Benvenuto ospite!  Log inRegistrati

RICHIEDI IL TUO ACCOUNT PER L'ACCESSO AL SITO SU TELEGRAM
https://telegram.me/joinchat/DoS4Oj88v-PHTj3EZJe9GQ
Per installare: http://www.claymoregdr.org/Thread-Installare-Telegram
Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TRAMA Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
26-11-2021, 06:51 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 26-11-2021 07:00 PM da Duncan.)
Messaggio: #281
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
Costatata l'apparente assenza di minacce imminenti nello stanzone Andrea decide di proseguire senza ulteriori indugi e, dopo essersi avvicinata a grandi passi alla porta situata di fronte all'ingresso da cui sono entrate le guerriere, ci sferra contro un calcione dei suoi con l'evidente intenzione di sfondarla. La porta trema sui cardini, ma sorprendentemente resiste alla potenza della nerboruta Caposquadra. Non è tutto merito suo però: sembra infatti che ci sia qualcosa di grosso e pesante dietro di essa che la tiene bloccata. 

Mentre Andrea è alle prese con la porta che non si vuole aprire, Crystal ne approfitta per tentare di raggiungere la piattaforma rialzata ed il meccanismo di controllo che si trova su di essa. La piattaforma è a diversi metri di altezza sopra la porta ma Crystal è una guerriera piuttosto agile e, anche grazie all'utilizzo dello yoki, non ha troppe difficoltà a raggiungerla. Una volta lì, la numero 16 si volta verso il marchingegno, prendendosi del tempo per studiarlo. Sebbene il suo scopo sia quello di metterlo fuori uso infatti, la guerriera preferirebbe evitare di attivarlo per sbaglio. Concentrata com'è, Crystal non si rende conto di non essere sola lì in alto finché un dardo proveniente dal corridoio alle sue spalle non attraversa l'aria con un sibilo sinistro e va a conficcarsi nella schiena della guerriera, all'altezza del rene sinistro. Quasi immediatamente, il corpo della numero 16 è scosso da un tremito ed una terribile sensazione di debolezza si impadronisce di lei [Ferita da perforazione: Media - Penalità di -6 ai parametri Forza e Agilità - Uso dello yoki temporaneamente inibito]. A causa di ciò, Crystal perde l'equilibrio e cade in avanti precipitando giù dalla piattaforma rialzata, salvandosi da un essai poco salutare impatto con il pavimento di pietra solo grazie a Juliet. Quest'ultima infatti stava tenendo d'occhio la compagna sulla piattaforma nel timore che combinasse qualche casino con il marchingegno e, vedendola cadere di sotto, istintivamente compie uno scatto in avanti e la salva prendendola al volo tra le sue braccia.

Mentre il tuffo involontario di Crystal mette in allarme le guerriere, un gruppo di una decina di balestrieri (probabilmente gli stessi che se l'erano data a gambe in precedenza) irrompe fuori dal corridoio e prende posizione sulla piattaforma con le balestre pesanti spianate e puntate sulle guerriere. Nessuno di loro preme il grilletto però. Non ancora. Sembra che i mercenari stiano attendendo qualcosa e, dopo pochi secondi, una nuova presenza si manifesta alle loro spalle. Si tratta di un uomo incappucciato che si annuncia con una irritante risatina...

- Ihihihihihihihih! Ma guarda chi c'è! Delle guerriere non invitate hanno deciso di venire a trovarci. Avete fatto davvero un bel trambusto nel mio laboratorio, uccidendo un sacco delle mie care bestioline cucciolose. Cattive bambine! Cattive! Cattive! Cattive! - Esordisce il misterioso figuro che, a giudicare da come parla, sembrerebbe essere il Capo di questo posto. Anche se non da l'idea di avere tutte le rotelle a posto. - Ihihihihihi... E quale punizione dovremmo dare alla bambine cattive? Forse dovremmo... - L'Uomo si ferma, appena lo sguardo gli cade su Andrea. - ... Maria Carolina? Sei tu? - Domanda l'uomo in tono perplesso. - Sei venuta a prendere dell'altro tè coi pasticcini? Ihihihihih Ma non eri morta? - Indaga. 

A queste bizzarre esternazioni seguono diversi secondi di silenzio durante i quali la nerboruta Andrea ha un'illuminazione sulla possibile identità dell'uomo. Quella risatina fastidiosa, i discorsi sconclusionati, e quel nome con cui l'aveva erroneamente apostrofata... Li ha già sentiti, parecchio tempo fa, e le sembra di riconoscerli. Anche se non può vedere l'uomo in faccia a causa del cappuccio, la numero 8 non può fare a meno di domandarsi... Possibile che si tratti di quel pazzoide di Araldus??(*)

Mentre Andrea pensa questo, l'uomo nel frattempo ha deciso che tè e pasticcini possono aspettare, perché adesso ci sono cose più importanti di cui occuparsi. - Non importa ihihihihih... Ho deciso cosa farvi fare! Visto che siete qui.. ihihihihih... potete almeno rendervi utili facendo da cavie per testare la forza della mia ultima creazione ihihihihih! - E così dicendo, fa un cenno con la mano ad uno dei mercenari, il quale si avvicina al meccanismo e lo mette in funzione. 

