Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

Questa discussione è chiusa  
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
12-09-2014, 05:58 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-09-2014 06:06 PM da Sicket.)
Messaggio: #1
Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Un Braccio in Più Fa Sempre Comodo!
Specie Se Ne Hai Uno Solo!


Mentre Andrea si dirige verso la Biblioteca, una figura tetra e vestita di uno sporco camice bianco aperto sul davanti fa la sua comparsa davanti a lei, sfregandosi nervosamente le mani. I suoi capelli sono grigi, nonostante dimostri di non avere oltre trent'anni e quelle che sembrano cicatrici cucite da poco gli percorrono tutta la faccia. Grossi occhialoni adornano il suo viso e il suo sorriso sembra quello di un matto.

Kukekekeke! Tu devi essere... Andrea! Kukekekeke...

La risata di questo strano individuo ha un qualcosa di... pazzo, ma il suo sguardo, almeno per il momento, pare lucido.

Vieni con me, ragazza... I Capi hanno deciso di... Farti un dono! Huehuehuehue...

Come avrebbe reagito Andrea?
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 06:07 PM
Messaggio: #2
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Narrato/pensato
Parlato


Me ne sto camminando tutta tranquilla in cerca di quel fottuto posto pieno di libri, per cercare di migliorare il mio controllo dello Yoki e la figata pazzesca col braccio che mi fa fare, quando all'improvviso un tizio strambo mi sbuca fuori dal nulla. Per poco non ci vado addosso, per fortuna che si mette a parlare sennò gli passavo sopra.
Sono io. Che vuoi?
Questo qua ha qualche cosa fuori posto, lo vedo pure io. E' fuori di testa. Ma chi se ne frega, gli uomini in nero sono tutti così. Più o meno. Araldus più, per esempio.
Parla di "farmi un dono"... un regalo? Uhm... be', un regalo è una bella cosa, giusto? Non che me ne abbiano fatti tanti, mai, però... la cosa mi piace. E poi, ho come l'impressione che non posso semplicemente dirgli di fottersi. Se gli dico di no è capace che mi ficca in un pozzo. Di nuovo.
Vabbe'. Dove andiamo?


Citazione:Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Perfetto.
Stato psicologico: Intenzionata a migliorare la sua Abilità, un po' sorpresa dall'apparizione di Sicket e sicura che sia pazzo, ma sa di non avere comunque granché scelta e quindi accetta di seguirlo senza problemi.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 06:23 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-09-2014 06:24 PM da Sicket.)
Messaggio: #3
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Huehuehue è così che si fa, brava!

Lo strambo uomo applaude piano, quindi si volta e fa cenno alla grossa guerriera di seguirlo.

I due percorrono i bui corridoi di Staph per qualche minuto, quando finalmente lo strano tizio si ferma davanti ad un grosso portone di metallo, metallo che pare arrugginito. Lo apre usando entrambe le mani, sbuffando e bofonchiando qualcosa di incomprensibile, senza ovviamente far mancare la sua strana risata, quindi entra all'interno della stanza, seguito da Andrea.

La grossa guerriera entra al suo interno e tutto ciò che i suoi occhi possono distinguere, sono una specie di letto e un sacco di attrezzi strani, il tutto condito da un disordine pazzesco e uno strano odore.

Kukekekeke per l'occasione ho messo in ordine tutto! Kukekeke sdraiati là che poi cominciamo! Kukekeke... Miklos! Mikloooos! Huehue...

Dopo aver indicato ad Andrea lo strano letto, lo strano tizio sembra chiamare qualcuno ad alta voce; qualcuno arriva dopo poco, in effetti, un uomo attempato, sulla quarantina, vestito di un camice bianco pulito e con i capelli ingrigiti dall'età pettinati ordinatamente all'indietro.

Dottor Sicket, ci sono! Desidera?

Sicket, questo è il suo nome, si volta e sorridendo forse in modo troppo esaltato, risponde con urgenza.

Sì! Sì! Vai a prendere il braccio! Hai quattro minuti!

Miklos aggrotta le sopracciglia e risponde con malcelata incertezza.

Ma mi ci vorranno almeno dieci minuti per andare, prelevare il braccio e tornare!

Sicket stringe gli occhi e senza smettere di sorridere risponde con un misto di divertimento e serietà.

Allora ne hai due! Kukekekeke vai!

Miklos non perde altro tempo e corre fuori da una porticina, la stessa da cui era arrivato.

Sicket invece si volta verso Andrea, tenendo in mano vari attrezzi, tra cui piccoli coltellini e tenaglie.

Huehuehue Andrea, l'avere un braccio solo deve averti dato qualche problema finora, no? Kukeke... Be', i problemi sono finiti, grazie al sottoscritto! Sto per farti avere nuovamente due braccia! Kukekeke... Ovviamente per ordine dei Capi huehuehue...

