Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

RICHIEDI IL TUO ACCOUNT PER L'ACCESSO AL SITO SU TELEGRAM
https://telegram.me/joinchat/DoS4Oj88v-PHTj3EZJe9GQ
Per installare: http://www.claymoregdr.org/Thread-Installare-Telegram
Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
30-08-2020, 11:44 AM
Messaggio: #21
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
Parlato Pensato

Non appena Rael esclamò quelle parole d'allarme, Kelsier si guardò attorno per capire cosa potesse aver visto la Guerriera, ma quando capì cosa stesse davvero succedendo, sorrise; Rebecca era riuscita.

La spettinata Guerriera svenne e l'uomo non perse tempo a raggiungerla prima che toccasse terra, prendendola delicatamente tra le proprie braccia. Si sincerò delle sue condizioni e si rivolse a Rebecca, dopo aver appoggiato delicamente a terra Rael.

E' andata molto meglio di quello che mi aspettassi. Forse ciò è dovuto alla debole mente di Rael, ma i tuoi risultati non vanno messi in discussione.

Si sedette quindi a terra, a gambe incrociate, guardando Rael.

Attenderemo che la tua compagna si svegli, quindi proveremo un'ultima cosa. Nel frattempo, rifletti.


Turnazione Invariata.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-09-2020, 11:19 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-09-2020 11:34 AM da Nemas.)
Messaggio: #22
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
-Parlato-





Parlato altri





L'urlo improvviso di Rael fece sobbalzare Rebecca, che la vide infine crollare a terra.



-Rael!!- Escalmò Rebecca terrorizzata. Fece per correre a prendere Rael, ma Kelsier la anticipò prendendola prima che toccasse terra.

Istintivamente, Rebecca disattivo la sua percezione su Rael. La numero 19 ne era certa. Quell'attacco di panico da parte di Rael, era stata lei a causarglielo.



E' andata molto meglio di quello che mi aspettassi. Forse ciò è dovuto alla debole mente di Rael, ma i tuoi risultati non vanno messi in discussione.



Le parole di Kelsir gli avevano dato la conferma. Rebecca aveva manifestato senza volerlo qualcosa che Rael temeva profondamente. Ma la malia era stata più potente di quanto potesse sembrare. Kelsier era entusiasto del risultato. Ma usare Rael per questo test, Rebecca lo considerò una mossa azzardata e stupida.

l'uomo infine si sedette vicino a Rael.



Attenderemo che la tua compagna si svegli, quindi proveremo un'ultima cosa. Nel frattempo, rifletti.



Rimasta per alcuni secondi, ferma, alla fine Rebecca si sedette vicino a Rael. Allungò la mano e gli scosto delicatamente i capelli dalla fronte.



-Non volevo mostrargli qualcosa di brutto, è stato un'incidente. Devo poter scegliere cosa manifestare. Se cose belle oh brutte. Ciò potrebbe anche calmare guerriere che rischierebbero di perdere il controllo? ma forse anche no vero?-


Esaurite le domande, Rebecca si chiuse nel suo silenzio cercando di fare mente locale. L'allentamento fatto fino a quel momento, era servito per sviluppare l'abilità che aveva richiesto, ma cosa doveva fare per scegliere cosa mostrare nelle sue illusioni al nemico?

Forse una ultariore immagine mentale nella propria mente. Immaginare due sentieri, uno immerso nell'oscurità, l'altro illuminato dalla luce del giorno.

Forse così poteva funzionare.

Il suo sguardo si posò su Rael. Sarebe stata in grado di continuare?



Yoki: 0%



Punti limite: 1/31


Fisico: Ottimo


Psiche: terrorizzata, dall'attacco di panico di Rael. Rebecca comprende di avere manifestato qualcosa di spaventoso a Rael.


Abilità: percezione yoki passiva

[Immagine: 6s3o44u1imrz.jpg]



Un' adolescente diventerà il nuovo dio del pianeta terra!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-09-2020, 08:21 AM
Messaggio: #23
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
[Pensato] [Parlato] [Parlato da altri]

Lentamente… Rael iniziò a riprendere i sensi.

Dove… Io…?

Era tutto molto strano. La ragazza incatenata si sarebbe aspettata di avvertire un dolore lancinante là dove avrebbe dovuto esserci il suo braccio sinistro

Cosa strana… No male! Ma… perché?