Con uno stridio metallico, il marchingegno si mette all'opera iniziando a sollevare la pesante scatola di ferro dalla quale proviene lo yoki più potente tra tutti. - Ihihihihihi! Ammirate la mia più grande creazione! Largo al terribile.... FUFFY!! - Esclama il losco figuro, mentre da sotto la scatola emerge una creatura da incubo. E' una Chimera, ma diversa da tutte quelle che le guerriere hanno finora incontrato.

[Immagine: Chimera.jpg]
Immagine esemplificativa, alcuni dettagli possono variare.

La creatura è un quadrupede con l'aspetto di un enorme (per dare un'idea delle sua dimensioni, Andrea gli arriva all'altezza del naso)... Leone? Lupo? Iena? Un pò tutti e tre? Con tre teste (o è una divisa in tre? Non si capisce bene) dalle zanne acuminate ed il corpo ricoperto da una specie di armatura di scaglie per finire con una coda che termina con un pungiglione simile a quello di uno scorpione. La bestia finalmente libera dalla sua prigione si guarda intorno per un istante, prima di puntare la sua attenzione sulle guerriere iniziando a ringhiare minacciosamente.... 

Cosa faranno adesso Andrea e compagne? 

Nuova turnazione:

- Juliet
- Andrea
- Seayne
- Sasha
- Crystal


Citazione:(*) Nota del Master: Ho un vago ricordo di una scena del genere intercorsa tra Andrea e Araldus in passato. Ma nel caso mi sbagliassi, facciamo finta che sia avvenuta lo stesso perché.... perché sì.
 
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-12-2021, 07:13 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 02-12-2021 07:23 PM da Ophelia.)
Messaggio: #282
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
Citazione:Narrato
"Parlato"
"Pensato"
"Sussurrato"
"Detto da altri"

Al di fuori del suo campo visivo, Andrea era alle prese con la porta. Juliet si voltò a guardare solo per un secondo, attirata dal frastuono: sembrava infatti che questa non volesse aprirsi.
La guerriera si irrigidì con un sussulto: la porta doveva esser stata bloccata dall'altra parte... Quindi il nemico voleva intrappolarle in quella stanza. Il che significava che...
"Cazzo, lo sapevo!"
Si voltò immediatamente verso Crystal con l'intenzione di richiamarla, dirle di levarsi da lì subito, ma non fece in tempo a dare l'allarme che un dardo tagliò l'aria e andò a conficcarsi nella schiena della compagna. Avevano già visto quei dardi avvelenati in azione, con Andrea, ne conoscevano gli effetti: il veleno l'avrebbe messa k.o., fuori combattimento, levandole la forza e i riflessi come un'influenza. E come se non bastasse, avrebbe anche dovuto fare i conti coi danni fisici della frecciata, che la numero 18 sperò non fosse grave.
Imprecando sottovoce, ma decisamente grata della propria scelta di rimanere lì a fare da veglia, Juliet si fiondò verso Crystal quando la vide cadere dalla piattaforma e la acchiappò al volo, salvandola dall'impatto e tenendola stretta.
Istintivamente fece due passi indietro e folgorò con lo sguardo i mercenari che uscirono nuovamente allo scoperto prendendo posizione sulla piattaforma, balestre tra le mani e pronti a tirare. "Bastardi."
Cosa aspettavano a colpire?
Qualche attimo più tardi, la risposta alla sua domanda si manifestò alle spalle degli umani. Un uomo incappucciato fece il suo ingresso e parlò, con una stupida risatina. Doveva essere lui il capo della baracca... Finalmente.
"Ihihihihihihihih! Ma guarda chi c'è! Delle guerriere non invitate hanno deciso di venire a trovarci. Avete fatto davvero un bel trambusto nel mio laboratorio, uccidendo un sacco delle mie care bestioline cucciolose. Cattive bambine! Cattive! Cattive! Cattive! Ihihihihihi... E quale punizione dovremmo dare alla bambine cattive? Forse dovremmo..." L'uomo si interruppe, lo sguardo improvvisamente fisso su Andrea.
"... Maria Carolina? Sei tu? Sei venuta a prendere dell'altro tè coi pasticcini? Ihihihihih Ma non eri morta?"
Juliet osservò il viso della caposquadra, indagando nella sua reazione. "Andrea...?" Conosceva questo folle? Era a conoscenza di qualsiasi informazione che avrebbe facilitato lo scontro?
"Non importa ihihihihih... Ho deciso cosa farvi fare! Visto che siete qui.. ihihihihih... potete almeno rendervi utili facendo da cavie per testare la forza della mia ultima creazione ihihihihih!"
Ecco la resa dei conti, puntuale come un orologio. Uno dei tirapiedi si staccò dal gruppo per mettere in azione il meccanismo della scatola di ferro, quella che Crystal aveva cercato di bloccare, quella dello Yoki misterioso.
Juliet sospirò a denti stretti, pronta all'inevitabile.
"Ihihihihihi! Ammirate la mia più grande creazione! Largo al terribile.... FUFFY!!"
Un'orribile creatura uscì dalla sua tana. "Fuffy" era una chimera dall'aspetto vagamente felino, tre teste, il corpo ricoperto da scaglie e uno strano pungiglione alla punta della coda. Questo era il frutto degli esperimenti in quella baracca?
Le guerriere avrebbero dovuto riorganizzarsi in fretta, ma Crystal non era in condizione di combattere. Doveva portarla al sicuro prima di qualunque altra cosa, pensiero che avrebbe fatto presente alle sue compagne.
Con la responsabilità di due vite sulle spalle, Juliet non perse tempo a guardarsi intorno; gli occhi argentei che sfrecciavano da destra a sinistra, da sopra a sotto, in cerca di punti di fuga o riparo.
Ma certo... doveva tornare indietro.
"Crystal è fuori combattimento, devo portarla fuori da qui", avrebbe detto, tono di voce basso in modo che il nemico non potesse udirla, giusto per precauzione.


