Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Questa discussione è chiusa  
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TRAMA The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
26-03-2016, 12:35 PM
Messaggio: #1
The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
The Forgotten III
Il Fulmine e le Non Morte


Staph, ore otto del mattino. La numero 5 dell'Organizzazione, Gaia il Fulmine Rosso, sta per per rimettersi in viaggio verso il suo distretto di competenza quando viene raggiunta e fermata da un accolito che la informa che il Maestro Duncan vuole vederla. La guerriera viene quindi accompagnata al cospetto dell'inquietante uomo in nero, il quale, senza tanti convenevoli, arriva subito al punto:

- Gaia, ho una missione importante da affidarti. Abbiamo ha un nuovo nemico, qualcuno che si diverte a rianimare guerriere defunte per impiegarle contro di noi. Inutile dire che questo qualcuno deve essere fermato. - Dice l'uomo in nero, in un estremo esercizio di sintesi. Duncan non ha nessuna voglia di mettersi a rispiegare per filo e per segno l'intera faccenda dall'inizio, perciò liquida la questione in poche parole, alla faccia della chiarezza. Inoltre, c'è la questione della dubbia lealtà della numero 5, motivo per cui l'incappucciato preferisce ridurre all'osso la quantità di informazioni che è costretto a condividere con lei. Meno cose Gaia sa, meglio è per Staph. - Devi raggiungere le terre del Sud, e più precisamente un villaggio di nome Rinne. Secondo un nostro agente che opera in quella zona, è probabile che alcune di queste "Dimenticate", tale è il nome che l'Organizzazione ha deciso di assegnare loro, faranno la loro comparsa lì. I tuoi ordini sono di catturarne una ancora.... funzionale... - l'uomo in nero stava per dire "viva" ma si è reso conto che sarebbe stato del tutto inesatto - e riportarla a Staph affinché possa essere studiata, e poi di eliminare definitivamente tutte le altre che incontrerai. - Spiega Duncan, che aggiunge, dopo una breve pausa: - Una guerriera del tuo calibro non dovrebbe incontrare troppe difficoltà nel compiere la missione, a meno che tu non decida di sottovalutare stupidamente le tue avversarie... - Una frecciatina con riferimento al risultato dell'ultimo combattimento di Gaia in arena, forse? - ... ma comunque ti do un consiglio: queste "Dimenticate" non provano dolore o paura, e non hanno un istinto di autoconservazione. Cercheranno di ucciderti in ogni modo, anche a costo di essere distrutte esse stesse, perciò presta attenzione. Inoltre, sembrano essere molto instabili, e si risvegliano con grande facilità. Se non vuoi ritrovarti a combattere contro delle risvegliate, ti suggerisco di tagliar loro la testa prima che si risveglino. Per quanto ne sappiamo pare essere l'unico modo per impedire il processo. - Conclude l'uomo in nero. A quel punto, Duncan rimane in silenzio in attesa di una reazione di Gaia. Come reagirà la guerriera piumata a quello che ha udito finora? 
Trova tutti i messaggi di questo utente
31-03-2016, 03:41 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 31-03-2016 03:41 PM da Vick_Svarta_Blixten.)
Messaggio: #2
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Il momento è quindi giunto.

Gaia non era per niente felice di andare via da Staph, incredibile ma vero. Insomma, stava per rimettersi in viaggio per raggiungere ancora una volta la zona a lei assegnata, nelle vicinanze di Cezanne... nel deserto; niente di peggio per la guerriera piumata, che avrebbe preferito piuttosto rimanere nelle fredde e sterili stanze rocciose di Staph.

Potrei scegliere di non farlo, ma vorrebbe dire scoprirmi. A quel punto che fare? Uccidere qualcuno di questi bastardi vestiti di nero, forse ferire, anche mortalmente qualche compagna... e poi?

La numero 5 sospirò ad occhi chiusi, sconsolata. Finché non avesse avuto almeno qualche informazione proveniente da Ovest, non avrebbe potuto rischiare di andare allo sbaraglio.

Tuttavia, mentre era intenta a partire verso la propria destinazione, fu fermata da uno dei "bastardi", che l'informò che era attesa da Duncan. Lo stesso Duncan che l'aveva mandata contro tre Risvegliati; quella caccia era stata un successo, certo, ma Gaia non era solita a gradire gli scherzi. Sorrise con calore al messaggero e lo seguì, trovandosi poi al cospetto dell'oscuro incappucciato.

~

Gaia ascoltò con attenzione le parole di Duncan, rimanendo in silenzio e ignorando apertamente la chiara provocazione rivoltale, circa il suo fallimentare combattimento in Arena. Tuttavia alzò un sopracciglio con aria interrogativa quando l'uomo in nero parlò del fatto che queste "Dimenticate", così le aveva chiamate, fossero portate al risveglio facile.

Guerriere riportate in vita? Senza alcun riguardo per la propria vita? Sono praticamente cagne ammaestrate senza alcun tipo di volontà propria... Orribile.

Quando si rese conto che Duncan non avrebbe aggiunto altro, la guerriera piumata eseguì un leggero inchino, per scherno, seppur fatto bene e prese parola, non prima di aver sbadigliato in modo esplicito.

Tutto chiaro. Vado, trovo queste mie ex compagne morte e riportate in vita, le uccido di nuovo, ne prendo una non uccisa di nuovo e torno.

La numero 5 sorrise, un sorriso genuino, quindi inclinò leggermente la testa verso destra.

Ma se queste tendono a risvegliarsi così facilmente, potrei avere difficoltà a portarvene una ancora... funzionale, ecco.

Alzò leggermente le spalle, canzonando il termine usato poco prima da Duncan.

Ma farò il possibile. Se non avete altre istruzioni, mi metterei immediatamente in viaggio verso... Rinne, giusto? A sud.

Sarebbe andata a Sud. Non nel deserto e non a Nord. Al caldo, in mezzo al verde. Splendido.