La ragazza aprì gli occhi e si sorprese di vedere il maestro Kelsier e Rebecca vicino a lei ma il suo istinto di conservazione la portò subito dopo a orientare il suo sguardo al suo arto che, al suo primo incontro col mostro riapparso nella sua mente le era stato amputato di netto…

Mio braccio! È intero! Anche catena no rotta… sì?

Provando confusi sentimenti di sollievo prima e gioia poi, Rael si strinse il braccio sinistro al corpo, quasi avesse bisogno del contatto fisico col suo arto per assicurarsi che fosse integro.
Dopo qualche istante però Rael ritornò alla realtà e, vedendo i suoi compagni tranquilli come se nulla fosse successo, il suo disorientamento e la sua confusione, se possibile, aumentarono ancora di più…

Cosa strana… sembra successo niente qui… sì?

Non riuscendo a capire cosa fosse successo, fu naturale per Rael rivolgersi ai presenti:

Maestro? Rebecca? Voi… bene, sì? Dove andata cattivo angelo con ali di ferro?

Chiese ai due, guardandosi nervosamente attorno anche se tutto sembrava normale ai suoi occhi, non fosse altro che, pochi minuti prima, una delle creature che temeva di più si era materializzata proprio in quel luogo… o no?


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/15
Stato Fisico: Sana.
Stato Psicologico: Disorientata e confusa. Felice di essere tutta intera.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-09-2020, 10:33 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 12-09-2020 10:33 PM da Kelsier.)
Messaggio: #24
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
Parlato Pensato

Kelsier rimase in silenzio, ascoltando le parole di Rael e attendendo che la Guerriera si calmasse. Le si avvicinò sorridendo, per metterla a suo agio e le parlò con dolcezza inaspettata.

Non c'è nessun cattivo angelo con ali di ferro qui, puoi stare tranquilla. Siamo al sicuro.

Nel suo tono non c'era traccia di scherno e il suo sorriso era sincero.

Si allontanò quindi dalle due, dirigendosi verso la rastrelliera di legno; prese due delle quattro Claymore presenti e ne consegnò una a Rebecca e una a Rael. Si mise in mezzo alle due, batté le mani e parlò allegro.

Bene. Ora passiamo alla parte difficile. Rael, ora dovrai attaccare Rebecca; non per sconfiggerla, vacci abbastanza piano da non infliggere ferite gravi, ma impegnati abbastanza da renderle difficile difendersi, non lasciarle respiro.

Guardò intensamente Rebecca, sorridendo.

Prova a fare la stessa cosa di prima, mentre ti difendi da lei. Vedremo fin dove puoi arrivare.

Si allontanò e andò ad appoggiarsi al muro, quindi guardò le due guerriere, una dopo l'altra e schioccò le dita.

Vai, Rael.


Turnazione:
Rael
Nemas
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
14-09-2020, 02:13 PM
Messaggio: #25
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
[Pensato] [Parlato] [Parlato da altri]

La risposta dell’Uomo in Nero lasciò Rael se possibile ancora più perplessa:

Non c'è nessun cattivo angelo con ali di ferro qui, puoi stare tranquilla. Siamo al sicuro.

La ragazza si rese conto che il sorridente superiore non la stava prendendo in giro

Eh? Ma allora… fatto brutto sogno io, sì? Cosa strana… no è mai successo…

Certo, anche Rael come molte guerriere aveva avuto e continuava ad avere degli incubi ogni tanto. Ma non le era mai successo mentre era sveglia. Mentre l’uomo in nero prendeva due claymore da allenamento e le consegnava alle due guerriere, la mentre semplice di Rael lavorava furiosamente per dare un senso a quanto era successo. Tuttavia l’attenzione della ragazza venne distolta dal successivo ordine del maestro Kelsier:

Bene. Ora passiamo alla parte difficile. Rael, ora dovrai attaccare Rebecca; non per sconfiggerla, vacci abbastanza piano da non infliggere ferite gravi, ma impegnati abbastanza da renderle difficile difendersi, non lasciarle respiro.

Soppesando la lama che le era stata consegnata, Rael guardò perplessa prima Rebecca e poi il superiore:

Huh? Allenamento? Qui…? Va bene, sì!

