Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

RICHIEDI IL TUO ACCOUNT PER L'ACCESSO AL SITO SU TELEGRAM
https://telegram.me/joinchat/DoS4Oj88v-PHTj3EZJe9GQ
Per installare: http://www.claymoregdr.org/Thread-Installare-Telegram
Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TRAMA Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
15-10-2015, 11:50 AM
Messaggio: #1
Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Lo scontro
Scorrerà il sangue


Continua da qui.


Angela e Sayo

Cort vi presenta le guerriere che ha portato con sé. Camilla, la numero 43, Kaira, la numero 16, Clade, la numero 5, e infine Sasha, la numero 7, l'unica guerriera a cifra singola del gruppo.

«Sapevo che in questa città c'era qualcosa che non andava ma voi mi avete dato sufficiente conferma. Non è la prima volta che le nostre guerriere affrontano strani sicari armati di questo strano veleno. Possibile che questa sostanza annulli la vostra percezione dello yoki e vi impedisca di localizzare la vera minaccia. In un caso simile, capitato ben sei mesi fa, il sindaco di un'altra cittadina era in realtà uno yoma divoratore, che aveva utilizzato quello stesso veleno per nascondere la propria presenza.»

Fa una pausa per permettervi di acquisire le informazioni.

«Questa volta agiremo in modo metodico. Siete in sei, dovreste essere sufficienti per abbattere qualsiasi minaccia. Il mio piano consiste nel creare un diversivo mentre un secondo gruppo penetrerà nella residenza del sindaco, assicurandosi che non sia uno yoma. Qualche domanda?»


Clade

Il viaggio dal tuo territorio è stato veloce e privo di imprevisti. Hai incontrato Cort e le altre al crocevia per la città di Bose, e da lì avete viaggiato insieme. Assisti alla spiegazione dell'uomo in nero, dopo aver conosciuto le tue nuove compagne, Angela e Sayo, le ultime arrivate. È strano vedere un gruppo di guerriere così numeroso. Evidentemente Cort vuole assicurarsi che tutto vada per il verso giusto.


Sasha

Sei stata chiamata per guidare questa missione. Probabilmente ti toccherà affrontare la parte del diversivo, mentre le altre smaschereranno il sindaco. Sicuramente hai la parte più noiosa, ma dopotutto l'Organizzazione non vuole rischiare una delle sue guerriere migliori. Sembra una missione più facile rispetto a quelle a cui sei abituata, anche perché dovrai affrontare dei semplici umani. Attenzione: le loro armi sono avvelenate e basta un graffietto per dire addio alla tua percezione dello yoki, per un periodo di tempo non ancora ben chiaro...





Nel frattempo, non molto lontano... (Semiramide)

Tu e Doozar state camminando verso la città di Bose già da tre giorni. La strada è punteggiata da pozzanghere e fango, segno che le piogge sono giunte e passate. Per il momento siete in silenzio, ma forse vuoi rompere il ghiaccio? In fondo non hai la minima idea del perché Krisler vi abbia spedito verso questa cittadina del Sud.


Turnazione:

Clade
Angela
Nuke
Sasha
Semiramide
Doozar




Descrivete il vostro stato d'animo, il vostro viaggio fino a Bose (a parte Sayo e Angela che si trovavano già sul luogo) e le vostre impressioni su ciò che vi accingete a fare.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-10-2015, 12:06 AM
Messaggio: #2
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
 
Una volta ascoltato ciò che Cort aveva da dire loro, Clade decise di non replicare immediatamente, rimanendo in silenzio a riflettere sulla questione.
 
[E così questa volta il nostro problema sarebbe questo, eh?]
 
La ragazza era perplessa. Non che l’esistenza di un veleno capace di inibire la percezione dello yoki costituisse una novità… in fondo da quanto ne sapeva la stessa organizzazione da parte sua era solita somministrare farmaci simili alle proprie guerriere per aiutarle a celare la loro presenza in alcune missioni sotto copertura.
Il punto chiave della questione in quel caso era semmai come quel veleno fosse stato sintetizzato dai banditi. Chi poteva disporre di una competenza ed una tecnologia tale da eguagliare i risultati dell’organizzazione? Si trattava davvero di semplici banditi o dietro di loro si nascondeva qualcos’altro?
 
[Se solo sapessimo qualche cosa in più rispetto al farmaco inibitore chissà, magari…]
 
La cacciatrice allontanò immediatamente quel pensiero dalla testa. Era curiosa sì, non idiota… probabilmente davanti ad una domanda del genere avrebbe solamente ricevuto male parole dal proprio accompagnatore. Che tra l’altro, almeno nell’aspetto, non sembrava essere proprio qualcuno di raccomandabile a differenza di Hayez.
No, proprio no.
 