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimo.
Stato Psicologico: Scettica, ma non troppo, sulle Dimenticate. Felice di andare a Sud.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
02-04-2016, 01:05 PM
Messaggio: #3
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
Duncan non ha altro da aggiungere, sicché Gaia può mettersi in marcia verso Rinne. La guerriera piumata si incammina dunque in direzione sud-ovest e, se tutto va bene, raggiungerà la sua destinazione tra circa 8 giorni....


Citazione:Nota: Descrivi brevemente il tuo viaggio di otto giorni da Staph al villaggio di Rinne nelle terre del sud, tenendo presente che arriverai in vista della tua destinazione ma non vi farai il tuo ingresso fino al prossimo post del Master.
 
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-04-2016, 10:58 AM
Messaggio: #4
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Fu quasi un sollievo il momento in cui Gaia lasciò Staph, ma lo fu ancor di più quando la bella guerriera si rese conto di aver finalmente lasciato le terre dell'Est, per approdare nelle pianure del Sud. C'era caldo, ma la differenza di ambiente e flora erano ben più che palpabili.

Finalmente, sembrava un'eternità!

La numero 5 proseguì il suo viaggio, seppur qualche volta si concesse svariati minuti di riposo, non che ne avesse davvero bisogno, sdraiandosi a terra a pancia in su, per osservare il cielo; dal chiaro cielo azzurro illuminato dal sole al nero cielo illuminato dalle stelle.

Durante il suo viaggio, incrociò molti viandanti, contadini e pure qualche commerciante, persone che si tennero ben lontani da lei; effettivamente non c'era più abituata, ma lei rimaneva comunque una guerriera dell'Organizzazione. Tanto disprezzata e temuta, quanto utile e costosa. Un vero peccato, aveva voglia di latte, del buon latte; ne avrebbe chiesto un pò una volta arrivata a Rinne.

~

All'ottavo giorno, Gaia finalmente arrivò in vista di Rinne.

Ed eccoci, finalmente.

La guerriera piumata si diede una scrollata ai capelli e sospirò pesantemente. Era ora di lavorare, per così dire.

Spero almeno che queste... Dimenticate valgano qualcosa. E se si risvegliassero? Potrei riuscire a contenerle ed eliminarle?

Un sorriso crudele e sicuro di sé fece capolino sul bel viso di Gaia, che si prodigò a proseguire verso Rinne, con passo sicuro.

Che domande. Ovviamente.


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimo.
Stato Psicologico: Felice e rilassata per essere finalmente fuori dalle terre dell'Est. Un pò seccata di dover "lavorare", ma la sfida un pò la stuzzica.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
07-04-2016, 01:16 PM
Messaggio: #5
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
Dopo otto giorni di un viaggio tutto sommato tranquillo, Gaia raggiunse infine la sua destinazione: Rinne, un piccolo villaggio di contadini costruito ai margini di una foresta. Uno di quei tipici luoghi in genere tranquilli dove ci si aspetta che non succeda mai nulla di interessante.

[Immagine: ae1uli.jpg]

Come mise piede nel villaggio però, la numero 5 dell'Organizzazione si rese subito conto che evidentemente qualcosa doveva invece essere accaduto: si capiva dall'agitazione degli abitanti che si stavano radunando in una piccola folla attorno al centro dell'abitato.

Ovviamente anche Gaia si diresse subito in quella direzione, e mentre, camminando lungo la via principale, si avvicinava al punto nel quale si trovava la folla, la guerriera piumata ebbe modo di udire una serie di commenti curiosi pronunciati da alcuni abitanti accortisi del suo arrivo. - Santi numi, ne arriva un'altra? - Commentò una donna - A quanto pare. Con questa a quante siamo? Nove? - Domandò un uomo di mezza età - Undici. - lo corresse un ragazzo - Il Capo Villaggio ha esagerato. Non doveva chiamarne tante. Spero che non ci facciano pagare un tanto a guerriera, altrimenti siamo rovinati! - Aggiunse un anziano dall'aria preoccupata.

A quanto pare c'era stato parecchio movimento quel giorno. In effetti, poco dopo la percezione di Gaia individuò la presenza poco più avanti di dieci emanazioni di yoki riconducibili a delle guerriere. Si trattava di yoki piuttosto deboli, specie se paragonati al suo. Probabilmente dovevano appartenere a delle guerriere di basso rango. Per il momento dunque la sola cosa che alla guerriera piumata sembrò essere degna di nota fu il loro numero insolitamente elevato.

[Immagine: 2hnvrjo.jpg]

Una volta raggiunto lo spiazzo del mercato al centro del villaggio e superata agevolmente la folla di persone lì assiepata (la gente si scansò per farla passare), la numero 5 si trovò di fronte alla seguente scena: dieci guerriere con indosso armature ed uniformi dell'Organizzazione, immobili con le armi in pugno e gli sguardi persi nel vuoto, stavano in piedi sparpagliate per l'area a gruppi di tre. A terra, tra i resti distrutti delle bancarelle dei commercianti locali, c'erano i corpi fatti a pezzi di sei Yoma. Oltre le guerriere, un uomo che ha tutta l'aria di essere il Capo Villaggio stava discutendo animatamente con un altro individuo dall'aria misteriosa: a vederlo sembrava essere uno dei tipici accoliti di Staph, con la differenza che la sua tunica con cappuccio era di color grigio topo anziché nera.

- No, così è troppo! Non possiamo pagare una simile cifra! - Stava dicendo il Capo Villaggio al suo interlocutore. - Troppo? C'erano sei Yoma nel vostro sputo di Villaggio. Sei! Lo sai quanto ci avrebbero messo a farvi fuori tutti? Il prezzo è più che adeguato al servizio reso. O forse vorresti dirmi che la vita tua e dei tuoi compaesani vale meno di un po' d'oro? Mm? - Ribattè quello in tono sgarbato, per tutta risposta. - Si ma noi non abbiam... - fece per rispondere il Capo Villaggio, ma l'incappucciato lo zittì bruscamente con un minaccioso: - Poche ciance vecchio, paga o altrimenti... - Il misterioso individuo non finì la frase, perché con la coda dell'occhio si accorse del sopraggiungere di Gaia.