Ma, mentre la ragazza incatenata si preparava, udì le istruzioni che venivano impartite a Rebecca:

Prova a fare la stessa cosa di prima, mentre ti difendi da lei. Vedremo fin dove puoi arrivare.

Il che fece sorgere un sospetto nella mente di Rael…

Ma… allora… forse lei fatto fare brutto sogno a me, sì?

Una volta concepito quel pensiero, la ragazza incatenata si sentì violata nel suo intimo e la sua espressione si alterò a causa della rabbia. Tuttavia un po' di razionalità era rimasto in lei e le venne un’idea per provare a capire se fosse stata veramente Rebecca a giocarle quel brutto tiro.

Io deve sapere, sì?

E così, rispettosa degli ordini ricevuti, Rael avrebbe provato ad attaccare Rebecca senza usare né yoki né tantomeno il suo doppio attacco con la catena ma, un istante prima di caricare Rebecca, con l‘espressione arrabbiata, le avrebbe urlato contro:

TU! FUORI DA MIA TESTA SI’!

A quel punto al segnale del maestro, Rael si sarebbe lanciata di corsa contro Rebecca per cercare di chiudere la distanza con la compagna, brandendo la claymore solo con la mano destra, provando a fintare un fendente diretto alle costole sinistre di Rebecca, per poi cercare di deviare il colpo all’ultimo istante utile per tentare invece di colpire il ginocchio sinistro dell’altra guerriera, cercando comunque di moderare la forza del colpo per provare a rifilarle una bella botta ma senza romperle l’articolazione.

Da cosa lei fa… io sa se ho ragione io, sì?

Pensava la ragazza incatenata mentre si lanciava all’attacco, attendendo di vedere se Rebecca sarebbe caduta nel suo tranello.

Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/15
Stato Fisico: Sana.
Stato Psicologico: Arrabbiata. Si sente violata causa di quel che è successo e cerca a suo modo di capire se è colpa di Rebecca.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
14-09-2020, 05:05 PM
Messaggio: #26
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
Parlato


-Parlato altri-





Rebecca prese la Claymoe che gli consegnò Kelsier.

Quando Rael rimase perplessa alla richiesta dello scenziato nel colpire Rebecca, lei la guardò annuendo compresiva,

Benchè la numero 19 mostrò una certa proccupazione.
L'attacco mentale di poco fà, era stato devastante per Rael, e Rebecca si sentì ferita nel profondo per ciò che le aveva fatto. Non voleva causarle sofferenza, ma Kelsier comunque voleva dei risultati. La numero 19 si sarebbe potuto anche opporre ma in quel caso i suoi superiori sarebbero stati molti delusi, e sapeva che quando le cose non andavano come volevano loro, quei vermi diventavano pericolosi.



-Si Rael. Fallo. Lo vuole Kelsier-


L'uomo infine si rivolse a Rebecca:


Prova a fare la stessa cosa di prima, mentre ti difendi da lei. Vedremo fin dove puoi arrivare.



Rebecca notò in quel momento la Rabbia sul volto di Rael. Forse non capiva molto le parole, ma era più sveglia di quanto potesse sembrare e capiva bene le cose.
Rebecca potè solo mostrarsi rattristata. Fin dall'inizio non avrebbe voluto fare a Rael quello che ora stava facendo.
Ma Kelsier lo pretendeva e lei purtroppo poteva solo stare lì a eseguire.


-Lo vuole Kelsier, Rael- disse rattristata -Lui lo vuole. Non io-


Stringendo il manico della spada con entrambe la mani Rebecca si mise in posizione di difesa, ponendo la spada orrizzontalmente.


Rebecca eseguì infine ciò che gli aveva chiesto Kelsier pochi istanti fà. Stavolta avrebbe dovuto scagliare la malia durante un combattimento.

Come prima Rebecca cercò di collegarsi allo yoki di Rael. Era come immergersi in un lago. Ma se forse andare in profondità, tirava fuori cose nere, in superficie ci dovevano essere delle bolle di luce. Quelle potevano forse essere sogni.
Non appena Kelsier diede il via, Rebecca si preparò fisicamente nel tentativo di difendersi dagli attacchi fisici di Rael, e al tempo stesso di materializzare la sua malia. Pregò che almeno questa volta fosse qualcosa di bello.
La sola cosa che Rebecca potè dire a Rael un'attimo prima che si scatenassero fù:



-Kelsier lo vuole Rael! Io mai avrei voluto. Se ferirmi, fà sentire meglio tè, fai allora. Io non farò male te-



La numero 19 scelse di non muoversi da dove si trovava. Sarebbe stato inutile. Rael le era superiore in ogni cosa.
Solo i poteri delle malie sembravano avere qualche effetto su di lei.