Citazione:Yoki utilizzato: 0%
Stato Fisico: Botta all'addome (Ferita Leggera)
Stato Psicologico: Attiva, preoccupata ma coi riflessi a mille
Punti limite: 16/30
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva)
Tecniche utilizzate: Nessuna
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
05-12-2021, 01:09 AM
Messaggio: #283
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
Narrato/pensato
Parlato


Cazzo!
Ma di che è fatta 'sta porta? Perché porca troia non si apre? E sì che le ho dato un bel... che è stato quel tonfo? Mi giro e vedo Juliet che tiene Crystal in braccio. Ma che, vi pare il caso di mettervi a farvi le coccole? Abbiamo un problema qui e....
No. No, no, no, no, no. Oh, cazzo... è lui. Quella vocina di merda, quella risata idiota... ma che diamine ci fa qui? L'ha messa su lui questa baracca? Lo sapevo che era fuori di testa, ma questo è troppo!
Araldus.
I miei occhi sono già gialli. Poi vedo i balestrieri. Porca troia. Cazzo e dannazione. No, aspetta... be', 'fanculo, chissenefrega di qual è la frase. Cazzo e porca puttana e morte. A lui e a tutti quegli stronzi lì. Com'è che non ci tirano addosso?
Maria Carolina è felice di rivederti. Vieni qua che te la faccio salutare.
Magari ci casca pure, è scemo forte in fondo. Io comunque la preparo, la spada. Ho come l'impressione che saranno cazzi. E infatti non sembra che Araldus vuole venire a farsi un tè con Maria Carolina. Anche se ci ha pensato su per davvero, l'imbecille. No, invece ci presenta quella... cosa che stava nella gabbia grande. Una specie di grosso... gatto... con l'aria di avere la pellaccia dura e tutto il corpo che può far male. Fantastico. Vuole una bella lotta? E allora diamogliela. Non che possiamo fare molto altro... insomma, certo, tornare indietro forse. Juliet sta già pensando di farlo. Io agito una mano verso di lei per dirle che per me può fare il cazzo che le pare. La bestia però muore qui. E poi tocca a quell'ebete di Araldus e a tutta la sua compagnia di stronzi. Sono pronta. Ho già lo Yoki - e la rabbia - che mi scorrono dentro. Sto già diventando grossa.
Qui ci divertiamo. Voglio una di voi sulla coda, quell'affare non mi piace per niente.
Per quanto riguarda me, c'è ancora quella mezza porta per terra. La raccatto e me la tengo davanti mentre parto alla carica. Il gattone dovrà vedersela con me, che lo voglia o no. Per il momento voglio vedere Se riesce a passare attraverso quel pezzo di metallo, o se è abbastanza furbo da aggirarlo. Maria Carolina è pronta a dargli una botta se prova a fare qualche trucco. Ehi... sto combattendo con intelligenza? ... Nah, è che ne ho già prese abbastanza oggi. E se 'sto coso mi mangia, non mi toglierò più la soddisfazione di spezzare il collo a quel coglione di Araldus....

Citazione:Yoki utilizzato: 0%-->50% [27,5/35 PLM]
Stato fisico: ferita media al torace (dardo nel seno destro), ferita superficiale alle gambe (dardo nella coscia destra), ferita leggera al fianco destro, ferita leggera alla testa, ferita media al volto (naso rotto), ferita media alla schiena, ferita leggera al braccio destro. Occhi dorati, denti aguzzi, vene in rilievo sul volto e muscoli ingrossati.
Stato psicologico: Confusa e infastidita, decisamente non contenta di rivedere quel folle di Araldus. Insolitamente fredda nella sua rabbia, forse perché è già andata vicina a farsi ammazzare non molto tempo prima. Intende affrontare la Chimera, perché l'unica altra opzione è una ritirata che lei considera a malapena.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva); Trapianto (Innata, passiva).

NOTA: Cazzo, sono passati sette anni... volevo dire, Andrea non sa cosa siano i condizionali ma ci tengo a specificare che lei sta pensando alle azioni che vuole eseguire, non vuol dire che avranno successo. Il piano rimane a grandi linee lo stesso: attirare Fuffy su se stessa e sperare che le altre si facciano venire in mente un modo per farlo fuori.

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-12-2021, 04:21 PM
Messaggio: #284
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
[Immagine: Seayne-A10.png]
[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Quando la porta d’uscita resistette al pedatone di Andrea, Seayne corrugò la fronte, perplessa…
Ma non ci fu tempo di riflettere perché, quasi nello stesso momento un gruppo di balestrieri, probabilmente quelli scappati prima, si palesò sulla piattaforma e uno di loro colpì con un dardo Crystal la quale, stordita, precipitò giù dal rialzo, venendo salvata da una probabile, brutta caduta dall’accorrente Juliet.