L'Uomo fissò la guerriera piumata per diversi secondi, incerto sul da farsi. Poi, si schiarì la gola e rivolgendosi alla numero 5 le disse: - Salute, guerriera! Sei qui per occuparti degli Yoma? - domandò, evidentmente convinto che Gaia fosse giunta fin lì per occuparsi dei demoni che infestavano Rinne. - In questo caso mi dispiace che tu abbia dovuto fare tanta strada per nulla: come puoi vedere le tue compagne hanno già risolto il problema. E' tutto sotto controllo, ora. - concluse l'uomo, cercando di darla a bere alla guerriera piumata...
Trova tutti i messaggi di questo utente
08-04-2016, 11:17 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-04-2016 11:18 AM da Vick_Svarta_Blixten.)
Messaggio: #6
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Quando Gaia mise finalmente piede a Rinne, si accorse che qualcosa non andava; in tanti si stavano assembrando verso il centro del villaggio.

Proseguendo, la guerriera piumata udì ciò che fugò ogni dubbio; lei era solamente l'undicesima. Incredibile. C'erano davvero dieci Dimenticate a Rinne?

Non ebbe neppure bisogno di farsi strada verso il centro, poiché la piccola folla di persone si spostò al suo passaggio.

E se ciò che dicono non bastasse, ecco la prova definitiva.

La scarsa percezione di Gaia le fece percepire chiaramente dieci fonti di Yoki, piuttosto deboli, davanti a sé; erano deboli, certo, ma erano dieci. Proseguì comunque, arrivando infine in vista di quello che doveva essere il capo villaggio, in accesa discussione con uno che sarebbe potuto passare per uno degli uomini di Staph... Non certo agli occhi di una Guerriera, però.

L'individuo ad un certo punto di accorse della sua presenza, chiaramente non aspettandosela. La osservò chiaramente e poi saltò fuori con una scusa improbabile; purtroppo per lui, Gaia era stata mandata lì apposta per loro.

La numero 5 guardò queste Dimenticate, notò i loro sguardi persi nel vuoto, non troppo diversi da quello di alcune Novizie, ma notò anche che lei stessa non venne assolutamente guardata da loro; forse Duncan non aveva esagerato, queste Dimenticate non avevano una volontà propria. Si soffermò anche su dove avrebbe dovuto esserci il simbolo personale di ogni guerriera, non aveva notato ancora se fossero presenti.

Quindi ora che fare? Queste dieci sono tante, ma sono piuttosto deboli, almeno in apparenza. E quel tizio in grigio mi urta, forse mi ha presa per una stupida. Forse a Duncan, oltre che una di queste presa viva, potrebbe piacere avere lui vivo.

In un istante Gaia prese la propria decisione; un piano, per così dire. Si mise una mano dietro la nuca, come per grattarsi e sorrise con calore, assumendo un'espressione mista tra vergogna e divertimento.

Accidenti, sono davvero così in ritardo?! lo disse con tono quasi allegro. Diamine, non vorrei essere punita per il mio tremendo ritardo! Non è che potresti dire ai piani alti che ho completato io la missione? Sono stata graduata da poco e non vorrei essere punita così presto...

Sperava che l'uomo in grigio abbassasse la guardia almeno per un istante. Non che servisse davvero, la realtà era che Gaia si divertiva a fare la stupida, a volte; si divertiva a far fare la figura degli idioti agli altri, specie agli uomini come questo. Infatti, non appena l'uomo avesse reagito in qualsiasi modo, che avesse cominciato a parlare o che si fosse spostato, Gaia avrebbe scattato con tutta la forza verso di lui, con l'intenzione di colpirlo al volto con un manrovescio, abbastanza forte da rompergli qualche osso e la maggior parte dei denti, per mandarlo nel mondo dei sogni per il tempo necessario a far fuori le sue dieci guardie del corpo; non abbastanza da ucciderlo, s'intende. Sarebbe quindi passata oltre, per non stare troppo vicina alle Dimenticate, per poi sguainare la propria Claymore.

Era presente una sola delle Dimenticate a fianco del tizio. Se fosse riuscita a confrontarsi con successo alla sua velocità, allora avrebbe avuto la prova che queste Dimenticate non erano poi così deboli. Se invece il suo piano fosse riuscito, avrebbe urlato all'indirizzo del capo villaggio e degli altri abitanti Allontanatevi immediatamente se tenete alla vita! Questi sono impostori! Andate!

Che la battaglia fosse cominciata? Per Gaia sicuramente sì.


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/35
Stato Fisico: Ottimo.
Stato Psicologico: Un pochino irritata per il tizio vestito di grigio, infatti decide di dare una lezione prima a lui. Per quanto sicura di sé, rimane sull'attenti.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
08-04-2016, 01:45 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-04-2016 02:00 PM da Duncan.)
Messaggio: #7
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
L'Uomo misterioso non era un ingenuo, e, mentre ascoltava in silenzio ciò che la guerriera piumata aveva da dirgli, mantenne per tutto il tempo lo sguardo fisso su di lei osservando con estrema attenzione ogni suo gesto. Dopodiché, aprì la bocca con l'intenzione di risponderle che sì, ci avrebbe pensato lui a chiarire tutta la faccenda coi superiori e quindi lei poteva stare tranquilla e tornarsene a casa, ma poiché la numero 5 scelse proprio quel momento per gettare la maschera e scattare verso di lui con la palese intenzione di aggredirlo, senza nemmeno aspettare di sentire quale sarebbe stata la sua risposta, l'uomo misterioso fu costretto a passare al piano B.

Per tutta risposta suonò dunque il corno che portava a tracolla. Lo strumento emise una singola, potente nota che poté essere udita in tutto il villaggio. Reagendo a tale nota, le 10 guerriere che fino ad un istante prima erano state assolutamente passive e immobili come statue, improvvisamente si destarono dal loro torpore come tante marionette a cui sono stati tirati i fili, e tutte, simultaneamente, si scagliarono contro Gaia. La quale Gaia, che nel frattempo aveva percorso la metà della distanza che la separava dall'uomo misterioso, si ritrovò quindi circondata e sotto attacco praticamente da ogni lato. Unica consolazione per la numero 5 il fatto che, sebbene si fossero mosse all'unisono, le avversarie non possedevano tutte la stessa velocità, e dunque non avrebbero potuto raggiungerla tutte e dieci nello stesso momento.