D’altra parte riuscire a rispondere a quel quesito probabilmente avrebbe parzialmente messo alla luce cosa era effettivamente necessario per poter agire artificialmente sullo yoki delle guerriere. Durante il suo ultimo allenamento Clade aveva avuto modo di verificare in prima persona cosa significasse controllare con la volontà i flussi di yoki dopotutto…
 
Senz’altro, se una cosa era certa, nel corso della missione sia lei che le altre avrebbero dovuto fare la massima attenzione. Cort le aveva informate che quel veleno poteva paralizzare la loro percezione… a conti fatti dunque gli unici che avrebbero potuto beneficiare di un tale malus sarebbero stati degli yoma.
O anche peggio! Qualcosa di più grande.
 
Clade si guardò attorno, fissando le varie guerriere lì presenti. Il fatto che in quella missione fossero state convocate così tante guerriere, per dipiù di alto livello, non la rassicurava affatto.
 
Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Stato salute ottimale.
Stato psicologico: Pensierosa rispetto a quanto potrebbe accadere nel corso della missione.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
20-10-2015, 08:07 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 20-10-2015 08:11 PM da BlackGhost.)
Messaggio: #3
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]

"Ero nel gruppo incaricato di eliminare lo yoma divoratore, quindi ho già eseguito questo piano di attacco. Mi è tutto chiaro."

Una volta aver dato la sua risposta a Cort, posò nuovamente lo sguardo sulle nuove guerriere venute a dar man forte, e tra di esse riconobbe all'istante Sasha, la guerriera a cifra singola che tempo addietro aveva avuto il piacere e dispiacere di aver affrontato in arena.

"Ricordo ancora come mi aveva ridotto il setto nasale, potrei giurare di sentirmelo ancora rotto."

Clade e Carmilla avevano dei volti sconosciuti, ma questo non si poteva dire di Kaira. Abbozzò un mezzo sorrisetto quando vide quella piccoletta cieca dopo così tanto tempo. Era in missione con lei quando vide con i propri occhi la sua prima Risvegliata.

"Quella Risvegliata mi tormentava nel sonno, non mi dava pace. Felice di averla superata. Anche se poi, ne ho viste di cose peggiori in questi anni."

E così anche qui a Bose dovevano abbattere lo yoma che, molto probabilmente, era divenuto il sindaco della città. E se anch'esso dovesse rivelarsi un divoratore, Angela doveva recuperare il pieno delle forze prima di iniziare lo scontro. Quindi attese il momento giusto per poter iniziare a rigenerare le proprie ferite.

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Stato fisico: ferita all'altezza del gomito destro [Ferita Leggera] | ferita alla schiena [Ferita Leggera];
Stato psicologico: pensa ai momenti passati in cui conobbe Sasha e Kaira;
Abilità utilizzate: nessuna.

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
22-10-2015, 07:07 PM
Messaggio: #4
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Narrato | "Pensato" | Parlato | Parlato da altri

L'uomo in nero non perse tempo e, dopo aver presentato le quattro guerriere che lo accompagnavano, passò subito a spiegare com'era la situazione e come avrebbero dovuto agire. Quella non era la prima volta che delle guerriere affrontavano dei sicari armati di quel veleno e, basandosi su ciò, Cort ipotizzò che il sindaco potesse essere un divoratore, come era capitato in precedenza. In effetti erano state attaccate non appena giunte in città, probabilmente proprio per coprire la presenza di qualcosa.

Il piano d'azione era chiaro, si sarebbero divise in due gruppi e mentre uno faceva da diversivo, l'altro sarebbe penetrato nella residenza del sindaco per assicurarsi che non fosse uno yoma. Dato il numero di guerriere convocate sicuramente quella missione era di alta priorità e molto probabilmente non sarebbe stata una passeggiata.

Quello che l'aspettava non la preoccupava più di tanto ma per affrontare la missione al meglio avrebbe dovuto rigenerare le ferite subite nello scontro con lo yoma alato, quindi rimase in attesa del momento adatto per potersi rigenerare.

Citazione:- Yoki utilizzato: 0%
- Stato fisico: Ferita alla coscia sinistra [Leggera], ferita al petto [Leggera], ferita alla schiena [Leggera], ferita alla spalla sinistra [Media];
- Stato psicologico: Calma;
- Abilità utilizzate: Nessuna;
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-10-2015, 05:57 PM
Messaggio: #5
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Rigida sull'attenti, Sasha ascoltò in silenzio le parole del Maestro Cort. Era stata richiamata dal suo distretto nel nord per comandare una missione dalla parte opposta del continente, e la squadra che avrebbe dovuto guidare era piuttosto numerosa: contando anche se stessa, erano coinvolte ben sei guerriere. Questo, unito al fatto che fosse stata richiesta la presenza di una guerriera a cifra singola come lei, faceva capire alla numero 7 come quella non fosse certo una situazione ordinaria. Ciò nonostante, nella strategia elaborata dal Maestro sembrava che la parte più difficile sarebbe spettata alle altre, dato che molto probabilmente a lei sarebbe toccato il più semplice compito di creare un diversivo per distrarre l'attenzione del nemico dal vero obbiettivo della missione. Non che per Sasha fosse un problema l'essere relegata al ruolo di esca: era un soldato, e come tale abituata ad eseguire gli ordini senza discutere. Se il Maestro riteneva di impiegarla in un compito per così dire secondario, allora così doveva essere, e così sarebbe stato. 

