. Quando Angela rivolgeva il proprio interesse ad una cosa o, come in questo caso, ad una persona, detestava essere ignorata da essa.

Pur mantenendo la più totale tranquillità, la Numero 14 aveva una tale voglia di menare le due presenti che alla fine... lo fece. Scattò in avanti estraendo la spada dal fodero.

Volle iniziare con il far cadere a terra le due belle addormentate nel villaggio, così caricò un colpo a raso terra per poter colpire i loro stinchi, facendole perdere di conseguenza l'equilibrio. Indossavano i parastinchi di metallo, quindi dosò la forza del colpo di conseguenza.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: seccata;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
27-09-2014, 05:33 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 27-09-2014 05:34 PM da Narratore.)
Messaggio: #9
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Angela non sopporta di essere ignorata, e così decide di ottenere l'attenzione delle due guerriere misteriose... a modo suo. Finire bruscamente per terra dopo aver ricevuto un violento colpo sugli stinchi sarebbe dovuto bastare a svegliare le due guerriere dal loro apparente torpore, e magari anche ad insegnare loro che è buona educazione ascoltare quando qualcuno ti rivoge una domanda. O almeno, questo è quello che pensa Angela quando si scaglia contro le due. A quel punto, tuttavia, accade qualcosa di imprevisto. Nell'istante preciso in cui la numero 14 mette mano alla spada, infatti, si sente distintamente il suono di un corno provenire da un qualche punto imprecisato nelle vicinanze. Reagendo al suono del corno le due guerriere misteriose, fino quel momento immobili come statue, si "rianimano" improvvisamente come due marionette alle quali sono stati mossi i fili che le controllano. Entrambe le guerriere compiono simultaneamente un salto verso l'alto a piedi uniti, cosa che permette loro di schivare per un soffio il colpo raso terra di Angela. Poi, appena tornate con i piedi per terra, le due, senza dire una parola, contrattaccano immediatamente la numero 14: la guerriera con la coda di cavallo (che si trova di fronte ad Angela, leggermente spostata sulla sinistra), brandendo la spada con la mano sinistra, attacca con un affondo al petto di Angela, mirando dritto al cuore. La guerriera con i capelli corti invece (che si trova sempre di fronte ad Angela, ma leggermente spostata sulla destra) sferra un fendente verticale a due mani, puntando alla testa della numero 14. Entrambi gli attacchi partono simultaneamente, anche se quello sferrato dalla guerriera con la coda di cavallo è più veloce. Come reagirà Angela a questo duplice assalto?



Citazione:Suggerimento: Giusto per dovere di cronaca, le Claymore (Spade) non hanno alcun fodero. Le guerriere le portano agganciate ad una placca di metallo che hanno sulla schiena. ;-)
Trova tutti i messaggi di questo utente
30-09-2014, 01:34 PM
Messaggio: #10
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Sorpresa dall'inaspettato risveglio delle due guerriere, Angela cerca di schivare il duplice attacco spostandosi con tutto il corpo verso la propria sinistra, in modo tale da piazzarsi vicina al lato scoperto della guerriera dalla coda di cavallo, il destro, dato che ella brandisce la spada con la mano sinistra. Una volta eseguita la schivata con successo, avrebbe contrattaccato con un colpo orizzontale di spada mirando alla gamba destra dell'avversaria, con tutta l'intenzione di staccargliela di netto, inabilitandola quel tanto che bastava per toglierla dalle sue preoccupazioni.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: sorpresa;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
01-10-2014, 06:13 PM
Messaggio: #11
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Nonostante la sorpresa, Angela non ha difficoltà a schivare il duplice assalto delle guerriere misteriose. A quel punto, la numero 14 contrattacca immediatamente con un fendente orizzontale che mozza di netto la gamba destra della guerriera con la coda di cavallo. Quest'ultima, sbilanciata dall'improvvisa perdita dell'arto, cade in avanti senza emettere un suono e senza mostrare neppure un briciolo di sofferenza sul suo volto inespressivo, finendo lunga distesa per terra a pancia in giù. L'Altra guerriera, quella dai capelli corti, senza mostrare alcun interesse per le condizioni della compagna che anzi calpesta come se niente fosse mentre si muove verso Angela, lancia un nuovo attacco contro la numero 14: questa volta si tratta di un fendente orizzontale, sempre a due mani, sferrato da destra verso sinistra, indirizzato verso il fianco sinistro di Angela. Quale sarà la reazione della numero 14?