Ad una rapida occhiata, le prime ad arrivare sarebbero state una di quelle alla sua sinistra (#6), che sembrava intenzionata a vibrare un fendente verticale a due mani, e una di quelle alla sua destra (#7) che invece sembrava voler optare per un fendente orizzontale, sempre a due mani. Inoltre, frontalmente stavano sopraggiungendo quella che prima era accanto all'uomo misterioso (#10) che sembrava essere piuttosto veloce, e, alle spalle di Gaia, anche un'altra guerriera (#2). Queste quattro erano il pericolo più immediato, le altre sarebbero arrivate solo in un secondo tempo. 

Intanto, dato il precipitare della situazione e l'avvertimento di Gaia, gli abitanti di Rinne si diedero alla fuga tra urla e schiamazzi.

Citazione:Nota: A titolo informativo, prima che cominciasse la battaglia Gaia ha notato che le guerriere portano tutte lo stesso identico simbolo.
 

[Immagine: 15s3as9.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
11-04-2016, 08:56 PM
Messaggio: #8
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Ok, ricapitolando. Il tizio in grigio ha suonato quel corno e ora sono circondata. Anzi, mi stanno proprio attaccando con l'intenzione di finirmi. Qualcuna è lenta, qualcuna no.

Fortunatamente gli abitanti avevano fatto in fretta a ritirarsi, giacché Gaia poté smettere di trattenersi. Era ora di uccidere. Uccidere altre Guerriere, seppur già morte una volta. Ma faceva forse differenza? Non erano granché diverse da una Risvegliata; addirittura, forse il destino come Risvegliata sarebbe stato preferibile a quello di una marionetta senza volontà.

Un sorriso crudele fregiò il bel volto della guerriera piumata, che prima di agire esclamò con calma, mentre i suoi occhi diventavano dorati: Signore, la vostra morte si chiama Gaia.

La guerriera piumata non si sarebbe limitata a schivare, ma dato l'alto numero di attacchi provenienti da diverse posizioni, avrebbe colpito lei per prima. O almeno, avrebbe provato.

Con una veloce giravolta, avrebbe tentato un fendente orizzontale diretto al busto della Dimenticata alla sua sinistra (#6), per tagliarla a metà. Continuando la giravolta, abbassandosi, avrebbe quindi mirato a tagliare le gambe all'avversaria alla sua destra (#7).

Dal basso poi, avrebbe tentato un fendente verticale, atto a tagliare a metà la Dimenticata che prima le era stata di fronte (#10). Per finire, avrebbe tentato di allontanare quella che le era stata alle spalle con un potente calcio allo stomaco (#2).

Alle altre avrebbe pensato appena dopo, intanto si sarebbe goduta il bagno di sangue, senza smettere di sorridere in modo crudele... Sangue rosso stavolta, non viola.  


Citazione:Yoki Utilizzato: 10% - Punti Limite: 1/35
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati.
Stato Psicologico: Sicura di essere incredibilmente più veloce di tutte le sue avversarie, vuole vedere scorrere del sangue.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-04-2016, 01:40 PM
Messaggio: #9
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
In una simile situazione, una guerriera qualunque si sarebbe probabilmente trovata in estrema difficoltà. Tuttavia la numero 5 dell'Organizzazione, Gaia il Fulmine Rosso, non era assolutamente una guerriera qualunque. 

Per nulla intimorita dal gran numero di avversarie che le piombavano addosso da ogni lato, ma anzi assolutamente convinta della propria superiorità, la guerriera piumata reagì all'assalto nemico contrattaccando prontamente. La guerriera alla sinistra di Gaia (#6) non fece in tempo a calare il suo fendente verticale perché la spada della numero 5 la tagliò a metà all'altezza dell'addome, "uccidendola" sul colpo. Alla guerriera alla destra di Gaia (#7) andò leggermente meglio, perché si ritrovò "solo" privata di entrambe le gambe finendo a terra in posizione prona. Subito dopo toccò alla guerriera che stava tentando un assalto frontale (#10), la quale fu tagliata a metà da un fendente verticale proveniente dal basso che la centrò nelle parti intime e da lì si fece strada fino alla testa. Quindi fu la volta della guerriera che si trovava alle spalle di Gaia (#2) la quale fu centrata in pieno addome da un calcio sufficientemente potente da scagliarla via di peso facendola finire addosso ad un'altra guerriera (#3) che stava sopraggiungendo alle sue spalle, al che entrambe ruzzolarono per terra. 

Ma non era ancora finita. Alla destra e alle spalle di Gaia arrivarono altre due guerriere (#8) e (#1) le quali attaccarono la guerriera piumata con degli affondi di spada mirati rispettivamente al fianco destro e alla schiena della numero 5. Nel frattempo altre tre guerriere (#4, #5, #9) si stavano avvicinando da destra e da sinistra...


[Immagine: j0vb6c.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
15-04-2016, 03:47 PM
Messaggio: #10
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Meno una. Meno due. Meno tre.

Gli attacchi di Gaia andarono tutti a segno, esattamente come aveva preventivato. Normale, nulla di eccezionale e nulla di strano. Tuttavia, seppur con due Dimenticate morte e un'altra senza gambe, gli attacchi alla sua persona non rallentarono neppure; da quello che aveva visto fino a quel punto, poteva dire che Duncan avesse ragione sull'apparente mancanza di volontà e paura delle sue avversarie.

Questa era decisamente una buona cosa. Non avrebbe dovuto immaginare reazioni basate su istinti primordiali nati da paura di morire o di farsi male; queste avversarie erano l'ideale per lei, poiché avrebbe dovuto pensare solo ad una cosa per combatterle con efficienza. L'avrebbero sempre e solo attaccata, fino ad ucciderla o fino ad essere uccise... O inabilitate.