Quando il Maestro ebbe termnato Sasha osservò una per una le sue compagne di squadra. Molte di loro le vedeva per la prima volta, ma tra di esse riconobbe Angela, la guerriera che tempo addietro aveva affrontato in duello nell'arena, al quartier generale di Staph. Lei e un'altra guerriera erano reduci da dei combattimenti, a giudicare dalle loro ferite. Se non avevano ancora avuto il tempo di rigenerarsi, dovevano essere molto recenti. Forse loro due sapevano qualcosa in più su questi misteriosi individui armati di un veleno in grado di inibire persino la percezione delle guerriere. Magari avrebbe fatto loro qualche domanda al riguardo, ma prima però era necessario che si rimettessero in sesto: dovevano essere in piena forma per poter svolgere al meglio la loro missione. - Voi due, non statevene lì impalate. Rigenerate quelle ferite. Potreste non avere altre occasioni per farlo, per cui approfittatene ora finché potete. - Ordinò, in tono neutro, rivolgendosi ad Angela e Sayo.



Citazione:Stato Fisico: Illesa
Stato Psicologico: Calma e concentrata. 
Yoki: 0%
Abilità in Uso: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-10-2015, 07:38 PM
Messaggio: #6
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
«Parlato»| "Pensato"

Il riflesso del suo volto cosparso di rubina onta risplende, si frantuma, si ricrea e vibra ad ogni pestata nelle fangose acque. Pozzanghere disseminate sulla via sibillina, “Perché ci stiamo andando?” pensa lei.
Ancor non si rende conto del fatto che nessuno potrà mai rispondere ai suoi pensieri.
“Anzi, dov’è che stiamo andando? L’ho pure dimenticato…”
Stringe a sé quella vestaglia oramai smunta e tosta dal sangue rinsecchito, quasi fosse esso un balocco e lei una bambina intimorita da ciò che non conosce.
 Persa nella pura contemplazione del nulla per svariati giorni, ogni atto fatale da lei compiuto poco tempo addietro è fermamente  contenuto in smossi e infranti simulacri sparsi nel vuoto della sua ragione.
Ciò che ha fatto oramai è immodificabile, pare ovvio.  Tutt’al più non trova più cagione per compiangersi dei suoi stessi delitti. Ogni tanto asciuga qualche breve, smorzato e quieto pianto, poi basta.
Nessuna lacrima, però, è versata per i laidi ricordi : non sa nemmeno lei stessa perché le sue palpebre si iniettano, improvvisamente, di pietose acque fuori luogo.

«Duzarro…» gli afferra una spalla con la mano «… Cosa faremo lì dove mi stai conducendo?»
“Devo mangiare ancora?”
.
.
.
Le dita agli occhi sfrega come un’ossessa, cercando di bloccare un altro bagnato, languido lamento, mentre sente i polmoni gonfiarsi in petto e sgonfiarsi ad ogni piccolo singhiozzo.
 

---------------------------
Yoki utilizzato : 100%
Stato fisico : Buono/ Forma umana
Stato
psicologico : Emotivamente instabile, apatica
Abilità utilizzate : Percezione
yoki
(passiva)


[Immagine: ninfa_rimpicciolita.png]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
31-10-2015, 06:08 PM
Messaggio: #7
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Doozar si fermò un secondo e scrollò le spalle.

«Krisler vuole che ci occupiamo di dare un'occhiata entro i nostri confini. Stiamo andando a Bose, una città costiera, un luogo carino, vedrai che spiagge...»

Sghignazzò e riprese a camminare. Ogni tanto guardava Semiramide e aggiungeva qualche risata.

«Sei carina, ma ti vesti da cane. Perché non ti trovi qualche vestito più adatto e pulito?»

Il suo solito modo di fare, diretto e sarcastico, che a molti poteva infastidire. Doozar non si preoccupava delle reazioni della sua compagna, anzi, a volte sembrava divertito nello stuzzicarla, anche se sapeva sempre fermarsi quando leggeva nei suoi occhi imbarazzo o confusione. Insomma, non spingeva mai i propri scherzi oltre il limite.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
31-10-2015, 06:20 PM
Messaggio: #8
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Gruppo di Cort

«Angela.» È raro per Cort chiamare una guerriera con il suo nome, di solito vi chiama per numero. «Sarai la caposquadra del gruppo di infiltrazione.»
Senza attendere di vedere se la guerriera ha compreso o meno, nomina Sasha capo del gruppo di distrazione. «Sasha, assicurati che eventuali sicari mandati contro di voi non vengano uccisi. Voglio che li catturiate e immobilizzate, così che possiamo interrogarli con calma.»
Probabilmente ha scelto la sua guerriera migliore per evitare che qualcuna meno precisa di lei possa uccidere qualche umano.