-Ombre! Possibile che sia bastato un solo dardo per mettere fuori combattimento Crystal? Forse… che le frecce siano avvelenate con qualcosa?-

La Numero 11 infatti non sapeva della sostanza con la quale le punte dei dardi erano intinte e poteva solo supporre che ci fosse su di esse un qualche veleno che aveva agito rapidamente, prima cioè che la compagna avesse potuto attivare la sua protezione innata alle sostanze tossiche.
La guerriera albina non ebbe il tempo per ulteriori riflessioni perché, pochi istanti dopo, qualcun altro entrò in scena:

Ihihihihihihihih! Ma guarda chi c'è! Delle guerriere non invitate hanno deciso di venire a trovarci. Avete fatto davvero un bel trambusto nel mio laboratorio, uccidendo un sacco delle mie care bestioline cucciolose. Cattive bambine! Cattive! Cattive! Cattive!

Seayne sbarrò gli occhi argentei e il suo cuore mancò un battito quando udì quella risata e quella voce… Lo aveva riconosciuto ancora prima che Andrea pronunciasse il suo nome… Erano anni che non sentiva quella risata e quella voce ma non le avrebbe mai dimenticate…

-ARALDUS! Ombre! È Araldus…-

Araldus… l’Uomo in Nero che era stato il mentore del suo test per essere promossa a guerriera, il committente della sua prima missione, l’uomo che l’aveva salvata dalla morte nelle prigioni di Rabona ma che l’aveva anche separata dall’uomo che amava.
Stranamente, visto il suo pallore innaturale, il pazzoide sembrava per ora non averla riconosciuta e stava sproloquiando qualcosa rivolgendo apparentemente la sua attenzione ad Andrea, mentre l’anima di Seayne era lacerata in due tra la gratitudine e l’odio che provava al tempo stesso per quel particolare Uomo in Nero…

-Per anni… per anni ho fantasticato su cosa avrei fatto se Araldus fosse caduto nelle mie mani e ora… meraviglia! Me lo trovo qui davanti a me e… Sembra essere lui il capo di questa marmaglia!-

C’era stato un tempo in cui la guerriera albina sarebbe partita all’assalto di quel manipolo di balestrieri, accecandoli prima e provando quindi a mettere le mani sul pazzoide per poi… magari anche ucciderlo.
Ma ora il corpo di Seayne, addestrato da mesi di disciplina, reagì allo stress iniziando inconsciamente a modulare il respiro, riportando alla calma la guerriera albina proprio nel momento in cui Araldus giocava la sua carta migliore:

Non importa ihihihihih... Ho deciso cosa farvi fare! Visto che siete qui.. ihihihihih... potete almeno rendervi utili facendo da cavie per testare la forza della mia ultima creazione ihihihihih!
Ihihihihihi! Ammirate la mia più grande creazione! Largo al terribile.... FUFFY!!


Il mostro che si palesò da sotto la cassa di metallo aveva un aspetto orrendo ma oramai Seayne aveva raggiunto uno stato di calma tale che la sua mente lo registrò semplicemente come un bersaglio da abbattere! Anzi…

-Se Andrea non ce la dovesse fare, Fuffy potrebbe fare da cavia per testare la potenza della mia nuova tecnica…-

Un sorrisetto malizioso e, forse, un po' cattivo si disegnò tra le pallide labbra della Numero 11…

-E, una volta abbattuta la tua creazione, io e le mie compagne verremo per te Araldus. Io non posso toccarti e, visto il debito che ho con te non so neanche se lo farei, per quanto una parte di me vorrebbe fartela pagare ma, visti gli ordini che abbiamo ricevuto, ti consegneremo ai nostri signori e lascerò la mia vendetta a loro…-

Seayne supponeva infatti che, vista la situazione, difficilmente gli altri Uomini in Nero sarebbero stati gentili nei confronti di Araldus. Per il momento però la guerriera albina si concentrò sul mostro che aveva di fronte: brandendo la porta/scudo, Andrea sembrava intenzionata a partire all’assalto di Fuffy:

Qui ci divertiamo. Voglio una di voi sulla coda, quell'affare non mi piace per niente.

Seayne si dispose subito dietro la Caposquadra:

Ci vado io! Passo a destra! Sasha, coprici le spalle!

Disse per rassicurare Andrea e per proteggere entrambe dai balestrieri, anche se le sue intenzioni erano un po' diverse da quanto affermato.
Mentre la Numero 9 partiva all’assalto, Seayne iniziò a concentrarsi, a respirare in maniera regolare e a recitare mentalmente il suo mantra:

-Sono tutt’uno con lo Yoki! Lo Yoki è con me!-

Per poi partire di corsa in scia alla Caposquadra, senza sopravanzarla. Qualche attimo prima che Andrea giungesse a contatto con Fuffy, la guerriera albina avrebbe provato a scartare sulla sua destra (la sinistra del mostro) alla sua massima velocità possibile, cercando di passare oltre la testa della chimera, per poi piegare subito a sinistra, tentando di puntare al collo del mostro con l’intenzione di usare la sua nuova tecnica: Gùrthang, per tentare di decapitare la creatura.
Sperando che Fuffy focalizzasse la sua attenzione su Andrea quel che bastava per condurre l’attacco ma facendo attenzione per evitare eventualmente la coda di scorpione e le zampe sinistre del mostro.
E pregando che, se i balestrieri avessero tentato di giocar loro un brutto tiro, Sasha le avesse protette.