La numero 5 fece quindi un alto salto all'indietro, eseguendo al contempo una capriola, con l'intenzione di passare ben sopra le avversarie immediatamente dietro di lei e di finire alle "spalle" di quelle volate a terra per effetto del suo calcio. Avrebbe tentato di tagliare velocemente la testa ad entrambe, prima che diventassero nuovamente una minaccia.

Sarebbe poi scattata verso la propria destra, con l'intenzione di attaccare quella che prima era stata la nemica più distante (#9), prima con fendente orizzontale diretto alle sue gambe, seguito da un altro fendente orizzontale atto a decapitarla.

Se le altre non si fossero spaventate anche solo leggermente per questo, non lo sarebbero mai state. E chissà come avrebbe reagito il tizio che le controllava.La bellissima guerriera non doveva poi dimenticare una cosa importante; ne avrebbe dovuta prendere una viva.


Citazione:Yoki Utilizzato: 10% - Punti Limite: 2/35
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati.
Stato Psicologico: Sempre sicura di sé, però non perde di vista il vero obiettivo della sua missione.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
18-04-2016, 11:24 AM
Messaggio: #11
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
Gaia eseguì un acrobatico salto all'indietro che le permise di mandare a vuoto gli affondi delle due avversarie (#8 e #1) e di atterrare di fronte alle due guerriere che aveva precedentemente fatto ruzzolare per terra (#2 e #3), al che la numero 5 ne approfittò per decapitarle entrambe mentre queste ultime stavano tentando di rialzarsi. 

Dopodiché, la guerriera piumata si scagliò contro un'altra guerriera (#9) e decapitò anch'essa dopo averle prima mozzato le gambe. Non prima, però, che quest'ultima avesse il tempo di scagliare la sua arma contro Gaia. La spada, schivata agilmente dalla numero 5, finì per trafiggere un'altra guerriera (#1) al petto facendola stramazzare al suolo. 

Nel frattempo, le tre guerriere ancora in piedi (#8, #4, e #5), apparentemente del tutto incuranti della dipartita delle loro compagne, proseguirono come se nulla fosse nella loro offensiva contro Gaia. La più vicina (#8) tentò nuovamente un affondo alla schiena della guerriera piumata, mentre le altre due (#4 e #5) sembravano intenzionate ad optare per dei fendenti diagonali, rispettivamente dal basso e dall'alto. Intanto, persino la guerriera ferita da Gaia in precedenza (#7) sembrò non darsi per vinta e, pur non potendo nemmeno più camminare, si mosse anch'essa verso la numero 5 strisciando sui gomiti...


[Immagine: jk8zna.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
21-04-2016, 05:32 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 21-04-2016 05:37 PM da Vick_Svarta_Blixten.)
Messaggio: #12
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Esattamente come previsto dalla Guerriera Piumata, le Dimenticate non rallentarono minimamente i loro attacchi, nemmeno quando una di loro uccise per errore una compagna; nonostante tutto, che splendide armi erano. Gaia dedusse che ognuna di loro non fosse meglio di come era lei appena dopo il test, forse qualcuna appena più preparata. Quello era un vero peccato.

Se questi tizi mettessero le loro mani sul cadavere di una guerriera davvero forte, riuscirebbero a creare un'arma unica e temibile. Una guerriera senza alcuna paura e incurante della propria sicurezza.

Non che la numero 5 avesse avuto grossi problemi finora ad avere a che fare con queste guerriere non morte, ma non poteva concedersi grossi lussi. Erano rimaste in tre, più quella senza gambe. Ne serviva una ancora... viva, doveva ricordarselo.

Anzitutto, Gaia avrebbe tentato di schivare l'affondo della Dimenticata alle sua spalle, facendo una giravolta verso sinistra, per farsi passare la lama avversaria vicino al fianco, menando nel frattempo un fendente a manrovescio verso la propria sinistra, per tagliare la testa della nemica. Nello stesso momento, avrebbe tirato un calcio con tutta la propria forza sotto al mento della Dimenticata senza gambe, che nel frattempo stava strisciando verso la sua illustre persona; un colpo del genere le avrebbe dovuto rompere il collo, come minimo.

Rimanevano due avversarie. Gaia avrebbe potuto eliminarle quasi simultaneamente, ma così sarebbe rimasta a mani vuote. Quale delle due avrebbe tentato di prendere viva, quindi? Anzitutto, i loro colpi andavano parati.

La numero 5 eseguì quindi un movimento circolare orario con la spada, atto a deviare lontano da lei, verso l'esterno, i colpi destinati a ferirla.

Se avesse avuto successo in quella parata, avrebbe scattato in avanti, con l'intenzione di passare tra le due avversarie per trovarsi appena dietro di loro. Avrebbe poi, come prima cosa, menato un fendente diagonale dall'alto, con l'intenzione di tagliare a metà busto la Dimenticata alla sua sinistra (#4).

Sarebbe poi saltata verso la sua destra, con una tripla giravolta, per finire alle dell'ultima Dimenticata rimasta (#6), con l'intenzione di colpirla sotto la nuca con un colpa di taglio con la mano. Sarebbe stato abbastanza per farle perdere conoscenza? Altrimenti sarebbe stata semplicemente più violenta, tipo prendendola per il collo e mandandola a sbattere a tutta velocità contro il muro della casa più vicina.

Ma forse sarebbe stato sufficiente il colpo di taglio.