Potete rigenerare le vostre ferite, se lo volete, prima di intraprendere le vostre rispettive missioni. Il gruppo di Angela dovrà entrare di soppiatto a Bose, mente quello di Sasha dovrà creare un diversivo per permettere al primo gruppo di entrare inosservato.

Decidete fra di voi i dettagli su come muovervi. Il gruppo di Angela può discutere insieme, mentre il gruppo di Sasha farà ciò che Sasha ritiene più opportuno. Camilla e Kaira obbediranno il più ciecamente possibile ai tuoi ordini.


Semiramide

Continuate a camminare per ore, finché in lontananza non vedete le prime case e casette di Bose, in attesa del vostro arrivo. La cittadina sorge su una vasta piana, e già da qui potete assistere al via vai di piccole e grandi barche per i suoi moli affollati. Il mare alla vostra destra sembra un immenso specchio cristallino, il cielo è limpido e azzurro, il paesaggio è ameno, eppure, Semiramide, hai uno strano presentimento, frutto del tuo sesto senso... o forse di qualche tua paranoia. 

Potete dirigervi verso l'ingresso occidentale o andare verso i moli. Oppure vuoi proporre qualche altra idea a Doozar? Cosa preferisci fare?



Turnazione
Sayo
Angela
Clade
Sasha
Semiramide
Doozar
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-11-2015, 09:38 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 02-11-2015 09:39 PM da Nuke.)
Messaggio: #9
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Narrato | "Pensato" | Parlato | Parlato da altri

I due gruppi d'azione erano decisi. Angela avrebbe guidato il gruppo che si sarebbe infiltrato nella città mentre Sasha sarebbe stata alla guida del gruppo che avrebbe fatto da diversivo. Alle guerriere non restava che mettersi in azione ma prima di iniziare, Sayo ed Angela avrebbero dovuto rigenerare le loro ferite in modo da essere in piena forma.

Terminato il discorso dell'uomo in nero, Sayo avrebbe seguito il consiglio di Sasha, quindi si sarebbe allontanata leggermente per poi sedersi ed iniziare il processo rigenerativo. Dopo aver fatto qualche respiro profondo ed aver chiuso gli occhi, la guerriera avrebbe liberato lentamente il suo yoki in modo da non rifare l'errore che aveva fatto al suo test.
Al termine del processo oltre ai classici occhi dorati, avrebbe avuto varie vene in rilievo sul viso specialmente intorno agli occhi e i suoi denti sarebbero diventati aguzzi. Per prima cosa avrebbe cercato di concentrare il suo yoki nella zona della spalla sinistra in modo da sistemare per prima quella ferita, rigenerando i vari tessuti un po' alla volta. Successivamente si sarebbe concentrata sulle altre ferite in modo da tornare in perfetta forma.

Per quanto riguarda i dettagli sui loro prossimi movimenti, avrebbe seguito gli ordini della caposquadra senza fare domande.


Citazione:- Yoki utilizzato: 10 > 20 > 35%
- Stato fisico: Ferita alla coscia sinistra [Leggera], ferita al petto [Leggera], ferita alla schiena [Leggera], ferita alla spalla sinistra [Media], occhi dorati, vene in rilievo sul viso e denti aguzzi;
- Stato psicologico: Calma, concentrata sulla rigenerazione;
- Abilità utilizzate: Rigenerazione (Attiva) prima sulla zona della spalla sinistra poi sulle altre ferite;
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-11-2015, 12:22 AM
Messaggio: #10
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]

Fece un cenno con la testa a Cort di approvazione e si allontanò di qualche passo dal gruppo per iniziare la rigenerazione in tutta tranquillità. Si sedette per terra incrociando le gambe e rilasciò dello yoki, concentrandosi sulle zone da rigenerare. Le ferite erano superficiali, quindi usò lo yoki con il contagoccie.

Dopo aver speso del tempo per rigenerare completamente le ferite, assopì lo yoki rilasciato assumendo nuovamente un volto più umano e si diresse verso il gruppo.

Era giunto il momento di mettere in atto il piano d'azione e Cort aveva dato ad Angela e a Sasha carta bianca.
Per cominciare, bisognava dividersi in due gruppi e dato che erano numero pari, dividersi in due gruppi da tre pareva una scelta logica. Il secondo passo era distribuire le forze in modo equo tra i due gruppi. Non conoscendo le abilità di combattimento di Clade e Camilla, si basò soltanto sul loro Numero in graduatoria.