Citazione:Yoki Utilizzato: 100% - Punti Limite: 29,5/35
Stato Fisico: Ottimale.
Stato Psicologico: Concentrata a portare l’attacco a Fuffy con la sua nuova tecnica. Recita mentalmente un mantra che aiuta la sua concentrazione.
Abilità Utilizzate: Gùrthang (Attiva) – Polaris (Secondo turno di ricarica) - Percezione dello Yoki (Passiva)

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
12-12-2021, 06:54 PM
Messaggio: #285
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
- Lo sapevo. - Mormora la guerriera nera, constatando gli sviluppi della situazione. C'era da aspettarselo, quei mercenari le erano sembrati fin troppo determinati per credere che tutto d'un tratto si fossero tramutati in codardi e se la fossero data a gambe. Logico pensare che stessero tendendo loro una trappola, e infatti così è stato. 

Sasha osserva la scena che le si presenta davanti agli occhi e si interroga sul da farsi. Uno degli obbiettivi primari della missione, la persona presumibilmente a capo di questa struttura, ha finalmente deciso di rivelarsi. Catturarlo è una priorità, eppure la guerriera nera esita. Per poter acciuffare l'incappucciato dovrebbe necessariamente balzare sulla piattaforma dove egli si trova, però quella schiera di balestrieri che lo circonda è d'intralcio. Per quanto il suo orgoglio fatichi ad ammetterlo, persino lei non è sicura di riuscire a difendersi da un nugolo di dardi che le piovono addosso mentre si trova a mezz'aria, e certamente preferirebbe evitare di sperimentare di persona l'effetto del veleno come è successo ad Andrea e Crystal. Come se non bastasse, un'altra rogna bella grossa si è appena manifestata nella forma di una nuova, gigantesca Chimera. A giudicare dallo yoki emanato, deve essere bella tosta. Dunque, come procedere a questo punto? 

Mentre rimugina sul da farsi, Sasha sente l'ordine della Caposquadra Andrea, come anche il successivo invito di Seayne a fornire copertura mentre entrambe le guerriere partono all'assalto della bestia. Al che, la guerriera nera decide che per il momento farà esattamente questo, fornire copertura. Dunque, la guerriera nera rimane in attesa e osserva gli sviluppi della situazione, pronta ad intervenire per difendere le compagne o dalla Chimera o dai lacché dell'incappucciato. O da entrambi, se ce ne fosse stato il bisogno.



Citazione:Stato Fisico: Illesa. 
Stato Psicologico: Concentrata. Pronta ad intervenire contro quello che si rivelerà il pericolo più incombente per le compagne impegnate nella lotta.
Yoki: 0%
Abilità in uso: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
14-12-2021, 06:06 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 14-12-2021 10:27 PM da Victoria.)
Messaggio: #286
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
Citazione:È divertente perché io avevo capito che il corridoio fosse accanto al meccanismo, e invece!

Legenda:
narrato
parlato
pensato
parlato da altri



Un dolore dilaniante.
La mano portata al ventre.
Uno spasmo. Lo yoki che l'abbandonava e le gambe che cedevano.
E venne il buio, mentre un senso di leggerezza si impossessava di lei e la mente si lasciava trasportare via, lontano da lì.

Riaprì gli occhi, trovando su di sé il volto di Juliet e sentendosi rincuorata.
Poi una risata fastidiosa, forse stridula, e parole... parole... creazione!

I suoi polmoni si riempirono in un verso rantolante.
Cercò di afferrare il braccio di Juliet con angosciosa urgenza.
Era ferita, avvelenata, senza mezzi per difendersi.
-Portami via da qui!- la supplicò col terrore della morte negli occhi.




Citazione:Yoki: inibito - Punti limite: 16,5/30
Stato fisico: ferita media da perforazione al rene sinistro; -6 a Forza e Agilità
Stato psicologico: confusa, poi angosciata
Abilità: Percezione dello yoki e Lettura dello yoki (inutilizzabili)

«ciò che feci per sopravvivere uccise la mia anima»

[Immagine: claymore_priscilla_who_surpasses_the_aby...6b5fzm.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-01-2022, 10:03 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-01-2022 06:38 PM da Duncan.)
Messaggio: #287
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
Su richiesta di Crystal (ma a dire il vero lo avrebbe fatto in ogni caso) Juliet, che ancora tiene la compagna stretta tra le sue braccia, si allontana di corsa da quello che sta per trasformarsi nell'ennesimo campo di battaglia e, alla ricerca di un luogo sicuro (o quantomeno un po' più sicuro di quello attuale), attraversa nuovamente la grata per tornare nella stanza nella quale si trovavano fino a pochi minuti prima. Lo fa indisturbata, poiché i balestrieri sulla piattaforma stranamente non approfittano dell'occasione per prenderla di mira nonostante ne abbiano la possibilità. Juliet può così depositare la compagna ferita in un punto della stanza lontano dai due ingressi, là dove dovrebbe essere relativamente al riparo e dunque nelle condizioni ottimali per tentare di recuperare. Crystal dal canto suo, pur non essendo assolutamente in pericolo di vita, è ancora fortemente indebolita dal veleno che le circola in corpo. Il suo organismo sta lottando strenuamente per eliminare la tossina, ma quest'ultima è molto potente e dunque il processo procede a rilento [Penalità ai parametri fisici scende a -5, ma permangono spossatezza estrema e impossibilità di utilizzare le abilità], il che significa che sarà fuori gioco ancora per un bel po'. 