Citazione:Yoki Utilizzato: 10% - Punti Limite: 3/35
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati.
Stato Psicologico: Meravigliata dal potenziale delle Dimenticate. Indecisa su quale lasciare viva, però assolutamente non preoccupata e sempre sicura di sé.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
25-04-2016, 04:45 PM
Messaggio: #13
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
Con un movimento fluido ed elegante, Gaia riuscì in un colpo solo ad evitare l'affondo dell'avversaria (#8) e a decapitarla. Subito dopo, la numero 5 finì la guerriera che aveva gambizzato in precedenza (#7) sferrandole un calcio alla testa così forte da staccargliela dal collo, spedendola a rotolare per terra a parecchi metri di distanza come se fosse stata una palla. Quindi, la guerriera piumata rivolse la sua attenzione alle ultime due guerriere rimaste: per prima cosa deflesse i loro attacchi, cosa non difficile data la sua grande forza fisica, dopodiché prima tagliò a metà una delle due (#4) con un fendente diagonale, ed in seguito, memore di doverne catturare almeno una ancora in buono stato, tramortì l'ultima (#5) con un colpo alla nuca, facendola crollare al suolo. Con questa, tutte e dieci le guerriere al seguito dell'uomo misterioso erano state abbattute. In meno di cinque minuti. 

Tutto finito, dunque? Niente affatto, perché pochi secondi più tardi delle "esplosioni" di Yoki dai corpi privi di vita annunciarono a Gaia il risveglio di alcune delle avversarie che aveva appena sconfitto, guarda caso proprio quelle tre che la guerriera piumata non aveva decapitato. 

La prima (#6) assunse la forma di un grosso toro dalla testa umana, provvisto di due spesse corna lunghe un metro e mezzo. La seconda (#1) divenne una mantide religiosa alta due metri e mezzo, e la terza (#4) si tramutò invece in una specie di tartaruga gigante, sempre dal volto umano, con il carapace irto di spine. E ovviamente, nessuna delle tre era particolarmente amichevole, tant'è che si lanciarono nuovamente all'assalto di Gaia. La mantide era la più veloce per cui attaccò per prima con le sue lunghe braccia a forma di falce, con le quali cercò di colpire diagonalmente Gaia dai due lati. A seguire sarebbe stata la volta del toro, con una semplice carica frontale condita con palese tentativo di incornata. La tartaruga invece per il momento rimase in disparte, probabilmente anche per via della sua notevole lentezza. 

Come avrebbe reagito Gaia a quell'assalto, considerando anche che, oltre alla sua incolumità, avrebbe dovuto badare anche a preservare l'integrità della Dimenticata da riportare a Staph? 


[Immagine: m8pqgg.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
27-04-2016, 04:20 PM
Messaggio: #14
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Sia la difesa che l'offensiva di Gaia andarono perfettamente a segno; nove delle Dimenticate eliminate e una priva di sensi, come ordinato da Duncan. Ora mancava solo il tizio in grigio.

La guerriera piumata si voltò verso il marrano, sospirando piano, rilassata. Cominciò a parlare con tono mellifluo, quasi divertito.

Bene mio caro, ora possiamo scambiare qualc...

Fu interrotta da un improvviso, forte rilascio di Yoki; anzi, da tre di queste esplosioni. Si voltò velocemente, sorpresa e si trovò davanti tre Risvegliati, nati dal risveglio delle uniche tre Dimenticate che non aveva decapitato. Il suo sopracciglio destro si alzò per l'irritazione, le sue narici si dilatarono leggermente, mentre inspirava profondamente. Duncan l'aveva avvertita che si risvegliavano facilmente, ma non avrebbe mai pensato lo facessero anche se tagliate a metà.

Oh, dai!

Tre mostri, non troppo forti, ma comunque Risvegliati. Ognuno di loro era pericoloso, oltre che brutto e Gaia doveva pure mantenere "viva" la Dimenticata senza sensi. Uno di quei mostri, dalla forma di una grossa mantide religiosa, l'attaccò per prima, rivelandosi come la più veloce. Anche un'altra delle Dimenticate risvegliata, quella che aveva eliminato per prima, che ora appariva come un grosso toro dalla testa umana, eccetto per le lunghe corna, l'attaccò frontalmente, con la chiara intenzione di incornarla. La terza Risvegliata non sembrava ancora dell'intenzione di attaccarla, forse per colpa della sua stazza. Ma ora aveva altro a cui pensare, avrebbe avuto a che fare con quella stupida tartaruga dalla faccia umana a breve.

Anzitutto, la numero 5 si sarebbe concentrata sulla minaccia primaria, ovvero la più veloce delle sue avversarie. Il mostro la stava attaccando utilizzando le sue braccia a forma di falce; Gaia liberò un piccola quantità del suo enorme Yoki, i suoi occhi parvero brillare più intensamente e piccole vene apparvero intorno agli occhi, provocando quella che sembrò un'esplosione d'aria, a giudicare dalla gran polvere che smosse, quindi scattò verso la Mantide, con l'intenzione di trovarsi esattamente davanti a lei, oltre le sue pericolose falci. Avrebbe poi piantato la propria spada davanti a sé, come per un affondo; con un ringhio quasi animalesco, seguito da quello che sarebbe potuto sembrare quasi il ruggito di un grosso felino, avrebbe poi saltato con tutta la forza verso l'alto, con l'intenzione di squartare a metà la mostruosa avversaria, finendo poi oltre il suo corpo.

In caso infatti, quella Risvegliata dalla forma di toro sarebbe andata a finire contro la Mantide, dandole eventualmente il colpo di grazia, se fosse servito.


Citazione:Yoki Utilizzato: 20% - Punti Limite: 4/35
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati, più intensi. Piccole vene ai lati degli occhi.
Stato Psicologico: Visibilmente irritata dal risveglio di tre delle nove Dimenticate eliminate.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
27-04-2016, 10:02 PM
Messaggio: #15
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
Per nulla intimorita (semmai irritata) dall'apparizione delle tre risvegliate, Gaia reagì alla nuova minaccia contrattaccando prontamente. La numero 5 evitò l'attacco della risvegliata mantide compiendo un audace scatto in avanti che le permise sia di scansare le lame in arrivo (che colpirono solo l'aria dietro la sua schiena) che di portarsi in prossimità del mostro. Da quella distanza, la guerriera piumata sferrò un affondo contro il torso della risvegliata, per poi, una volta fatta penetrare la lama in profondità, spiccare un balzo verso l'alto con il quale squarciò a metà il mostro dal ventre alla testa, uccidendolo. 