"Sayo, io e te sarà meglio che ci dividiamo. Ho ragione di credere che siamo le uniche ad essere mai state in questa città. Abbiamo percorso gran parte delle sue strade, ci sappiamo muoverci, quindi andrai con Sasha così da guidare il suo gruppo."

Fece una pausa e spostò lo sguardo da Sayo verso Kaira e Clade.

"Con me prendo Kaira e Clade."

Infine guardò Sasha.

"Fin qui obiezioni?"

Citazione:Yoki utilizzato: 0% > 20% > 0%;
Stato fisico: ferita all'altezza del gomito destro [Ferita Leggera] | ferita alla schiena [Ferita Leggera] | iridi dorate | vene in rilievo ai lati degli occhi (per la durata della rigenerazione) | perfetto (a rigenerazione completata);
Stato psicologico: concentrata;
Abilità utilizzate: rigenerazione (attiva) sulle ferite al gomito e alla schiena (per la durata della rigenerazione) | nessuna (a rigenerazione completata).

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-11-2015, 02:33 PM
Messaggio: #11
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
 
-No, direi di no per quanto mi riguarda. – Rispose Clade fissando attraverso le proprie iridi argentee Angela e Kaira. Con una di loro d’altra parte la cacciatrice aveva già avuto modo di combattere più e più volte. Di meglio non avrebbe proprio potuto chiedere, almeno da quel punto di vista.
Il problema d’altra parte era quello che probabilmente nel corso della loro missione tutte loro avrebbero avuto a che fare non solo con yoma ma anche con semplici umani. In quel caso si chiedeva Clade come avrebbe reagito Kaira non potendo utilizzare la propria percezione. Gli altri suoi sensi avrebbero compensato a dovere?
 
La ragazza rimase in silenzio per una manciata di secondi, indecisa se porre l’interrogativo o meno. Se da una parte la prudenza era d’obbligo, di certo una parte di sì pensava fosse abbastanza indelicato chiedere a riguardo, soprattutto visto e considerato il fatto che fin lì Kaira in missione si era sempre comportata egregiamente, conquistandosi tra l’altro un rango anche piuttosto alto tra le guerriere.
Avrebbe tenuto gli occhi aperti sì, ma probabilmente le sue preoccupazioni erano eccessive.
 
Piuttosto, vista la portata della missione, le sarebbe piaciuto conoscere un po’ meglio l’esperienza vissuta sin lì da Angela. Dopotutto stando a quanto appena dichiarato dalla guerriera palando con Sayo, loro due avevano già avuto modo di stare in quel posto.
Appena non fossero state da sole, Clade avrebbe chiesto qualche informazione in più, poco ma sicuro.
 
Yoki utilizzato: 0%
Stato fisico: Stato salute ottimale.
Stato psicologico: Rivolta verso la propria caposquadra. Desiderosa di chiedere maggiori informazioni rispetto alla sua esperienza passata.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
09-11-2015, 02:36 PM
Messaggio: #12
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
- Sono d'accordo, mi sembra una decisione valida. - Rispose Sasha approvando la proposta di Angela. Dato che alla squadra di infiltrazione spettava la parte più pericolosa della missione, alla numero 7 sembrò assolutamente sensato che suddetta squadra fosse formata dalle tre guerriere che nel gruppo erano le più forti dopo di lei. In questo modo alla squadra di diversione, la sua squadra, sarebbero rimaste le due guerriere di rango più basso, vale a dire Sayo e Camilla, ma la cosa non avrebbe dovuto rappresentare un problema dato che teoricamente a loro spettava il compito più semplice. E in caso di imprevisti la presenza di una guerriera a cifra singola sarebbe dovuta bastare per gestire la situazione. Inoltre, Sayo era già stata in quel luogo ed aveva già avuto a che fare con questi misteriosi sicari umani, sicché Sasha avrebbe potuto interrogarla per ottenere informazioni più aggiornate. Sì, sembrava davvero una buona scelta, quella di Angela. 




Citazione:Stato Fisico: Illesa
Stato Psicologico: Calma e concentrata. 
Yoki: 0%
Abilità in Uso: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-11-2015, 11:05 PM
Messaggio: #13
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
«Parlato»| "Pensato" | «Parlato da altri»


«Krisler vuole che ci occupiamo di dare un'occhiata entro i nostri confini. Stiamo andando a Bose, una città costiera, un luogo carino, vedrai che spiagge...» così risponde Doozar, cacciandosi di dosso la manona di Semiramide.

«Ah … » replica lei soltanto, mentre inizia di nuovo a perdersi in vagheggiamenti vari e distorti.

Il suo affanno improvviso viene forzatamente represso nell’ingoiar rigurgiti e singhiozzi e nello schiaffeggiarsi pian piano le gote, al fine di riacquisire quello stato di apparente imperturbabilità.
Pertanto, ogni sua tetra ponderazione viene costantemente spezzata da qualche risatina del compagno di viaggio, che di tanto in tanto le lancia occhiatine.