Nel frattempo, nell'altra stanzona, mentre Sasha continua a fornire copertura tenendo d'occhio particolarmente i balestrieri sulla piattaforma, Andrea e Seayne invece affrontano il terribile Fuffy. Andrea prima raddoppia la sua massa muscolare rilasciando metà del suo yoki, e poi raccatta da terra lo scudo-porta che aveva gettato in precedenza. Servendosene appunto come scudo, la nerboruta guerriera parte alla carica contro la belva, stile ariete. Il terribile Fuffy, dal canto suo, reagisce più o meno allo stesso modo. Abbassando l'enorme testa, si lancia in avanti ringhiando, pure lui stile ariete, evidentemente nel tentativo di rovesciare la Caposquadra come un birillo. I due mastodonti si scontrano l'uno con l'altra con una forza tremenda, fermandosi vicendevolmente. Nessuno dei due riporta ferite, e l'unica vittima dello scontro è la povera anta lignea(*) della porta. Schiacciata nel mezzo di cotanta potenza, non regge infatti alla pressione e va in mille pezzi. 

In quella sopraggiunge Seayne, che seguiva a ruota la Caposquadra. Facendo sfoggio della sua incredibile velocità, la guerriera albina si porta in un baleno di fianco alla testa della chimera, lato sinistro, e, una volta giunta in posizione, decide di calare un altro dei suoi assi nella manica utilizzando la tecnica segreta che porta il nome di Gùrthang (Eh già, la guerriera albina non ha soltanto Polaris a sua disposizione). Concentrando tutto il suo yoki nel solo braccio dominante, Seayne aquisisce la capacità di vibrare un fendente ad una velocità così estrema che la lama della sua spada sembra incendiarsi venendo avvolta una fluorescenza bianco/azzurrina. L'Arma così potenziata colpisce il collo della creatura generando l'effetto (ed il rumore) di una piccola esplosione. Nemmeno la corazza del mostro basta a ripararlo dal colpo, e così il terribile Fuffy si ritrova ad essere decapitato di netto, con la sua pesante testa che cade a terra con un tonfo sordo. - EEEEEEEEEEEEEEEEEEHHHHHHHHHH????!!! La spada incandescente c'ha questa qui? Ma che roba è?? Non vale! Arbitro! E' una mossa scorretta! E poi, un attimo... Ma io questa non l'ho già vista da qualche parte? - Commenta nel frattempo il pazzoide dalla sua piattaforma, pensando ad alta voce, mentre i suoi mercenari si scambiano tra loro occhiate eloquenti come a dire "questo qui è tutto scemo". 


Comunque, la battaglia sembrerebbe finita lì e di certo Seayne sarà soddisfatta del risultato del suo test, che pare proprio riuscito alla perfezione. La guerriera albina però non ha molto tempo per gioire, perché qualcosa la colpisce dolorosamente sul fianco destro [Ferita da perforazione Media] e con violenza tale da sollevarla di peso e scagliarla lontano, oltre Andrea, facendola atterrare sul pavimento di pietra e rotolare fino a fermarsi pericolosamente vicino al bordo della fossa(**). E' stato il pungiglione sulla coda di Fuffy a colpirla, nello stupore generale. A quanto pare il mostro è ancora vivo. Nessuno se lo aspettava, a parte Araldus naturalmente. - Ihihihihihihih Non sarebbe il mio capolavoro se fosse così facile da uccidere! - Sogghigna lo squilibrato, dall'alto della sua piattaforma. 


Seayne, un pò intontita, fa per rimettersi in piedi, quando all'improvviso si sente sopraffare da una sensazione di estrema debolezza [Malus di -6 ai parametri fisici, yoki e relative abilità inibite]. Ripensando a quanto successo poco fa a Crystal, la guerriera albina non può fare a meno di domandarsi: "Che il pungiglione della creatura secerna una tossina simile a quella dei dardi dei mercenari?"


Cosa succederà adesso?


Nuova Turnazione:
- Seayne
- Andrea
- Sasha
- Juliet
- Crystal


Note del Master:

Citazione:
(*) Non ho mai detto che quella porta fosse di metallo. Infatti era di legno. 
(**) Sulla scheda c'è scritto che quando usa Gùrthang, Seayne non può schivare gli attacchi. Quindi anche se magari ha visto arrivare il colpo non ha potuto evitarlo. 


P.S: - Ormai posso anche dirvelo. Avete presente quando eravate di fronte ad un trivio e vi ho detto di pensare bene da che parte andare? Beh, andando al centro sareste finite in un trappolone (ormai lo sapete), andando a sinistra sapete dove siete capitate, mentre invece se aveste preso la strada a destra... Sareste arrivate direttamente da Araldus scansando praticamente tutti i nemici. Alquanto anticlimatico, ma sarebbe stata la via più facile. Per fortuna (mia) non l'avete nemmeno calcolata.
 