Ma la battaglia non era ancora finita. Il corpo della mantide sconfitta crollò al suolo, e fu scavalcato con un balzo dalla risvegliata toro, la quale poi caricò la numero 5 sul fianco destro, decisa ad incornarla. Nel frattempo, la terza risvegliata, la tartaruga, non aveva ancora preso parte allo scontro... 
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-05-2016, 05:11 PM
Messaggio: #16
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Meno una.

L'attacco di Gaia andò perfettamente a segno, attacco che uccise sul colpo la Risvegliata dalla forma di mantide religiosa, tagliandola a metà. Tuttavia, come in realtà previsto dalla bellissima guerriera, la Risvegliata simile ad un toro quasi non rallentò, superando con un balzo il cadavere della propria compagna, decisa ad incornarla sulla destra.

Siamo un pochino spavaldi, non credi? disse Gaia all'indirizzo della Risvegliata in carica, sorridendo malvagiamente e con un pizzico di sarcasmo.

Ad un rapidissimo esame, se la mantide religiosa uccisa poco prima aveva come punto forte la velocità, questa doveva puntare molto sulla pura forza fisica. Quelle corna sarebbero state di certo un pericolo, ma la stessa zona più vulnerabile, la testa, era proprio alla base delle stesse... E Gaia non era solita farsi sfuggire un'occasione così ghiotta.

La guerriera piumata allargò leggermente le gambe, voltandosi verso il mostro in carica e sollevò la propria Claymore, tenendola salda con entrambe le mani. Il suo piano era tanto semplice, quanto folle, visto dall'esterno; tuttavia Gaia era consapevole della propria potenza.

Con un ruggito, la numero 5 avrebbe semplicemente tentato un fendente verticale dall'alto verso il basso, concentrando tutta la propria forza fisica nel colpo, con l'intenzione non solo di tagliare a metà la testa della Risvegliata, ma di fermare la sua carica con la pura forza bruta, portandola alla morte con una forte umiliazione. Non avrebbe avuto pace una volta morta completamente, di certo.


Citazione:Yoki Utilizzato: 20% - Punti Limite: 5/35
Stato Fisico: Ottimo. Occhi dorati, più intensi. Piccole vene ai lati degli occhi.
Stato Psicologico: La sua cattiveria insita prende il sopravvento e decide non solo di uccidere, ma di umiliare la nemica, per quanto possano capire una cosa del genere.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva); Genio dell'Impegno [Abilità Innata] (Attiva su Forza) (+2 Valore Forza)
Trova tutti i messaggi di questo utente
04-05-2016, 06:16 PM
Messaggio: #17
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
Assolutamente certa della sua schiacciante superiorità, Gaia decise che la semplice vittoria non bastava più a soddisfarla. Voleva umiliare le sue avversarie, oltre che sconfiggerle (ammesso e non concesso che dei cadaveri rianimati e poi risvegliatisi fossero in grado di provare emozioni quali la vergogna). 

Pertanto, la risposta della guerriera piumata alla carica della risvegliata toro fu una mossa che agli occhi di uno spettatore sarebbe potuta sembrare folle (e a maggior ragione considerando le innumerevoli alternative assai meno rischiose tra le quali la numero 5 avrebbe potuto scegliere), ma che tuttavia per Gaia era semplicemente un rischio calcolato: Anziché provare a schivare la carica, la guerriera piumata attese lì dov'era che l'avversaria le fosse quasi addosso, dopodiché con una forza inaudita sferrò un tremendo fendente verticale dall'alto contro la testa della risvegliata, riuscendo in tal modo sia ad arrestare la sua corsa che ad ucciderla sul colpo aprendole la testa in due come un melone. Tutto questo mentre la punta delle corna del mostro arrivava a pochi centimetri dal corpo di Gaia, ma probabilmente lei lo aveva messo in conto. 

A quel punto, rimase una sola risvegliata, la tartaruga gigante, che proprio in quel momento sferrò il suo attacco. Niente cariche a testa bassa e men che meno improponibili scatti in velocità nel suo caso, non ne sarebbe stata mai in grado. No, quello che fece fu scagliare le spine che sporgevano dal suo carapace all'indirizzo della guerriera piumata, la quale si vide piovere addosso non meno di trenta di quei proiettili appuntiti. 

Dimostrando ancora una volta di possedere dei riflessi eccezionali, la numero 5, nonostante la sorpresa, fu in grado di schivare o deflettere la maggior parte dei colpi in arrivo, ma alcuni di essi la colpirono di striscio alle braccia e alle gambe causandole dei tagli superficiali [Ferite Leggere]. Inoltre, a salva terminata Gaia notò che sul carapace della tartaruga stavano crescendo delle nuove spine in sostituzione di quelle che le erano state scagliate contro, segno inequivocabile che la risvegliata si stava "ricaricando" in previsione di un nuovo attacco... 
Trova tutti i messaggi di questo utente
08-05-2016, 01:49 PM
Messaggio: #18
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

La Risvegliata a forma di toro fu, come previsto da Gaia, uccisa e fermata, esattamente nel modo plateale desiderato dalla numero 5. Prima però che la guerriera piumata potesse dire qualcosa che rendesse quell'uccisione davvero perfetta, l'ultima Risvegliata attaccò, forse credendo fosse il momento giusto per cogliere Gaia di sorpresa.

In effetti la bellissima guerriera non si sarebbe di certo aspettata un attacco multiplo di quella portata; riuscì a schivare e deviare tutti gli attacchi, una trentina, però qualcuno di quelli riuscì a sfiorarla, provocandole delle ferite superficiali. La sua intoccabilità era stata dunque rovinata.

I suoi muscoli si ingrossarono, mentre il suo bel viso assunse mostruose sembianze simili a quelle degli Yoma, mentre la polvere intorno a lei veniva spostata in gran quantità per lo Yoki sprigionato. La sua bocca, ora deformata e irta di zanne, schioccò, forse per rabbia, quando la guerriera piumata parlò all'indirizzo dell'ultima Risvegliata rimasta, quasi ringhiando.

Grosso errore.