Yoki: 0%


Punti limite: 0/31


Fisico: ottimo


Psiche: prova tristezza per avere ferito, seppur interiormente Rael. Ma gli ordini di Kelsier non si potevano discutere. Rebecca è costretta a continuare il suo attacco mentale per sviluppare l'abilità che aveva richiesto.


Abilità: percezione yoki passiva.

[Immagine: 6s3o44u1imrz.jpg]



Un' adolescente diventerà il nuovo dio del pianeta terra!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
17-09-2020, 09:12 PM
Messaggio: #27
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
Parlato Pensato

Purtroppo per Rebecca, concentrarsi abbastanza per ripetere la malia su Rael, scusandosi nel mentre con la suddetta, fu un fallimento. Kelsier guardò le due guerriere con incredulità, ascoltando le parole della numero 19, che venne colpita pesantemente sul ginocchio sinistro, senza neppure provare a difendersi. (Ferita MEDIA).

Tuttavia, l'uomo non interruppe lo scontro, anche se snocciolò un consiglio quasi spassionato.

Rebecca! Ti conviene concentrarti solamente sull'esecuzione di questa tua abilità, non sei abbastanza preparata per farlo mentre trovi giustificazioni, ti scusi e cerchi di far pace con Rael! E farti colpire non ti aiuterà di certo...

Kelsier sospirò, alzando leggermente le spalle, quindi si rivolse a Rael.

Rael, per cortesia, continua. Colpiscila forte, non alla testa, mi raccomando.

Come avrebbe reagito Rebecca?


Turnazione Invariata.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-09-2020, 11:22 PM
Messaggio: #28
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
[Pensato] [Parlato] [Parlato da altri]

Il colpo di Rael arrivò a segno: la ragazza incatenata avrebbe potuto affermare di aver sentito le ossa del ginocchio di Rebecca scricchiolare:

Perché tu no combatte? Se tu no forte di braccia, usa testa come fatto prima, sì?

Le urlò contro, mentre cercava di appioppare un forte colpo col palmo della mano sinistra sulla spalla destra della compagna. Alla fine Rael aveva capito che quello che stavano facendo lì era un allenamento per Rebecca ma quello che Rebecca sembrava essere in grado di fare era una cosa che sconvolgeva Rael e, purtroppo per Rebecca, la ragazza con le catene era in grado di reagire in un solo modo: d’istinto con rabbia e violenza, come una belva braccata.
Le parole di Rebecca durante il suo attacco e del maestro subito dopo non fecero altro che confermare la sua intuizione. Rael in fondo sperava che Rebecca raggiungesse il suo obiettivo ma, al tempo stesso, aveva paura di quel che la compagna poteva farle. Quando Kelsier la incitò ad attaccare nuovamente, prima di lanciarsi in avanti Rael si rivolse a Rebecca:


Io arriva sì? Se tu vuole fermare me, tu sa cosa fare, sì?

Rael pensava di essere fisicamente più forte di Rebecca, perciò…

Se io non vuole che lei faccia di nuovo fare me brutti sogni, lei non deve pensare, sì?

E allora, questa volta, avrebbe tentato qualcosa di diverso: avrebbe caricato nuovamente Rebecca cercando di dare l’impressione di volerla colpire al ginocchio destro e poi, all’ultimo momento, avrebbe scagliato la sua claymore in aria, cercando di imprimerle una traiettoria verticale sopra la testa delle due guerriere, con lo scopo di distrarre la compagna. A quel punto Rael avrebbe provato ad abbassarsi genuflettersi, posando il ginocchio destro a terra subito davanti a Rebecca, per poi provare a darle un pugno allo stomaco con la mano destra, provando a spezzarle il fiato e, sperava, la concentrazione.


Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 0/15
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Ha capito che è stata Rebecca ad averle fatto fare il brutto sogno. Reagisce male per istinto ma una parte di lei spera che la compagna riesca nel suo intento.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (Passiva).
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
22-09-2020, 12:58 AM
Messaggio: #29
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
-Parlato-


Parlato altri



Il dolore lacerò Rebecca al ginocchio. Per quanto il dolore fosse tremendo, dalla sua bocca non uscì alcun suono. Non lo avrebbe permesso.
 
 

Rebecca! Ti conviene concentrarti solamente sull'esecuzione di questa tua abilità, non sei abbastanza preparata per farlo mentre trovi giustificazioni, ti scusi e cerchi di far pace con Rael! E farti colpire non ti aiuterà di certo...
 
Pestare ogni cosa. Come fiori che a fatica crescono in un terreno secco e morto. Ogni volta. Calpesta ciò a cui tieni per il potere.
La numero 19 cercò di svuotare la testa da ogni pensiero concentrandosi su Rael. Il potere. Lei era lì per avere il potere. Il potere per prevalere, per sopravvivere.
Il dolore al ginocchio era forte, tutta via non sembrava avere fatto perdere a Rebecca l'uso della gamba.
Sbuffando, Rebecca cercò di drizzare la schiena pronta a continuare.
Stringendo più forte la spada con entrambe le mani, Rebecca scattò indietro cercando di distanziare Rael di una decina di metri, sperando che la gamba ferita non le cedesse. Nonostante il dolore che provava.
L'allenamento sarebbe continuato senza esitazioni.
Girò la spada, poggiando la punta della lama per terra, usando il lato piatto della spada come uno scudo. Liberando la mano destra, tirò indietro il gomito chiuse il pugno stringendo più forte che poteva.
Era sicura che Rael avrebbe cercato in qualche modo di attaccarla direttamente. L'aveva conosciuta abbastanza per capire come lei combatteva.
Ma qualunque cosa avesse provato a fare, la numero 19 avrebbe cercato in ogni modo di non farsi distrarre tentando di continuare a tenere lo sguardo su Rael.
Vista la situazione, sarebbe stato forse il caso, di liberare dello yoki per contrastare l'avversaria, ma la Rebecca era sicura che avrebbe fatto più fatica così a materializzare le illusioni e sarebbe stato controproducente. In un caso oh in un'altro, tutto andava a favore di Rael.
Nel caso la malia non avesse funzionato, avrebbe cercato in tanto, di usare come scudo spada con la mano sinistra, per parare possibili attacchi. Con la mano destra avrebbe tentato di mollare un pugno più forte che poteva a Rael non appena si fosse avvicinato, mirando alla sua testa.
Gli occhi di Rebecca non si staccarono da Rael continuando a fissarla intensamente.
Concentrandosi con tutte le sue forze, immaginò delle frecce di luce intensa e accecante, colpire in pieno Rael, vedere quelle frecce perforarla. Ma non fisicamente che colpissero la fonte dello yoki che scorreva in lei e alterare il suo flusso. Doveva fare breccia nel suo profondo per prevalere.





Yoki: 0%


Fisico: Ginocchio sinistro (Ferita [b]MEDIA).[/b]


Punti limite: 0/31



Psiche: Rebecca cerca di liberare la mente da ogni pensiero, decisa a continuare l'esercizio. Cerca di concentrarsi al massimo con la mente per



Abilità: percezione yoki attiva (concentrazione massima su Rael)

[Immagine: 6s3o44u1imrz.jpg]



Un' adolescente diventerà il nuovo dio del pianeta terra!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
22-09-2020, 10:04 PM
Messaggio: #30
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
Parlato Pensato

Finalmente Rebecca fece mente locale e decise di concentrarsi unicamente sul suo obiettivo. Purtroppo, piuttosto che sfruttare il poco tempo che Rael le concesse per riprovare immediatamente la propria Malia, scelse di ritirarsi strategicamente per mettere distanza tra sé e la propria avversaria. Tuttavia, aveva dimenticato due cose importanti; la superiorità fisica di Rael e il suo ginocchio malconcio.

Una fitta di dolore le attraversò il ginocchio sinistro quando tentò di scattare all'indietro, cosa che la rallentò. Ciò permise alla compagna di raggiungerla, senza spada, l'aveva infatti lanciata in aria, che le mollò un potente pugno nello stomaco.