Una rivelazione sicuramente inaspettata per la grossa guerriera.
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 06:33 PM
Messaggio: #4
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Narrato/pensato
Parlato


Camminiamo fino a una grossa porta di metallo, che il tipo strambo apre a fatica. Tch, poteva chiedermi di aiutarlo, no? Sembra piuttosto deboluccio, questo qua. Ma va be', alla fine entriamo e la stanza è un casino, roba ovunque e uno strano odore... l'unica cosa normale è un letto, e dovrei stendermici.
Uhm....
Mi gratto la testa, ma alla fine faccio spallucce e mi stendo. Non ho idea di che cazzo voglia fare, ma ancora non credo che sia molto intelligente combinare casini. Il tipo strambo chiama un altro tizio, e gli dice di andare a prendere un braccio. Lo guardo con una faccia strana: che cazzo significa? Comunque quello parte, e il tipo strambo - Sicket, credo - si gira verso di me. Mi... mi vogliono regalare un BRACCIO? 
Ehi.
Mi metto seduta, e lo guardo. Poi guardo il mio braccio. Poi lui.
Ho avuto qualche problemino, sì. Ma niente di che. Posso cavarmela anche così.
Però... devo dire che sento la mancanza dell'altro braccio. Con uno sono forte... ma con due lo ero di più. Lo sarei di più.
Certo che se insisti... ma come accidenti vorresti mettermelo?
Eh... cioè, bella cosa a dirla, ma a farla? 

Citazione:Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Perfetto.
Stato psicologico: Ancora incerta nei confronti di Sicket, ma sa di dover seguire le sue indicazioni. Scoperte le sue intenzioni, dopo una rapida riflessione semplicemente accetta la cosa... non senza chiedersi cosa significherà nella pratica, ma con un ragionamento molto diretto.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 06:46 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-09-2014 06:58 PM da Sicket.)
Messaggio: #5
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Huehuehuehue... I Capi vogliono così, quindi avrai un altro braccio! Kukekekeke...

Sicket risponde al volo, quasi senza nemmeno pensare. Sembra stia per aggiungere qualcosa, ma poi la porticina si apre nuovamente e ne entra Miklos, ansimante e un pochino sudato; in mano tiene qualcosa di grosso e che ha l'aria di essere piuttosto pesante.

Kukeke ma che bravo! E ora muoviti, cominciamo subito! Kukekekeke...

Entrambi gli uomini si mettono ai lati del letto. Sicket parla nuovamente, anche se ora pare più concentrato che divertito.

E ora Andrea, devi chiudere gli occhi. Dovrai stare cooooompletamente immobile e quando te lo dirò, dovrai concentrare il tuo Yoki per Rigenerare i nervi e i tessuti del tuo nuovo braccio. Farai fatica ma... Huehuehue, non farà granché male. Pronta? Conto fino a cinque! Kukekeke...

Sicket attende che Andrea chiuda gli occhi, quindi comincia a contare.

Kukeke... Uuuno... Duuuue... Huehue... Treeee...

All'improvviso Andrea sente un fortissimo e acuto dolore al moncherino del suo braccio sinistro, un dolore che quasi la porta a vomitare. Il dolore non accenna a diminuire, anzi aumenta costantemente e le pazze risate di Sicket non aiutano di certo. Passa qualche minuto, qualche minuto di dolore crescente che porta Andrea ad un livello di sopportazione mai provato prima, quando finalmente la voce di Sicket si fa sentire.

Ora! Kukekeke libera il tuo Yoki e rigenera!

Andrea poteva procedere con la Rigenerazione del proprio braccio. Ci sarebbe riuscita?
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 07:01 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-09-2014 07:04 PM da Hotenshi.)
Messaggio: #6
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Narrato/pensato
Parlato


Nessuna risposta. Nessuna risposta SENSATA, almeno. Oh, be'. Suppongo che non sarà proprio divertente... ho un'idea su cosa succederà. Ma avere un altro braccio non può che farmi comodo, no?
L'altro tipo torna con qualcosa di grosso. Bene, mi piace. Se non altro non mi vogliono attaccare un coso minuscolo di qualche sfigata troppo piccola per sopravvivere. 
Sicket mi spiega cosa fare. Io mi stendo di nuovo e chiudo gli occhi, preparandomi. Parla di Rigenerazione... farà male. Ne sono sicura. Ma ho da poco messo a posto una gamba praticamente distrutta... non può essere tanto peggio, giusto?
...
Sbagliato.
Quel figlio di puttana conta solo fino a tre - invece che cinque - e poi taglia. Mi mordo il labbro e stringo il letto, ma non mi muovo. Schifoso bastardo, non ero pronta... non del tutto, almeno. Mi torna in mente quando mi hanno tagliato il braccio. Quella volta sono svenuta quasi subito. Ma non stavolta. Allora ero debole, piccola e stupida. Non stavolta. Ora sono forte, grande e... be', non diciamo intelligente ma meno idiota. Resisterò. Se non passo questo dolore in una situazione del genere, posso dire addio alla mia vita se mi capita in missione. Col cazzo che lo farò. Ma quello stronzo non la smette mai di ridere? Sembra che gli piaccia vedermi soffrire. Quasi quasi provo a vedere se a ME piace vedere LUI soffrire... ma no, meglio stare ferma e aspettare. Ancora un po'... solo un altro po'... e alla fine mi dice di Rigenerare, e io d'istinto ci metto un sacco di Yoki, perché voglio sistemare la cosa il prima possibile. E' più difficile del solito, faccio fatica a immaginare il braccio al suo posto perché non c'è da troppo tempo. Ma se la mia testa non è proprio il massimo, almeno un po' di fantasia ce l'ho, e ce la metto tutta. Penso a come sarebbe il mio braccio, mi immagino l'altro e faccio giusto qualche modifica - non voglio avere due mani destre, cazzo - e provo a vedere se funziona. Spero che funzioni. Davvero. In realtà, se non funziona non ci perdo niente... ma ora ho proprio voglia di vedere che succede. Quindi avanti, Yoki. Dammi una mano. Letteralmente.