Nel frattempo, Cecilia e Lykos, spade in pugno, osservano l'evolversi della situazione pronte ad intervenire qualora Angela dovesse averne bisogno.
Trova tutti i messaggi di questo utente
01-10-2014, 07:06 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 01-10-2014 07:08 PM da BlackGhost.)
Messaggio: #12
RE: The Forgotten [BlackGhost]

"Fuori una."

Ma eliminata una guerriera se ne fa subito un'altra. La guerriera dai capelli corti, infatti, si lanciò verso Angela caricando il suo secondo attacco, superando la compagna distesa a terra come se nulla fosse.
Istintivamente, la Numero 14 eseguì un balzo all'indietro per evitare che la lama la colpisse e una volta con entrambi i piedi nuovamente per terra, sarebbe balzata in avanti e avrebbe fatto calare sulle braccia dell'avversaria, che ancora avrebbero dovuto reggere l'elsa della spada, un fendente dall'alto verso il basso. Così facendo avrebbe mozzato entrambi i suoi arti superiori, rendendo anch'essa inoffensiva.

"Fuori due."

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: concentrata;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-10-2014, 10:31 PM
Messaggio: #13
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Ancora una volta Angela schiva facilmente ìl fendente della guerriera dai capelli corti con un balzo all'indietro, dopodichè contrattacca fulminea con un fendente verticale con cui colpisce le braccia dell'avversaria di poco sotto al gomito, mozzandogliele di netto entrambe. Tuttavia, a dispetto della logica, questo non pone fine al combattimento: La guerriera coi capelli corti infatti non batte ciglio e continua ad attaccare come se non fosse successo nulla, questa volta balzando in avanti con la bocca aperta e tentando di azzannare la numero 14 alla gola, come farebbe un animale feroce. Nel frattempo, l'altra guerriera, quella con la coda di cavallo, ignorando totalmente le sue ferite e aiutandosi con la spada, si sta rimettendo in piedi su di una gamba sola. Ma che hanno queste due? Sta succedendo qualcosa di molto strano qui, il loro comportamento non è normale. Che farà ora Angela?
Trova tutti i messaggi di questo utente
06-10-2014, 10:21 PM
Messaggio: #14
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Messa alle strette, l'avversaria cambiò stile di combattimento e si lanciò verso Angela tentando di azzannarla, come un animale.

"Cosa diavolo è preso a queste due?"


Restando concentrata nonostante l'insolita situazione, Angela cercò di fermarla mollandole un gancio sinistro in pieno volto, imprimendovi la massima forza dato che il sinistro non era il suo arto dominante.
Se il colpo fosse andato a segno, l'avversaria si sarebbe ritrovata quanto meno sbilanciata dopo aver subito quel pugno in faccia, perciò Angela avrebbe sfruttato quel momento per infliggerle un secondo colpo, quello decisivo. Avrebbe caricato un affondo di spada dritto nel suo cuore.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: concentrata;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
06-10-2014, 11:36 PM
Messaggio: #15
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Il potente gancio sinistro di Angela centra la guerriera dai capelli corti in pieno volto proprio mentre quest'ultima sta tentando di azzannarla alla gola, e la respinge indietro con violenza dopo averle fratturato il naso. L'Avversaria, sbilanciata, riesce tuttavia in qualche modo a mantenere l'equilibrio e, ignorando totalmente anche la nuova ferita, prova imperterrita a contrattaccare. La numero 14 però è più veloce e, prima che la guerriera dai capelli corti possa tentare una qualunque altra mossa, la finisce con un affondo di spada che la trafigge al cuore. A quel punto, finalmente, la guerriera dai capelli corti stramazza al suolo e rimane immobile. E' morta.

Nel frattempo, la guerriera con la coda di cavallo è riuscita a rimettersi in piedi... cioè, in piedE, visto che ha una gamba sola. A quel punto, ella prova a scagliare la sua spada contro Angela mentre quest'ultima è impegnata con la sua compagna. Anche lei però non fa in tempo, perchè viene fermata da Cecilia e Lykos. La compagne di Angela infatti intuiscono le intenzioni dell'avversaria e scattano in avanti colpendo simultaneamente la guerriera con la coda di cavallo con due fendenti orizzontali a due mani sferrati all'altezza dell'addome, con i quali la tagliano a metà. Anche la seconda guerriera misteriosa dunque crolla a terra e rimane immobile.