«Hmph…»
“Che accidenti trova di divertente?”

«Sei carina, ma ti vesti da cane. Perché non ti trovi qualche vestito più adatto e pulito?»

«-Eh?»

Non badando affatto al rude manto ch’ella indossa, osserva invece il grazioso e putrido vestitino che porta con sé.
“… In effetti è un abbastanza malridotto … Ma non lo lascerò, né tantomeno lo getterò via.”
Punta gli occhi a Doozar, li abbassa di nuovo.
“Chissà cos’avranno pensato quelle care signore, chissà se son rimaste male della mia partenza. Chissà se la mia vita sarebbe cambiata se fossi rimasta da loro … E chissà se rincontrerò qualche anima buona che mi donerà degli umili panni per coprire il mio corpo lurido.”

Il sole cambia posizione parecchie volte, finché, ad un orario ancora diurno, vedono ergersi a distanza piccole e comuni case, poggiate sulla calma pianura, il blu del mare risplendere brillante e le tante imbarcazioni che l’affollano.

“Il sud, il mare … è da tanto che non lo vedevo.” Si ferma ad ammirare il paesaggio “L’ultima volta era quando ero quell’altra cosa, una guerriera … mi ricordo che c’era una ragazzina con me. Eravamo a … Alessio? Asmodeo? Alessandro? Non ricordo. Gli yoma che nuotavano, le scialuppe, il rum, la principessa falsa, io che annegavo … che stupidaggini.”

E nel bel mentre di azzardare un passo, si blocca nuovamente.
“A proposito di guerriere, ora che ricordo ne avevo pigliate due, una volta … Non ero qui, però … possano le loro compagne essere state avvertite dei miei spostamenti? Mi vogliono trovare? Uccidermi?! E perché dovremmo controllare i ‘nostri’ confini? Sono essi in pericolo? Sono io in pericolo? Mi vogliono umiliare? Mi vogliono morta?! Questo non posso sopportarlo!!”

E presa dalla paranoia, la quale interviene persino nel cervello dei più passivi qualora vi si presenta l’ombra di un imminente o prognostico danno, la ragazza risveglia in sé ogni timore.
Spinta ad agire, si precipita verso l’ingresso della cittadina, nella  quale ha intenzione di accedere, onde controllare o notare segni sospetti.


---------------------------
Yoki utilizzato : 100%
Stato fisico : Buono/ Forma umana
Stato
psicologico : Pensierosa/ ansiosa di subire un probabile attacco da parte delle guerriere dell'Organizzazione

Abilità utilizzate : Percezione
yoki
(passiva)

[Immagine: ninfa_rimpicciolita.png]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-11-2015, 11:48 AM
Messaggio: #14
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Doozar e Semiramide entrarono a Bose senza destare sospetti. Vennero accolti dall'aria salmastra e dagli sguardi dei curiosi. Il guerriero accompagnò la compagna in una locanda e là trovarono una camera per due. Quando furono soli, Doozar esclamò:

«È da quando siamo entrati in città che mi è parso di sentire il loro odore. Sembra che si sia radunato un grosso numero di cagne dell'Organizzazione. Che abbiano scoperto qualcosa? Questo non va bene, Krisler non sarebbe contento. Sei pronta? Forse ci sarà da menare le mani.»

Doozar sghignazzò, ma il suo sguardo era meno sereno del solito. Si preparava psicologicamente alla battaglia imminente.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-11-2015, 12:01 PM
Messaggio: #15
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Gruppo di Sasha

Siete pronte, avete i vostri ordini, ma come metterli in pratica? Sasha, a te istruire le tue guerriere e dare il via all'operazione Bose.


Gruppo di Angela

Finite di rigenerarvi e siete pronte all'azione. Sasha dovrà creare un diversivo mentre voi dovrete entrare di nascosto in città. Ma come, esattamente? Angela e compagne, dovete studiare un piano di azione più preciso e poi metterlo in pratica.


Semiramide

Le parole di Doozar sono molto eloquenti, e percepisci la tensione nel suo sguardo. La sua sete di sangue è evidente, ma tu riesci a condividerla? Cosa provi sapendo che Krisler vi vuole sul campo di battaglia? Combatterai insieme al tuo compagno? 


Turnazione:
Sasha
Sayo
Angela
Clade
Semiramide
Doozar


Nota: per favore, vorrei nel box riassuntivo il calcolo del vostri punti limite, grazie. 
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
16-11-2015, 12:07 AM
Messaggio: #16
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Era dunque giunto il momento di dare il via alla missione. Sasha, al comando della squadra di diversione, si rivolse quindi alle guerriere del suo seguito: - Compagne, è il momento. Noi ci muoveremo per prime e faremo del nostro meglio per attirare su di noi l'attenzione del nemico, così da agevolare l'infiltrazione della squadra di Angela. Il nostro è sulla carta il compito più semplice, ma questo non deve indurvi ad abbassare la guardia. Restatemi vicine, rimanete concentrate, e ricordate gli ordini: se venite aggredite da un sicario umano, assicuratevi di catturarlo vivo e in condizioni tali da poter sostenere un interrogatorio. - Disse Sasha. Erano tutte cose che le sue due compagne sapevano già benissimo, ma lei aveva voluto ribadire il concetto comunque. Quindi, la numero 7 si rivolse direttamente a Sayo: - Sayo, tu conosci già quest'area, perciò sarai la nostra guida. Fai strada. - ordinò.