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-01-2022, 05:53 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 08-01-2022 11:01 PM da Nardo.)
Messaggio: #288
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
[Immagine: Seayne-A10.png]

[-Pensato-] [Parlato] [Parlato da altri]

Forse fu la concentrazione richiesta per eseguire Gùrthang senza perderne il controllo, o forse fu l’euforia nel vedere la massiccia testa di Fuffy staccarsi di netto dal resto del corpo e cadere a terra…
In ogni caso Seayne non si aspettava di venir colpita dalla coda di scorpione del mostro e venir sbalzata via dalla potenza dell’urto.

AAAAHH!

Gridò la Numero 11 a causa del dolore al fianco destro, mentre il suo corpo ricadeva a terra in prossimità della fossa sul fondo della quale, se non ricordava male, ci sarebbero dovute essere altre chimere.
Ma le brutte sorprese per lei non erano ancora finite: infatti, non appena la guerriera albina tentò di rialzarsi, il suo corpo la tradì…

-Ombre! Cosa mi succede?-

Infatti la sua claymore, ancora rovente per gli effetti della tecnica, divenne all’improvviso pesantissima, cadendole di mano, le sue gambe longilinee cedettero come se avessero sostenuto uno sforzo immane e anche rimanere in ginocchio le costava fatica.
Nel contempo, Seayne ebbe la sensazione che lo yoki scomparisse completamente dal suo corpo, come se qualcuno o qualcosa glielo avesse succhiato via…

-OH! Grande Stella del Nord, NO! Non qui… Non ora…-

Per alcuni istanti, il panico sembrò quasi poter prendere il controllo delle reazioni della guerriera albina ma il corpo di quest’ultima, temprato da mesi di meditazione e autodisciplina, nonostante la mancanza di yoki attivò le sue difese inconsce e, senza quasi rendersene conto, Seayne iniziò a respirare in maniera regolare e cadenzata, ritrovando in breve tempo la calma…

-Calmati… calmati… per adesso sono ancora viva e, a pensarci bene, sembra che mi sia successa la stessa cosa accaduta a Crystal però… io sono stata colpita da Fuffy, non dai mercenari… e allora?-

All’improvviso, una domanda si fece largo nella sua mente…

-Che il pungiglione della creatura secerna una tossina simile a quella dei dardi dei mercenari?-

Seayne non poteva esserne sicura ma, a giudicare dagli effetti del pungiglione sul suo corpo e dagli sproloqui di Araldus da sopra la piattaforma, la Numero 11 giunse alla conclusione che, anche senza testa, il bestione era ancora pericoloso. E, di conseguenza, c’era una cosa che doveva dire alle compagne.
Perciò, Seayne cercò di raccogliere le energie residue per poi provare a gridare:

Ragazze! La coda è avvelenata!

Più di così Seayne non poteva fare, perciò inizio a concentrarsi per provare a “sentire” le sensazioni che il suo corpo le trasmetteva. Dopo un po', un leggero sorriso le affiorò tra le labbra…

-Debolezza a parte, niente yoki, niente forza, niente percezione, nulla di demoniaco! In pratica: sono tornata a essere umana! Da un certo punto di vista, non posso dire che la cosa mi dispiaccia, però…-

Così com’era apparso, il sorriso sulle sue labbra svanì…

-Però è una menzogna! Sono ancora pallida come un morto! I miei occhi sono ancora d’argento! Ho ancora la stimmata su di me e la carne e il sangue di Yoma sono ancora nel mio corpo!-

Un’idea, assieme a una rinnovata determinazione, iniziò a farsi strada in lei. Seayne si stese a terra e richiamò alla mente l’immagine della se stessa risvegliata che aveva visto durante un delirio onirico qualche mese prima e, rivolgendosi a lei e alla voce interiore che per anni l’aveva tormentata, pensò:

-Se sei ancora là dentro di me… AIUTAMI!!-

Tentando nel mentre di ricorrere all’abilità delle guerriere di eliminare dal proprio corpo le sostanze tossiche.
Ovviamente Seayne non poteva sapere se la cosa potesse funzionare o meno, vista la sua situazione ma data la piega che stavano prendendo gli eventi: tentar non nuoce!
Al limite, se la cosa non avesse funzionato, allora la guerriera albina avrebbe pensato a qualcos’altro…



Citazione:Yoki Utilizzato: 0% - Punti Limite: 29,5/35
Stato Fisico: Ferita da perforazione [MEDIA] al fianco destro.- Avvelenata da Fuffy [Malus di -6 ai parametri fisici, yoki e relative abilità inibite].
Stato Psicologico: Inizialmente spaventata, poi quasi lieta di essere regredita a uno stato praticamente umano. Si riscuote e cerca di pensare a un modo per trarsi d’impaccio.
Abilità Utilizzate: Percezione dello Yoki (inibita dal veleno) – Rimozione delle Tossine (a giudizio del Narratore se funziona o no)

I am the one, the only one! I am the god of kingdom come! Gimme the prize!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-01-2022, 01:03 PM
Messaggio: #289
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
Narrato/pensato
Parlato