Quando le spade smettono di muoversi, nella piazza di Omen scende un silenzio interrotto solamente dal sommesso brusio degli abitanti del villaggio lì radunati, i quali hanno assistito attoniti a tutta la scena ed ora si scambiano tra loro commenti a bassa voce, timorosi di rivolgere la parola alle guerriere. Una domanda si fa largo prepotentemente nelle menti di tutti i presenti, la stessa che tormenta anche Angela e le sue compagne: Che cosa diavolo sta succedendo qui?
Trova tutti i messaggi di questo utente
07-10-2014, 12:48 AM
Messaggio: #16
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Anche se le due guerriere non avevano risposto alla sua domanda, dopo tutto quello che era accaduto in seguito, Angela aveva avuto la conferma che non facevano più parte dell'Organizzazione. Ma chi poteva averle ridotte in quello stato? In che modo? E perchè? Qualcuno le doveva un sacco di spiegazioni e a chi osava di nuovo usare il silenzio come risposta, avrebbe riservato lo stesso trattamento che aveva usato con le due guerriere morte ai suoi piedi.

"Oggi non sono in vena di mezze misure. Quelle due stramboidi mi hanno davvero rovinato la giornata."

Alzò lo sguardo dai cadaveri a terra e lo rivolse ai villici presenti, preparandosi a parlare con un tono di voce alto abbastanza da farsi sentire da tutti.

"Tra voi ci sarà sicuramente qualcuno che sappia darci qualche informazione sulle guerriere che abbiamo appena ucciso. Che si faccia avanti."

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: perplessa;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
11-10-2014, 08:20 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-10-2014 12:04 AM da Duncan.)
Messaggio: #17
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Angela si rivolge agli abitanti di Omen, convinta che ci sia tra di loro qualcuno in grado di spiegarle che cosa diamine sta succedendo. I civili presenti, tuttavia, reagiscono alle parole della guerriera scambiandosi vicendevolmente degli sguardi interrogativi: sembrano perplessi almeno quanto Angela, se non di più. - Informazioni, dice... Beh, non saprei proprio che dirle. Non è che avessimo mai visto quelle due guerriere, prima d'ora... - Risponde alla fine un uomo robusto, di mezza età, grattandosi la testa con aria perplessa. - E poi erano appena arrivate, sarà passata al massimo un'ora da quando hanno messo piede nel nostro villaggio. - Aggiunge una giovane donna che si trova accanto all'uomo che ha parlato per primo. - E' vero. Sono arrivate un'ora fa senza dire una parola, e hanno cominciato subito a perlustrare il villaggio in cerca degli Yoma. Li hanno trovati ed uccisi velocemente, e poi sono rimaste ferme lì, immobili, fino al vostro arrivo. - Afferma un'altra donna, sui quarant'anni e pacioccona, confermando le parole della giovane. - Io ho provato a parlare con loro quando sono arrivate e anche dopo che hanno sconfitto gli Yoma, ma non mi hanno mai risposto. Così ho pensato che forse stavo dando loro fastidio, e ho lasciato perdere. - Aggiunge un un uomo anziano e piuttosto magro. - Temo che nessuno di noi abbia risposte da darvi. Anzi, a dire il vero quelli con delle domande saremmo noi. Che cosa è successo? Perchè le avete uccise? Non erano vostre compagne? - Esclama a quel punto un giovane uomo di bell'aspetto, raccogliendo subito commenti di approvazione da parte di numerosi altri abitanti presenti. Sembra proprio che nessuno sappia un accidente. Certo, c'è sempre la  possibilità che gli abitanti stiano mentendo, naturalmente, anche se la cosa appare piuttosto improbabile viste le loro reazioni. In ogni caso, non c'è il tempo ne per porre ulteriori domande ne per rispondere a quelle che sono state poste, perchè a quel punto accade qualcosa di totalmente inaspettato.

Ad un tratto infatti la percezione di Angela, così come quella di Cecilia e Lykos, capta qualcosa di familiare. Un'emanazione di Yoki, anzi, due. Da dove provengono? Da terra, ai loro piedi. Angela e le sue due compagne allora abbassano istintivamente lo sguardo, e realizzano: quello che stanno percependo è lo Yoki delle due guerriere che hanno appena ucciso. .....Eh?