Una volta che la squadra si fosse messa in marcia, Sasha avrebbe atteso un paio di minuti dopodiché si sarebbe rivolta nuovamente a Sayo: - Tu e Angela avete già avuto a che fare con il nemico, no? Dimmi tutto quello che sai su di loro. Come si vestono, che armi usano, quali sono le loro tattiche, tutto quello che riesci a ricordare insomma. E non tralasciare nessun particolare. - E a quel punto avrebbe atteso una risposta...



Citazione:Stato Fisico: Illesa
Stato Psicologico: Calma e concentrata. 
Yoki: 0%
Abilità in Uso: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
19-11-2015, 06:00 PM
Messaggio: #17
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
Narrato | "Pensato" | Parlato | Parlato da altri

Una volta terminata la rigenerazione delle sue ferite, Sayo azzerò il suo yoki e si avvicinò al suo gruppo d'azione. La guerriera avrebbe fatto parte del gruppo che sarebbe servito da diversivo sotto la guida della numero sette. Dato che molto probabilmente avrebbero dovuto affrontare solamente degli umani, il loro compito non sembrava essere troppo difficile, specialmente con la presenza di una guerriera a numero singolo, ma in ogni caso non bisognava abbassare la guardia.
Sayo era stata incaricata di guidare il gruppo per le strade di Bose, visto che aveva già avuto modo di esplorare l'area, e senza perdere tempo si mise in cammino per entrare in città.

Ricevuto. Da questa parte.

Durante i primi minuti di cammino, la caposquadra le chiese delle informazioni riguardanti i nemici che aveva affrontato in precedenza e immediatamente le rispose.

I quattro uomini che abbiamo affrontato portavano una maschera bianca priva di espressione sul volto e indossavano dei vestiti con dei lunghi mantelli, mi pare di colore grigio. Per quanto riguarda le armi, tutti avevano alcuni pugnali intrisi di quel veleno. Basta un minimo graffio portato con quei pugnali per far andare in circolo il veleno, il quale fa effetto in breve tempo. Non sembravano seguire una qualche tattica particolare. Uhm ... penso sia tutto.

Citazione:- Yoki Utilizzato: 0%
- Punti Limite: 1.5/17.5
- Stato Fisico: Ottimo;
- Stato Psicologico:Calma, concentrata;
- Abilità Utilizzate: nessuna;
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
22-11-2015, 10:40 PM
Messaggio: #18
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]

Angela, al comando della squadra di infiltrazione, si rivolse alle guerriere che aveva personalmente scelto per ribadire il piano d'azione.

"Ascoltatemi bene. Noi entreremo in scena soltanto dopo che la squadra di Sasha avrà creato un diversivo che ci permetterà di entrare a Bose inosservate.
Non sappiamo se il sindaco sia effettivamente un divoratore o meno, ma le probabilità sono alte, quindi dobbiamo risparmiare le forze per quando ce lo ritroveremo davanti. Battere un divoratore non è una passeggiata, credetemi. Evitiamo quindi scontri inutili. Chiaro?"


Fece una pausa in attesa di un cenno di approvazione dalle compagne e proseguì.

"Essendo già stata in questa città, vi condurrò per vie secondarie ma una di voi dovrà indicarmi se avverte delle fonti di yoki in modo tale di evitare contatti prematuri con il nemico, penso che Kaira sia perfetta per questo compito."

Ricordava bene come la sorprendente capacità di percepire lo yoki della guerriera cieca le era stata d'aiuto nella missione che aveva svolto con lei tempo addietro.

"Sono stata avvelenata con quella sostanza e la mia percezione è ancora ko. Quindi sarai i miei occhi."

La guardò per qualche istante per poi tornare a rivolgersi ad entrambe.

"Intanto suggerisco di trovare una entrata alternativa e se non la troviamo in tempo, passeremo dalla porta principale sperando di trovarla deserta. Andiamo."

Citazione:Yoki utilizzato: 0%;
Punti Limite: 1/27,5;
Stato fisico: perfetto;
Stato psicologico: concentrata;
Abilità utilizzate: nessuna.

[Immagine: 29bfx5d.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-11-2015, 09:59 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 25-11-2015 10:02 PM da OMEGA_BAHAMUT.)
Messaggio: #19
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
 
-Se si parla di percezione penso anche io che la più indicata sia Kaira. –
 
La ragazza annuì, dopodiché si avvicinò ad Angela.
 