Citazione:Yoki utilizzato: 60%
Stato fisico: Occhi dorati (chiusi), vene in rilievo su tutto il corpo e muscoli ingrossati; presumibile ferita da taglio al moncherino, che sta tentando di saldare col braccio nuovo.
Stato psicologico: Prima suppone e poi è certa di dover soffrire un po' per guadagnarci un braccio, ma se non altro è soddisfatta dalla scelta di Sicket. Si prepara mentalmente all'operazione, anche se l'uomo in nero le dà meno tempo del previsto, e si impegna al massimo per avere successo nonostante il forte dolore (che sopporta con la convinzione che sia anch'esso un'esperienza utile). 
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva); Rigenerazione (attiva).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 07:09 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-09-2014 07:11 PM da Sicket.)
Messaggio: #7
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Passano i minuti e finalmente il dolore pare cessare, anche se al suo posto subentra una fatica fisica difficile da ignorare.

E uallà! Huehuehue eccoti, come nuova! Huehuehue! Miklos, fammi i complimenti! E' stato un successo!

Complimenti dottor Sicket.

Il tono di Miklos pare piatto, ma Sicket pare non accorgersene nemmeno e si rivolge ad Andrea. La guerriera può però notare che il camice del pazzo è ora ancora più sporco di sangue e che il letto stesso su cui è sdraiata è pieno del suo sangue; deve averne perso molto.

Bene Andrea, puoi andare! Ti consiglio di riposare qualche ora kukekeke ma se non vuoi... Affari tuoi! Kukekekeke... Coraggio Miklos! Abbiamo altro lavoro da fare! Kukekekekekekekekekekekeke...

Tutto qui? Pare di sì. Sicket non degna più d'attenzione la grossa guerriera, ma Andrea sente una sensazione che non provava da molto. Ha nuovamente un braccio e funziona! Riesce dapprima a muovere leggermente solo le dita, ma ben presto riesce a muovere tutto il braccio. Sensazione strana per lei, che s'era ormai abituata a quel vuoto... Come avrebbe quindi reagito la guerriera?


Citazione:Hai diritto ad un post conclusivo.
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 09:30 PM
Messaggio: #8
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
Narrato/pensato
Parlato


Ci vuole del tempo. Tanto tempo. Un sacco di tempo. TROPPO CAZZO DI TEMPO.
Ma alla fine ce la faccio. E' a posto. Ho finito. Non sento più male, però sono fottutamente stanca. Il tizio strambo esulta e quell'altro gli fa i complimenti. Da quel che ho capito però ho fatto tutto io, qui, cacchio.
A me non li fai i complimenti?
Grugnisco tentando di mettermi a sedere. Il letto e il tizio sono strapieni di sangue. Mio. Be', porca puttana. Non me ne frega un accidente. Quel che mi frega è che mi sono aiutata con DUE braccia a mettermi dritta. DUE! In realtà faccio fatica a muoverlo, ma... si muove. Si muove, cazzo! Prima le dita, poi lentamente tutto il resto... finché comincio ad agitarlo un po' in giro per vedere come funziona. E funziona. Quasi quasi abbraccio quel pazzoide... be', lo farei, se non se ne fosse già andato per i cazzi suoi. Appena il tempo di dirmi di andare a riposare... come se servisse. Solo sventolare il mio nuovo braccio mi ha distrutta. E' stato un bel casino, ma ora sono di nuovo INTERA. Oh, sì. Posso tornarmene nella mia stanza a fare un pisolino prima di andare in bib... quello che è. Torno fischiettando e muovendo il mio... LE MIE braccia. Tutte e DUE. E' una sensazione un po' strana, devo dire che mi ero abituata ad averne uno solo. Ma così è meglio. Nessuno mi prenderà più per il culo, e il primo coglione che ci prova lo spacco. Lo spacco DUE VOLTE.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: DUE BRACCIA!
Stato psicologico: Esausta ma estremamente soddisfatta. Non bada più che tanto a Sicket, preferisce andare a riposare e rimettersi in sesto per visitare quanto prima la Biblioteca.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
12-09-2014, 11:42 PM
Messaggio: #9
RE: Un braccio in più fa sempre comodo (Hotenshi)
E così, contenta del suo braccio "nuovo" di zecca, Andrea se ne torna felice nella sua cella, pregustando già i primi combattimenti in cui potrà farne davvero uso...

The end...?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Questa discussione è chiusa  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)