Quasi nemmeno si accorse che altre spine si stavano formando sul carapace della Risvegliata; non che avesse davvero importanza, avrebbe comunque attaccato con tutta la brutalità possibile. Si concentrò per essere il più veloce possibile; quell'essere non doveva accorgersi nemmeno di essere fatto a pezzi.

Gaia scattò verso la sinistra del mostro, per passargli accanto, con l'intenzione di tagliare entrambe quelle zampe mostruose. Se fosse riuscita a passare oltre, sarebbe tornata indietro, con l'intenzione di passare stavolta alla destra della Risvegliata, per tagliare anche le zampe dall'altra parte.

Si sarebbe poi portata davanti al viso, troppo umano per un mostruosità simile, della Risvegliata, con un sorriso malvagio, reso orrendo da quelle zanne e quelle vene pulsanti. Trenta di quelle spine le erano state lanciate contro; trenta fendenti, orizzontali, verticali, diagonali, dal basso e dall'alto, avrebbe lanciato contro quel viso. Non uno di meno. Non le sarebbe importato che la nemica fosse morta al primo colpo, dopo tre, dopo dieci... Avrebbe continuato fino al trentesimo colpo.


Citazione:Yoki Utilizzato: 50% - Punti Limite: 7,5/35
Stato Fisico: Graffi superficiali su braccia e gambe [Ferite Leggere]. Occhi dorati, più intensi, viso deformato simile ad uno Yoma, zanne aguzze, con vene in rilievo. Muscolatura raddoppiata.
Stato Psicologico: Furiosa per essere stata anche solo leggermente ferita.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva); Genio dell'Impegno [Abilità Innata] (Attiva su Agilità) (+2 Valore Agilità)
Trova tutti i messaggi di questo utente
08-05-2016, 02:37 PM
Messaggio: #19
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
L'Attacco della tartaruga gigante rese Gaia a dir poco furiosa. Non per i danni subiti, che erano del tutto trascurabili, ma per il semplice fatto che quella stupida risvegliata avesse osato ferirla. 

La numero 5 a quel punto aumentò il livello del suo yoki fino a far raddoppiare la sua massa muscolare, dopodiché si avventò contro la pressoché immobile avversaria ad una velocità pazzesca. Per prima cosa mirò alle zampe della creatura con l'intento di azzopparla, e riuscì a mozzare tutti e quattro gli arti (prima quelli sul lato sinistro, e poi quelli sul lato destro) colpendo le parti molli in corrispondenza delle giunture. Quindi, la guerriera piumata tentò di concentrarsi sulla testa del mostro, ma non fece in tempo a raggiungerla prima che la risvegliata riuscisse a ritrarla all'interno del carapace, mettendola al riparo dai fendenti furiosi di Gaia, la quale quindi vide sfumare la possibilità di infliggere il colpo di grazia. 

A quel punto, la tartaruga contrattaccò sparando in aria le sue spine. I proiettili ricaddero verso il basso come gocce di pioggia per effetto della gravità, ma la numero 5 questa volta fu abile a schivarli tutti. Per Gaia però rimaneva comunque il problema: come fare per uccidere la risvegliata? 
Trova tutti i messaggi di questo utente
09-05-2016, 01:24 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 09-05-2016 01:25 AM da Vick_Svarta_Blixten.)
Messaggio: #20
RE: The Forgotten III [Vick_Svarta_Blixten]
[Immagine: 2uf52co.jpg]
Parlato Pensato

Le zampe del mostro vennero tagliate come previsto, quasi nello stesso momento, come se avessero agito quattro guerriere simultaneamente; tuttavia era stata Gaia, ad altissima velocità, invisibile per i più, la fautrice del massacro.

Nonostante tutto però, la Risvegliata riuscì ad essere abbastanza fortunata e lesta da far sparire la propria testa all'interno del carapace, troppo duro perfino per Gaia, che non riuscì a darle il colpo di grazia e anzi fu costretta nuovamente a schivare, questa volta senza essere nemmeno sfiorata, le spine del mostro.

Il fatto è che quel mostro era una seccatura bella e buona. Lento sì, ma quanto sarebbe potuta andare avanti ancora? Lei poteva sì schivare ogni suo attacco, almeno temporaneamente, ma se non riusciva a scalfire la sua corazza sarebbe potuta diventare una lotta a chi cedeva prima... e chissà quanto poteva resistere quel Risvegliato, al contrario di lei che non poteva mantenere tutto quello Yoki per tanto tempo. Oltretutto, era preoccupata che il tizio che comandava quelle Dimenticate potesse scappare, portandosi via anche la non morta che era riuscita a far svenire. Occorreva fare qualcosa.

La numero 5 sospirò, anche se nelle condizioni in cui era sarebbe potuto sembrare che latrasse. Tirò indietro la spada, preparandosi per affondare.

Questo ti farà male. Molto.

La Guerriera Piumata avrebbe quindi affondato ripetutamente la propria Claymore nella fessura in cui era sparita la testa della Risvegliata. Poi, prima che quelle fastidiose spine presenti sul guscio si fossero nuovamente formate, avrebbe attaccato con un fendente verticale dall'alto, a due mani, in cui avrebbe concentrato tutta la propria forza. Sperando di fare, stavolta, ingenti danni.

Se non fosse stato sufficiente, avrebbe eseguito un salto verso l'alto, per poi eseguire una rotazione in avanti, per dare ancora più potenza ad un altro fendente verticale, mirato sempre alla parte frontale del guscio, dove era sparita la testa, grazie alla forza centrifuga data dalla rotazione del proprio corpo e dalla gravità.

Questo funzionerà?


Citazione:Yoki Utilizzato: 50% - Punti Limite: 9/35
Stato Fisico: Graffi superficiali su braccia e gambe [Ferite Leggere]. Occhi dorati, più intensi, viso deformato simile ad uno Yoma, zanne aguzze, con vene in rilievo. Muscolatura raddoppiata.
Stato Psicologico: Piuttosto irritata e preoccupata per l'imprevista durezza del carapace nemico.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva); Genio dell'Impegno [Abilità Innata] (Attiva su Forza) (+2 Valore Forza).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)