--- NON E' POSSIBILE. ---

E' questo il singolo pensiero che si fa largo prepotentemente nelle menti delle tre guerriere dell'Organizzazione. Quelle due guerriere sono morte, è sicuro. Una è stata trafitta al cuore. L'Altra addirittura è stata tagliata a metà. Hanno smesso di muoversi, hanno smesso di respirare, e il loro Yoki è scomparso. Cioè, era scomparso. Angela & Co. sono assolutamente certe di questo. Il loro Yoki era scomparso. Allora... perchè lo stanno percependo di nuovo? E non solo quello, perchè sta aumentando ad un ritmo vertiginoso? Accade tutto nell'arco di pochi secondi. Lo Yoki delle due guerriere "esplode", mentre i loro corpi (beh, quello che ne rimane) si espandono e si trasformano ad un'incredibile velocità. Angela, Cecilia, e Lykos, allontanatesi istintivamente con un balzo all'indietro, non possono fare altro che osservare, scioccate dall'incredula consapevolezza di stare assistendo a qualcosa che sfida ogni logica. Quando tutto è finito, dinnanzi agli occhi inorriditi delle tre guerriere ci sono ora due orribili mostri.

[Immagine: rwmpgl.jpg]
 
Immagine esemplificativa, alcuni dettagli possono variare.

Quella che prima era la guerriera con la coda di cavallo è diventata una creatura che ricorda vagamente uno Yoma dalla pelle marrone scuro, dal quale però si differenzia per il fatto che ha quattro braccia (due più piccole e due più grandi, con delle mani e degli artigli enormi), una lunga criniera di capelli  bianchi abbinata ad una peluria anch'essa bianca in varie parti del corpo, e due gambe che sembrano fatte apposta per la corsa.

[Immagine: iom2bn.jpg]
Immagine esemplificativa, alcuni dettagli possono variare.

L'Altra guerriera, quella dai capelli corti, si è invece tramutata in un orrendo abominio: praticamente un'enorme bocca piena di denti aguzzi e circondata da quelle che sembrano della corna o comunque degli spuntoni contorti, sorretta da otto massicci tentacoli. - Ma... che.... cosa.... - balbetta Cecilia, allibita. - Oh, dei... si sono... risvegliate? - le fa eco Lykos, non meno sconvolta.

Per alcuni secondi che paiono interminabili, la piazza di Omen viene avvolta da un silenzio irreale. Tutti sono troppo sorpresi e scioccati per emettere un qualsiasi suono. Poi, senza preavviso, l'abominio cornuto si da la spinta con i tentacoli per fare un balzo verso la folla, atterra di fronte al giovane uomo che ha rivolto delle domande ad Angela e lo divora dalla vita in su con un singolo morso. A quel punto, scoppia il finimondo. lì dove fino ad un attimo prima c'era un silenzio tombale, ora si sentono solo le urla di terrore degli abitanti di Omen che si danno alla fuga disordinata nel tentativo di sfuggire alle fauci dell'abominio.

Una situazione che pareva risolta ha subito un drastico capovolgimento in peggio nell'arco di nemmeno un minuto. Quale saranno le reazioni di Angela, Cecilia, e Lykos, di fronte alla piega drammatica presa dagli eventi?
Trova tutti i messaggi di questo utente
13-10-2014, 01:53 PM
Messaggio: #18
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Incredula all'inspiegabile ed orrida scena che ha avuto luogo, Angela scosse violentemente il capo come se cercasse di svegliarsi da un incubo, ma le due creature non scomparvero perchè erano dannatamente reali e pronte al massacro.

"Eccole qui le mostruosità con cui avrò a che fare."

Poi si girò verso le compagne che guardavano sconvolte i due Risvegliati.

"Con cui avremo a che fare."

Angela infatti poteva avvalersi del supporto di Cecilia e Lykos, nonostante la loro scarsa esperienza, ma in una situazione simile, tre spade erano certamente meglio di una. Così impartì rapida i primi ordini di attacco.

"Cecilia, Lykos! Dovete tagliare i tentacoli che reggono Bocca Larga per impedirgli di muoversi! Ma niente attacchi frontali, state lontane da quella bocca! Vi aiuterò finchè l'altro non deciderà di attaccarci, poi vedrò di distrarlo. Andiamo!"

Detto questo sprigionò dello yoki e scattò verso il mostro in questione, tentando di mirare ad uno dei suoi tentacoli brandendo la spada con due mani e stando attenta a non avvicinarsi troppo alla sua bocca.