Tuttavia Rebecca, forte della sua volontà di rivalersi e di non limitarsi ad essere un sacco d'allenamento, prima di essere sbalzata un paio di mentri all'indietro, caricò un pugno all'indirizzo della testa di Rael. La colpì sulla fronte, facendosi anche leggermente male alla mano (niente ferite) e, nemmeno il tempo di gioire per averla colpita, si ritrovò schiena a terra, un paio di metri all'indietro, dolorante e con il forte impulso di vomitare bile e sangue; quanto era forte Rael, rispetto a lei, per averla danneggiata in quel modo? (Ferita MEDIA)

Dal canto suo, Rael mai si sarebbe aspettata un colpo del genere, che per quanto non fosse potentissimo, le scosse la testa abbastanza da farle vedere le stelle per qualche istante. Le gambe le traballarono leggermente e si sentì temporaneamente con l'equilibrio precario. La sua Claymore smussata, nel frattempo, cadde con un forte tintinnio tra lei e Rebecca.

Che Rebecca avesse finalmente l'occasione che attendeva? L'avrebbe sfruttata a dovere, prima che Rael tornasse all'attacco?

Kelsier, nel frattempo, osservò lo scambio in silenzio, ma con interesse. I colpi fortunati facevano parte del combattimento, che fosse allenamento o all'ultimo sangue; non potevi allenare o migliorare la fortuna e questo lo affascinava.


Turnazione:
Nemas
Rael
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-09-2020, 07:14 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 26-09-2020 07:15 PM da Nemas.)
Messaggio: #31
RE: Rebecca [Nemas] Danza delle Malie
Il ginocchio ferito cedette per un istante, e la velocità di Rebecca calò. Non era andata alla fine come aveva sperato.
Rael, dal tronde, aveva dimostrato per l'ennesima volta quanto forte e veloce fosse a suo confronto.
Non ci volle molto per la guerriera selvaggia di accorciare subito la distanza fra loro e con un poderoso pungo colpì Rebecca allo stomaco. Il fiato della numero 19 gli si smorzò in gola. Tutta via, Rebecca, non volendo essere da meno, reagì nello stesso momento, rifilando un pugno in piena testa a Rael sulla fronte. Sentì un dolore lieve. Rael aveva la testa davvero dura.
Non poté nemmeno gioire, che presto si ritrovò a volare per poi cadere rumorosamente a terra con la schiena ad alcuni metri di distanza dalla sua avversaria.
La guerriera ebbe l'impulso di vomitare quello che aveva dentro per il colpo e il dolore che provava, ma cercò di resistere.
Cercando di ignorare il dolore, Rebecca tentò di alzare la testa, per guardare Rael.
Sembrava che il colpo che le aveva assestato l'avesse stordita, ma era solo una lieve distrazione. Ma era più che sufficiente per cogliere al volo l'occasione. E non poteva perderla.
Cercando di sopportare il dolore, Rebecca tentò di tirarsi su in fretta con la schiena, mettendosi a sedere.
Non poteva prevalere contro Rael con la velocità e la forza, in quelle cose lei le era superiore. Le armi illusorie erano la sola cosa che potevano funzionare.
Fissando Rael, la numero 19 sgomberò la mente cercando ancora una volta di concentrarsi.
Immaginò nella propria mente delle frecce luminose colpire Rael trafiggendola. Ma non erano frecce che perforavano e ferivano la carne, erano frecce che colpivano e alteravano quel fascio di yoki che scorreva dentro Rael.
Se la malia avesse funzionato, Rebecca avrebbe cercato di mettersi in piedi più velocemente che poteva servendosi della spada che aveva in mano come supporto per sostenersi. Avrebbe poi tirato indietro il braccio sinistro e avrebbe scagliato la sua claymore in modo da farla roteare contro Rael mirando dalla sua vita in su.



Yoki: 0%


Punti limite: 1/31



Fisico: ginocchio sinistro e stomaco ferita media


Psiche: lo scontro continua. La numer 19 si concentra unicamente per imparare a usare le sue malie e usarle contro Rael per prevalere.


ABilità: percezione yoki attiva

[Immagine: 6s3o44u1imrz.jpg]



Un' adolescente diventerà il nuovo dio del pianeta terra!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)