Be', ho una notizia buona e una cattiva. Prima la cattiva: quell'ebete di Seayne ha mirato alla testa invece che alla coda. Per carità, non la peggiore delle idee se sei capace di far fuori il bestione in un colpo solo, e ha pure quasi funzionato. Ecco, in realtà quella è la buona notizia: il... coso è senza testa. Teste. Chissene. Torniamo alla cattiva: è ancora vivo. Come, non me lo chiedete, ma si muove e ha colpito Seayne con la coda che le avevo detto di tagliare. Perfetto. Ah, e già che ci siamo con le brutte notizie, il mio scudo è andato in mille pezzi. Cazzo, e io che pensavo che era di ferro. Ma no, era un pezzo di legno e si è spezzato come un ramoscello. Vabbe', poco male. Dato che qua tocca fare tutto a me perché l'unica che mi ha aiutato è a terra, allungo la mano libera per afferrarmi al collo del bestione e salirgli sulla schiena. Me ne occupo io, della coda. Tanto lì mica mi prende colle zampe, no? Che è che sta dicendo quell'altra? Avvelenata? Un motivo in più per levarla di torno. Due passi e dovrei essere lì: intanto faccio fuori la punta, poi comincio a tagliare anche il resto. Chiaro che non voglio farmi colpire, quindi se proprio serve prima difesa e poi attacco. Magari Sasha decide di fare qualcosa nel frattempo, chissà. Forse s'è presa un colpo di sole o qualcosa del genere, bo. Io il mio lavoro lo faccio, poi loro si arrangino, ecco.

Citazione:Yoki utilizzato: 50% [30/35 PLM]
Stato fisico: ferita media al torace (dardo nel seno destro), ferita superficiale alle gambe (dardo nella coscia destra), ferita leggera al fianco destro, ferita leggera alla testa, ferita media al volto (naso rotto), ferita media alla schiena, ferita leggera al braccio destro. Occhi dorati, denti aguzzi, vene il rilievo sul volto e muscoli ingrossati.
Stato psicologico: Incerta su cosa pensare dell'attacco di Seayne, che tutto sommato non era una cattiva idea finché non si è dimostrato non letale. Decide di occuparsi della coda personalmente dato che è praticamente l'unica ingaggiata con la creatura.
Abilità utilizzate: Percezione dello Yoki (passiva); Trapianto (Innata, passiva).

[Immagine: 2j0cw1s.jpg]


"La guerra è il tribunale del mondo: chi vince ha sempre ragione, chi perde ha sempre torto, perché lo spirito del mondo sta dalla parte del vincitore." (Hegel)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-01-2022, 12:40 AM
Messaggio: #290
RE: Scacco al Matto [Hotenshi - Nardo - Victoria - Ophelia]
- Eh? - Esclama sorpresa Sasha mentre osserva Seayne che viene scaraventata lontano da un colpo di coda della bestia. Non si aspettava che la Chimera sopravvivesse ad una decapitazione (specie ad una inferta in quel modo), perciò la cosa la lascia interdetta per un istante. Passato il quale la guerriera nera recupera però la concentrazione e analizza la situazione. Ricapitolando: Crystal è temporaneamente fuori combattimento a causa dei dardi dei mercenari, Juliet si è dovuta allontanare per portare la compagna in un posto relativamente sicuro e dunque non sta combattendo, Seayne è riuscita a tagliare la testa al mostro ma è stata a sua volta messa al tappeto dalla coda della chimera, che pare essere anch'essa avvelenata, e adesso pure lei non è più in grado di combattere. Il che lasciava solamente Andrea e se stessa come uniche in grado di domare il terribile Fuffy. 

Al che, la guerriera nera decide di dare man forte alla nerboruta numero 8, ma non prima però di aver messo in sicurezza Seayne, che al momento è un bersaglio fin troppo facile (finora i balestrieri sono rimasti stranamente passivi, ma non c'è garanzia che non cambino idea). Pertanto, Sasha, mentre i suoi occhi si tingono d'oro, scatta fulminea in direzione della guerriera albina. Una volta raggiuntala, la solleva di peso e se la carica in spalla (senza curarsi di recuperare l'arma ancora rovente della numero 11, che viene abbandonata lì dove si trova). Dopodiché, corre verso l'ingresso dell'altra stanza, ma senza però entrarvi. Invece, la guerriera nera si ferma sull'uscio, cerca Juliet con lo sguardo, e, una volta individuatala, richiama la sua attenzione con un fischio prima di lanciare Seayne nella sua direzione come se fosse un sacco di patate! - Prendila e tienila al sicuro! - Grida Sasha rivolta a Juliet, mentre effettua il lancio. Poi, senza nemmeno controllare se quest'ultima riesce ad afferrare al volo la compagna (in caso contrario, si scuserà in seguito con Seayne), Sasha si volta di scatto e corre ad aiutare Andrea...



Citazione:Stato Fisico: Illesa. Occhi dorati in conseguenza del rilascio dello Yoki.
Stato Psicologico: Concentrata. Pur se in modo decisamente brusco, si è preoccupata di mettere al sicuro Seayne, ed ora pensa ad Andrea.
Yoki: 10%
Abilità in uso: Percezione dello Yoki (Passiva)
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)