Citazione:Yoki utilizzato: 0% > 20%;
Stato fisico: perfetto | iridi dorate | vene in rilievo ai lati degli occhi;
Stato psicologico: incredula;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
17-10-2014, 12:26 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 17-10-2014 12:33 AM da Duncan.)
Messaggio: #19
RE: The Forgotten [BlackGhost]
Ripresasi in fretta dall'iniziale shock subito nel ritrovarsi improvvisamente (e inaspettatamente) di fronte due mostri orripilanti, Angela, ignorando per il momento il mostro con la criniera bianca,  attacca invece l'abominio tentacoluto per impedirgli di mietere altre vittime tra i civili, ordinando a Cecilia e Lykos di fare altrettanto. Tuttavia soltanto Lykos, che suo malgrado ha già avuto occasione di affrontare dei Risvegliati in precedenza, obbedisce all'ordine della Caposquadra. Cecilia invece rimane imbambolata a fissare i due mostri, con un'espressione sul volto che è un misto di sorpresa e di terrore. Probabilmente è sotto shock, e non è ancora riuscita a recuperare.

Dunque, soltanto Angela e Lykos sferrano i loro attacchi contro i tentacoli della bocca gigante. Angela ovviamente colpisce per prima, seguita qualche secondo più tardi da Lykos. Purtroppo, nonostante entrambe le guerriere abbiano messo a segno i loro colpi senza difficoltà (anche perchè il mostro non sta prestando loro alcuna attenzione, al momento) i risultati di questo primo attacco combinato sono pressochè ininfluenti: Lykos non riesce infatti ad infliggere alcun danno all'avversaria, e persino Angela, che pure è MOLTO più forte rispetto alla numero 44, ottiene soltanto di danneggiare il tentacolo che ha preso di mira in modo superficiale (niente che possa seriamente infastidire la risvegliata, dunque). A quanto pare "Boccalarga" non è soltato orribile a vedersi, ma è anche incredibilmente coriacea. Una bella gatta da pelare, non c'è che dire.

Come se ciò non bastasse, l'altra Risvegliata, quella che fino ad ora è rimasta passiva, decide improvvisamente di passare all'azione e si scaglia contro Cecilia. La numero 43, vedendosi piombare addosso "Criniera Bianca", si risveglia finalmente dal suo torpore e abbozza una difesa tanto istintiva quanto purtroppo tardiva e inefficace:  La Risvegliata infatti, dimostrando di possedere una velocità e dei riflessi che superano persino quelli di Angela, si porta in un battibaleno alle spalle di Cecilia e con gli artigli affilati come rasoi delle sue mani giganti la colpisce alla schiena con furia bestiale, facendola a brandelli e uccidendola ovviamente sul colpo.

La situazione va di male in peggio. Un mostro è super resistente, un'altro è superveloce, e Cecilia è stata fatta a pezzi in un amen senza nemmeno aver potuto difendersi, così adesso le guerriere hanno perso anche il loro unico vantaggio, quello numerico. Che cosa faranno adesso le superstiti Angela e Lykos?



Citazione:Nota del Master: Non ho avuto tempo di fare un disegnino, ma comunque Criniera Bianca si trova ora alle spalle di Angela, Lykos, e Boccalarga, a circa 5 metri di distanza. Dopo il fallito tentativo di gambizzare (si fa per dire) Boccalarga, Angela ha avuto il tempo di guardarsi intorno e vedere così il movimento di Criniera Bianca e la misera fine di Cecilia.
Trova tutti i messaggi di questo utente
20-10-2014, 09:09 AM
Messaggio: #20
RE: The Forgotten [BlackGhost]

Il mostro risultò essere molto più coriaceo del previsto, infatti, la spada di Angela riuscì a malapena a scalfire la superficie del tentacolo e quella di Lykos nemmeno a graffiarla. Come se non bastasse, il mostro dalla criniera bianca fece a pezzi la povera Cecilia che non era riuscita a muoversi per la troppa paura.

"Solo noi due non riusciremo mai ad eliminarli, qui serve una squadra!"

Angela mostrò i denti, ringhiando di rabbia per sentirsi così debole ed impotente. Cosa poteva mai fare in una situazione così assurda? Il secondo dopo, decise di provare a fare almeno un tentativo con una azione altrettanto assurda.

Afferrò la mano di Lykos per portarla sul tetto della chiesa lì vicino. Sperava che Criniera Bianca le avrebbe seguite così da provare a sfidare quel mostro su di un campo di battaglia differente. Una volta arrivata sino in cima, avrebbe rilasciato altro yoki per poter aumentare la sua forza, velocità e resistenza.


Citazione:Yoki utilizzato: 20% > 40%;
Stato fisico: perfetto | iridi dorate | vene in rilievo su tutto il viso | denti aguzzi | viso e corpo in mutamento;
Stato psicologico: arrabbiata;
Abilità utilizzate: percezione dello yoki (passiva).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)