–So che in questo momento il tempo è tiranno, ma potresti darci qualche dettaglio in più su ciò che è accaduto prima che arrivassimo? Da quanto avete detto, tu e Sayo avete già partecipato a qualcosa che può essere collegato a ciò che faremo, no? Potrebbe essere utile…-
 
La guerriera fece una pausa, cercando di ordinare in modo logico le proprie richieste. Voleva capire quanto la loro caposquadra sapesse in più rispetto a loro, questo sì,  ma d’altronde Clade era anche conscia del fatto che la squadra non potesse perdere troppo tempo.
Decise dunque di partire dalla questione che più di tutte reputava importante: gli effetti del veleno in questione sul corpo di una guerriera.
 
-Hai appena detto di essere tu stessa sotto effetto del veleno e di non riuscire ad utilizzare la tua percezione. Puoi spiegarci meglio gli effetti provocati? Dopotutto, non potendo combattere a piena forza contro gli umani, dobbiamo entrare nell’ordine di idee che alcune di noi potrebbero essere colpite nuovamente da quella sostanza…-
 
Yoki utilizzato: 0%
Punti limite: 0/35
Stato fisico: Stato salute ottimale.
Stato psicologico: Rivolta verso la propria caposquadra.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva).
 
 
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-11-2015, 05:02 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 28-11-2015 04:04 PM da DarkGreen.)
Messaggio: #20
RE: Lo scontro [Nuke, Blackghost, Darkgreen, Omega]
«Parlato»| "Pensato" | «Parlato da altri»

Tutto liscio, alcun comportamento insolito da parte del volgo di Bose. Qualche occhiata curiosamente e superficialmente interessata, discreti sguardi altrove. Nulla di che.
E il che fece calmare Semiramide, in preda poco prima a quella così nostalgica crisi paranoica, la quale non s’era più fatta sentire per un bel po’ di tempo.
“Per adesso sembra esser tranquillo, sembra.”
Si guarda ancora una volta intorno, girando su se stessa un paio di volte, poi riprendendo il passo del compagno, che nel frattempo sta già proseguendo a camminare.
Entrano in un edificio, un ostello, pensa lei.

---
La porta della camera si chiude e lì vi restano loro due soli. Sicché Doozar prende parola :

«È da quando siamo entrati in città che mi è parso di sentire il loro odore. Sembra che si sia radunato un grosso numero di cagne dell'Organizzazione. Che abbiano scoperto qualcosa? Questo non va bene, Krisler non sarebbe contento. Sei pronta? Forse ci sarà da menare le mani.»

Un potente battito cardiaco suscita, come una reazione a catena, una serie di altre virulente pompate di sangue, fluenti per tutto il suo corpo come fiumi in procinto di riversarsi potentemente oltre i loro letti.

«IO LO SAPEVO IO LO SAPEVO IO LO SAPEVO» cade in ginocchia e si afferra i capelli con le mani  «DANNATI, DANNATE, MALEDETTISSIMI TUTTI!!»

Le dita premono sulle tempie, percependo le vene gonfiarsi e pulsare velocemente.
Accortasi di aver alzato un tantino la voce, cerca di sedersi a terra e calmarsi, con entrambe le mani forzate contro il petto, quasi ad avvertire meglio l’eccitazione violenta.
Guarda il volto del ragazzo : neanche lui pare essere tanto tranquillo (sebbene mantenga modi di gran lunga più composti dei suoi).

«Duzarro,» leva i palmi dal torace e intreccia le dita, poggiandole sul pavimento «devono morire, tutti. Non li sopporto più. Non ha senso continuare a fidarsi, io … le voglio morte. Tanto, la loro vita è una condanna che perdura nel tempo, fino a quando non impazziscono.»  
Lo sguardo perso si concentra a scrutare le minime rughe e pieghe che interpongono le falangi incrociate.
«Tutto quel che vivono è triste, forzato da uomini luridi che nemmeno conoscono : perché sprecarsi? Tolgo loro il pensiero! Non è amore il mio? E se non lo è, dimmi tu che accidenti sarà mai! … Eppure, una volta che le scannerò una ad una, non avranno più il tempo per ringraziarmi. Solo questo rimpiango.»

“Già, nessuno ha mai osato ringraziarmi …”

« … Duzarro,» lo richiama, rialzandosi in piedi, ora decisamente più tranquilla (seppur ribollente di risentimento) «Andiamo a cercarle, questa schifezza … deve finire subito.»

---------------------------
Yoki utilizzato : 100%
Stato fisico : Buono/ Forma umana
Stato
psicologico : Calma / in crisi nervosa e alteratamente arrabbiata / decisa e risentita

Abilità utilizzate : Percezione
yoki
(passiva)

[Immagine: ninfa_rimpicciolita.png]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)